Jump to content

Barza


EmaZ
 Share

Recommended Posts

Un aereo precipita nella foresta

> africana, 3 superstiti vengono catturati da una tribu' indigena di

> cannibali, vengono immediatamente condotti dal capo tribù.

>

> Il capo

> rivolgendosi ai 3, dice:

>

> "Per avere salva la vita dovrete andare nella foresta e portarmi 10

frutti

> della stessa specie". I 3 si precipitano nella foresta alla ricerca

dei

> frutti.

>

>

>

> Dopo 30 minuti arriva il

> primo con 10 banane. Il capo tribu':

>

> "Ora dovrai infilarti un frutto

> alla volta nel culo, se cambierai espressione del viso o ti

lamenterai,

> t'ammazzeremo e ti mangeremo."

>

>

> Il superstite riluttante

> all'idea, inizia. Il primo frutto entra... il secondo anche... il

terzo

> ..ahime' al poverino sfugge un lamento.

>

>

> I selvaggi lo

> ammazzano e se lo mangiano.

>

>

> Arriva il secondo superstite con 10

> bacche, il capo tribu' gli spiega la faccenda ed allora l'uomo

> convinto di potercela fare, inizia.

>

> Uno...Due... Tre... Quattro...

>

> Cinque... Sei... Sette...Otto... Al nono comincia a ridere come un

pazzo.

>

>

> La tribu' l'ammazza e se lo mangia.

>

>

>

> In Paradiso: il primo

>

> si rivolge al secondo e dice:

>

> "Scusa io alla terza banana proprio non

> ce la facevo piu', ma tu possibile che non ci sei riuscito, dopotutto

>

> eran bacche."

>

>

> Il secondo: "Ma stai zitto, oramai ero convinto di

>

> riuscirci, quando ad un tratto ho visto arrivare il terzo con 10

> angurie!"

Link to comment
Share on other sites

Una tartaruga si dirige verso il tronco di un albero e comincia a scalare, scalare e scalare, finché, dopo un'ora, raggiunge un ramo abbastanza alto dal quale decide di buttarsi a pancia in giù.

La tartaruga atterra su una montagnola soffice di foglie secche e non si fa niente, ma non contenta si dirige nuovamente al tronco dell'albero e ricomincia a salire, salire e salire, finché, raggiunto il ramo di prima si butta e atterra sulla montagnola di foglie secche.

Non contenta ripete l'operazione un'altra volta e un'altra volta ancora. Da in cima all'albero, due passeri stanno osservando la scena. Ad un certo punto, impietosito, uno dice all'altro:

- Tesoro, non ti sembra arrivato il momento di dirgli che è stato adottato?

Link to comment
Share on other sites

Un prete siciliano viene trasferito a Milano.

La prima domenica in cui celebra una messa dice:

"Allora fratelli, oggi vi parlerò di Adamo ed Eva.

Adamo, bravo picciotto, lavuraturi, servu di Dio, SICILIANU iera.

Eva, bottana, tentatrice, MILANESE iera!"

Al che tutti si lamentano, per cui il Vescovo chiama il prete e

gli raccomanda vivamente di non dare mai più interpretazioni

della Bibbia di quel genere, se non vuole essere trasferito.

Il prete promette che non ripeterà più un errore del genere.

La domenica successiva però dice:

"Allora cari confratelli, oggi vi parlerò di Abele e

Caino.

Abele, ca ci facia i sacrifizi a Dio, onesto, picciottu ammodo,

degnu figghiu ri so patri, SICILIANU iera.

Caino, traditore, figghiu i so matri, fratricida e medda, MILANESE iera!"

Si ripetono le scene della domenica precedente

e stavolta il vescovo si presenta anche lui al prete

e gli dice di avere intenzione di cacciarlo dalla città.

Il prete garantisce e promette, finché il vescovo non si convince

e gli consente l'ultima prova, a patto che non pronunci mai più la

parole SICILIANO o MILANESE.

La domenica successiva il prete dice:

"Fratelli, oggi vi parlero' dell'ultima cena! ... e Cristo disse:

"Picciutteddi beddi, vagghiu a diri ca in verità unu ri voi mi tradirà!"

Scende lo sconcerto fra gli apostoli.

San Pietro: "Signuruzzu beddu, ca piccasu sugnu iu?"

"No, no,'n si tu. Tu si nu bravu picciottu devoto"

San Giovanni: "Che sugnu iu, allora, Signuruzzu miu?"

"No, no, nun si mancu tu, nun ta' prioccupare".

Al che, Giuda dice: "Whela' , saro' minga mi?"

Link to comment
Share on other sites

Un marine in Irak riceve un giorno una lettera dalla sua ragazza.

La lettera dice:

“Caro Johnny, la nostra relazione non puo'piu' continuare. La distanza che ci separa e' troppo grande. Ti confesso che da quando sei partito ti ho gia' tradito due volte. Mi dispiace. Per favore rimandami la foto che ti avevo spedito. Mary”

Il soldatino ci resta malissimo. Chiede ai compagni di regalargli una foto delle loro fidanzate, mogli, sorelle, cugine o amiche. Riceve 57 fotografie. Le mette tutte in una busta assieme a quella di Mary, poi aggiunge un biglietto:

“Cara Mary, scusa ma non riesco a ricordarmi chi cazzo sei. Per piacere

togli la tua foto dal mazzo e rimandami le altre. Johnny”

MORALE: ANCHE SE SCONFITTI SI PUO’ SEMPRE USCIRNE A TESTA ALTA

Il poliziotto al maniaco sessuale:

"Lei ha violentato questa ragazzina, la madre ed il padre!!! Non ha niente da dire?"

il maniaco " Volevo farmi una famiglia".

Link to comment
Share on other sites

Due signore di una certa età escono per farsi una seratina, vanno al ristorante e dopo essersi strafogate e ubriacate, riprendono la strada di casa.

Dopo un paio di Km, una fa all'altra :"Maria, fermati che m'è venuto un mal di pancia tremendo, non ce la facccio più"

"Ma dai, aspetta che tra 10 minuti siamo a casa"

"No no, non ce la faccio ti dico, fermati"

"Ma dai...."

Vanno avanti così per un po', quando anche la guidatrice viene colpita dal medesimo Sguaraus: "Va bene va, appena troviamo un bar ci fermiamo"

Solo che, a parte l'aperta campagna, di bar o locali non se ne vedono proprio. Fino a quando, ad un certo punto, si trovano davanti ad un cimitero.

"Maria, andimo lì a farla, tanto i morti non ci vedono e non gliene frega niente, dai!"

"Va bene"

Fanno tutte e due la loro bella defecata liberatoria, quando si rendono conto di non avere nulla per pulirsi: una usa le mtandine, mentre l'altra pesca un po' alla cieca nel buio e trova una smazzata di fiori, coi quali si pulisce alla meglio. Così soddisfatte tornano finalmente a casa.

Il mattino dopo i mariti delle due sciagurate si ritrovano al bar per colazione, tutti e due con espressione truce.

"Ciao come va? Come mai così nero di prima mattina?"

"Guarda, mia moglie ieri sera è tornata ubriaca da fare schifo, è andata in terra appena entrata in casa e mi è toccato spogliarla e metterla a letto: chissà che cazzo aveva combinato, non aveva nemmeno più le mutande!"

"Non ti dico mia moglie: l'ho spogliata per metterla a letto, quando tra le chiappe le ho trovato un bigliettino con scritto:

-Gli amici del bar non ti scorderanno mai-!"

Link to comment
Share on other sites

l'ultima fa morire dal ridere ma quella sopra è una figata allucinante...!

Una reazione del genere sarebbe FANTASTICA!

...

...

peccato solo per una vosa....bugo iraK non ha la K ma la Q

34750[/snapback]

ho fatto copia incolla..non c'ho fatto caso!

Link to comment
Share on other sites

Un giornalista della RAI in Sardegna intervista un vecchietto al suo

centodecimo compleanno.

> - ...Allora, qual è il segreto per arrivare alla sua età?

> - Non ho mai bevvutto, non ho mai fummatto e ho avvutto sempre una

vitta regollare.

> - Ma lei in 110 anni chissa quante cose avrà visto. Ci racconti il

giorno più bello della sua vita...

> - Il ggiorno piu bello della mia vitta è statto quando si è pperso il

montonne!

> - Dica, dica...

> - Si era perso il montonne per i monti del Gennargentu. Ddue ggiorni

e due nnotti per cercarlo. Alla finne quando lo abbiammo trovatto, pper

festeggiarre ce lo ssiamo incullatto tutti quanti e abbiamo fatto unna

gran festa finno all'alba!

> - Si, ma... capisce che questo aneddoto non possiamo raccontarlo in

televisione... ci racconti un altro giorno bello della sua vita...

> - Un altro ggiorno bello e statto quando si e ppersa la peccora!

> - Sentiamo...

> - Si era ppersa la peccora per i monti del Gennargentu. Ddue giorni e

ddue nnotti per cercarla. Alla finne quando la abbiammo trovatta, per

festeggiare ce la siammo incullatta tutti quanti e abbiamo fatto una

gran festa finno all'alba

> - Si, ma... anche questo non possiamo dirlo in RAI. Guardi, cambiamo

domanda, ci racconti piuttosto quale è stato il giorno più brutto della

sua vita...

> - Il giorno più bbrutto della mia vitta è stato quando mi sono pperso

sul Gennarggentu...

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...