Jump to content
  • Napoli 82 - Varese 70

       (0 reviews)

    Lucaweb
     Share

    6 Febbraio 2005
    nero.gif
    Scritto da Luca Romano
     

    Brutte notizie dall�infermeria varesina: oltre al gi� annunciato Farabello, Varese dovr� rinunciare all�influenzato Sani Becirovic. Un�altra tegola in casa varesina, in particolare nel settore guardie dove c�� gi� da convivere coi noti problemi all�anca di Meneghin. Napoli peraltro vive una stagione simile a quella varesina, piena di mille vicissitudini. Assente Allen, in panchina in borghese.
    Obbligato il quintetto di Magnano con Bolzonella e Washington in avvio. Il buco in regia lasciato dal duo Becirovic-Farabello � riempito dal giovane Federico e dall�alterno Marin. La staffetta produce anche risultati inaspettati: se da una parte il contenimento di un play veloce e reattivo come Spinelli appare davvero arduo, dall�altra, prima Bolzonella con una partita intraprendente ed autoritaria, poi Marin tutto sommato �presentabile� in regia, ammorbidiscono la pillola dell�assenza dei titolari. In realt� lo Spinelli del primo tempo sar� un rebus inestricabile per entrambi: il play napoletano vuoi col tiro da tre, vuoi con le scorribande a centro area e scarichi per i lunghi sar� una costante spina nel fianco varesino. Nondimeno il ritrovato Trepagnier, voglioso di ripresentarsi al meglio di fronte al proprio pubblico offrir� una prestazione degna di nota, non trovando Varese adeguate contromisure allo strapotere fisico-atletico del forte giocatore americano.
    La cronaca della partita va divisa esattamente in due parti: primo tempo molle ed inguardabile di Digbeu e soci e ripresa tutto sommato accettabile. Sar� per� il grande divario del primo quarto con i 34 punti concessi ai partenopei a condizionare pesantemente il resto della gara. Un divario figlio di una difesa a tratti spaesata, in balia delle penetrazioni di Spinelli e come dicevamo di un Trepagnier costante lungo tutto il percorso della partita.
    Il divario assume presto la doppia cifra di distanza; Varese non trova soluzioni accettabili in attacco ed appare decisamente prevedibile: o palla a Nolan in pivot basso o tiri da tre punti spesso anche fuori ritmo. La conseguenza � nel 13-3 al 5� minuto.
    Magnano prova a cambiare: dentro Meneghin, De Pol, Marin fuori Bowdler, Bolzonella, Washington. La mossa non d� risultati apprezzabili. L�emorragia nel punteggio continua inesorabile non trovando Varese efficacia nel proprio attacco ed aggressivit� in difesa. Anche un tentativo di zona, con Napoli gi� scappata sul 24 a 9, scivola come acqua sul marmo sulle schiene partenopee. E� sempre uno Spinelli superstar (3/3 nelle bombe nel primo quarto ed al record personale di segnature in serie A) e la grande voglia di Trepagnier (13 punti fin qui) a mantenere elevato il divario che segna 34 a 15 a fine primo quarto.

    Il mini intervallo d� una sia pur leggera scossa alla banda di Magnano. Tuttavia la fiducia acquisita da Napoli nel primo periodo consente ai partenopei di giocare tranquilli ed in scioltezza punendo spesso ogni palla persa varesina. E� per questo che il maggiore sforzo prodotto da Varese l� dietro viene vanificato da rapidi contropiede napoletani su banali palle perse. Sempre troppo prevedibile l�attacco biancorosso che vede un Digbeu decisamente sotto tono spesso intestardirsi nel tiro dalla distanza.
    E� una chiave interpretativa della partita: Varese chiuder� con 34 tiri da tre contro 25 da due. Decisamente la pericolosit� di Varese vicino canestro � limitata al solo Nolan ed a qualche estemporanea penetrazione degli esterni, peraltro ben contenuti dalla difesa partenopea. E� questa la fase migliore per Bolzonella con i tiri da 3 (saranno 4 su 8 alla fine) e qualche assalto isolato al canestro avversario, non sufficienti comunque a ricucire il break (52 a 34 a fine primo tempo).

    Lo scarto � di quelli sensibili, ma non sempre rientrare tranquilli nello spogliatoio fa ritrovare il filo del discorso alla ripresa del gioco. E� questo il caso di Napoli che, pi� molle sulle gambe, aggredita da una difesa varesina certamente pi� tonica, fatica a ritrovare i meccanismi del primo tempo. Spinelli non trova pi� il canestro e neanche buoni passaggi per i compagni, Varese ritrova il miglior Digbeu in attacco. Ed � un bel ritrovare considerando che il francese non ha mai smesso di braccare un Perbenthy davvero a malpartito quando marcato dal transalpino. Saranno 8 i punti quasi consecutivi per Alain in una partita comunque modesta in attacco, salvata in parte dalla feroce marcatura sul Mike napoletano.
    Si sveglia anche Washington, in serata tutto sommato positiva. In particolare qualche buon tiro ed una difesa sufficientemente reattiva consentono a Varese di tornare sotto - 59 a 50 al 27� - e poi a � 7 dopo una tripla dello stesso Derrel.
    Napoli lascia pi� spazio sul perimetro imbrigliando bene Nolan che deve trovare punti allontanandosi da canestro. Non solo, l�attenta marcatura sul Norm produrr� ben 6 palle perse dell�americano.
    E� una rimonta incompiuta quando il tabellone segna 65 a 56 al termine del terzo quarto. Ma c�� ancora tempo per sperare.

    Una fiammata ad inizio 4� quarto firmata da un tiro di tabella di Washington e un paio di contropiedi (bene in particolare Marin in questo frangente) consentono di tornare davvero a contatto per il 65 a 60. E qui forse si decide la partita quando dopo 23 secondi di buona difesa varesina Albano mette un tre punti di tabella davvero taglia-gambe. E� un attimo, sul ribaltamento palla persa di Varese, contropiede di Trepagnier per la schiacciata del � 10.
    Purtroppo Varese non ha la forza per reagire, mentre Napoli ritrova fiducia proprio nel momento di massima difficolt�. Ed � un bel punto eslamativo sulla partita; quello che consentir� ai partenopei di chiudere sull�82 a 70 decretando l�ennesima sconfitta in trasferta per i biancorossi.
     Share


    User Feedback

    There are no reviews to display.


×
×
  • Create New...