Jump to content

Recalcati: "Sono dispiaciuto"


Lucaweb

Recommended Posts

2 Giugno 2012
nero.gif
Scritto da La Prealpina
 
di GIANCARLO PIGIONATTI

Si attendeva l'ora X, ebbene � arrivata. Fatalmente per Carlo Relcalcati (foto Blitz), messo elegantemente alla porta dalla Pallacanestro Varese, come recita un comunicato, di quelli uguali, pur nella diversit�, ai tanti di simili circostanze (roba da stampino) con il quale, scaduto il contratto, lo si ringrazia per il suo buon lavoro. Al di l� dei termini usati, il senso � un po' questo, di un addio, da parte della societ�, sincero al di l� delle pi� intime motivazioni, ora soltanto generiche, volendo la Cimberio un cambiamento netto sulla propria panchina.

Le pulci, semmai, gliele faranno poi, con il trascorrere del tempo, almeno cos� avviene di solito e dappertutto, allorquando non mancheranno le occasioni per rievocare risultati e situazioni del passato o per replicare a eventuali considerazioni di Recalcati sui suoi trascorsi prealpini. Prima o poi, ma ci potremmo anche sbagliare, salteranno fuori le pi� profonde ragioni di un non rinnovo del contratto che equivale a una ''bocciatura'', pur impopolare.

Altre definizioni non ne troviamo perch�, se essa non fosse tale, non capiremmo una dirigenza che rinuncia all'operato di un tecnico che ha ottenuto, crediamo, risultati soddisfacenti e fors'anche insperati per le potenzialit� di una squadra condivisa responsabilmente nel momento delle scelte.

Diverso � se il club ritenga il rendimento della Cimberio decisamente inferiore al suo valore d'assieme, quindi deludente secondo le proprie attese. A spostare sentore verso l'uno o l'altro giudizio mancher� sempre una controprova del campo, anche per chi voglia ritenere Recalcati l'autore di un piccolo capolavoro d'onorabilit� come testimoniano i due play off conquistati e quei risultati comparabili con determinate forze del campionato. Una cosa � certa, riguarda la serenit� dell'uomo, pur toccato nel suo amor proprio di allenatore storico della Pall. Varese: ''Sono molto dispiaciuto.

Soprattutto - osserva telegraficamente - per quei tifosi che mi hanno dimostrato stima e affetto sugli spalti e in citt�, persino poco prima dell'ultimo appuntamento''. Eppure l'intenzione di non continuare con Recalcati era pi� che nell'aria: molti erano gli indizi che, aspettando l'ufficialit�, costituivano una prova abbastanza robusta.

La decisione, rispettabilissima, � della societ� e basta. Recalcati, un po' ingenuamente, aveva confidato nella sua coscienza con la quale si sente perfettamente a posto nonostante errori che pure lui, ci mancherebbe altro, ha commesso.

La svolta � rischiosa e importante per il nuovo tecnico cui bisogna dare il benvenuto, augurandoci innanzitutto una Cimberio all'altezza, anche per quel po' di spettacolo che manca nella pallacanestro odierna. Allenatori e giocatori passano, non Varese le cui sorti stanno al di sopra di ogni personaggio.
 

View full record

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...