Jump to content
UNSELD

Pallacanestro Varese 2019/2020

Recommended Posts

24 minuti fa, peter pan dice:

Milano è da rifondare. Anche come politica sugli ita. Poi ha preso due super come il chacho e Scola. Ma sono un po' over.

Qui la conoscenza di Messina del mondo professionistico usa dovrebbe aiutare in prospettiva. 

Ma non è automatico 

Intanto, tra gli italiani, anche Della Valle è diventato un giocatore improponibile... l'ectoplasma di quello che era, anzi peggio!

Ce ne fosse stato uno che, passando da Milano, abbia fatto bene. Ma anche solo benino... niente! Tutti finiti!

L'unico che vedrei bene a Varese è Burns, ma come italiano è solo acquisito... a Milano è praticamente l'ultimo della panchina. 

Chissà se l'anno prossimo, al posto do Vene...

Share this post


Link to post
Share on other sites
41 minuti fa, Sir Joe dice:

Intanto, tra gli italiani, anche Della Valle è diventato un giocatore improponibile... l'ectoplasma di quello che era, anzi peggio!

Ce ne fosse stato uno che, passando da Milano, abbia fatto bene. Ma anche solo benino... niente! Tutti finiti!

L'unico che vedrei bene a Varese è Burns, ma come italiano è solo acquisito... a Milano è praticamente l'ultimo della panchina. 

Chissà se l'anno prossimo, al posto do Vene...

Ora non seguo molto mmilano, ma rispetto il passato mi sembra che per gli ITA la gestione Messiniana sia in controtendenza, giocano e con chiare responsibilità.

Ad esempio DellaValle rispetto all'anno scorso gioca molto di più, certo rispetto al periodo  di reggio deve sbattersi molto di più in difesa, ma questo non è necessariamente un male.

Burns al posto di Vene anche no grazie se non altro per lo stipendio che non credo sia lo stesso.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Bluto dice:

Osservavo bene Messina ieri, 4-5 mesi a Milano lo hanno invecchiato di 10 anni.

Quindi adesso dimostra circa 87 anni.

Pechè messina-diciamocelo-non è mai stato giovane.

A varese ringiovanirebbe.

😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 hours ago, peter pan said:

Milano è da rifondare. Anche come politica sugli ita. Poi ha preso due super come il chacho e Scola. Ma sono un po' over.

Qui la conoscenza di Messina del mondo professionistico usa dovrebbe aiutare in prospettiva. 

Ma non è automatico 

Mah....Mack era stato cercato e voluto da Messina....sappiamo che fine ha fatto...ed anche l'affair James (che piaccia o non piaccia è un top player di Eurolega) per me gestito malissimo.

Edited by ROBERTO1961

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo spunto che mi sovviene da questa situazione di Milano é che alla fine sono contento. Sono contento di questa Varese, che con un budget limitato, pur forse spendendo non benissimo alcuni soldi, ha 18 punti. Oggi come oggi, Milano ne ha 20 (se non erro): é riuscita a fare 1 punto per ogni milione di budget che aveva. Varese ha fatto 4,5 punti per ogni milione a disposizione in termini di budget. 

Letta in questi termini la nostra dirigenza vale 4 volte e mezzo quella di milano. In pratica nei loro confronti siamo come john holmes VS pipino il breve.

Comunque torno a ripetere che fintanto che il Recchia butta denaro a palate, senza progetto, senza senso, a cz.. di cane, Milano non avrà mai tanta fortuna. Vincerà qualcosa per "inerzia", chiaro, ma non avrà mai una serie che si ricorderà negli annali. Personalmente credevo che con Messina sarebbe cambiato tutto, ma non sembra proprio..

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Mentadent Ruttolibero dice:

Lo spunto che mi sovviene da questa situazione di Milano é che alla fine sono contento. Sono contento di questa Varese, che con un budget limitato, pur forse spendendo non benissimo alcuni soldi, ha 18 punti. Oggi come oggi, Milano ne ha 20 (se non erro): é riuscita a fare 1 punto per ogni milione di budget che aveva. Varese ha fatto 4,5 punti per ogni milione a disposizione in termini di budget. 

Letta in questi termini la nostra dirigenza vale 4 volte e mezzo quella di milano. In pratica nei loro confronti siamo come john holmes VS pipino il breve.

Comunque torno a ripetere che fintanto che il Recchia butta denaro a palate, senza progetto, senza senso, a cz.. di cane, Milano non avrà mai tanta fortuna. Vincerà qualcosa per "inerzia", chiaro, ma non avrà mai una serie che si ricorderà negli annali. Personalmente credevo che con Messina sarebbe cambiato tutto, ma non sembra proprio..

Il "Recchia"? Ahahahhaahaha

😂😂😂😂😂😂😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, Mentadent Ruttolibero said:

Lo spunto che mi sovviene da questa situazione di Milano é che alla fine sono contento. Sono contento di questa Varese, che con un budget limitato, pur forse spendendo non benissimo alcuni soldi, ha 18 punti. Oggi come oggi, Milano ne ha 20 (se non erro): é riuscita a fare 1 punto per ogni milione di budget che aveva. Varese ha fatto 4,5 punti per ogni milione a disposizione in termini di budget. 

Letta in questi termini la nostra dirigenza vale 4 volte e mezzo quella di milano. In pratica nei loro confronti siamo come john holmes VS pipino il breve.

Comunque torno a ripetere che fintanto che il Recchia butta denaro a palate, senza progetto, senza senso, a cz.. di cane, Milano non avrà mai tanta fortuna. Vincerà qualcosa per "inerzia", chiaro, ma non avrà mai una serie che si ricorderà negli annali. Personalmente credevo che con Messina sarebbe cambiato tutto, ma non sembra proprio..

Prendere Messina e dargli praticamente mano libera non era proprio un'idea alla "cazzo di cane", ma sembra comunque destinata a inglorioso fallimento.
C'è un mix di presunzione (anche quella di Messina che torna in Europa dopo anni e pensa di capire tutto subito) e di impazienza (quella che ti far sottoscrivere ricchi pluriennali stracciati l'anno dopo) che è letale.
Ogni anno ripartono da zero, piú o meno come noi.
E non è detto che ingaggiando i meglio fighi dell'eurolega (spesso di qualche eurolega fa) farai crescere la squadra.
Anche un allenatore forte come Messina fatica a reggere la pressione quando o vinci o è un disastro.
In questo dovrebbero imparare dalla fu Siena che, con tutti i lati oscuri del caso, ha saputo crescere in casa due allenatori (dopo aver capitalizzato il Charlie ai suoi massimi) e un gruppo di giocatori presi quando non erano certo star (McIntyre, Stonerook, Sato, Kaukenas poi Moss ma anche onestissimi gregari come Eze, Ress) attorno a cui hanno costruito un gruppo solido in grado di dominare in Italia e poi dire la sua in EL, sopravvivendo (fino al crack per ragioni non sportive) anche alla partenza dei due pezzi piú pregiati dopo qualche anno.
Avevano pescato Moss a Jesi, se non ricordo male, parcheggiandolo un anno a Bologna prima di portarlo in squadra. McIntyre aveva girato squadrette minori prima di arrivare in lega2 e poi a Reggio Emilia, Stonerook era "bravo ma poco atletico e undersize" etc.
La fu Mens sana aveva un'identità di gioco (difesa dura, play leader della squadra) che si era costruita nel tempo e non cambiava al cambiare di qualche protagonista (mai tutti, se non l'ultimo anno).
Anche loro hanno cappellato su qualche giocatore (Datome, mollato troppo presto), ma era chiaro chi era parte del gruppo del progetto e chi fosse l'outsider destinato a levare il disturbo.
Milano aveva scelto James, con tutti i difetti del caso, ma invece che provare a gestirlo (come Siena ha gestito McIntyre o Bobby Brown), lo ha scaricato, sanguinosamente.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, MarkBuford dice:

Prendere Messina e dargli praticamente mano libera non era proprio un'idea alla "cazzo di cane", ma sembra comunque destinata a inglorioso fallimento.
C'è un mix di presunzione (anche quella di Messina che torna in Europa dopo anni e pensa di capire tutto subito) e di impazienza (quella che ti far sottoscrivere ricchi pluriennali stracciati l'anno dopo) che è letale.
Ogni anno ripartono da zero, piú o meno come noi.
E non è detto che ingaggiando i meglio fighi dell'eurolega (spesso di qualche eurolega fa) farai crescere la squadra.
Anche un allenatore forte come Messina fatica a reggere la pressione quando o vinci o è un disastro.
In questo dovrebbero imparare dalla fu Siena che, con tutti i lati oscuri del caso, ha saputo crescere in casa due allenatori (dopo aver capitalizzato il Charlie ai suoi massimi) e un gruppo di giocatori presi quando non erano certo star (McIntyre, Stonerook, Sato, Kaukenas poi Moss ma anche onestissimi gregari come Eze, Ress) attorno a cui hanno costruito un gruppo solido in grado di dominare in Italia e poi dire la sua in EL, sopravvivendo (fino al crack per ragioni non sportive) anche alla partenza dei due pezzi piú pregiati dopo qualche anno.
Avevano pescato Moss a Jesi, se non ricordo male, parcheggiandolo un anno a Bologna prima di portarlo in squadra. McIntyre aveva girato squadrette minori prima di arrivare in lega2 e poi a Reggio Emilia, Stonerook era "bravo ma poco atletico e undersize" etc.
La fu Mens sana aveva un'identità di gioco (difesa dura, play leader della squadra) che si era costruita nel tempo e non cambiava al cambiare di qualche protagonista (mai tutti, se non l'ultimo anno).
Anche loro hanno cappellato su qualche giocatore (Datome, mollato troppo presto), ma era chiaro chi era parte del gruppo del progetto e chi fosse l'outsider destinato a levare il disturbo.
Milano aveva scelto James, con tutti i difetti del caso, ma invece che provare a gestirlo (come Siena ha gestito McIntyre o Bobby Brown), lo ha scaricato, sanguinosamente.
 

Questo per loro è l'ennesimo anno zero, non basta Messina per risolvere il casino che c'è da loro o per lo meno in tempi brevi.

James avrebbe fatto la stessa fine di Mack per motivi diversi, dopo un anno passato a stare in panchina a farsi i fatti suoi durante in time out non riusciva di sicuro ad accettare il nuovo corso.

Secondo me il grosso problema è che hanno puntato su giocatori forti ma sempre rotti, Goudatis e Nedovic non giocano più di tre settimane di fila, in più hanno inserito Ita poco avvezzi ad essere produttivi sia in attacco che in difesa.

Comunque direi che è presto per darli già morti, sono ancora in corsa per tutti gli obiettivi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, MarkBuford dice:

Prendere Messina e dargli praticamente mano libera non era proprio un'idea alla "cazzo di cane", ma sembra comunque destinata a inglorioso fallimento.
C'è un mix di presunzione (anche quella di Messina che torna in Europa dopo anni e pensa di capire tutto subito) e di impazienza (quella che ti far sottoscrivere ricchi pluriennali stracciati l'anno dopo) che è letale.
Ogni anno ripartono da zero, piú o meno come noi.
E non è detto che ingaggiando i meglio fighi dell'eurolega (spesso di qualche eurolega fa) farai crescere la squadra.
Anche un allenatore forte come Messina fatica a reggere la pressione quando o vinci o è un disastro.
In questo dovrebbero imparare dalla fu Siena che, con tutti i lati oscuri del caso, ha saputo crescere in casa due allenatori (dopo aver capitalizzato il Charlie ai suoi massimi) e un gruppo di giocatori presi quando non erano certo star (McIntyre, Stonerook, Sato, Kaukenas poi Moss ma anche onestissimi gregari come Eze, Ress) attorno a cui hanno costruito un gruppo solido in grado di dominare in Italia e poi dire la sua in EL, sopravvivendo (fino al crack per ragioni non sportive) anche alla partenza dei due pezzi piú pregiati dopo qualche anno.
Avevano pescato Moss a Jesi, se non ricordo male, parcheggiandolo un anno a Bologna prima di portarlo in squadra. McIntyre aveva girato squadrette minori prima di arrivare in lega2 e poi a Reggio Emilia, Stonerook era "bravo ma poco atletico e undersize" etc.
La fu Mens sana aveva un'identità di gioco (difesa dura, play leader della squadra) che si era costruita nel tempo e non cambiava al cambiare di qualche protagonista (mai tutti, se non l'ultimo anno).
Anche loro hanno cappellato su qualche giocatore (Datome, mollato troppo presto), ma era chiaro chi era parte del gruppo del progetto e chi fosse l'outsider destinato a levare il disturbo.
Milano aveva scelto James, con tutti i difetti del caso, ma invece che provare a gestirlo (come Siena ha gestito McIntyre o Bobby Brown), lo ha scaricato, sanguinosamente.
 

Sottoscrivo tutto: siena, pur con soldi e finanze sporche, un progetto sportivo secondo me lo ha portato avanti con un minimo di criterio, ma soprattutto ha anche capitalizzato sportivamente (leggi "in italia ha portato a casa risultati,  egemonia, ed é riuscita a farsi valere anche in europa"). Milano forse ha speso e sta spendendo pure di più,  ma una mancanza di filo logico e di project management la fanno sistematicamente naufragare. Torno a ripetere che é facile farsi belli con 20 cocuzze donate dal Recchia annualmente.. tutti fighi a inizio stagione, poi a metà son tutti lì a leccarsi le ferite... e Giorgione ripiana, transa, e rifonda. Fino a quando, a furia di transa e rifonda, Giorgione si incazza, prende il trans e li sfonda (e secondo me non manca poi molto)

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, tento dice:

Se volete aprire un vostro topic ed intitolarlo MM 2019/2020 fate pure....

Dai, facci godere un pochino delle altrui disgrazie. Adesso torniamo a parlare di Peak e della sua saudade per Pistoia, se vuoi. 

Edited by Mentadent Ruttolibero

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minutes ago, tento said:

Se volete aprire un vostro topic ed intitolarlo MM 2019/2020 fate pure....

Parlaci dei tuoi sogni bagnati su bilanci in pareggio e salvezze anticipate.

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, parish76 dice:

Effettivamente nessuno  che parla della saudade di peak per pistoia . 

Non sapevo che pistoia era la nuova rio. 

Tra l'altro si esclude la possibilità di un risentimento per la cattiveria dell'Artiglio ma si da più peso ad una difficolta a mantenerre il livello di concentrazione costante richiesto sia in partita che in settimana. Livello che giustamente si fa notare ha permesso ad Okoye Avra e Scrubb di aumentare l'ingaggio

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, uccellodirovo dice:

Peak ne ha pieni i maroni. Diciamolo.

 

Che se ne vada. Diciamolo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate se pongo 1 questione per niente importante, ma a proposito di Peak qualcuno conosce il suo nome di battesimo ?

Perché dal 1° giorno che è arrivato è stato presentato sempre come LJ.

Che vuol dire ? Leonard James ?

Come mai il suo viene scritto sempre con le iniziali ( a differenza di tutti i compagni di squadra ) ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minutes ago, Maurizio said:

Che se ne vada. Diciamolo

Ah per me può andare anche nessun problema.

Ma attenzione perché quest'anno c'è gente che sopporta meno il Genio. L'ambiente potrebbe diventare presto esplosivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, uccellodirovo dice:

Peak ne ha pieni i maroni. Diciamolo.

 

Posso anche capirlo... un ragazzotto americano, che nella vita ha avuto a che fare solo col basket, il professionismo lo ha incontrato solo una volta a Pistoia. Alla seconda occasione (Varese), quando c'è stato da applicarsi veramente, non è riuscito mentalmente a far fronte alla situazione. Senza esperienza, senza grandi capacità di critica della situazione incontri Caja, esigente e incazzoso... ecco che è scoppiato. Ai suoi agenti interessa solo il guadagno immediato... mica che gli spiegano che deve impegnarsi, beccarsi le parolacce e tenere duro per potersi migliorare in prospettiva futura.

 Se ne vuol andare... mica è un serbo: duro, caparbio, capace di soffrire per arrivare... 

Addio! Chi se ne frega! A oggi non è un fuoriclasse e il suo sostituto (quello di SS) è sicuramente più affidabile... magari non produrrà mai 25 punti in una partita ma neppure si farà sbatter fuori per falli dopo 5 minuti ogni seconda gara.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa storia che Caja deprime i giocatori ha rotto.

Prendete San Francesco, come prossimo allenatore

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minutes ago, Maurizio said:

Questa storia che Caja deprime i giocatori ha rotto.

Prendete San Francesco, come prossimo allenatore

Incazzarsi e sclerare è un conto.

Prendersi offese personali è un altro. Anche se guadagni bene.

Edited by uccellodirovo

Share this post


Link to post
Share on other sites
45 minuti fa, uccellodirovo dice:

Ah per me può andare anche nessun problema.

Ma attenzione perché quest'anno c'è gente che sopporta meno il Genio. L'ambiente potrebbe diventare presto esplosivo.

 

6 minuti fa, uccellodirovo dice:

Incazzarsi e sclerare è un conto.

Prendersi offese personali è un altro. Anche se guadagni bene.

Ok però sulla Prealpa è definita come superficiale la lettura del caso Paek come allergia all'Artiglio.

Tu hai elementi diversi o è una tua deduzione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...