Jump to content

Pallacanestro Varese 2019/2020


Recommended Posts

18 minuti fa, Freskino dice:

Poi seconde me, l'ambientino non proprio disteso e rilassato che riesce a creare il nostro coach, non aiuta sicuramente a far rimanere i giocatori. Se poco poco hai un'offerta al pari di quello che siamo in grado di offrire noi, preferiscono altri lidi. E non credo che ci sia da biasimarli. 

Ma dai, mica hanno 15 anni.

Piuttosto mi domando come abbia valutato il sistema Esposito, sempre ce ne sia uno e come reagirebbe al non fare l'eurocup promessa

Link to post
Share on other sites
  • Replies 4.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

3 minuti fa, nic dice:

 

Piuttosto mi domando come abbia valutato il sistema Esposito, sempre ce ne sia uno e come reagirebbe al non fare l'eurocup promessa

A questo punto sono cavoli suoi comunque lascia una realtà che cerca soldi e motivazioni per fare una competizione europea per una che prova ad ottenere una wild card direi che sono approcci differenti e stimoli differenti

 

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Freskino dice:

Ma a questo punto, perso Cain ha senso cercare nello spot di 4 Vene? Con lo zio sicuramente sì, ma adesso forse non più!

E perchè? Vene rimane un ottimo giocatore x il nostro livello imho

Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Bluto dice:

Quindi è stato davvero superato il 50% sulla passata stagione? E va davvero via a parità di ingaggio??? Faccio fatica

L'Openjobmetis compie un passo lungo e ben disteso verso Tyler Cain. La società di piazza Monte Grappa ha rotto gli indugi ieri mattina, formulando una proposta di rinnovo quasi analoga alla richiesta inderogabile del centro statunitense. Questione di 10mila dollari di differenza tra la richiesta dell'atleta del 1988 e la terza offerta in un mese da parte di Varese, che sta duellando con Brescia – a sua volta tornata in corsa alzando la sua precedente proposta - nella per assicurarsi le prestazioni del centro del Minnesota. Cain sembrava molto vicino alla Germani dopo il rilancio del club del presidente Bragaglio, pareggiato però dall'area tecnica biancorossa che ora attende la decisione dell'atleta. Di sicuro si è trattato di uno sforzo importante per il team prealpino dopo il summit tra gli operatori di mercato biancorossi: non volendo rinunciare al pilastro del sistema difensivo di Attilio Caja, il club è andato incontro alle richieste di Cain arrivando al massimo delle sua possibilità economiche. Evidente la volontà di non disperdere il capitale di sicurezze garantite nelle ultime due stagioni da un giocatore di squadra come il lungo del 1988: ripartire da Cain e dal suo ruolo di uomo squadra dentro e fuori dal campo darebbe all'OJM un vantaggio importante nella messa a punto del nuovo roster. E pur di trattenere la sua pietra angolare, Varese è disposta ad andare incontro alle richieste di un atleta che ha trovato nel coach di Brescia Vincenzo Esposito un altro estimatore al pari di Attilio Caja. Al momento non c'è nessuna offerta dall'estero, ma solo una volata tra OJM e Germani: entrambi i sodalizi lombardi hanno messo le carte in tavola con Cain, ora toccherà al giocatore prendere una decisione. A sostanziale parità delle proposte, oggi come oggi la società del presidente Vittorelli parrebbe avere piccolo vantaggio sulla Germani, visto che per lasciare Varese il giocatore statunitense dovrà versare 10mila dollari di clausola rescissoria non previsti invece in caso di permanenza alla corte di Artiglio con un nuovo contratto. Il club biancorosso confida di aver fatto il massimo per provare a trattenere il suo centrone e nutre fiducia nell'esito positivo della trattativa; ora la palla è nelle mani del giocatore e dei suoi rappresentanti, attendendo entro le prossime 48 ore che Cain comunichi la sua scelta tra la conferma in maglia OJM o il trasferimento a Brescia. Una scelta che in un modo o nell'altro darà un indirizzo importante alle successive strategie di mercato: confermare il pivot titolare ad un ingaggio superiore rispetto alle ipotesi di inizio mercato costringerà Varese a risparmiare su altre situazioni (in primis il suo cambio italiano). In caso contrario ci sarà buon margine economico di manovra per l'eventuale alternativa, ma questo è uno scenario che il club biancorosso esplorerà soltanto obtorto collo. La volontà della società di assecondare le richieste economiche di Cain sono un segnale chiaro che la troika Bulgheroni, Conti e Caja non vuole prescindere da un giocatore il cui valore va al di là delle statistiche per tutta quella somma di piccole cose – aiuti difensivi, blocchi, intelligenza cestistica, senso della posizione a rimbalzo – che sono fondamentali nel creare una solida chimica di squadra. Per questo Varese ha rotto gli indugi e fatto la sua mossa nel momento in cui il centro statunitense era ad un passo da Brescia con una improvvisa accelerazione della trattativa con la controparte: lo sforzo biancorosso basterà a convincere Cain? Questione di giorni, forse di ore, e lo sapremo.

Giuseppe Sciascia

Link to post
Share on other sites
Adesso, Ponchiaz dice:

Giesse2 sai per caso se avessimo informato Cain dei progetti sul settore giovanile? 

Sarebbe strano se ne fosse andato nonostante quello eh.

Il figlio è troppo piccolo e mi pare di ricordare che il neonato fosse femmina. 

Link to post
Share on other sites

Sono convinto che al di là dei soldi ne abbia piene le palle di un gioco che di fatto lo esclude da ogni palla giocabile... e di questo già se ne parlava mesi fa. Non so se ha fatto bene o meno,solo il tempo lo potrà dire, comunque è  una scelta che personalmente non mi sento di criticare

Link to post
Share on other sites
46 minuti fa, Giesse2 dice:

Va bene che i giornali del giorno dopo sono buoni per incartare il pesce, e questo è di sabato. Però c'è una consecuzio, che diamine.

Grazie. 

Continuo ad essere estremamente perplesso, a questo punto a pensare male non si sbaglia in nessun caso. Perché se da una parte i miei retropensieri porterebbero dritto alle fiamme gialle, dall'altra c'è da chiedersi perché un uomo che starebbe bene a Varese se ne vada, se non per sopraggiunti motivi ambientali o professionali.

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, simon89 said:

Sottovaluti l'effetto Caja dopo due anni

E anche basta con sta storia di Caja. Cain le prime partite che ha fatto con Varese non era certo il giocatore che è adesso tanto più che la piazza chiedeva a gran voce la sua testa. Il miglioramento è stato evidente grazie al giocatore ma anche grazie a chi lo ha allenato. Vedremo se a Bs con Esposito (altro allenatore per me sopravvalutato) saprà fare altrettanto bene o.... se lo riavremo magari a Varese a metà stagione a metà prezzo...

Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Fran said:

L'ambientino non sarà rilassato, ma qui arrivano mediamente o sconosciuti o mezze pippe e vanno via 1 o 2 anni dopo, molto migliorati e in grado di pretendere molti più soldi dalla squadra successiva. E oltretutto dopo aver raggiunto risultati non disprezzabili.

 

2 hours ago, Freskino said:

Poi seconde me, l'ambientino non proprio disteso e rilassato che riesce a creare il nostro coach, non aiuta sicuramente a far rimanere i giocatori. Se poco poco hai un'offerta al pari di quello che siamo in grado di offrire noi, preferiscono altri lidi. E non credo che ci sia da biasimarli. 

Breve

Esperienza

Personale

Ho Partecipato ad un evento della società prima della partita Vs. Virtus decisiva per i PO. Non sono madrelingua ma parlo un discreto inglese. Confrontandomi con qualche giocatore (e non solo) vi era una strana aria. Stanca e rassegnata. Non si aveva voglia di vincere davvero quella partita. Più volte mi è stato detto "sarà molto dura" "siamo molto stanchi". 

La stanchezza non mi pareva fisica però. Sembrava proprio che più di uno ne avesse letteralmente piene le palle di qualcosa.

O di qualcuno.

Ripeto, impressioni personali sulla base delle risposte ricevute. Nessun riferimento a persone/cose.

Link to post
Share on other sites

Guardiamo il lato positivo ... +10K a badget.

 

Non fasciamoci la testa, il nostro mercato vero inizia tra un mese. quando chi ha i pippi ha già scelto.

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Comunque l'ultimo giocatore che mi è dispiaciuto perdere a Varese è stato Yelverton: una asinata di Rusconi che ha poi preso Seals, se la memoria mi aiuta.

Da quel momento in poi sono solo stato contento dell'arrivo di qualcuno che gradivo mantenendo un assoluto distacco da chi se ne è andato.

"Morto il re, via il re!" (o almeno lo spero).

Link to post
Share on other sites

Però non capisco perché uno dovrebbe preferire una squadra più debole che lotta per il nono posto quando va bene ad una dove ci sono tanti Pippi e si gioca per fare un buon playoff.

Chiaramente non è un discorso di palloni giocati più o meno perché a noi ed a Caja Zio Cain deve tutto, altro che poco servito.

Su

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...