Jump to content
  • Cimberio Varese - Vanoli Cremona 98-78

       (0 reviews)

    Leasir
     Share

    8 Maggio 2010
    nero.gif
    Scritto da Claudio Borghi
     
    Una determinatissima Varese spazza via la Vanoli con 20 punti di distacco ottenendo cos� la tanto agognata salvezza.
    Video conf. stampa

    All�ultimo appuntamento casalingo di una stagione passata sulle montagne russe, la Cimberio deve fare i conti - in un vero e proprio spareggio salvezza - con la Vanoli Cremona di coach Caja, autrice nelle ultime giornate di una rimonta proprio nei confronti di Varese la quale, complici anche i risultati di Ferrara, si ritrova nella scomoda posizione di ultima in classifica.

    Aprono le danze il neo acquisto cremonese Milic e Morandais per il 3-3 iniziale, imitati da Rowland e da Martinoni che dall�arco segna il primo vantaggio varesino, facendosi cos� perdonare due falli commessi in un amen. La difesa biancorossa impegna bene i giocatori della Vanoli costringendoli a due minuti di secca offensiva, mentre Varese infila canestri a raffica spinta da Slay e Morandais. La seconda tripla di Martinoni regala alla Cimberio un beneaugurante +12 (17-5 al 5�), ma subito dopo �Nic� � costretto alla panca dal terzo fallo. Non si esaurisce per� la spinta varesina, che grazie anche ad alcuni banali errori degli ospiti dilata il vantaggio fino al 22-5 che costringe Caja al secondo timeout. Rowland sblocca il risultato per i suoi dopo quasi sette minuti di nulla, ma � ancora Varese a condurre il gioco capitalizzando l�energia di Morandais e Gergati che fanno il vuoto a rimbalzo offensivo. Cremona fallisce anche l�ultimo assalto del primo periodo, andando alla pausa breve con il tabellone in singola cifra e 18 punti di distacco (27-9 al 10�, 36 a 3 l�eloquente parziale della valutazione di squadra).

    La Vanoli tenta di reagire alle difficolt� con i canestri di Milic e Bell e con la difesa a zona a mettere sassolini negli ingranaggi della Cimberio, ma � Galanda a dare nuova linfa all�attacco varesino con tre canestri di seguito che assieme all�arcobaleno di Thomas regalano il +20 ai colori biancorossi (35-15 al 16�). La partita si fa pi� cattiva e le mani addosso non si contano, tanto che il ritmo delle segnature rallenta moltissimo, favorendo leggermente la squadra ospite. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 38-21 per Varese.

    Al rientro in campo le due squadre si scambiano triple e non si risparmiano colpi proibiti su blocchi e a rimbalzo. Varese non ne risente sul piano del punteggio (55-36 al 25�) ma si ritrova a giocare senza Morandais che commette tre falli abbastanza evitabili in sequenza. Non va molto meglio per Cremona, costretta a giocare con un quintetto peso piuma a causa del quarto fallo di Cusin che stende Martinoni proprio mentre il ferro premia un tiro da tre di Childress accogliendolo dopo tre rimbalzi. La Vanoli cerca di difendere l�area da Slay e Galanda con una zona 2-3, scommettendo sulle percentuali dall�arco dei tiratori varesini che per� non si fanno impressionare e continuano a bruciare la retina con buon ritmo (Childress 12 punti nel periodo). Un canestro rocambolesco di Aguiar chiude il quarto sul punteggio di 67-52.

    Varese continua a flirtare con i fatidici 17 punti di vantaggio che le darebbero la salvezza matematica, lottando con foga su ogni pallone e sfruttando il vantaggio in termini di chili e centimetri per raccogliere messi di rimbalzi offensivi. La Vanoli risponde con un paio di triple di Anderson, ma i canestri dei tre americani di Varese uniti ad una difesa sempre attenta (ammirevoli in tal senso Thomas e Gergati) rimettono per la quarta volta 20 punti di distacco tra le due squadre (83-63 al 35�). Sale in cattedra Childress (stasera in versione realizzatore pi� che orchestratore di gioco) e Varese raggiunge il nuovo massimo vantaggio mentre Cremona perde sia Bell che Rowland per due infortuni rimediati nelle mischie sotto il tabellone varesino. La Vanoli si sfilaccia mentre Varese dilaga sul trentesimo punto del Professore, chiamato in panchina a 15 secondi dal termine per la strameritata ovazione che precede di poco la festa di tutto il pubblico varesino. La Cimberio si scrolla di dosso l�incubo retrocessione con una straordinaria prova di carattere: la salvezza, da questo momento, � un problema di altri. Finale 98-78.
     
    nero.gif
     Share


    User Feedback

    There are no reviews to display.


×
×
  • Create New...