Jump to content

MotoGP 2013


Recommended Posts

Test Jerez, dominio Yamaha

Tempone di Valentino Rossi

Subito dietro Lorenzo, quarto Pedrosa

Foto Tutti in pista a Jerez

Nella seconda giornata dei test della Motogp, il 'Dottore' ha fermato il cronometro sull'1'39"525, meglio della pole della scorsa stagione di Lorenzo. In ombra le Honda, quinta la Ducati di Dovizioso. Valentino: "Felice di essere tornato davanti"

1981065-1.JPG

Valentino Rossi in sella alla Yamaha (Ansa)

Jerez, 24 marzo 2013 - Valentino Rossi torna a brillare di luce propria nella seconda giornata di test della MotoGp a Jerez de la Frontera. Il rientrante pilota della Yamaha fa segnare il tempo più rapido con 1'39"525 con il quale migliora la pole position 2012 di Jorge Lorenzo (-0.007s) e con cui migliora il suo stesso tempo di qualifica 2012 di quasi 3.5 secondi. Sarà necessario attendere il Qatar, come dice lui stesso, per vedere se il campione è tornato, ma i segnali positivi non mancano.Articoli correlati

A 15 millesimi di ritardo, ma decisamente in forma, Jorge Lorenzo completa la doppietta Yamaha. Il campione del mondo in carica si 'accontenta' di 34 tornate, sufficienti per precedere Cal Crutchlow su Yamaha e soprattutto Dani Pedrosa su Honda. Se l'inglese trova feeling fin dai primi giri trovando il suo miglior registro a metà pomeriggio, lo spagnolo numero 26 si affida all'ultima tornata a disposizione (prima dell'arrivo della pioggia) per limitare il suo ritardo a poco più di un decimo.

Multimedia correlati

Se è vero che Jerez è una pista corta da un lato e ben collaudata da parte di Ducati dall'altro, è comunque da sottolineare il quinto tempo assoluto di Andrea Dovizioso che si ferma a 140.322 con la Desmosedici GP13. Alle sue spalle Álvaro Bautista su Honda Gresini e Marc Marquez su Honda che torna ad essere 'umano' dopo le prestazioni di Sepang e, soprattutto, Austin. Marquez accusa oltre un secondo dal tempo di Rossi, mentre in top 10 c'è spazio per Stefan Bradl su Honda e per altre due Ducati con Andrea Iannone su Ducati Pramac a 2 decimi più veloce del pilota ufficiale Nicky Hayden.

In CRT, Hector Barberá (Avintia Blusens) scalza Aleix Espargaró dal posto di miglior moto di categoria. I due spagnoli chiudono a 73 millesimi di distacco rispettivamente in 11/a e 13/a posizione. In

mezzo a loro il rookie inglese di Monster Tech3 Bradley Smith.

ROSSI: "FELICE DI ESSERE TORNATO DAVANTI" - "Siamo molto soddisfatti io e il team, felici e contenti di essere davanti. E' una bella giornata oggi". Così Valentino Rossi commenta il miglior tempo ottenuto oggi nella seconda giornata di test a Jerez. "E' sempre un punto in più anche se oggi non conta niente - aggiunge il nove volte campione del Mondo -. Dopo i primi tre test abbiamo cercato di cambiare tanto nella messa a punto - spiega - mettendo due o tre cose diverse. E' la prima volta che ho provato sull'asciutto. Sono stato veloce sul giro secco, come passo e con le gomme usate. Sono andato bene mi sono divertito e la moto qua è uno spettacolo nei curvoni dove si entra senza frenare".

In ottica Mondiale, per i il campione di Tavullia, "le prime due gare sulla carta saranno più difficili per noi, dovremo correre più in difesa, ma sarà importante prendere punti ed essere competitivi per arrivare in Europa dove ci sono piste dove vado meglio io e la M1".

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...
  • Replies 240
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • 7 months later...

Non l'ha semplicemente battuto, l'ha distrutto!

Ieri il ragazzino ha provato l'orrenda sensazione di avere Rossi attaccato alla coda, non il vecchio Rossi, che stupisce e fa i miracoli alla sua età, ma il vero Valentino Rossi di dieci anni fa. Devastante, veloce, duro, cattivo. Ha preso sportellate da Iannone e dallo stesso Marquez, è rimasto in piedi, ha vinto. E dopo la gara, parlava con la delicatezza di un macigno. Non so se può vincere il mondiale "della Stella", ma sto ragazzo è nell'Olimpo dei più grandi sportivi di sempre, con Merckx, Schumacher e pochi altri.

Cannibale!

Link to comment
Share on other sites

Non l'ha semplicemente battuto, l'ha distrutto!

Ieri il ragazzino ha provato l'orrenda sensazione di avere Rossi attaccato alla coda, non il vecchio Rossi, che stupisce e fa i miracoli alla sua età, ma il vero Valentino Rossi di dieci anni fa. Devastante, veloce, duro, cattivo. Ha preso sportellate da Iannone e dallo stesso Marquez, è rimasto in piedi, ha vinto. E dopo la gara, parlava con la delicatezza di un macigno. Non so se può vincere il mondiale "della Stella", ma sto ragazzo è nell'Olimpo dei più grandi sportivi di sempre, con Merckx, Schumacher e pochi altri.

Cannibale!

Secondo me, di più.

Link to comment
Share on other sites

Secondo me, di più.

può anche essere... Può anche essere... Ieri sera, quando Marquez è andato giù come un Gibernau qualunque, la mente è andata subito al sorpasso del cavatappi.. Sembrava la nemesi storica, il crepuscolo della divinità, il passaggio di testimone, il declino dorato e meraviglioso di un campione capace di stupire ancora, ma evidentemente alla fine di una straordinaria carriere. Ieri Valentino Rossi ha buttato per terra anche quei dubbi che si erano insinuati perfino nei suoi più fedeli tifosi!
Link to comment
Share on other sites

Rivisto or ora e con calma la sportellata di Marquez a Rossi... Che botta! Bella legnata! Ha poco da fare la vittima, ha cercato lui di stendere Rossi, poi ha fatto la cazzata di stare troppo addosso a Rossi e si è fatto lanciare..

Però Marc non mi pare un pirla, anzi !

Ieri sera era amareggiato e sconfitto ma credo che saprà fare tesoro !

Link to comment
Share on other sites

Però Marc non mi pare un pirla, anzi !

Ieri sera era amareggiato e sconfitto ma credo che saprà fare tesoro !

sicuramente, lui è l'Erede. Però credo anche di poter dire che ieri è finita l'era dei sorrisi, dei complimenti, delle pacche sulle spalle dei "ehi sei stato bravo, no sei più bravo te!". Da ieri è ufficialmente Rossi vs Marquez. Con tutto quello che comporta...
Link to comment
Share on other sites

sicuramente, lui è l'Erede. Però credo anche di poter dire che ieri è finita l'era dei sorrisi, dei complimenti, delle pacche sulle spalle dei "ehi sei stato bravo, no sei più bravo te!". Da ieri è ufficialmente Rossi vs Marquez. Con tutto quello che comporta...

FIGATAAAAA !!!!

Link to comment
Share on other sites

Attenzione al metronomo Dovizioso, che chiuderà il mondiale a 20 punti a gara.

Marquez è già andato a terra una volta lascindo lì tanti tanti punti. Adesso dovrà vincere a striscia per rientrare.

La sua moto non è dominante e quindi la cosa è fattibile ma difficile.

Link to comment
Share on other sites

Il mondiale lo vince Marquez, gli altri possono solo sperare in qualche sua cazzata per vincere.

Al momento non ha avversari, è giovane e deve ancora imparare a frenare la sua irruenza quanto gli altri

solo palesemente più veloci di lui, bastava accodarsi a Valentino e si portava a casa 20 punti.

Concordo con Tatanka per l'attenzione a Dovizioso, non tanto per il metronomo ma per la sua moto, talmente

nuova e ancora da affinare per intravedere margini di miglioramento notevoli. Se già a questo livello è li a giocarsela

con i primi ....

Link to comment
Share on other sites

  • 4 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...