Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Yesterday
  2. La “r” in inglese si scrive, ma spesso viene appena pronunciata e quasi non si sente. O forse il diretto interessato si è stufato di sentirsi dare del cornuto ed è partita qualche querela. Per Etanappe stesso infortunio di PornoMonza, nel frattime. Comunque buona settimana a tutti, visto che questo week end è stato piuttosto desolante e merdosetto.
  3. Perché il telecronista gli ha finalmente chiesto come si pronuncia?
  4. Ma perché cournooh di Cremona sempre pronunciato cournù da quest'anno lo chiamano cuonu?
  5. A Roma è un assistente allenatore
  6. Anche Cremona e Roma hanno un positivo nel "Gruppo Squadra".
  7. Non potevamo essere positivi tutti noi così da evitare un’altra scoppola casalinga? I colpi di culo solo agli altri, eh?!? Miiiiiiiiiiiiiiiiiiiii.....
  8. Intanto viene rinviata Treviso - Cantù per problemi legati al Covid... http://web.legabasket.it/news/126746/la_lba_dispone_il_rinvio_della_gara_de__longhi_treviso-acqua_s_bernardo_cant
  9. Il punto è che per adesso Bulleri non sta centrando l’obiettivo rilasciato in un’intervista: dare soddisfazione a chi segue Varese. Almeno io non mi sto divertendo. Speriamo nelle prossime, detto che, se sostenibile senza incassi dei ticket, secondo me il campionato a mo’ di bolla può continuare.
  10. L'allenatore esperto sarebbe stata una scelta difficile nel momento in cui quello esperto che avevi l'hai cacciato perché ha bozzato con la superstar. E forse non c'era esattamente la fila per allenare Varese. Buscaglia tra l'altro era al palazzetto dopo l'esonero dell'artiglio, non credo fosse in gita. Andersson è salterio, stoppatore e pure perimetrale. Sulla carta complemento perfetto di Scola. Sul parquet fa cagare e non ha saputo fare il salto di categoria. Douglas è stato preso in fretta e furia dopo la sola di Rich. Figlio della filosofia nefasta di costruire la squadra in fretta e furia nelle prime settimane di mercato e di preferire il "già visto". Sono pienamente d'accordo con l'idea di mettere denik in quintetto. Al momento è quello che ci mette più grinta e, con Struttino, quello cresciuto di più. Resto convinto che i giocatori crescano se vedono il campo. Vedi spissu o Paola. Butterei dentro anche Ferrero. Dando per persa la battaglia a livello fisico atletico. Tra l'altro si dipinge scola come difensore scarso, ma a me così non pare, se può stare nel pitturato e non cambiare in continuazione. Ferrero almeno mena. Ieri non ho capito perché ributtare dentro Douglas e ruzzier con ingus caldo e denik aggressivo. Loro sono andati in crisi quando li abbiamo pressati fin dalla rimessa. Teodosic ha sparato una bomba in faccia a denik da otto metri girandosi e quasi senza guardare. Bravo lui a metterla, ma se si deve prendere quei tiri vuol dire che stai difendendo bene. Abbiamo subito a rimbalzo, ma contro questi non credo saranno in tanti a dominare nel fondamentale. Resta positiva la reazione nella ripresa, siamo tornati a -5, non pensavo potessimo farlo. Con un secondo tempo così il derby e la partita di Cremona c'è le giocavamo.
  11. Non basta il 4, ci vuole pure una guardia... e che sia forte, altrimenti altrochè P.O.... si deve sperare nella conclusione del campionato causa covid... Col Bullo come allenatore, o la squadra è abbastanza forte o qualsiasi allenatore esperto lo porta a spasso... come con Cantù.
  12. vero. resto convinto che con un 4 spazzato si va ai po.Non serve rivoluzione. Detto covid permettendo con conseguente presa d'atto che avanti così a fine campionato si incassano forse 30000 euro di tickets
  13. Mi sono chiesto ieri sera, guardando la partita: - perché non puntare su un coach pronto come Buscaglia per il dopo Caja in grado di dare immediatamente una connotazione soprattutto difensiva, piuttosto che su un esordiente come Bullo. Noi non siamo la Juve, piena di talento che farà bene anche con un esordiente in panchina, noi avevamo bisogno di una guida certa; - perché non affiancare il venerabile maestro Scola con un atleta muscolare e salterino in grado di compensarne i limiti difensivi e di energia, invece che il pulcino svedese. Che il limite sarebbero stato L'atletismo sotto, lo sapevano anche i muri; - perché non si è optato per una guardia in grado di attaccare il ferro, piuttosto che una combo, che spara solo da 3 con alterni e spesso nefasti risultati e che non batte nessuno sul primo passo e non è un fulmine in difesa. Fatte queste considerazioni generali, sicuramente tutte rispondibili con il tema money (anche se Hommes sarà così più caro di Andersson?), vengo alla partita di ieri, sulla quale il mio punto è: come è stata preparata? Ci hanno fatto malissimo con le armi che ci aspettavamo ovvero Teodosic e la fisicità. Mi sarei aspettato una difesa asfissiante sul talento serbo potendo contare su una staffetta di almeno 4 esterni su di lui o, ad esempio una box and one. Veniva da una espulsione, si sarebbe dovuto provocarlo, infastidirlo, invece niente. Nessuna attenzione al taglia fuori e si sono tenuti a galla coi rimbalzi offensivi anche nei momenti di secca, non siamo stati in grado di contrastare la loro fisicità in nessun modo. Inizio di partita sconcertante con 53 punti subiti in un tempo: non avevamo detto che dovevamo lavorare sull' intensità? Una squadra che tira 40 volte da 3 o ha Curry, Thompson e Durant oppure gioca uno sport che non è basket e non ha senso, se poi non difende bene (almeno quello con Caja, che non rimpiango, si faceva) non ha alcuna chance di vincere, se non sperare in una serata di grazia al tiro. Strautins e Scola a parte nessuno va a giocare vicino al ferro, nemmeno per sbaglio. Covid e finanze permettendo, che in questo momento sono due vincoli insormontabili, cambierei Andersson e pure Douglas, il primo per un 4 atletico, alla Brown ex di Brindisi per intenderci e Douglas per una guardia pura che penetra ed è efficace anche al tiro. Inoltre proverei a far giocare De Nic titolare e Ruzzier dalla panchina, nel suo ruolo naturale di cambio di rottura, per vedere se riacquista un po' di fiducia, perché non può essere diventato così scarso, dai. Speriamo i buoni segnali da Ingus costituiscano un trend, che De Vico rientri presto (la sua garra ci manca tantissimo), che Strauto e De Nic continuino nei progressi, che Morse si ricordi dell'atleta che è e che Bulleri provi a dare una identità a questa squadra, che non può essere palla a Scola o al 23 e pensateci voi. Le prime due vittorie non sono arrivate così, dovremmo ricordacene.
  14. Strutto ha parecchio senso in questa o in altre squadre, boscaiolo + diciamo. Morse mi sembra invece irrimediabilmente undersized per la serie A, con lui ai playoff avremo problemi temo.
  15. Esatto ad atletismo siamo messi molto male, e i pochi che c'è l'hanno non lo sfruttano il il GOAT dell'IKEA salta solo sulla palla a due, Morse salta ma , anche perché deve metabolizzare il cambio di categoria, non riesce a sfruttare questa sua caratteristica L'unico che si fa valere è Strautins ma purtroppo non ancora con continuità causa inesperienza. Però ieri il miglior impatto difensivo lo abbiamo avuto con il quintetto più ipoatletico che possiamo schierare e questo alla fine dovrà essere la soluzione.
  16. Siamo anche un po’ messi male come condizione atletica. Per essere a fine stagione
  17. Trovo che lo grossa differenza la faccia Douglas. Perchè che Andersson fosse un'incognita era ampiamente prevedibile, che si volesse un play diverso da Mayo era un obiettivo, che Morse non sarebbe cresciuto di kg e cm in pochi mesi era un data di fatto. Anzi, Strautins e De Vico stanno facendo forse pure meglio di quel che ci si aspettava (e secondo me Strautins dovrebbe giocare ancora di più). Invece Douglas doveva essere quello con il killer instinct, quello che nel tabellino affiancava Scola, invece... Poi, certo, l'atteggiamento difensivo va molto migliorato, ma con parecchie squadre puoi vincere segnando tanto e subendo parecchio. Se difendessimo bene e segnassimo tanto non staremmo a parlare di nono posto.
  18. Premesso che con MBologna non era la partita che dovevamo vincere per forza, vista la qualità dell'avversario.. Se avessimo giocato cosi contro Cantù e Cremona le avremmo (penso) portate a casa, non che questo mi faccia cambiare la mia opinione generale, ossia - il ricciolino con la mamma chiacchierona va rimandato a vendere divani Iggesund, poltrone Vakka e librerie Besta Rara all'ikea, non è al momento presentabile per il campionato italiano -il michele giordano dei poveri (alias Douglas) deve trovare il giusto modo di porsi in campo, in termini di umiltà cestisica e inquadramento a livello di gioco (e qui serve che Bulleri lo segua per bene, se riesce). Se Toney non mette tra 15 e 20 punti a partita, ma soprattutto se non gioca corale e di qualità, noi non ne vinciamo neanche una, sia chiaro -a scola in difesa non puoi chiedere, quindi gli altri 4 DEVONO essere dei gran difensori -abbiamo un peso specifico basso che ci permette di essere rapidi e di movimento in attacco.. dovremmo provare a sfruttare meglio questo fatto, non facendo perloppiù le belle statuine sul perimetro - con de vico ieri te la potevi anche giocare, speriamo sua ripresa a breve. Serve dannatamente anche a rimbalzo... Strautins maiuscolo e solido, ma è l'unico che dà una mano a rimbalzo. Giancarlo quello che può dare lo dà, e anche di più, ma non risce a incidere contro certi cristoni tipo quelli che aveva davanti ieri sera. - morse non mi sembra male, ma non so, mi sembra con poco mordente, lo vorrei piu assatanato, più lottatore.. da uno che deve dimostrare, mi aspetto questo. - io sul tema play non vedo così male, daltr'onde abbiamo deciso per 2 italiani, di cui uno che sta crescendo (denik) e uno che doveva essere una garanzia, pur sempre di livello buono ma non certo uno che fa sbroccare le difese.. anche se fino ad ora ho visto meno di quanto mi aspettavo, non mi aspettavo certo cose pazzesche su questo fronte. Ah, giusto per la cronaca, Io non classifico douglas come un play. In questo momento, con scola che accentra soluzioni d'attacco per mancanza di altre opzioni, douglas che non crea nè spazi né giocate (ma mangia tanti palloni), veniamo facilmente battezzati davanti. In difesa se facciamo giocare l'avversario in area veniamo stabilmente puniti per differenza di tonnellaggio, mentre se proviamo a tenerlo fuori ci aprono con extra pass e tiro da 3, che anche se sbagliano hanno possibilità di recuperare rimbalzo. Morale: in difesa un altro salterino o un uomo d'area stazzato e cazzuto , in attacco un terminale offensivo in grado di crearsi gli spazi (porca troia, se veniva Rich..) potrebbero essere un grande aiuto. MA TANTO TRA 10 GIORNI CI CHIUDONO IL CAMPIONATO, DI CHE STIAMO A PARLARE?
  19. Last week
  20. Comunque sia, o confidiamo in un secondo blocco definitivo del campionato in corso, o bisogna intervenire sul mercato in maniera sostanziale per cambiare in (molto) meglio almeno un paio di giocatori. Sennò si rischia di vivere con l’ansia fino alla fine. A noi la scelta.
  21. Ma con Burns centro è finita 1-1 A parte che Burns a spanne prende come Anderson Morse De Vico e Struttins quindi si parla del nulla
  22. E’ una delle partite con più storia e più fascino quella che va in scena questa sera come anticipo della quinta giornata di campionato a Masnago tra Varese e Virtus Bologna, anche se causa misure contenitive per arginare il Covid19, sono solo 200 gli spettatori paganti che possono assistere all’incontro. Partita che rimane in equilibrio solo nel primo quarto, poi i viaggianti guidati da un Teodosic meno spettacolare di altre volte ma molto pragmatico, arrivano fino al massimo vantaggio. Nella ripresa Varese ha una reazione d’orgoglio e riesce ad arrivare in scia ma sul più bello spreca in malo modo più occasioni per tornare a contatto e così le V nere concludono meritatamente l’incontro vincendo per 85 a 73. Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Morse 5 : impatto ancora impalpabile per il lungo in uscita dalla panchina. Gioca qualche minuto in più del solito ma è disattento in difesa in particolare nel eseguire il taglia fuori e di conseguenza nel catturare i rimbalzi. Proprio l’aver sofferto a rimbalzo ha concesso alla Segafredo di aver molte seconde possibilità per convertire in punti i loro rimbalzi d’attacco. ANNICHILITO Scola 6,5 : nel bene e nel male è quello che ci mette sempre tutto se stesso. In attacco e spesso poesia pura, anche se qualche passaggio a vuoto lo fa anche lui forzando conclusioni anche quando raddoppiato. Difensivamente fatica a contenere lunghi atletici e spesso a tenerlo in pista è il suo orgoglio da combattente. WARRIOR De Nicolao 6,5 : ancora una volta risulta il migliore della batteria dei piccoli, non tanto per il fatturato dei punti ma per aggressività difensiva e lucidità nelle scelte anche se qualche errore nel momento di massimo sforzo dei suoi lo commette. Forse meriterebbe una chance di condurre le danze sul finale di partita. BALLERINO Jacovics 6,5 : la miglior partita del lettone di questa stagione sportiva. Alla fine sporca le sue percentuali sparacchiando da 3 ma per lo meno ha dato ampi segnali di risveglio sia offensivamente che ringhiando in retrovia. DISGELO Ruzzier 4,5 : valutazione e commento che equivalgono ad una pugnalata nel costato per che sta scrivendo. Continua a essere nefasto l’apporto di Michele sia in regia che in fase realizzativa. In difesa viene sistematicamente superato e l’unica soluzione per limitare i danni è fare fallo. Non ci sono segni di ripresa purtroppo. COMA PROFONDO Andersson 5 : la partenza sembra promettere qualcosa di positivo ma evidentemente una rondine non fa primavera. Dopo la prima bomba messa a segno galleggia in campo e le sue successive conclusioni sono inguardabili. INVERNO Strautins 6,5 : anche stasera dimostra di essere tra i suoi compagni il più dinamico e il più esplosivo. Una certezza a rimbalzo e sfortunato su qualche tiro che viene sputato in maniera subdola dal ferro. Nel finale diventa un po’ arraffone per la voglia di strafare. MOLLA Ferrero 6 : buono l’impatto iniziale sia come pericolosità che tenuta difensiva; poi nel secondo giro in campo è tra quelli che provano a ricucire lo strappo anche se non con qualcosa di eclatante ma con il suo consueto lavoro sporco. TAGLIACUCI Douglas 4,5 : nei momenti migliori di Varese si trova seduto in panchina. Quando è sul campo non sembra mai avere il pieno controllo della situazione tant’è che tante scelte risultano rivedibili così come le sue percentuali al tiro. In difesa soffre tutti i piccoli di Bologna, insomma decisamente una brutta partita. SCONSIDERATO Librizzi N.E. Virginio N.E. Van Velsen N.E.
  23. Quella Brescia con cui abbiamo vinto due partite su tre?
  24. Mha. Finché leggo un commento di una pagina di trust, ok. Così, lo trovo eccessivamente confidenziale e con troppi riferimenti (qui e nelle pagelle) alla mamma di Andersson: 5, provinciale. Preferisco varesenews, anche nei voti
  25. Sarebbe interessante capire chi ha fatto il discorsetto durante l'intervallo. Bullo o Scola? Ora è il momento per scelte coraggiose. O cambiamo Douglas e Andersson e smettiamo di pagare gli stipendi a gennaio, o buttiamo in quintetto denik e Ferrero, diamo un ultimatum a Douglas e più responsabilità a Struttino. Less is more. Serve grinta in campo e coraggio fuori.
  26. https://www.varesenoi.it/2020/10/24/leggi-notizia/argomenti/basket-7/articolo/lorgoglio-e-una-coperta-troppo-corta-se-sei-pieno-di-problemi.html
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...