Jump to content

Contenzioso stranieri Lega-Coni


Recommended Posts

Dal televideo RAI:

Petrucci è contro la proposta della Lega sui tesseramenti. "Visto che potrebbero giocare solo sei stranieri -afferma il presidente del CONI- il Consiglio nazionale si orienterà per la loro diminuzione".

I club italiani concentreranno maggiormente le loro forze per formare i giovani che serviranno al loro quintetto o li useranno solo per avere il numero minimo?

Io dico che almeno 2 italiani in quintetto devono essere obbligatori per tutti.

Cosa ne pensate?

Link to comment
Share on other sites

Dal televideo RAI:

Petrucci è contro la proposta della Lega sui tesseramenti. "Visto che potrebbero giocare solo sei stranieri -afferma il presidente del CONI- il Consiglio nazionale si orienterà per la loro diminuzione".

I club italiani concentreranno maggiormente le loro forze per formare i giovani che serviranno al loro quintetto o li useranno solo per avere il numero minimo?

Io dico che almeno 2 italiani in quintetto devono essere obbligatori per tutti.

Cosa ne pensate?

34517[/snapback]

Penso che prima di discutere di numeri si debbano creare giocatori e non e' una cosa che si fa dall'oggi al domani ma con un programma serio e che richiede anni .

In questo momento quanti italiani meritano il quintetto base in serie A e quanti la panchina ?

Allo stato attuale delle cose una imposizione sul numero minimo di italiani e una diminuzione di stranieri in serie A porterebbe ad una scadimento della qualita' del gioco e di perdita di interesse da parte del pubblico meno affezzionato e sopratutto dei media .

Ultima cosa e poi concludo in Grecia ci sono piu' stranieri rispetto all'Italia e meta' nazionale gioca fuori dal proprio paese eppure l'europeo e' stato vinto da loro ,non si tratta quindi solo di numeri in piu' o in meno ma anche di altro .

Link to comment
Share on other sites

Penso che prima di discutere di numeri si debbano creare giocatori e non e' una cosa che si fa dall'oggi al domani ma con un programma serio e che richiede anni .

In questo momento quanti italiani meritano il quintetto base in serie A e quanti la panchina ?

Allo stato attuale delle cose una imposizione sul numero minimo di italiani e una diminuzione di stranieri in serie A porterebbe ad una scadimento della qualita' del gioco e di perdita di  interesse da parte del pubblico meno affezzionato e sopratutto dei media .

Ultima cosa e poi concludo in Grecia ci sono piu' stranieri rispetto all'Italia e meta' nazionale gioca fuori dal proprio paese  eppure l'europeo e' stato vinto da loro ,non si tratta quindi solo di numeri in piu' o in meno ma anche di altro .

34531[/snapback]

Il mio riferimento ai 2 italiani in quintetto non devi considerarlo da ora ma era in prospettiva futura a breve termine. Non ci sono al momento attuale 32 giocatori italiani in grado di farne parte ma è anche vero che non ci sono 2 giocatori per ruolo giovani che possano prendere il testimone dai nazionali attuali.

Penso che lavorando di più sul settore giovanile qualche cosa si possa ottenere.

Link to comment
Share on other sites

I recinti di questi ultimi anni non hanno fatto che abbassare il livello della qualità dei giocatori italiani con una crescita indirettamente proporzionale dei loro ingaggi...

Di sicuro in Spagna, oltre ai soldi, c'è anche programmazione e scienza cestistica come anche in Russia e in Grecia. Se aggiugniamo che in quei campionati giocano contro i migliori mentre qui si devono accontentare dei singleton, ci rendiamo conto del perchè i nostri giovin virgulti siano rimasti indietro rispetto ai coetanei europei. Non includo in questo discorso gli slavo-baltici che rappresentano sempre una gradevole anomalia... ma là è la fame e l'ambizione a lauti guadagni che spinge, qui i 6+6 sono numeri che richiamano troppo da vicino il super-enalotto...

Link to comment
Share on other sites

ho visto la partita di bologna contro treviso e vedere fultz mancinelli bellinelli e bargnani in quintetto fa molto piacere e giocare da protagonisti ancora di + .... il basket italiano non mi sembra in crisi anzi non mi spiego altrimenti la ricerca dei nostri giocatori in spagna o in russia dove ci sono squadre pronte a dare il doppio .... un motivo ci sarà ?

gigli a mio modesto parere ha fatto male a non andare per esempio a valencia, un altro anno a reggio emilia dove perderà non solo dei soldi (questo è il meno) ma esperienza in un basket diverso dove avrebbe dovuto lottare per un posto cosa che a reggio emilia non capiterà ... lo vedo come un anno buttato ....

quest'anno buttati nella mischia ci sono i datome i ganeto i gallinari e altri 3/4 nomi non mancano ..... con la possibilità che possa trovare spazio anche un ragazzo come bonfiglio classe 88

non mi sembra poco ..... la verità è che c'è stato un buco generazionale di almeno 5 anni xchè se uno è capace a giocare viene buttato nella mischia senza problemi e mi sta antipatico quando si tira fuori discorsi del tipo si corre il rischio di bruciare il giocatore .... e cosa sono senza offesa dei ritardati mentali ?.... abbiamo visto un ragazzo come bolzonella dare moltissimo in questi 2 anni dimostrando che sei bravo lo spazio non ti viene negato.

E poi finchè le squadre straniere e xchè no le squadre NBA cercheranno i nostri giocatori vorrà dire che la strada intrapresa è quella giusta ....

Link to comment
Share on other sites

il basket italiano non mi sembra in crisi anzi non mi spiego altrimenti la ricerca dei nostri giocatori in spagna o in russia dove  ci sono squadre pronte a dare il doppio .... un motivo ci sarà ?

34692[/snapback]

Il problema non è la qualità dei giovani, perchè qualche prospetto è proprio interessante. Il problema è la bassa qualità del campionato italiano.

Se ti confronti con giocatori mediocri non crescerai mai.

Bisogna anche dire che in Italia non esiste ancora una preparazione atletica moderna, la differenza di bicipiti vista agli europei tra i nostri giovani e quelli di Russia, Croazia ecc ecc era imbarazzante...

gigli a mio modesto parere ha fatto male a non andare per esempio a valencia, un altro anno a reggio emilia dove perderà non solo dei soldi (questo è il meno) ma esperienza in un basket diverso dove avrebbe dovuto lottare per un posto cosa che a reggio emilia non capiterà ... lo vedo come un anno buttato ....

34692[/snapback]

Appunto, in Spagna avrebbe avuto possibilità di crescita maggiori che qui.

Link to comment
Share on other sites

più che altro gigli avrebbe giocato in una società di vertice che punta in alto, a reggio emilia avrà minuti ma non sarà in un contesto da primi della classe dove magari c'è la possibilità di giocare l'eurolega.

Potrebbe crescere maggiormante come esperienza ad alto livello anche da noi, ma in un club più prestigioso (treviso per esempio)

ciao

alegg

Link to comment
Share on other sites

Bell'argomento!

Io sono CONVINTO che se non si inizia a parlare di NUMERI non si creeranno mai giocatori!

Sono convinto che con una regoletta del genere i vari Pozzecco e Pecile col cavolo che sarebbero andati via!

Sono convinto che i giovani sarebbero cresciuti meglio e con più stimoli...

Sono convinto che vedere un campionato ITALIANO con squadre di soli stranienri MI FA SCHIFO.... e sono triste del fatto che a Varese quest'anno vedremo spesso quintetti senza italiani!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...