Jump to content

Magistratura d'assalto


Virgus
 Share

Recommended Posts

  • Replies 81
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ilva più complesso di Finmeccanica.

Finmeccanica (ENI, ecc...) è astrazione dalla realtà: se non paghi, in certi Paesi le commesse te le sogni. Punto.

Capisco che un Magistrato non possa far finta di non vedere, però questo approccio manettaro esclude l'Italia dal mercato dei grandi appalti nei Paesi più "birichini", che oggi sono anche quelli meglio messi a propensione alla spesa militare, per esempio.

Ilva, appunto, è il caso di una Magistratura con gli occhi chiusi per decenni, come mi confermava un amico imprenditore di origini pugliesi che ben conosce Taranto.

In linea di massima, comunque, è tutto figlio della maledetta commistione politica-magistratura, politica-impresa, politica-affari, che ben conosciamo.

In Italia, la politica è la radice di ogni male.

Link to comment
Share on other sites

Ilva più complesso di Finmeccanica.

Finmeccanica (ENI, ecc...) è astrazione dalla realtà: se non paghi, in certi Paesi le commesse te le sogni. Punto.

Capisco che un Magistrato non possa far finta di non vedere, però questo approccio manettaro esclude l'Italia dal mercato dei grandi appalti nei Paesi più "birichini", che oggi sono anche quelli meglio messi a propensione alla spesa militare, per esempio.

Ilva, appunto, è il caso di una Magistratura con gli occhi chiusi per decenni, come mi confermava un amico imprenditore di origini pugliesi che ben conosce Taranto.

In linea di massima, comunque, è tutto figlio della maledetta commistione politica-magistratura, politica-impresa, politica-affari, che ben conosciamo.

In Italia, la politica è la radice di ogni male.

Un pensiero eticamente scorretto:

il reato del caso Finmeccanica non dovrebbe essere perseguito là dove la tangente è stata accettata?

Nel conto economico lato Italia la tangente equivale ad uno "sconto" sul prezzo patuito, immagino che il saldo rimanga comunque positivo. Lato Vergiate poi chi ci smena sono solo i lavoratori.

Link to comment
Share on other sites

Così, tanto per capire come funzione in questo paese....

Se uno squartatore è libero in 10 anni

Nel luglio 2002 Jucker fece a pezzi la fidanzata. Fra patteggiamenti, indulti e buona condotta è uscito dal carcere

Cristiano Gatti - Gio, 14/02/2013 - 09:41

Mi rivolgo ai sessanta e rotti partiti in corsa al­le elezioni, alle coali­zioni ipotetiche e futuribili, ai movimenti populisti, alle socie­tà civili, alla mezza dozzina di candidati premier: c’è ancora posto, in questa lotta feroce in­cistata sull’Imu, per parlare di giustizia? Non intendo della giustizia che ogni tanto qualcu­no tira dentro per dovere d’ufficio,chi per disar­mare l’invadenza dei magistrati, chi per vendicar­si delle leggi ad personam: con tutto il rispetto, questo non è parlare di giusti­zia.

2013-02-jucker.jpg

È brutale rego­lamento di conti. Io intendo la giustizia supe­riore, che dovrebbe sacralizza­re la nostra convivenza, risol­vendo tutti gli attriti sociali, ap­prodo sicuro per gli offesi e per gli umiliati. Parlo in altre parole della giustizia che non c’è. Nel­l’insensibilità generale, sem­bra che la nuda cronaca si sia presa la briga di strattonarci per il bavero, sbattendoci sotto al naso l’assurdo,se vogliamo li­mitarci a chiamarlo così. Un as­surdo che dovrebbe quanto me­no inquietare, ma che invece abbiamo imparato ad accetta­re come normale e inevitabile: questo per dire a che livello sia­mo ridotti.

Le ultimissime dai palazzi di giustizia: Ruggero Jucker è già uomo libero. Il co­siddetto rampollo della Milano bene, che nel luglio 2002 fece scempio a coltellate della fidan­zata Alenya, lascia il carcere do­po dieci anni. Anche con lui, questa nostra giustizia bizanti­na e creativa si è comportata con la stessa logica filantropica di innumerevoli - troppi, veramente troppi - casi simili: trent’anni in primo grado,in ap­pello subito giù a sedici con il patteggiamento, quindi giù a tredici per indulto, quindi giù a dieci per buona condotta. Bin­go.

In teoria sarebbe giustizia ta­glio umano e rieducativa, nien­te a che vedere con la giustizia tribale delle epoche fosche. Nel­la realtà ha tutte le sembianze di una giustizia ipocrita e ruffia­na, che dispensa carinerie agli assassini e rabbia ai familiari de­gli assassinati. Meglio: ha tutti i connotati di un simpatico «Gio­chi senza frontiere», dove an­che il più crudele omicida può superare sbarramenti, conqui­stare punti e giocarsi jolly, pri­mo premio al più scaltro e vai con la sigla.

In questo magico regno del­l’assurdo, si registrano poi coin­cidenze assurde.

La stessa giu­stizia umana e comprensiva ha mostrato poco fa i canini a Fa­brizio Corona, il re dei cialtro­ni, il signore degli spacconi, il principe degli impiastri: sette anni per un volgare traffico di fo­to compromettenti e di ricatti sottobanco. Per carità: se il me­tro di giudizio è la simpatia, qualcuno può pure sentirsi au­torizzato a rinchiudere Corona dentro lo Spielberg e a buttare via la chiave. Ma sarebbe ora di mettercelo bene in testa: que­sta non è giustizia. La giustizia è qualcosa di molto alto, molto raffinato, spesso molto doloro­so e indigesto, perché per sua natura contrasta con le nostre pulsioni e il nostro istinto. La giustizia giusta e sostanziale de­ve essere forte, salda, chiara. Do­mandiamoci: dieci anni a Juc­ker e sette a Corona ( diventasse­ro pure quattro o cinque), sul se­rio questa giustizia italiana non ha proprio nulla da rimprove­rarsi?

Non so se la nostra politica, che per l’ennesima volta va a rin­novarsi, sia ancora capace di af­frontare la questione. Certo c’è l’uso distorto delle intercetta­zioni, certo c’è la separazione delle carriere, certo c’è la parti­tocrazia nel Csm. Ma c’è qualco­sa di molto più complesso e di più urgente: il disperato biso­gno d’equità degli italiani.

Siamo al punto che ormai la speranza non è più affidata alle sentenze, ma alla fantasia del destino. Nel caso di Jucker, sa­rebbe importante che lui stesso emendasse l’assurdo con un fu­turo adeguato. Ha di nuovo a di­sposizione l’arma fenomenale della libertà. Può farsi trovare subito in qualche anfratto della noia danarosa e mondana, nes­suno glielo impedisce. Ma certo renderebbe tutto più accettabi­le e più giusto se invece decides­se di spendersi per cause nobili e altruiste, cercando un senso, impegnando almeno un po’ di quella vita che la Lotteria Italia gli ha generosamente regalato

Edited by ROOSTERS99
Link to comment
Share on other sites

Dissento dal tuo dissentire.

Sei indiano tu? Ma di Nuova Delhi o di Mumbai (son curioso)?

non mi riferisco a QUESTO caso. Dissentivo dall'affermazione di Zeus "Quando raccoglieremo i pomodori e toseremo pecore qualcuno capira'" perché se un giorno si prefigurerà lo scenario da lui descritto è proprio grazie alla corruzione dilagante, in ogni ambito, presente in questo paese. Sapete meglio di me che il prezzo di questa situazione, lo paga SEMPRE il cittadino. Poi non lamentiamoci che le tasse sono alte e i servizi non ci sono.

E' un argomento che conosco abbastanza bene e mi sta a cuore, torno a dire, se la nostra economia va a rotoli è grazie al fatto che tutto questo giochino ci costa all'anno quasi 60 miliardi di euro...

Link to comment
Share on other sites

Marco, la corruzione è disdicevole ed inaccettabile, è certamente causa di perdite finanziarie ma NON è la causa delle difficoltà dell' economia di un intero continente.

senza dubbio. La crisi è globale e ci sono diverse cause scatenanti. Però guarda caso i paesi europei che soffrono di più sono quelli col più alto tasso di corruzione della pubblica amministrazione: Grecia, Italia, Portogallo, Spagna.

la cosa che mi fa incazzare è che i nostri governanti non faranno mai niente perché in questo lerciume ci sguazzano.

Personalmente nel segreto della cabina elettorale me ne ricorderò ;)

Link to comment
Share on other sites

senza dubbio. La crisi è globale e ci sono diverse cause scatenanti. Però guarda caso i paesi europei che soffrono di più sono quelli col più alto tasso di corruzione della pubblica amministrazione: Grecia, Italia, Portogallo, Spagna.

la cosa che mi fa incazzare è che i nostri governanti non faranno mai niente perché in questo lerciume ci sguazzano.

Personalmente nel segreto della cabina elettorale me ne ricorderò ;)

Betao te che sai cosa fare...

Link to comment
Share on other sites

Marco , mi entri un pelino più nello specifico sui casi Ilva e Finmeccanica per favore ?

il caso ilva non l'ho seguito e non mi sono fatto un'idea in merito.

Su Finmeccanica si. Domanda: il magistrato che scopre il reato di corruzione internazionale cosa avrebbe dovuto fare?? far finta di niente? (commettendo un reato a sua volta fra l'altro).

Io capisco che era una commissione importante per l'azienda, ma questo non può essere usato come pretesto per delinquere.

Il problema di fondo è sempre lo stesso, NON SIAMO UN PAESE SERIO. Viviamo in uno stato dove è permesso fare di tutto, dove se non provi a fare il furbo vieni sbranato da chi il furbo lo fa. Nel breve periodo puoi anche avere dei vantaggi, ma alla lunga la paghi, soprattutto in termini di credibilità... basta andare all'estero e chiedere in giro dell'opinione che si ha del nostro paese.

Non me la posso prendere con chi scopre il reato, ma me la prendo con chi, dirigente di una azienda pubblica, quindi pubblico ufficiale, che amministra anche soldi pubblici, il reato lo commette, pagando tangenti. Personalmente lo trovo ingiustificabile.

Edited by Marcolpgc
Link to comment
Share on other sites

Non me la posso prendere con chi scopre il reato, ma me la prendo con chi, dirigente di una azienda pubblica, quindi pubblico ufficiale, che amministra anche soldi pubblici, il reato lo commette, pagando tangenti. Personalmente lo trovo ingiustificabile.

Io credo che tu abbia una scarsa consapevolezza del fatto che chiunque avesse voluto ricevere quella commessa avrebbe dovuto pagare una tangente.

In certi Paesi, per certi affari, è parte del business.

E nel settore delle forniture militari al secondo/terzo mondo è normale come il sole che sorge ogni mattina.

Solo che se le pagano i tedeschi o i francesi o gli inglesi o gli usamericani la loro magistratura finge di non vedere, se le paga Finmeccanica troviamo addirittura due Procure pronte ad occuparsene.

Edited by Dragonheart
Link to comment
Share on other sites

Io credo che tu abbia una scarsa consapevolezza del fatto che chiunque avesse voluto ricevere quella commissione avrebbe dovuto pagare una tangente.

In certi Paesi, per certi affari, è parte del business.

E nel settore delle forniture militari al secondo/terzo mondo è normale come il sole che sorge ogni mattina.

Solo che se le pagano i tedeschi o i francesi o gli inglesi o gli usamericani la loro magistratura finge di non vedere, se le paga Finmeccanica troviamo addirittura due Procure pronte ad occuparsene.

Giusto...è allora ripeto bisogna legalizzarle in qualche modo, adesso non sono in grado di argomentare ma mi sembra che delle formule ci siano di finanziamenti legali...

Link to comment
Share on other sites

Aggiungo, che ha un suo perchè: un recentissimo caso di cronaca insegna che in Italia, per l'efferato omicidio volontario di una 26enne,si possono scontare 10 anni e 6 mesi e poi tornare liberi di viversi una vita che ad altri è stata tolta.

10 anni, come quelli dati a Pollari per il rapimento di Abu Omar.

10 anni per un omicidio, ma Corona ne ha presi 7 per un'estorsione ad un marito fedifrago.

10 anni che sono come una notte in carcere, fatte le debite proporzioni, per chi s'è costruito un pezzo di Stadio con i soldi pubblici: e allora, domani Cellino libero.

Strano paese, l'Italia.

Edited by Dragonheart
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...