Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. si ma stai calmo Avere queste news significa che in fondo per l'anno prossimo ci siamo ancora!
  3. Per quanto Jankovic possa essere un buon sesto uomo io lo avrei (a malincuore) sacrificato per un giocatore tipo Kanacevic che può cambiare sia il 5 che il 4, promuovendo Tambone come primo cambio dei piccoli. Così continuiamo a essere deboli sotto canestro. E poi... il play chi sarà? Rimane lo stesso? E in 3.. ?
  4. Today
  5. da sportando Andrea Conti, GM di Openjobmetis Varese, plaude alla decisione della FIP di annullare il campionato Andrea Conti, GM di Openjobmetis Varese, plaude alla decisione della FIP di annullare il campionato dalle colonne de La Prealpina: «L’operato della Lega Basket è stato orientato per quanto possibile verso il tentativo di provare a concludere la stagione, fermo restando il paletto di non andare oltre il 30 giugno. Onestamente ora sono venute meno le condizioni per poter pensare anche ad una ripresa in extremis da metà maggio in poi; anche alla luce delle indicazioni pervenute dalla Federazione dei Medici Sportivi, la FIP ha preso una decisione nei modi e con i tempi giusti»
  6. prevedo sgomitate varie sull'argomento, soprattutto come già letto in giro di smania di salire ai piani alti da parte delle square di A2 da sb daily Serie A, obiettivo campionato a numero pari per il 2020/21 La Lega Basket inizia ad ipotizzare la formula del campionato 2020/21 partendo dalla base delle 17 aventi diritto che hanno partecipato alla stagione 2019/20, confermate in blocco dopo la cristallizzazione dell'annata appena dichiarata dalla FIP, che attende proposte concrete dalle due leghe. <Abbiamo dichiarato chiuso l'anno scolastico, ora i compiti a casa spettano ai presidenti Gandini e Basciano> le parole di Gianni Petrucci a La Gazzetta dello Sport. L'obiettivo condiviso di FIP e LBA sarebbe quello di tornare alle 16 squadre o comunque di non riproporre un campionato dispari come nel 2019/20. Il tavolo in vista di costituzione con LNP servirà a definire i criteri di eventuali interscambi; in linea di principio potrebbe esserci spazio per club di A2 desiderosi di salire a tavolino nelle ipotesi in cui tutte e 17 le partecipanti alla A 2019/20 dovessero confermare l'iscrizione, oppure se più di un club dovesse manifestare propositi di autoretrocessione.
  7. Euro(nazi)gruppo. Tutto karasciò,vero?
  8. Spero che un eventuale rinnovo di Vene, sia a cifre ridotte. Un buon collante ma non può essere uno dei giocatori più remunerati. Contento dovesse rimanere Jakovics, ottimo soldato per Caja e ottimo sesto uomo per una squadra come Varese. Simmons ha meritato e sarei felice rimanesse. Così come, se non erro, Ferrero e Tambone hanno già contratto in essere per la prossima stagione. Ripartirei da questi. Ed in guardia dal Cromer di Udine
  9. Andata. Chiuso bottega, ma era scritto da tempo. Ci si vede (speriamo) la prossima stagione. Mi auguro davvero che - al di là delle sorti economiche di pall.Va , che mi auspico floride in futuro - tutti si stia bene e si ritorni ad una vita normale. Fatto non del tutto scontato.
  10. Yesterday
  11. da sportando In diretta a Sky Sport, il presidente FIP Gianni Petrucci ha confermato la non assegnazione dello scudetto. “Prevalso il buon senso. In un momento difficile per il paese non si può pensare di proseguire un campionato a porte chiuse. Lo scudetto non sarà assegnato, sta alla leghe decidere su promozioni e retrocessioni, oltre a organizzare la prossima stagione. Puntiamo a rinviare l’Europeo di un anno”, ha detto Petrucci.
  12. Io e te faremmo assai meglio,amico Julian. Assai meglio.
  13. Decisione giusta, che fa un po' male.
  14. Game over..... pensiamo alla prossima stagione che sarà abbastanza complicata
  15. Emergenza COVID-19. La FIP dichiara conclusa la stagione 2019/2020 del Campionato di Serie A 07 Aprile 2020 Il Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Giovanni Petrucci, considerata la determinazione della LBA di demandare ogni e qualsivoglia decisione in merito alla chiusura anticipata della stagione 2019/2020 e sentito per le vie brevi il Consiglio Federale, dichiara concluso il Campionato di Serie A. Tale decisione è stata presa a seguito della perdurante emergenza epidemiologica da COVID-19 su tutto il territorio nazionale. La FIP è determinata a tutelare la salute di atleti, tecnici, arbitri, dirigenti, di tutti coloro che partecipano all’organizzazione delle gare dei campionati e delle loro famiglie. Considerato che dai DPCM e dalle Ordinanze emesse, fino a questo momento, dal Governo e dalle Regioni non emergono date certe circa la possibilità di ripresa dell’attività sportiva in condizioni di totale sicurezza, non si può pensare che si svolgano gare di basket sul territorio nazionale, ed in particolare nelle zone geografiche più colpite dall’epidemia. Dal Governo, dalle Regioni e dalla scienza, inoltre, arrivano precise e stringenti indicazioni che riguardano il distanziamento sociale. Misure impossibili da attuare per uno sport di contatto come la pallacanestro. E’ noto, altresì, che molte Società hanno autorizzato la partenza verso il loro Paese di origine di molti atleti di cittadinanza straniera. E’ dovere, quindi, della FIP assumere ogni iniziativa che possa tutelare le proprie affiliate ed i propri tesserati. Dichiarare conclusa l’attuale stagione sportiva permette ai club ed ai tesserati di adottare tutti quei comportamenti necessari ad evitare ulteriori costi da sostenere in assenza di attività. La FIP ritiene di adottare questo provvedimento anche in considerazione dell’impossibilità di disputare le gare alla presenza di migliaia di appassionati, patrimonio fondante del movimento cestistico italiano. Queste sono le ragioni poste alla base della decisione di dichiarare concluso il Campionato di Serie A maschile per la stagione 2019/2020.
  16. Pensare a Viscido e Winston intenti a trattare coi capi paranza del Reich, mi da la stessa tranquillità che avrebbe un cardiopatico nel sapere che lo opererà il Dottor Balanzone.
  17. 07/04/2020 Il campionato di serie A sembra avere le ore contate, ed è notizia di ieri che lo stop definitivo potrebbe arrivare già nella giornata di oggi. Virtus e Fortitudo però non ci stanno. Le bolognesi non vogliono che il campionato finisca, e hanno inviato al presidente della Legabasket Umberto Gandini due lettere, separate ma dello stesso tenore, firmate dall’AD Luca Baraldi e dal presidente Christian Pavani, invitando a non prendere decisioni affrettate. La notizia è riportata dai principali organi di stampa locali e nazionali. Sulla Gazzetta dello sport sono riportati anche stralci delle lettere, curate dall’avvocato Mattia Grassani, esperto di diritto sportivo. In particolare si invita la Lega a non elaborare alcuna decisione intempestiva sulla chiusura del campionato, come hanno fatto altre discipline, ma attendere l’evoluzione degli eventi e, soprattutto, un eventuale provvedimento dell’autorità statuale, questo perchè una chiusura anticipata esporrebbe i club “a inadempienze contrattuali e quindi ad azioni di natura risarcitoria e restitutoria da parte di emittenti televisive, sponsor e abbonati. Insomma, da parte delle bolognesi si invitano Lega e FIP ad attendere, seguendo l’esempio del calcio, che sta aspettando l’evoluzione della situazione COVID-19 per capire come ripartire, allungando la stagione se necessario anche in estate o oltre. Secondo il Corriere della Sera, Virtus e Fortitudo hanno minacciato azioni legali in caso di stop anticipato del campionato. La lettera a cura di Mattia Grassani è stata inviata in copia a tutte le società di serie A, la maggior parte delle quali però non sembrano essere del parere delle due bolognesi, ma aspettano solo il “rompete le righe” ufficiale per dichiarare chiusa la stagione.
  18. Emergenza COVID-19. Confronto Petrucci-Gandini con il Ministro dello Sport Spadafora 07 Aprile 2020 Il Presidente FIP Giovanni Petrucci, il Presidente della LBA Umberto Gandini, il Segretario Generale FIP Maurizio Bertea e il Segretario della LBA Francesco Riccò, hanno preso parte quest’oggi ad una video conference con il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e con tutto il suo staff. In primo luogo, la Federazione e la LBA ringraziano il Ministro per la sensibilità e l’attenzione ulteriormente dimostrate in questa terribile e triste situazione emergenziale. La Federazione e la LBA, nel corso del lungo colloquio, hanno avuto modo di rappresentare compiutamente le esigenze dell’intero movimento e dei club che lo costituiscono, potendo scendere anche di dettaglio nel suggerire e richiedere alcuni potenziali interventi a sostegno dell’attività sportiva. Il confronto ha consentito di allineare tutte le componenti circa i percorsi intrapresi e da intraprendere, nella piena consapevolezza dell’urgenza degli interventi da adottare.
  19. Emergenza COVID-19 La FIP dichiara conclusa la stagione 2019/2020 del Campionato di A2 maschile 7 Aprile 2020 Il Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Giovanni Petrucci, accogliendo la richiesta presentata dal Presidente della Lega Nazionale Pallacanestro Pietro Basciano, dichiara concluso il Campionato di Serie A2 maschile. Preso atto dei provvedimenti già assunti con cui sono stati dichiarati conclusi tutti i Campionati regionali e nazionali dilettanti, constatata la permanente emergenza epidemiologica da COVID-19 su tutto il territorio nazionale e sentito, per le vie brevi, il Consiglio Federale, la FIP conferma di aver aderito all’istanza della LNP e di aver assunto il provvedimento che dichiara conclusa la stagione sportiva 2019/2020 per il Campionato di Serie A2 maschile.
  20. "Se le aziende non sono in grado di mettere in sicurezza i propri lavoratori non possono lavorare. Noi abbiamo fatto di tutto per dotare le aziende dei dispositivi, però se una azienda non ha i requisiti che ci siamo dati non può lavorare. " Epperò il passaggio chiave dell'intervista a me sembra questo e sembra abbastanza condivisibile. Però fa più effetto la minchiata degli allevamenti ( che poi nella zona di Codogno tanto minchiata non è nemmeno ). Conosco gente che per poter produrre mascherine ha dovuto far uscire un articolo su varesenews , perchè non aveva il codice ateco giusto. Confindustria è solo uno degli attori al tavolo e certamente è quello che ha meno poteri decisionali su questioni di questo genere: la verità è che i politici TUTTI , locali e nazionali , si sono dimostrati degli smidollati che hanno pensato solo ai propri interessi ( leggi essere rieletti) e non a quelli della collettività. https://www.lastampa.it/cronaca/2020/04/07/news/gallera-ammette-la-lombardia-poteva-istituire-subito-la-zona-rossa-nel-bergamasco-1.38689776 GHIGLIOTTINA !
  21. Se questo è l’unico modo che la locomotiva di Italia ha saputo inventarsi, poco ci separa dal terzo mondo. E constatare questo è per me fonte di enorme dolore, ma sì: alla prova suprema, la Lombardia si è dimostrata un paesucolo del terzo mondo.
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...