Jump to content
Sign in to follow this  
Sir Zap

Falegnami - Varese

Recommended Posts

1 ora fa, uccellodirovo dice:

intervista di Conti pochi giorni fa, pare proprio di no.

SI VINCE COMUNQUE 😛 

noi schieriamo in tribuna l'infiltrato portafortuna dietro le linee nemiche, si vince facile :frantics:

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, joe dice:

Avessi un biglietto gratis anche io...

e comunque tu usi la scusa economica per nascondere il fatto che hai paura degli Eagles, cagasotto  :sad:

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, joe dice:

Avessi un biglietto gratis anche io...

stavolta mi hanno regalato un biglietto in parterre dietro a Nicolini :sick:, so che siete amiconi :hug:, gli porto il tuo saluto? :boxing[1]:

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minutes ago, fabioRE said:

stavolta mi hanno regalato un biglietto in parterre dietro a Nicolini :sick:, so che siete amiconi :hug:, gli porto il tuo saluto? :boxing[1]:

proprio quello qui???🤣🤣🤣🤣🤣
https://www.laprovinciadicomo.it/stories/Sport/271115_basket_giovane_tifoso_espulso_il_pap_denuncio_larbitro/

Edited by marisa

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, UNSELD dice:

Ha  la giacca scolorita?

Mmmmhh...messo male in arnese.

E' il papi che ha i danè, a lui le briciole o meglio i trucioli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto noi, come pre-tattica, continueremo a negare la presenza di Cervi così, quando lo vedremo riscaldarsi, se la faranno sotto non avendo preparato le adeguate contromisure...

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 hours ago, fabioRE said:

detto anche "il Re del Pianella"

 

nic01.jpg

famosa una sua frase su Fb*** all'arrivo del magnate russo.  "da qui in avanti vinceremo tanto che... ci stancheremo di vincere"
***pagina FB prontamente abbandonata e chiusa appena resosi conto che il suo sogno era pura utopia!
 

Edited by marisa

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, uccellodirovo said:

Quella giacca scolorita costerà quanto il mio intero armadio........

Vabbè, giacca "pisciata" o "vomitata"...

Forse va meglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, UNSELD dice:

Vabbè, giacca "pisciata" o "vomitata"...

Forse va meglio.

"sputata" forse è meglio....

visto che e(ra) uno dei suoi sport preferiti dietro ai rotori

Share this post


Link to post
Share on other sites

COACH CESARE PANCOTTO PRESENTA IL DERBY CON VARESE

Si è svolta oggi, presso la sala stampa della palestra “Toto Caimi” di Vighizzolo, la conferenza stampa pre partita di Acqua S.Bernardo Cantù-Openjobmetis Varese, incontro valido per la dodicesima giornata del campionato di Legabasket Serie A 2019-’20. A disposizione dei giornalisti coach Cesare Pancotto, capo allenatore biancoblù, che ha così presentato il derby in programma domenica 8 dicembre al “PalaBancoDesio” (palla a due alle ore 17:00).

 

Di seguito l’analisi del tecnico di Porto San Giorgio nel pre gara di Cantù-Varese:

 

«Parto dal presupposto che dovremo sia aggredire il momento che aggredire la partita. Il motto che avevo coniato qualche settimana fa, ovvero “aggredire per non essere aggrediti”, è adesso ancora più attuale e deve essere ancora più efficace in vista del match con Varese. Il derby da motivazione, durezza mentale e tensione positiva, capacità che la squadra deve saper trasformare in campo, così come tramutare sul parquet la passione dei tifosi. Tuttavia, la trasformazione non deve prevedere l’aspetto emotivo, che deve rimanere sugli spalti, ma portare la squadra a usare cuore e testa, al fine di giocare una partita di grande consistenza, senza pause. Senza pause nel senso che dobbiamo migliorare nei quattro quarti di gioco complessivi, dobbiamo costruire la nostra durezza prima ancora della palla a due e mantenerla per tutta la durata dell’incontro».

 

«Ritengo che Varese sia un’avversaria esperta nei punti chiave, con un quintetto di giocatori “campionato”, frase che cerco di spiegare così: i loro titolari sono giocatori che a ogni partita riescono a fare ciò che ci si aspetta da loro. Magari non cose eccezionali, straordinarie ma cose continuative nel tempo. A questo si aggiunge una panchina di grande consistenza. Una squadra allenata molto bene da coach Attilio Caja che, ormai, da quattro anni conosce tutto di Varese: dai ciottoli che ci sono lungo le strade della città alle poltroncine del palazzetto e tutto il resto. Questo può dare ancora più identità a una formazione e si vede che c’è grande conoscenza all’interno della squadra. Varese è un’avversaria che tira molto da tre, più da tre che da due, oltre a essere una squadra forte nei rimbalzi offensivi. È, infine, una formazione che può contare su ben sei giocatori in doppia cifra».

 

«Noi dobbiamo avere l’intensità e l’attenzione a ogni singolo aspetto sopracitato, non c’è né uno in particolare su cui abbiamo messo più enfasi, perché anche la nostra squadra ha delle caratteristiche: dalle poche palle perse alla propensione a rimbalzo nella metà campo offensiva, alle buone percentuali da due, i quarti positivi e altro. Perciò viviamo momento dopo momento, senza concentrarci su una situazione in particolare ma, piuttosto, sviluppando la partita».

 

«Aggiungo che un uomo, in questo caso una squadra, viene valutata quando si trova in difficoltà e per come riesce a uscirne. La società, la squadra e il sottoscritto hanno intenzione di dimostrare durezza mentale per uscire fuori da questa situazione. Vogliamo vivere il derby fino all’ultimo secondo, poi però c’è un campionato lungo da affrontare, non dimentichiamocelo». 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

quando li vidi, a settembre in precampionato a Parma, dopo cinque minuti mi rammaricai che sarebbero passati ben tre mesi prima dell'incontro di campionato, e che nel frattempo avrebbero potuto rifondare la squadra, dal gran che erano scandalosi :cry:

alla fine siamo riusciti a perderla, quella partita, in maniera indegna.....:doh[1]:

speriamo di vendicarci, ora che i due punti contano davvero

Share this post


Link to post
Share on other sites

“E allora, caro Pancotto, noi tireremo non solo da tre, ma da 2, da 4, da 5 e da 6....e magari pure da 7....eccheccazzo!!!! E anche noi dimostreremo durezza mentale e non solo, ma anche durezza di pisello e quant’altro!!!! E, all’alba di questo nuovo giorno, sentiremo profumo di napalm e quando gli storici futuri guarderanno al passato vedranno la nostra gloria imperitura...ecc.ecc.ecc.“
Oeh, tutti contro di noi lanciano proclami  e noi stiamo a sentire zitti, muti e compressi?😂😂😂mavafancala, va...

E mó lanciamoli anche noi.

I proclami.

Edited by UNSELD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...