Jump to content
Sign in to follow this  
alberto

Campionati 2016/2017

Recommended Posts

Ma è la serie A 2017? Non CSI o ciapanò? Le squadre fanno fatica a fare 60 punti anche quelle che sono ai primi posti (AV - VE - SS). Squadre che hanno 7 stranieri (e qualche italiano) rooster lungo e fanno le coppe europee.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, magog dice:

Ma è la serie A 2017? Non CSI o ciapanò? Le squadre fanno fatica a fare 60 punti anche quelle che sono ai primi posti (AV - VE - SS). Squadre che hanno 7 stranieri (e qualche italiano) rooster lungo e fanno le coppe europee.

In effetti....Avellino 59, Venezia 57, Sassari 48...

8 punti tra la seconda e la 12esima

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alcuni di noi amano perculare Reggio Emilia da tempo, quasi che investire sugli italiani sia diventata una colpa.
Menetti intanto fa giocare minuti veri a un dicembre '98 (Lever) dopo averne concessi altri, sempre veri, a un gennaio 99 (Bonacini), entrambi italiani.
Tra l'altro, per quanto ne so, non stiamo nemmeno parlando di due predestinati: nel ranking di Italhoop (no so quanto conti, ma credo sia il più completo in circolazione) sono rispettivamente ottavo e sesto della propria annata.
Magari tra due anni li rivedremo entrambi contro la Robur, e questo mio post sarà usato per prendermi in giro. Pazienza. Intanto però, laggiù ci provano davvero, a ripercorrere quello che si è sempre fatto: reclutare ragazzini, farli crescere, dare la possibilità di allenarsi con i grandi fino a quando hanno le gambe per stare in campo. E magari farli diventare giocatori veri, da quintetto o da panchina in Serie A.
A quel punto, uno di loro verrà accostato a Varese e noi lo schiferemo.

Scusate lo sfogo

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Franz#12 dice:

Alcuni di noi amano perculare Reggio Emilia da tempo, quasi che investire sugli italiani sia diventata una colpa.
Menetti intanto fa giocare minuti veri a un dicembre '98 (Lever) dopo averne concessi altri, sempre veri, a un gennaio 99 (Bonacini), entrambi italiani.
Tra l'altro, per quanto ne so, non stiamo nemmeno parlando di due predestinati: nel ranking di Italhoop (no so quanto conti, ma credo sia il più completo in circolazione) sono rispettivamente ottavo e sesto della propria annata.
Magari tra due anni li rivedremo entrambi contro la Robur, e questo mio post sarà usato per prendermi in giro. Pazienza. Intanto però, laggiù ci provano davvero, a ripercorrere quello che si è sempre fatto: reclutare ragazzini, farli crescere, dare la possibilità di allenarsi con i grandi fino a quando hanno le gambe per stare in campo. E magari farli diventare giocatori veri, da quintetto o da panchina in Serie A.
A quel punto, uno di loro verrà accostato a Varese e noi lo schiferemo.

Scusate lo sfogo

 

Perfettamente d'accordo !! ;) 👍 👌

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 hours ago, Franz#12 said:

Alcuni di noi amano perculare Reggio Emilia da tempo, quasi che investire sugli italiani sia diventata una colpa.
Menetti intanto fa giocare minuti veri a un dicembre '98 (Lever) dopo averne concessi altri, sempre veri, a un gennaio 99 (Bonacini), entrambi italiani.
Tra l'altro, per quanto ne so, non stiamo nemmeno parlando di due predestinati: nel ranking di Italhoop (no so quanto conti, ma credo sia il più completo in circolazione) sono rispettivamente ottavo e sesto della propria annata.
Magari tra due anni li rivedremo entrambi contro la Robur, e questo mio post sarà usato per prendermi in giro. Pazienza. Intanto però, laggiù ci provano davvero, a ripercorrere quello che si è sempre fatto: reclutare ragazzini, farli crescere, dare la possibilità di allenarsi con i grandi fino a quando hanno le gambe per stare in campo. E magari farli diventare giocatori veri, da quintetto o da panchina in Serie A.
A quel punto, uno di loro verrà accostato a Varese e noi lo schiferemo.

Scusate lo sfogo

 

Veramente a me pare che nessuno schifi Reggio PERCHE' fa giocare gli italiani.

Si passa dagli autarchici alla "Son contento perchè sei la squadra più bianca che c'è" a "De Nicolao puttana, l'hai fatto per la grana", ma senza passare dall'astio verso gli italiani.

Quello che spesso abbiamo detto è che al momento Reggio ha ottenuto risultati con italiani cresciuti altrove, pagandoli proporzionalmente di più rispetto a stranieri di pari livello per il noto "Panda effect". E siccomeche noi non abbiamo il Bambu giusto per attirare i panda, diciamo sempre due cose: Prendiamo 5 BMF e 5 panchinari violenti (che potrebbero bene essere del vivaio, ma devono costare due verze e due patate, oppure "Scouting, porca puttanazza" eventualmente anche degli italiani.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 hours ago, Franz#12 said:

Alcuni di noi amano perculare Reggio Emilia da tempo, quasi che investire sugli italiani sia diventata una colpa.
Menetti intanto fa giocare minuti veri a un dicembre '98 (Lever) dopo averne concessi altri, sempre veri, a un gennaio 99 (Bonacini), entrambi italiani.
Tra l'altro, per quanto ne so, non stiamo nemmeno parlando di due predestinati: nel ranking di Italhoop (no so quanto conti, ma credo sia il più completo in circolazione) sono rispettivamente ottavo e sesto della propria annata.
Magari tra due anni li rivedremo entrambi contro la Robur, e questo mio post sarà usato per prendermi in giro. Pazienza. Intanto però, laggiù ci provano davvero, a ripercorrere quello che si è sempre fatto: reclutare ragazzini, farli crescere, dare la possibilità di allenarsi con i grandi fino a quando hanno le gambe per stare in campo. E magari farli diventare giocatori veri, da quintetto o da panchina in Serie A.
A quel punto, uno di loro verrà accostato a Varese e noi lo schiferemo.

Scusate lo sfogo

 

 
 

Sicuramente non è un male vedere dei ragazzini Italiani in campo invece dei soliti noti che campano sul passaporto Italiano.
Peró, come ricordava Ponchiaz, allo stato attuale l'unico giocatore che Reggio ha "cresciuto in casa" è Cervi. Dal loro vivaio è uscito Melli ed è stato cacciato Campani.

Mussini l'hanno perso perchè ha scelto il college e questo è un rischio concreto con prospetti davvero forti.

Poi hanno preso Polonara (porcadiquellaporca), DeNicolao (riporca della medesima), Gentile, Amadori etc. quando erano già belli e pronti per giocare in serie A (ma non a Milano).
L'unica scommessa è stata quella su Della Valle.

Poi, per carità, bravi a prendere gente che sa davvero tenere il campo, a prezzi forse non folli (DeNik non credo fosse fuori dalla nostra portata, per dire) e non il Molinaro/Reati della situazione, ma hanno pescato in uno stagno diverso rispetto a quello da cui peschiamo noi che i giocatori ita con esperienza in serie A li possiamo prendere o quando sono rotti o quando hanno l'eta di Bulleri.

Il perculamento deriva piú che altro dal vedere il Petrucci gonfiare il petto per la "squadra Italiana" (per cui non ha nessun merito) e ora rimanere zitto e muto.

 

Edited by MarkBuford

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minutes ago, MarkBuford said:

Sicuramente non è un male vedere dei ragazzini Italiani in campo invece dei soliti noti che campano sul passaporto Italiano.
Peró, come ricordava Ponchiaz, allo stato attuale l'unico giocatore che Reggio ha "cresciuto in casa" è Cervi. Dal loro vivaio è uscito Melli ed è stato cacciato Campani.

Mussini l'hanno perso perchè ha scelto il college e questo è un rischio concreto con prospetti davvero forti.

Poi hanno preso Polonara (porcadiquellaporca), DeNicolao (riporca della medesima), Gentile, Amadori etc. quando erano già belli e pronti per giocare in serie A (ma non a Milano).
L'unica scommessa è stata quella su Della Valle.
 

 

 

Secondo me i giocatori usciti dal vivaio di Reggio non sono pochi, anzi ... se poi molti non giocano per Reggio è perchè se hai giocatori bravi e non hai la potenza economica per trattenerli, è nella logica che ti vengano scippati. Te lo dice un'atalantino, che ormai se ne è fatto una ragione il vedere volar via ogni anno i pezzi migliori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minutes ago, corny said:

Secondo me i giocatori usciti dal vivaio di Reggio non sono pochi, anzi ... se poi molti non giocano per Reggio è perchè se hai giocatori bravi e non hai la potenza economica per trattenerli, è nella logica che ti vengano scippati. Te lo dice un'atalantino, che ormai se ne è fatto una ragione il vedere volar via ogni anno i pezzi migliori.

 

In realtà, Melli escluso e Mussini si vedrà, credo siano piú quelli troppo scarsi per Reggio. Reggio ha la potenza economica di trattenere tutti quelli che non vanno in NBA o in Eurolega, allo stato attuale. E comunque investe anche su giovani non Italiani.
E se non li puoi tenere e a volte nemmeno hai un ritorno (l'hanno per Melli, credo, non so se l'avranno per Mussini se dovesse approdare davvero in NBA) non credo sia corretto parlare di "investimento".
Nel calcio il discorso è ben diverso con società che ripagano gli sforzi fatti per reclutare ragazzini (e non solo in Italia) con incassi consistenti per le cessioni.
E nel basket non mi sembra siano pochi i casi in cui giocatori giovani promettenti che hanno "annusato" la serie A poi sono andati negli USA (Akele di Venezia) o si sono visti mettere in condizioni di non giocare per beghe contrattuali (ricordo il play bolognese con il cognome Bulgaro).

Forse, considerando anche il grano che la federazione sperpera in cose inutili, non ultimo il presidente, avrebbe piú senso costruire un campionato under 18-19-20 sullo stile di quello del college (fatte le debite proporzioni tra noi e gli USA, ovviamente) o addirittura consentire ai giovani virgulti di fare esperienza oltreoceano (cosa che magari gli tornerà utile anche nella vita oltre il basket).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mussini, Melli, Gigli, Cervi, Campani. Probabilmente ce ne dimentichiamo qualche altro, non di questo livelli (Ghiacci).
Poi Pini, ora Lever e Bonacini, sempre con l'asterisco di cui sopra. Poi Silins e Strautins presi dall'estero.
Domani ne hanno già in casa altri.

Certo, la presa per il culo è più verso la tutela dei panda e verso Petrucci, poi però anche imparare qualcosa non sarebbe male, perché una Reggiana fa bene a tutti. E se vi importa zero della Nazionale (legittimo, anche se a me incomprensibile), ricordatevi che dall'anno prossimo serviranno 2/3 italiani veri a ciascuna squadra...

Edited by Franz#12

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minutes ago, Franz#12 said:

Mussini, Melli, Gigli, Cervi, Campani. Probabilmente ce ne dimentichiamo qualche altro, non di questo livelli (Ghiacci).
Poi Pini, ora Lever e Bonacini, sempre con l'asterisco di cui sopra. Poi Silins e Strautins presi dall'estero.
Domani ne hanno già in casa altri.

Certo, la presa per il culo è più verso la tutela dei panda e verso Petrucci, poi però anche imparare qualcosa non sarebbe male, perché una Reggiana fa bene a tutti. E se vi importa zero della Nazionale (legittimo, anche se a me incomprensibile), ricordatevi che dall'anno prossimo serviranno 2/3 italiani veri a ciascuna squadra...

 

Ok, non pensavo si risalisse al paleolitico con Gigli ^_^
Peró di quelli che hai elencato il solo Cervi è in organico (dopo l'anno ad Avellino e dopo essere stato messo in un angolo quando era pronto a volare tra le braccia di Armani).
Per Campani mi pare che Giesse abbia spiegato che non prendono un ghello, visto che l'hanno scaricato per il ginocchio sifolo.
Credo che sia lo stesso anche per Mussini, visto che per andare al college non ha firmato un contratto da pro.
Pini dove è finito? L'anno scorso 10' ad Avellino. Forse ci hanno portato a casa qualche euro, ma non credo nulla di che, come per chi è rimasto fuori dalla legaA.
Sugli stranieri non so come funziona, ma Silins non lo pagavano proprio una verza e due patate, alla fine e non so se ora hanno un ritorno come se fosse un Italiano formato in casa.
Gli altri sono prospetti interessanti, ma per ora andiamo dal best case Melli al worst case non sappiamo manco chi che adesso fa il rappresentante di aspirapolveri.
Con l'incognita che altri buoni davvero seguano le orme di Mussini.
Alla fine possiamo parlare di promozione dello sport a livello giovanile, magari con piú ragazzini di Reggio che prendono in mano un pallone da basket invece che uno da calcio o il controller della play, ma non certo di "investimento" a livello giovanile.
Perchè se alla fine mantieni allenatori, strutture per dieci anni (da Melli) etc. e porti a casa un Cervi da quintetto (che comunque non gioca gratis), qualche eurino a ogni contratto di Melli, due ragazzetti per la panca (roba che per ora vale il nostro Rossi) e tante pacche sulle spalle, non hai certo "investito".
Poi ben contento se la pallacanestro Varese (o la Ignis) recluta legioni di ragazzini che, alla peggio, potrebbero diventare gli arditi di domani, magari piú interessati a quello che succede in campo che alle beghe da ultri.
Ma non credo che ad oggi Reggio Emilia stia indicando la via alle altre squadre, soprattutto a quelle che devono spaccare il centesimo in quattro.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io però non ne faccio un discorso di meri ricavi (anche se tra parametri e premio italiani, non credo che a Reggio vada proprio male in questo senso), quando di filosofia da parte della società.
Qui, dopo un paio di abbozzi, si è lasciato perdere tutto, da anni. Mi piacerebbe si riprovasse, anche con investimenti limitati. Tutto qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites
30 minutes ago, Franz#12 said:

Io però non ne faccio un discorso di meri ricavi (anche se tra parametri e premio italiani, non credo che a Reggio vada proprio male in questo senso), quando di filosofia da parte della società.
Qui, dopo un paio di abbozzi, si è lasciato perdere tutto, da anni. Mi piacerebbe si riprovasse, anche con investimenti limitati. Tutto qui.

 

Su questo hai ragionissima, ma qui c'è voglia di fare "filosofia"? 
Quello che ha poco senso è spingerlo come modello per avere ritorno economico significativo (magari GS ha qualche numero su Reggio) considerando che se inizi oggi i risultati, se li vedi, li vedrai tra cinque anni, sempre che le regole restino le stesse, o come modo per migliorare i risultati della prima squadra (il famoso "zoccolo duro" di Italiani che da noi è al massimo un'unghia incarnita, con quelli davvero buoni che vengono mollati senza nemmeno un buyout per ingaggiare gli Estoni con la schiena rotta).
 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto considerate la folle logica del basket giovanile in provincia.

Alleanze ad anni alterni tra le due realtà principali ed ora addirittura l'apertura di un fronte dichiaratamente ostile con Dodo e i Ponti d'oro. 

Dai..

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Ponchiaz dice:

Intanto considerate la folle logica del basket giovanile in provincia.

Alleanze ad anni alterni tra le due realtà principali ed ora addirittura l'apertura di un fronte dichiaratamente ostile con Dodo e i Ponti d'oro. 

Dai..

Eh, ma nel mio discorso sconsolato c'è anche la folle logica di cui sopra...
Per fortuna che ora c'è la Ignis 1960 (che poi, qualcuno mi spiega che cosa vuol dire 1960? Ignis c'era già prima, il primo scudetto è del '61, il palazzetto è del '64...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse per aiutare il vostro discorso posso portarvi un esempio che molto probabilmente non conoscete.

Cipolla,ottimo 2000 cresciuto a Desio,ragazzo di ottime prospettive dov'è è stato ceduto?

Alla milionaria è vicina Milano? A Cantù e al suo progetto giovani? A Varese?

No a Reggio Emilia e non penso,anzi ne sono sicuro,che non l'hanno pagato a peso d'oro,bensì l'hanno preso perché ci credono nei giovani.

A Varese purtroppo no.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
3 hours ago, MarkBuford said:

Sicuramente non è un male vedere dei ragazzini Italiani in campo invece dei soliti noti che campano sul passaporto Italiano.
Peró, come ricordava Ponchiaz, allo stato attuale l'unico giocatore che Reggio ha "cresciuto in casa" è Cervi. Dal loro vivaio è uscito Melli ed è stato cacciato Campani.

Mussini l'hanno perso perchè ha scelto il college e questo è un rischio concreto con prospetti davvero forti.

Poi hanno preso Polonara (porcadiquellaporca), DeNicolao (riporca della medesima), Gentile, Amadori etc. quando erano già belli e pronti per giocare in serie A (ma non a Milano).
L'unica scommessa è stata quella su Della Valle.

Poi, per carità, bravi a prendere gente che sa davvero tenere il campo, a prezzi forse non folli (DeNik non credo fosse fuori dalla nostra portata, per dire) e non il Molinaro/Reati della situazione, ma hanno pescato in uno stagno diverso rispetto a quello da cui peschiamo noi che i giocatori ita con esperienza in serie A li possiamo prendere o quando sono rotti o quando hanno l'eta di Bulleri.

Il perculamento deriva piú che altro dal vedere il Petrucci gonfiare il petto per la "squadra Italiana" (per cui non ha nessun merito) e ora rimanere zitto e muto.

 

Mussini avrà pure scelto il college ma resta vincolato per loro, anyway.

Poi hanno preso Polonara, DeNicolao, Gentile e ARadori perchè il buon Stefano Landi stacca a fine anno un assegno da 2,8 milioni di euro; l'Aradori da 240mila e il Polonara da 180mila sono pagati da un proprietario-Pantalone, che per filosofia preferisce spendere sugli italiani anzichè sugli stranieri. Ne ricava qualcosina in termini di premio italiani (l'anno scorso incassati 314mila dalla FIP, che non coprono il costo-azienda compreso di contribuiti di un Polonara), ma è ovviamente tutto a fondo perso, così come lo è parzialmente il settore giovanile, che comunque costa un 350mila buono tra investimenti su allenatori, foresteria (una decina di prospetti, stranieri compresi, ma Strautins dal prossimo anno giocherà da formato italiano) e reclutamenti (acquistato recentemente il 2002 Grant dalla Sardegna, prospettone molto intrigante, oppure il bolzanino Lever del 1998 che ieri ha tripleggiato). In totale avranno una ventina di giocatori a parametro tra A, A2 e B (l'anno scorso erano 5 in A - anyone remember Gianluca Basile? - e 6 in A2,), che comunque generano almeno un 150mila annui di ritorno in termini di parametri. 

Chiaro che investimenti di questo tipo se li può permettere chi ha risorse di un certo tipo; se spendi il 99,5% del budget per fare la squadra in estate e poi devi pure correggere perchè da 4 anni di fila sbagli le scelte iniziali, diventa complesso spremere risorse per what else...

Edited by Guest

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minutes ago, Giesse said:

Mussini avrà pure scelto il college ma resta vincolato per loro, anyway.

Poi hanno preso Polonara, DeNicolao, Gentile e ARadori perchè il buon Stefano Landi stacca a fine anno un assegno da 2,8 milioni di euro; l'Aradori da 240mila e il Polonara da 180mila sono pagati da un proprietario-Pantalone, che per filosofia preferisce spendere sugli italiani anzichè sugli stranieri. Ne ricava qualcosina in termini di premio italiani (l'anno scorso incassati 314mila dalla FIP, che non coprono il costo-azienda compreso di contribuiti di un Polonara), ma è ovviamente tutto a fondo perso, così come lo è parzialmente il settore giovanile, che comunque costa un 350mila buono tra investimenti su allenatori, foresteria (una decina di prospetti, stranieri compresi, ma Strautins dal prossimo anno giocherà da formato italiano) e reclutamenti (acquistato recentemente il 2002 Grant dalla Sardegna, prospettone molto intrigante, oppure il bolzanino Lever del 1998 che ieri ha tripleggiato). In totale avranno una ventina di giocatori a parametro tra A, A2 e B (l'anno scorso erano 5 in A - anyone remember Gianluca Basile? - e 6 in A2,), che comunque generano almeno un 150mila annui di ritorno in termini di parametri. 

Chiaro che investimenti di questo tipo se li può permettere chi ha risorse di un certo tipo; se spendi il 99,5% del budget per fare la squadra in estate e poi devi pure correggere perchè da 4 anni di fila sbagli le scelte iniziali, diventa complesso spremere risorse per what else...

 

In che senso Mussini vincolato? Se torna in Europa deve giocare con loro o comunque loro prendono dei soldini? E se va in NBA?

150mila eurini non sono pochi, ma se nel conto ci finisce pure Basile parliamo di un investimento fatto nel secolo scorso e comunque a fronte di 350k spesi ogni anno.
Andare sotto di 200 mila ogni anno non è esattamente "investire", perlomeno dal punto di vista meramente economico. Con il rischio che se peschi uno forte davvero ti saluta e scavalla l'oceano.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minutes ago, MarkBuford said:

In che senso Mussini vincolato? Se torna in Europa deve giocare con loro o comunque loro prendono dei soldini? E se va in NBA?

150mila eurini non sono pochi, ma se nel conto ci finisce pure Basile parliamo di un investimento fatto nel secolo scorso e comunque a fronte di 350k spesi ogni anno.
Andare sotto di 200 mila ogni anno non è esattamente "investire", perlomeno dal punto di vista meramente economico. Con il rischio che se peschi uno forte davvero ti saluta e scavalla l'oceano.
 

Perché quanto pensi che costi il settore giovanile a Varese? È gratis?

E ad oggi che ritorni abbiamo dai giocatori in giro( A memoria ricordo solo Allegretti,che è già fuori parametro come Basile e Gergati,i cui premi di formazione non so se vanno a noi perché fece anni al Campus). Per il resto? Testa ad Oleggio,Bolzonella alla Robur,Se non erro un giovane ad Agrigento ma forse era Roburino,ma poca roba. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
9 minutes ago, MarkBuford said:

In che senso Mussini vincolato? Se torna in Europa deve giocare con loro o comunque loro prendono dei soldini? E se va in NBA?

150mila eurini non sono pochi, ma se nel conto ci finisce pure Basile parliamo di un investimento fatto nel secolo scorso e comunque a fronte di 350k spesi ogni anno.
Andare sotto di 200 mila ogni anno non è esattamente "investire", perlomeno dal punto di vista meramente economico. Con il rischio che se peschi uno forte davvero ti saluta e scavalla l'oceano.
 

Mussini resta tesserato Reggio Emilia fino allo svincolo a parametro italiano a 21 anni: ha rifiutato il contratto professionistico con Reggio Emilia l'anno scorso, donde i suoi diritti resteranno fino a 24 alla Reggiana stessa medesima, se qualcuno in Italia lo vuole dovrà versare un parametro prefissato. 

Dopodichè, se uno davvero forte saluta e scavalla l'oceano, prenderai il buyout dalla NBA (si parla di 350mila dollari massimi, però abitualmente nei contratti dei giovani potenziali prime scelte ci sono meccanismi per cui il giocatore mette mano al portafogli oltre a quanto stabilito dal regolamento dei prof USA).

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ponchiaz dice:

 

Alleanze ad anni alterni tra le due realtà principali

Ennesimo proposito di alleanza che mi sembra già naufragato miseramente, con il tanto parlare di interscambio tra le varie squadre (Coppa prima e Ferraiuolo poi dixerunt) apparentemente finito in nulla

Edited by simon89

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
6 minutes ago, Binzaghino said:

Perché quanto pensi che costi il settore giovanile a Varese? È gratis?

E ad oggi che ritorni abbiamo dai giocatori in giro( A memoria ricordo solo Allegretti,che è già fuori parametro come Basile e Gergati,i cui premi di formazione non so se vanno a noi perché fece anni al Campus). Per il resto? Testa ad Oleggio,Bolzonella alla Robur,Se non erro un giovane ad Agrigento ma forse era Roburino,ma poca roba. 

1 - Nessuno è fuori parametro (semplicemente è diverso il regime di quelli pre 1977, quelli dal 1977 al 1985 e quelli dal 1985 in poi)

2 - Gergati matrice Campus. Testa 97, no parametro. Bolzonella 1984, regime à la Allegretti.

3 - Di sicuro non 350mila. Siamo neanche alla metà.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...