Jump to content
  • Tabu e Darden, idee Cimberio

       (0 reviews)

    Guest
     Share

    18 Giugno 2012
    nero.gif
    Scritto da La Prealpina
     
    Piace il centro Bryant, stuzzicano i collegiali Holloway e Shurna

    Prime strategie ��operative�� per il mercato della Cimberio in attesa della definitiva fumata bianca per i rinnovi contrattuali di Rok Stipcevic e Janar Talts. Le nuove firme del play croato e del lungo estone sui contratti ��ridisegnati�� con una lieve riduzione dell�ingaggio (si parla del 15 per cento in meno per il regista ex Cibona che per� ha prolungato fino al 2014 con un accord ��1+1�� attraverso le consuete clausole d�uscita) dettano una linea ben chiara da parte della dirigenza biancorossa: chi vuol restare a Varese � italiani compresi � dovr� dimostrare concretamente la sua volont� venendo incontro alle esigenze della societ�.

    Messi i primi due paletti nell�ossatura con 7 stranieri della Cimberio 2012/2013 ora per� si inizia a sondare concretamente il mercato in cerca dei cinque uomini del quintetto base, considerando Stipcevic come ��sesto uomo di lusso�� e Talts come cambio dei lunghi (come linea di principio si cerca un�ala forte atletica in grado di ��aprire il campo�� e un centrone d�area con dinamismo). E pur con diverse idee sul taccuino della ��triade�� Vitucci-Vescovi-Giofr� siamo ancora nel campo degli ��incastri�� e delle strategie combinate sulla base di due aspetti fondamentali: il primo � quello del budget, considerando comunque prioritari gli investimenti sugli stranieri rispetto a quelli del ��parco italiani�� col contratto; il secondo invece � quello dei passaporti con le due conferme che riducono a due gli ��slot�� europei disponibili lasciando invece posto per tre americani.

    E al momento attuale proprio sul mercato degli extracomunitari sembra essere elevata l�attenzione della Cimberio:
    offerte vere e proprie non sono state effettuate, sicuramente per� c�� una lista di giocatori con vari ordini di gradimento che interessano la societ� biancorossa, che come indicazione ��filosofica�� cerca giocatori atletici in tutti i ruoli per assecondare la strategia dirigenziale di costruire una squadra in grado di ��emozionare�� il pubblico di Masnago.

    Al momento attuale � presto per sognare campioni di valore assoluto, ma di sicuro Varese ha gettato diversi ��ami�� agli agenti presenti all�Eurocamp di Treviso sondando prevalentemente americani non freschi del nostro campionato: sfumata la pista Dean per il momento si guarda altrove, tra altri tornei ��continentali�� e il mondo dei rookies che per� tra Draft Nba e il ritorno del sistema Summer League-Veteran Camp daranno riscontri pratici solo a fine luglio. Per questo il gradimento per il giovane play di Xavier Tu Holloway (quotato come possible seconda scelta ��borderline��) e l�ala tiratrice oriunda lituana John Shurna andr� rivisto al cambio del viaggio di Vitucci e Giofr� a Las Vegas.

    Nel frattempo si spazia ad ampio raggio; tra i giocatori che piacciono ma al momento sono economicamente fuori portata ci sarebbe Tremmell Darden, 31enne guardia-ala due anni fa grande protagonista a Nancy che lo scorso anno ha fatto l�Eurolega � con riscontri alterni - a Malaga. Offerto anche Brandon Bowman, ��4 tattico�� di grande dinamismo visto nel 2007/2008 a Novara prima di tappe europee di buon livello in Turchia ed Israele (lo scorso anno 14,9 punti e 7,9 rimbalzi di media al Maccabi Rishon), mentre sotto canestro rimbalza il nome di John Bryant, 25enne ��centrone�� bianco dotato di stazza e dinamismo quest�anno grande protagonist in Bundesliga ad Ulm (14,1 punti pi� 9,4 rimbalzi e 1,3 stoppate).

    Un nome che stuzzica ci sarebbe anche tra gli Europei, ed � una vecchia conoscenza "italica" come Jonathan Tabu: il 27enne play belga nativo di Kinshasa (quest�anno 10,8 punti e 2,8 assist a Cremona) � considerato come perfetto "alter ego" di Stipcevic. Ma il giocatore �
    controllato da Cant�, che entro il 30 giugno dovr� decidere se esercitare l�opzione di uscita dal suo contratto oppure "richiamarlo" come possible cambio di un nuovo regista americano rinunciando a Cinciarini. Ma al momento sono tutti "incastri": nella logica dei passaporti l�atleta del 1985 diventer� obiettivo credibile se gli americani saranno guardia, ala forte e pivot. Di sicuro la carne al fuoco � parecchia, e non � italiana.
    Giuseppe Sciascia
     
     Share


    User Feedback

    There are no reviews to display.


×
×
  • Create New...