Jump to content

Talts Sindaco


Recommended Posts

  • Replies 80
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

L'unico confermato dall'anno scorso (in odore di taglio lo scorso anno...), salito di colpi in modo pazzesco!!

Sindaco, vicesindaco e pure assessore!!

Aspettate!

Così finite presto tutti i Titoli!

Ma...un posticino di rilievo per il Grandissimo DunkStorm...no? Niente?

Io gli darei una carica...importante...tipo...Ministero della Difesa?

Potrebbe andare?

Link to comment
Share on other sites

Anche per lui ci sono spiegazioni tecniche e, soprattutto, atletiche.

Gestisce meglio i falli e quindi resta in campo di più.

E, mi pare, sia molto migliorato nei meccanismi difensivi.

E poi è in forma di brutto, strappa i rimbalzi in attacco dalla testa degli altri centri.

Però mi sembra proprio il tipico caso di giocatore svoltato mentalmente. Deciso, senza paura di tirare e convinto di poter giocare contro chiunque.

Merito suo, dei compagni e del coach.

Link to comment
Share on other sites

Anche per lui ci sono spiegazioni tecniche e, soprattutto, atletiche.

Gestisce meglio i falli e quindi resta in campo di più.

E, mi pare, sia molto migliorato nei meccanismi difensivi.

E poi è in forma di brutto, strappa i rimbalzi in attacco dalla testa degli altri centri.

Però mi sembra proprio il tipico caso di giocatore svoltato mentalmente. Deciso, senza paura di tirare e convinto di poter giocare contro chiunque.

Merito suo, dei compagni e del coach.

Quoto Tat !

Gennarinio, una sicurezza !!!!

Link to comment
Share on other sites

sempre difeso, anche quando non ne imbroccava una... pensare che a metà dell'anno scorso stava per finire a Forlì...l'ultimo tiro libero ho chiuso gli occhi, pensando alla percentuale che tiene...ma qui non tratta di medie, qui si tratta di voglia di vincere e Janar ce l'ha!

Link to comment
Share on other sites

Anche se sembra di bestemmiare in chiesa, Siena con lui al posto di Dunston in difesa fa più fatica, nel senso che ha un quinto tiratore da marcare e fanno più fatica ad ammucchiarsi in area. Diciamo che mal digeriscono difendere in modo diverso.

In difesa è un'altra cosa (grazie al cielo abbiamo a disposizione 5 falli di Ivanov), ma incredibilmente Talts ha un conto aperto con Hackett, avete notato le stoppate che gli rifila (e non è facile...)?

Link to comment
Share on other sites

L'ho visto una sera in pizzeria al tram dopo la partita. E' entrato per prendersi una pizza d'asporto, è stato in piedi vicino al bancone bevendosi una birretta media e salutando con un sorriso timidissimo chi gli faceva un cenno (la pizzeria era ovviamente piena di gente appena uscita dalla partita), quasi scusandosi se dava fastidio. E così è entrato in questa squadra. Era l'unico "veterano", ma non ha preteso i gradi di capitano. E' arrivato dopo le qualificazioni con l'Estonia e ci ha messo un po' ad entrare in forma, ha accettato la panca o le comparsate da due minuti. Ha subito i mugugni per i falli dal pollo o le palle saponetta che gli sfuggivano dalle mani. Ma siamo arrivati ai playoff da primi in classifica e una buona mano l'ha data (ricordo solo la partita contro Roma), ma nonostante tutto era il candidato ad essere rimpiazzato da Pops prima e Ivanov poi. Perchè Talts è da due anni "quello che ci manca per diventare una squadra forte".

Ha guardato dalla panca più di una partita nei playoff ma quando è stato chiamato in campo ha sempre risposto alla grande.

In gara due, in gara cinque e ieri si è trovato a dover giocare parecchi minuti e ha reso oltre ogni aspettativa. Si è preso la tripla della vittoria in gara due, ha dato stoppate, preso rimbalzi e messo un altro canestro pesantissimo in gara cinque, e ha segnato canestro e libero del pareggio ieri.

Probabilmente prende meno di quello che prende un magazziniere dell'Armani Jeans e si è pure ridotto lo stipendio del 10% (senza fare comunicati stampa o arrivare a battersi il petto sotto la curva) per restare a Varese.

Ovviamente negli occhi di tutti restano i numeri di Dunston, le genialate di Green, le magie di Banks, i tiri impossibili di Ere, le triplone di Sakota, le zingarate di De Nicolao, i voli di Polonara etc., ma se c'è un giocatore che ha rappresentato la fame, la voglia di vincere, crescere e non mettersi mai limiti di questa squadra, questo è il pallidone del baltico.

Venerdì sarà un altra battaglia, ma io uno così lo voglio sempre dalla mia parte.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...