Jump to content
  • Vescovi medita su Skelin

       (0 reviews)

    Lucaweb
     Share

    8 Aprile 2008
    nero.gif
    Scritto da La Prealpina
     
    La LegAdue conferma i due extracomunitari, Varese si adeguer�...

    Arrivano le prime certezze, ufficiali, dalla LegAdue. L�assemblea delle societ� tenutasi ieri a Bologna - ovviamente ancora senza la presenza della Cimberio Varese, che soltanto a luglio far� parte della categoria "cadetta" - ha optato per la conferma dell'iscrizione a referto di due soli giocatori extracomunitari a fronte dei sette italiani obbligatori (consentito soltanto un "passaportato") e dell'ultimo posto a disposizione di un atleta comunitario. Votazione a larga maggioranza (12 contro 4 l'esito finale) che ha ribadito come i club del secondo campionato professionistico credano ancora nella bont� dello "zoccolo duro" degli italiani, considerando la progressiva riduzione degli stranieri (passati da 5 nel 2001/2002 a tre nel 2003/2004 agli attuali due da tre stagioni a questa parte), operata dalla stessa LegAdue senza interventi "impositivi" da parte della Fip come avviene al piano di sopra. I visti a disposizione di ogni societ� restano quattro, dando la possibilit� di operare due sostituzioni rispetto alle scelte originali dei due stranieri; notevole per� il "giro di vite" in merito alle tempistiche delle operazioni di riparazione (massimo 16 tesseramenti disponibili contro i 18 dell'A1), con il blocco del mercato aperto senza discriminazioni che verr� rimpiazzato da tre "finestre" di dieci giorni a novembre, gennaio e appena prima dell'inizio dei playoff. Soltanto nell'eventualit� di un infortunio grave - che dovr� essere "documentato" con cartelle mediche - si potr� derogare "una tantum" dai vincoli temporali posti per il tesseramento di nuovi giocatori. E� stata stabilita anche la data di inizio della stagione 2008/2009 che partir� il 5 ottobre: formula ormai "rodata" con 16 squadre al via, promuovendo direttamente in serie A1 la vincitrice della stagione regolare di 30 partite e assegnando il secondo "salto di categoria" attraverso i playoff a otto squadre (dalla seconda alla nona) con serie al meglio delle cinque partite, mentre retrocederanno in B1 la quindicesima e la sedicesima classificata. Regole queste che non dispiacciono a Cecco Vescovi, il futuro general manager biancorosso che gi� ragiona in chiave futura alla luce delle nuove "disposizioni legislative": �Apprezzo molto il fatto di aver disciplinato in maniera pi� restrittiva il mercato di riparazione: visto quanto � capitato a noi nella stagione ancora in corso non posso che essere d'accordo sulla necessit� di applicare certe limitazioni. Sul fatto di schierare due stranieri anzich� tre credo che possa essere una situazione favorevole per chi, come noi, possiede una base di partenza a livello di giocatori italiani: in fondo tre extracomunitari possono dare un'impronta decisamente marcata a una squadra, mentre con due stranieri conta di pi� l'ossatura degli italiani, per cui ritengo che ci adegueremo senza problemi al nuovo regolamento�.
    Se da una parte i tre extracomunitari avrebbero aumentato a dismisura le possibilit� di una conferma a Varese di Mate Skelin, le decisioni dell'assemblea "valorizzano" ulteriormente il nucleo-base italiano su cui contare per il 2008/2009...
    �Potendo schierare tre stranieri la posizione di Mate sarebbe stata diversa ma la sua eventuale permanenza non � ancora esclusa e sar� una delle cose da valutare con l'allenatore. Di sicuro gi� possiamo contare su un parco-italiani di assoluto valore rispetto alla media della categoria: oltre a Passera e Boscagin non bisogna dimenticare Galanda che ha ancora un anno di contratto, oltre ai giovani Marusic, Genovese ed Antonelli. Alla luce di questa base di partenza, le operazioni di mercato necessarie per completare l'organico non saranno numerose�.
    Giuseppe Sciascia
     
     Share


    User Feedback

    There are no reviews to display.


×
×
  • Create New...