Jump to content

Recommended Posts

7 ore fa, baloncesto dice:


Il Kit microfoni-auricolari per gli arbitri ha debuttato nell’ultimo di Serie A

Dal 17 gennaio, prima giornata del girone di ritorno del Campionato di Serie A maschile, tutte le terne arbitrali sono state dotate di un sistema di microfoni-auricolari che permetterà agli arbitri di comunicare in continuità fra di loro.

 

Gli avevamo messi in chiara difficoltà nella nostra ultima partita interna al momento di comunicarsi a gesti il probabile fallo antisportivo di Scola.

Adesso potranno fare tutto nella massima libertà senza aver timore di essere "sgamati" in diretta video 😉

 

:whistle:

cer_1199.jpg

Link to post
Share on other sites
  • Replies 1.3k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

9 ore fa, Sandrokan dice:

Fernando Marino finisce in castigo (sportal.it) un buon Marino che entra in campo e si fa inibire...

che ridere....

è già la seconda volta, la prima volta era stata commutata in multa

questa volta no, si fa la squalifica,solo che il prossimo turno Brindisi riposa, quindi, a meno che il 27 venga fissato il recupero con Varese, la sanzione praticamente non avrà nessun effetto pratico :doh[1]:

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites

lo metto qua anche se non è pertinente e sarebbe più da minors:

 

Categorie di preminente interesse nazionale. Nuovo aggiornamento della lista

18 Gennaio 2021

Alla luce dell’ultimo DPCM, la Federazione Italiana Pallacanestro comunica di aver inviato al CONI una nuova lista aggiornata delle categorie di preminente interesse nazionale.

Sono stati qualificati in tal modo tutti i Campionati Seniores e tutti i Campionati Giovanili di pallacanestro e di 3X3 di ogni ordine e grado con esclusione del Minibasket, che non può essere qualificato come di preminente interesse nazionale in quanto considerato attività non agonistica e quindi non soggetta a visita di idoneità medico sportiva.
Link to post
Share on other sites

si tratta della mossa necessaria a far ripartire tutto dalle giovanili in su tranne il minibasket.

Pur avendo un ragazzo che è a casa da mesi, non riesco a capire se sia la cosa giusta.

Il passo successivo sarà quello di predisporre i calendari dei vari campionati, con partite sempre e comunque a porte chiuse.

mah.......

Altre federazioni, tipo fipav, avevano percorso la strada già da mesi per garantire la possibilità degli allenamenti in palestra a partire dalle u13

con non poche polemiche anche tra i propri tesserati

Link to post
Share on other sites

anche io sono diretto interessato per prole: a me sta cosa che devi fare un campionato aumentando i rischi visto che incontri gente diversa, non va giù. In un momento che solo da forse ieri pare in miglioramento. Io li farei allenare individualmente per non perdere socialità, gruppo e forma fisica, ma niente di piu'. Gestione dei tamponi "fai da te" ancora piu' assurda, forse

Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, marisa dice:

a margine c'è un passaggio interessante:

 

I giocatori facenti parte di una società ritirata possono tesserarsi per una qualsiasi altra società entro il termine del 31 marzo, così come gli allenatori tesserati per una società che decide di ritirarsi dal campionato al quale avrebbe dovuto partecipare  possono tesserarsi, senza limite di tempo, per qualsiasi altra società.

 

certo qua si fa riferimento a campionati minori, però la frase evidenziata eventualmente potrebbe aprire uno spiraglio nel caso avessimo bisogno dei servigi di un certo signore che abitava a Roma :whistle:

Link to post
Share on other sites
47 minuti fa, nic dice:

81-83

...

valà che è andata di lusso

Poeta e Hommes alla fine sono riusciti ad orchestrare una rimessa peggiore della nostra contro Treviso, il che è tutto dire......

Link to post
Share on other sites
53 minuti fa, nic dice:

81-83

...

non ho visto la partita, solo l'ultimo minuto, guardando il tabellino non sembrano esserci particolari controprestazioni dell'AJ, le percentuali sono buone, nessun problema particolare di formazione, non mi capacito proprio di come Cremona sia potuta rimanere incollata fino al termine rischiando pure di vincere :sad:

Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, venti dice:

Poeta e Lee quanto saranno costati? Vero che il primo ha 36 anni e non futuribile però con un play dalla panchina cosi e un saltatore ci giocavamo i play-off 

Prima di pensare al play dalla panca penserei a quello in quintetto.

  • Like 1
  • Thanks 3
Link to post
Share on other sites

la federazione ha aggiornato il protocollo anti covid che devono seguire le squadre di serie A

ne metto in calce una copia integrale, così chi ha voglia di leggere, potrà farsi un'idea di tutti i cazzi, lazzi, frizzi che una società deve rispettare in questa stagione

Link to post
Share on other sites

Indicazioni generali per la pianificazione, organizzazione e gestione delle

gare di Pallacanestro professionistiche finalizzate al contenimento

dell’emergenza epidemiologia da COVID-19

 

Premessa

Il protocollo ha lo scopo di contenere al massimo il rischio di contagio

contemplando la necessità per le Squadre professionistiche di poter partecipare

al Campionato di LEGABASKET nella massima sicurezza possibile, in linea

con quanto previsto dalla nota del Dipartimento per lo Sport della

Presidenza del Consiglio dei Ministri del 29 settembre 2020/prot.n.8723,

allegata al presente protocollo.

 

Le Squadre potranno disporre a pieno organico di tutti i giocatori, compresi

quelli provenienti da paesi per i quali l’ingresso nel nostro paese preveda la quarantena.

Questi ultimi dovranno attenersi a quanto espressamente previsto dal DPCM 7

agosto 2020 per evitare il periodo di quarantena e ricongiungersi con il proprio

gruppo di lavoro.

La presenza di pubblico in occasione delle gare sarà regolamentata in base a

dispositivi di legge a carattere nazionale o regionale.

Per tutto quanto non espressamente riportato nel presente protocollo, si fa

riferimento alla normativa vigente.

 

INDICAZIONI MEDICHE GENERALI

Ai fini della corretta individuazione dei percorsi sanitari da mettere in pratica,

in caso di contatto con il virus, i soggetti vengono classificati in due gruppi:

Gruppo 1. Soggetti COVID19+ (positivi) accertati e guariti e soggetti che in

base ad una anamnesi medica strutturata abbiano avuto negli ultimi sei mesi

sintomi caratteristici e potenzialmente riferibili alla infezione da COVID19,

tra i quali, a titolo non esaustivo, temperatura corporea > 37,5 C, tosse, mal

di gola, rinite, astenia, dispnea, mialgie, diarrea, anosmia, ageusia.

Gruppo 2. Soggetti COVID19- (negativi) e soggetti asintomatici (non testati).

In questa categoria rientrano anche coloro che sono stati a contatto con soggetti

positivi (link epidemiologico familiare e ambientale positivo) ma sempre

rimasti asintomatici e non testati.

All’esito le casistiche che potranno essere riscontrate saranno le seguenti:

A) Se positivi alla sierologia e negativi al tampone sono verosimilmente

soggetti che hanno contratto la malattia COVID19, che sono guariti e che

pertanto verranno sottoposti agli accertamenti del Gruppo 1.

B) Se negativi alla sierologia e negativi al tampone sono verosimilmente

soggetti che non hanno mai contratto la malattia COVID19 e rientrano nel

Gruppo 2.

C) Se positivi al tampone (indipendentemente dalla sierologia) sono soggetti

potenzialmente COVID19 infetti e seguiranno le procedure previste dalle

Autorità competenti.

NB: a ulteriore specificazione - Se il risultato è positivo per IgG e negativo

per IgM (con Tampone negativo) vuol dire che hanno contratto il virus in tempi

remoti e hanno anticorpi. Quindi possono riprendere, ma devono rientrare nel

gruppo 1. Se sono IgM positivi, devono sottoporsi a un nuovo test per l'RNA

virale (il tampone, o, altro test rapido validato). IGM positivi hanno alte

probabilità di non essere più infettanti (le IgM si trovano però anche alla fine

del periodo infettante in soggetti asintomatici). Se IgG e IgM negativi rientrano

nel Gruppo 2.

PROCEDURE MEDICHE SPECIFICHE

Per le squadre

Si ricorda che tutti gli Atleti devono essere in possesso della certificazione di

idoneità agonistica (D.M. 18/02/82) in corso di validità e che devono essere

ottemperati gli accertamenti di cui alla legge 23/03/81 n.91.

Tutti gli operatori sportivi che compongono i TEAM si sottoporranno

entro e non oltre le 48 ore antecedenti ciascuna gara di campionato al test

molecolare del tampone rino-faringeo, per accertare eventuali positività.

I medici a seguito dei Team, si scambieranno una certificazione

sottoscritta che attesti la negatività del tampone molecolare eseguito.

Il presente protocollo potrà essere aggiornato sulla base dell’andamento

epidemiologico e di eventuali evoluzioni dei metodi di accertamento

validati.

Gli atleti che hanno contratto la malattia COVID19 saranno sottoposti agli

esami previsti per l’idoneità sportiva (ECG max, ECO cardio, spirometria,

esami ematici), anche nel caso di certificato ancora in corso di validità.

A giudizio del Medico Sociale, gli atleti con pregressa diagnosi accertata di

COVID19 o con esami positivi potranno essere sottoposti ad ulteriori

accertamenti per meglio definire le eventuali sequele della malattia. Oltre a

questi esami sarà necessario valutare l’opportunità di eseguire Rx torace in due

proiezioni, TAC torace, Spirometria con DLCO, esami ematochimici specifici

(pattern anticorpale, IL-6, parametri della coagulazione, Vitamina D, ecc).

I soggetti Covid+ (gruppo 1) dovranno osservare un periodo individuale di

graduale ripresa nei successivi 15 gg prima di iniziare gradualmente gli

allenamenti e sotto l’attento controllo del Medico Sociale, che a suo giudizio

potrà ampliare test ed esami. Per la ripresa delle attività sarà richiesto un nulla

osta infettivologico od un certificato di avvenuta guarigione rilasciato dalle

autorità sanitarie competenti.

I soggetti Covid - (gruppo 2) dovranno sostenere i seguenti esami:

Test da sforzo massimale;

Ecocardiogramma color doppler;

Esame Spirometria Completo (FVC, VC, MVV);

Esami ematochimici*

*Esami ematochimici: Emocromo, ALT/AST, Gamma GT,

Creatininemia, CPK isotipi, Troponina, LDH, PT/PTT, INR,

Elettroforesi proteica, Ddimero, PCR, Ferritina, Esame urine completo.

Procedura pre gara

a) Se all’esito del tampone molecolare (test RT-PCR), da svolgersi entro e

non oltre le 48 ore antecedenti ciascuna gara di campionato, i componenti

del TEAM sono tutti negativi al COVID 19, il TEAM può proseguire

l’attività sportiva e prendere parte alla gara.

b) Se uno o più componenti di un Team dovessero essere positivi al COVID

all’esito del tampone molecolare (test RT-PCR) effettuato entro e non

oltre le 48 ore antecedenti la gara, saranno allontanati dalla squadra,

verranno isolati e seguiranno il percorso previsto dalle autorità

competenti. Tutti gli altri componenti il team saranno sottoposti ad un

ulteriore tampone molecolare (test RT-PCR).

Qualora non fosse possibile eseguire il secondo tampone molecolare (test RTPCR)

ed averne gli esiti prima della gara, il Club deve comunque assicurare la

negatività dei propri tesserati, attraverso l’esito dei referti di un cd. “tampone

rapido” (tampone naso faringeo con ricerca di antigeni). In tal caso, il secondo

tampone molecolare (test RT-PCR) dovrà essere eseguito dal TEAM il prima

possibile e comunque non oltre le 24 ore successive alla gara.

Solamente i componenti del TEAM risultati negativi al primo tampone

molecolare (test RT-PCR) + al secondo tampone molecolare (test RT-PCR) o,

in alternativa, al cd. “tampone rapido”, potranno prendere parte alla gara.

Per la regolare disputa della gara si fa riferimento alle disposizioni contenute

nel Comunicato Ufficiale FIP n.241 del 24 settembre 2020, Presidenza n.22,

Delibera n.31/2020, che si allega al presente protocollo.

Tutti i TEAM dovranno osservare l’obbligo di avere sempre il medico al

seguito anche in occasione delle trasferte.

Per Arbitri, Ufficiali di Campo ed Osservatori degli Arbitri

Gli Arbitri saranno tenuti ad eseguire con la medesima frequenza il test

molecolare del tampone rinofaringeo, come previsto per i TEAM.

In occasione di ciascuna gara dovranno produrre autocertificazione (allegato

1), da consegnare al Delegato alla Gestione dell’Evento (DGE), nella quale si

dichiara di aver effettuato il tampone nelle 48 ore precedenti con esito

negativo.

Gli Arbitri che rientrano nel gruppo 1 (COVID+) anche se in possesso di

certificato di idoneità agonistica in corso di validità, devono comunque

sottoporsi a nuova visita per l’idoneità agonistica eseguendo gli esami di

seguito riportati:

Test da sforzo massimale e saturazione O2 a riposo, durante e dopo lo

sforzo.

Ecocardiogramma color doppler

ECG Holter 24hr. Inclusivo di una seduta di allenamento o di sforzo

Esame Spirometria Completo (FVC, VC, MVV)

Esami ematochimici* e tutti gli altri accertamenti ritenuti necessari dal

medico visitatore.

*Esami ematochimici: Emocromo, ALT/AST, Gamma GT, Creatininemia,

CPK isotipi, Troponina, LDH, PT/PTT, INR, Elettroforesi proteica, D-dimero,

PCR, Ferritina, Esame urine completo.

Per la ripresa delle attività sarà richiesto un nulla osta infettivologico od un

certificato di avvenuta guarigione rilasciato dalle autorità sanitarie competenti.

I soggetti Covid+ dovranno osservare un periodo individuale di graduale

ripresa nei successivi 15 gg sotto il controllo del medico di fiducia, che a suo

giudizio potrà ampliare test ed esami.

Ufficiali di campo ed Osservatori degli Arbitri dovranno consegnare prima di

ciascuna gara al DGE l’autocertificazione/automonitoraggio (allegato 2).

Il contatto stretto (stessa abitazione, stringere la mano, contatto diretto con

secrezioni, contatto faccia a faccia oppure con presenza in ambiente chiuso per

più di 15 minuti ad una distanza inferiore a 2 metri, assistenza sanitaria in

assenza di dispositivi di protezione etc.) avvenuto negli ultimi 14 giorni con

un caso confermato di COVID 19 non consente la partecipazione alla gara ed

ingenera obbligo di comunicazione al CIA Nazionale.

Gli arbitri, gli ufficiali di campo e gli Osservatori degli Arbitri che dovessero

contrarre il COVID 19 dovranno immediatamente auto isolarsi, avvisare

immediatamente il C.I.A. e rivolgersi al proprio medico curante per seguire le

procedure previste.

E' fortemente consigliato per tutti i partecipanti ai campionati l'uso dell'APP

IMMUNI”.

 

NORME IGIENICHE DI CARATTERE GENERALE

All'interno dell’impianto saranno individuate:

l'area tecnica (incluso campo gara);

l'area media;

l'area ufficiali di campo.

Il numero massimo di persone ammesse nel palazzo è di 130 unità.

Il Gruppo Squadra della società ospite non deve in ogni caso superare le 30

unità.

Il numero massimo di persone ammesse potrà subire variazioni solamente per

specifiche indicazioni provenienti dalle Autorità di Sicurezza per le specifiche

competenze (es. Forze dell’Ordine; presidi Medico-Sanitari; Vigili del Fuoco;

steward) e per comprovate esigenze regolamentari legate allo svolgimento

della gara (antidoping, Osservatori degli arbitri, Commissari etc.).

All'arrivo all’impianto, la squadra ospite, è accolta dal Delegato alla Gestione

dell’Evento (DGE) della Squadra ospitante che consegnerà al rappresentante

della Squadra ospite la certificazione dell’avvenuta sanificazione di tutti i

locali ad uso della stessa Squadra ospite. Tutti i componenti la squadra ospite

accederanno nella zona spogliatoio indossando la mascherina.

Il Medico Sociale di ciascuna Squadra consegnerà all’omologo della Squadra

avversaria la certificazione del rispetto da parte di tutto il Team delle

prescrizioni sanitarie relative agli accertamenti Covid-19 (di non essere

Covid+ e di non avere avuto contatti, per quanto di loro conoscenza, con

persone Covid+ negli ultimi 14 giorni) previsti dai protocolli vigenti e dalle

normative legislative. La certificazione sarà rilasciata in forma cumulativa

sulla base delle informazioni in possesso del Medico Sociale; non sarà

necessario produrre singolarmente le certificazioni, che saranno tenute dal

medesimo per ciascun TEAM, anche in osservanza della vigente normativa in

materia di privacy.

Saranno introdotte specifiche disposizioni regolamentari, che introdurranno

sanzioni in mancanza della produzione delle certificazioni richieste.

All'arrivo all’impianto andrà riservato ai TEAM un tragitto dedicato per

accedere alle aree sensibili; tutti i componenti dovranno indossare la

mascherina. Dovrà essere prodotta una lista nominativa dei componenti con i

relativi contatti per la tracciabilità in caso di eventi successivi di insorta

positività. Dovrà essere prodotta in generale, oltre alla lista dei componenti la

Squadra Ospite, una lista di tutte le persone presenti alla competizione. Il DGE

si occuperà della gestione delle liste come sopra, avendo cura di conservarle

attenendosi con scrupolo alla vigente normativa in materia di privacy.

Tutte le persone che non appartengono al Team, inclusi gli UDC e gli

Osservatori degli Arbitri all’arrivo all’impianto dovranno:

- Effettuare controllo della temperatura (termoscanner a distanza) e saturimetro

(da disinfettarsi ogni volta) all’ingresso dell’impianto sportivo con personale

dedicato (dotato degli opportuni DPI) ed adottare procedure di isolamento in

due distinti locali in caso di rilevazione di temperatura corporea (> 37,5 °C). Il

soggetto individuato con TC > 37,5 °C dovrà fare immediato ritorno al proprio

domicilio, ove verrà seguito in ottemperanza alle linee guida del Ministero

della Salute.

- Produrre autocertificazione che attesti di non avere sintomi Covid-19 (tra i

quali, a titolo non esaustivo, temperatura corporea > 37,5 °C, tosse, astenia,

dispnea, mialgie, diarrea, anosmia, ageusia) e di non essere stato in contatto

stretto, negli ultimi 14 giorni, con caso confermato di COVID 19, da

consegnare al DGE.

Come indicato, qualora un individuo manifestasse sintomatologia da Covid-19

verrà immediatamente allontanato. Si rimarca l’importanza

dell’identificazione del soggetto per le dovute segnalazioni alle autorità

sanitarie. L’organizzatore dell’evento si metterà a disposizione dell’autorità

sanitaria competente (118) al fine di fornire tutte le informazioni necessarie in

relazione alla situazione.

Sarà altresì necessario delineare le esigenze di permanenza per ogni gruppo di

operatori presenti, avendo cura di analizzare la criticità dei luoghi e

l’organizzazione spazio temporale degli accessi e delle attività, volte e

minimizzare i rischi. Potrà essere altresì utile individuare un orario preciso ed

un varco dedicato ad ogni gruppo al fine di ridurre gli assembramenti in

ingresso.

La Società ospitante provvede alla revisione della documentazione Covid-19

attraverso il DGE il quale dovrà:

controllare l’accesso all’impianto di tutto il personale e fornire

informazioni sulle misure e norme igieniche;

verificare costantemente lo stato di salute (interviste, misurazione della

temperatura, ecc) di tutti coloro che sono coinvolti nelle attività

organizzative e nella produzione televisiva;

monitorare le misure igieniche di base (igiene delle mani, igiene per tosse

e starnuti, distanza di sicurezza, ecc.) e controllare le norme igieniche in

loco durante l'intero periodo di organizzazione dell’evento;

intervenire in caso di violazioni delle norme da parte di un soggetto in

loco;

definire i DPI necessari per tutto il personale che opererà direttamente

per la Società ospitante (tipologia di mascherina, distributore gel

disinfettante, eventuali visiere, eventuali guanti, ecc);

definire quali ambienti dovranno essere sanificati e quali solamente

igienizzati, anche in relazione ai dispositivi normativi ed i regolamenti

regionali.

Il personale impegnato in occasione dello svolgimento delle gare dovrà essere

autorizzato da parte dell’organizzatore (Società ospitante), il quale avrà cura

di rilasciare un apposito accredito indicante le zone di accesso consentite.

Il personale ammesso allo svolgimento di attività in occasione delle gare dovrà

essere dotato di dispositivi di prevenzione e protezione secondo quanto

stabilito dalle indicazioni delle Autorità competenti e, ad ogni modo, dovrà

indossare dispositivi di protezione conformi alle specifiche funzioni richieste,

nonché avere a disposizione distributori per gel igienizzante.

ORGANIZZAZIONE DEL TEAM IN TRASFERTA

Il numero di partecipanti alla trasferta dovrà essere contingentato il più

possibile, nel rispetto dei numeri totali previsti nel precedente paragrafo (30

unità).

Soggiorno in hotel prima della gara

Nell’hotel eventuale sede del ritiro per le gare si dovrà osservare l’obbligo di

DPI nelle aree comuni.

Per tutte le persone che presteranno attività lavorative durante il soggiorno in

hotel del Gruppo Squadra sarà obbligatoria l’Autocertificazione che attesti di

non aver avuto sintomi Covid-19 (tra i quali, a titolo non esaustivo,

temperatura corporea > 37,5 °C, tosse, astenia, dispnea, mialgie, diarrea,

anosmia, ageusia) nei precedenti 14 giorni e di non essere stato in contatto

diretto, negli ultimi 14 giorni, con persona che abbia manifestato sintomi

Covid-19 (tra i quali, a titolo non esaustivo, temperatura corporea > 37,5 °C,

tosse, astenia, dispnea, mialgie, diarrea, anosmia, ageusia).

Sarà opportuno privilegiare l’utilizzo delle scale rispetto all’ascensore (che in

caso di utilizzo deve prevedere di essere usato da una persona per volta dotata

di DPI, con dispositivi di protezione per i pulsanti).

Prevedere possibilmente camere ubicate nella stessa zona o piano dell’hotel.

Riservare una zona della sala ristorazione ad uso esclusivo; sistemazione al

tavolo con rispetto della distanza di almeno un metro.

Prevedere un sistema di distribuzione individuale del cibo senza

assembramenti e contatti con il personale della cucina e dell’hotel.

Giorno della gara

All’arrivo nell’impianto sportivo bisognerà rendere disponibili tutti i locali

presenti nella struttura per consentirne un utilizzo distanziato da parte del

TEAM.

Differenziare il più possibile l’uso temporale dei locali da parte del TEAM, per

evitare un assembramento eccessivo.

Spogliatoio Arbitri: dopo la sanificazione, l’ingresso sarà consentito solo agli

arbitri designati per la gara ed agli Osservatori degli Arbitri.

Sono vietate le riprese televisive all’interno degli spogliatoi igienizzati.

Arrivo delle Squadre, degli Arbitri e degli Osservatori degli Arbitri :

Utilizzo di mezzi di trasporto differenti da parte dei TEAM.

Arrivo all’impianto sportivo in momenti differenti. (es. Arbitri 18,45h ;

Squadra Ospite 18,50h ; Squadra di casa 18,55h ed in aree separate laddove

possibile).

Implementazione di percorsi differenziati e distinti per l’accesso negli

spogliatoi e per garantire ampia separazione tra le persone autorizzate

all’accesso nella zona.

Ingresso in campo delle Squadre, degli Arbitri degli UDC :

Nessun accompagnamento da parte di bambini

Nessuna mascotte

Nessuna foto di squadra

Nessuna cerimonia pre-gara con altre persone

Nessuna stretta di mano.

Sarà prevista una apposita modalità di schieramento delle Squadre che

consenta il distanziamento.

Panchine:

Il lato delle panchine deve rimanere ad uso esclusivo del TEAM ad eccezioni

dei Delegati FMSI, solo ed esclusivamente per comunicazione alla panchina

dei nomi dei tesserati sorteggiati per il controllo antidoping.

Il personale medico e paramedico in servizio di assistenza alla gara dovrà

posizionarsi sul lato corto opposto alle panchine.

La rimodulazione delle panchine dovrà prevedere la distribuzione alternata dei

componenti (mantenere un posto vuoto tra un sedile occupato e l’altro),

disponendo gli occupanti su due file mantenendo le distanze di sicurezza.

Ulteriore opzione l’espansione della panchina in tribuna (se c'è accesso diretto

al campo) o sedie/panchine aggiuntive per espandere le panchine normali.

All’intervallo della semi-gara sarà necessario separare l’accesso delle

Squadre/Arbitri al rientro negli spogliatoi, analogamente al pre-gara (eventuale

intervista con distanza tra giornalista e giocatore di almeno 1,5 mt e con

microfono cd “boom”).

Al termine della gara e per l’uscita dal campo di gioco sarà parimenti

necessario separare il deflusso delle Squadre/Arbitri al rientro negli spogliatoi.

Non potranno essere consumati alimenti durante la gara.

Tavolo Ufficiali di Campo

Tutte le persone presenti al tavolo dovranno osservare il distanziamento di

almeno un metro; dovranno essere disponibili prodotti igienizzanti per

l’utilizzo in sicurezza dei dispositivi elettronici connessi allo svolgimento della

gara. Qualora lo spazio a disposizione non consentisse un adeguato

distanziamento, si potrà prevedere l’aggiunta di un tavolo.

Attività post-gara

Eventuale intervista super flash al tesserato da prevedere sul terreno di gioco

(con le distanze tra giornalista e tesserato di almeno 1,5 m con microfono cd

“boom”).

La Working Area per la stampa e la Mixed Zone rimangono chiuse.

Conferenza stampa prodotta e distribuita televisivamente/in streaming:

raccolta delle domande tramite Whatsapp/Skype e sottoposte all’allenatore da

ufficio stampa/delegato/hostess.

Riduzione delle postazioni e del numero di interviste in base alle misure

igieniche obbligatorie.

Antidoping

Nel caso di controllo antidoping, dovranno essere previste due sale distinte per

separare i giocatori sorteggiati, con percorsi di accesso separati.

Adesione alle procedure FMSI, già trasmesse all’Organizzazione Nazionale

Anti-Doping (NADO Italia) e alla Sezione Vigilanza e controllo doping e

tutela salute nelle attività sportive del Ministero della Salute (SVD), per quanto

attiene l’espletamento in conformità alle Linee Guida Covid-19 della Autorità

Mondiale Anti-Doping (WADA) dell’attività antidoping effettuata dai propri

funzionari responsabili dei controlli antidoping (DCO) e funzionari addetti ai

prelievi ematici (BCO).

Prevedere una stanza di isolamento.

Ripartenza Squadra, Arbitri, ufficiali di campo ed Osservatori degli

Arbitri

Separare lo spazio temporale delle attività di uscita dall’impianto sportivo con

percorsi dedicati.

REQUISITI IGIENICI DI CARATTERE GENERALE

A tutte le persone coinvolte nel giorno gara al palazzetto devono essere forniti

chiarimenti in merito alle misure igieniche di base da adottarsi sulla base delle

linee guida degli esperti medici (disinfettante per le mani, igiene per tosse e

starnuti, distanza di sicurezza, ecc.).

Va ridotta al minimo la durata della permanenza negli spogliatoi e nei luoghi

di lavoro all’interno dell’impianto sportivo prima e dopo la gara. Al Team e al

Personale extra Team vanno date informazioni sulla definizione dei “sintomi

del contagio”, con apposita e sintetica cartellonistica.

Il disinfettante per le mani va posizionato all’ingresso e all’interno di ogni

stanza.

Prima dell’ingresso delle squadre e degli arbitri deve essere effettuata la

igienizzazione delle aree interessate e delle superfici.

Le porte, quando e ove possibile, devono rimanere aperte e, ove possibile, si

deve evitare il contatto con le maniglie.

Sono ammesse soltanto bottiglie da bere personalizzate (non condivise).

Le aree comuni (spogliatoio, doccia) devono essere utilizzate solo in piccoli

gruppi e con garanzia di distanza minima di 2 metri.

È raccomandato l'uso di docce singole (per escludere il vapore acqueo come

possibile mezzo di contagio per altre persone) e/o va considerata la possibilità

di fare la doccia a casa o in hotel.

L’area vasche idromassaggio/benessere deve essere tenuta chiusa e, se

possibile, svuotata dell’acqua.

L’utilizzo dei macchinari per il fitness è consentito previa igienizzazione degli

attrezzi.

Lo staff medico della Società deve lavorare con mascherine facciali,

disinfettanti per le mani ed è responsabile dell'igiene nei locali medici.

I lettini per i massaggi e i trattamenti a fini terapeutici dei giocatori devono

essere adeguatamente distanziati. Se possibile, vanno utilizzate stanze

separate.

Va fatto un uso contenuto di attrezzature mediche come ultrasuoni, terapia ad

onde d'urto, ecc. che, in ogni caso, devono essere utilizzate solo disinfettandole

prima e dopo l'uso.

Le persone a contatto con più giocatori devono osservare in maniera

particolarmente scrupolosa le misure igieniche e di protezione.

Nel complesso, occorre fare in modo che nel Team siano presenti solo le

persone dello staff strettamente indispensabili per la partita. Sono da evitare

conversazioni in privato, in quanto stimolano la riduzione della distanza in

contrasto con i requisiti di distanza minima.

Le conversazioni assolutamente indispensabili dovrebbero essere tenute in

piccoli gruppi, brevi e con la massima distanza di conversazione, quando

possibile.

Non devono essere toccati i pulsanti dell'ascensore, le ringhiere o le maniglie

delle porte con le mani (in alternativa servirsi, per quanto possibile, dei gomiti).

La mascherina è in generale obbligatoria dopo l'ingresso all’impianto sportivo

e in tutte le aree, escluso nel campo di gioco. Va prestata attenzione alla

corretta modalità di applicazione e rimozione dei dispositivi, nonché

all'utilizzo degli stessi (bocca e naso completamente coperti).

La disinfezione delle mani va effettuata, in generale, prima e dopo ogni utilizzo

delle attrezzature ordinarie. Il disinfettante per le mani deve essere applicato

sulle mani asciutte e non dovrebbe essere lavato via con acqua.

Lo svolgimento di riunioni tra i soggetti coinvolti nelle attività organizzative,

così come nella produzione televisiva, è soggetto alle attuali norme igieniche,

specialmente alle norme sulla distanza minima. Le comunicazioni dovrebbero

avvenire il più possibile con metodi di comunicazione derivanti dalla

tecnologia a disposizione sul proprio dispositivo cellulare.

Le norme sulla distanza minima devono essere seguite tassativamente nelle

aree interne ed esterne dell’impianto sportivo, evitando di intrattenere

conversazioni non necessarie.

Nelle diverse zone di svolgimento delle attività dovranno essere installate

apposite e visibili comunicazioni e pannelli informativi che richiamino le

misure organizzative e le procedure igienico sanitarie; dovrà essere altresì

visibile il codice di condotta che deve essere seguito.

REQUISITI PRODUZIONE TELEVISIVA

Gli aspetti che riguardano la produzione e le riprese televisive rivestono una

particolare rilevanza nella pianificazione, organizzazione e gestione delle

attività, anche considerando le necessità logistiche di movimentazione del

personale e delle strutture.

L’impiego degli operatori delle produzioni dovrà seguire le medesime

indicazioni previste per gli altri soggetti.

Dovranno al riguardo essere soddisfatti i criteri di autorizzazione e

accreditamento del personale, di disponibilità alle procedure di controlli

sanitari all’accesso, secondo quanto previsto.

Ad ogni modo, la responsabilità dell’accertamento preventivo dei requisiti del

personale sopra indicato ammesso nella struttura ricade in capo all’azienda di

riferimento del lavoratore.

Fatto salvo il numero totale massimo di persone autorizzate all’accesso

all’impianto, il numero effettivo di addetti ai lavori della categoria in questione

dovrà essere valutato a cura della Società ospitante.

È ad ogni modo raccomandato l’impiego del personale minimo strettamente

necessario e la delocalizzazione di attività gestibili da remoto.

L'obiettivo primario è quello di proteggere ogni singolo operatore

collaboratore e di ottenere la più completa separazione possibile della

produzione televisiva dalla parte sportiva.

La massima protezione può essere ottenuta solo attraverso un'igiene coerente,

un senso di responsabilità e una riduzione al minimo delle sovrapposizioni

temporali o della vicinanza spaziale. Le misure di igiene individuale sono le

attività più importanti per la protezione.

Tutte le persone che lavorano in loco devono accettare e rispettare le norme

igieniche e sottoporsi ai controlli sanitari necessari, nonché avere piena

consapevolezza delle regole di condotta in materia di igiene secondo le

raccomandazioni dell'ISS e del Ministero della Salute.

Tutto il personale necessario per le operazioni di gara nell’impianto sportivo

dovrà essere informato circa il rispetto delle misure igieniche di base

(disinfezione delle mani, utilizzo della mascherina, igiene per tosse e starnuti,

distanziamento, ecc) secondo le specifiche del responsabile dell'igiene della

Società ospitante in coordinamento col DGE.

Infine resta inteso che, sulla base dei dati epidemiologici aggiornati e delle

nuove acquisizioni scientifiche, in accordo con le Autorità Sanitarie e

Governative, la definizione (tipologia dei test) e la periodicità degli

accertamenti durante le gare potranno subire variazioni rispetto a quanto

attualmente in vigore.

Ciò anche per tenere conto delle opportune indicazioni del Comitato Tecnico

Scientifico in merito alla necessità che l’approvvigionamento dei test

molecolari per i Team e gli altri soggetti eventualmente interessati non debba

“minimamente impattare sulla disponibilità del reagentario da dedicarsi in

maniera assoluta ai bisogni sanitari del paese”

Link to post
Share on other sites
12 minutes ago, baloncesto said:

Trento continua la striscia negativa....

che abbia ragione Fabio nel dire che potrebbe essere una delle (poche) candidate a prendere il ns (ultimo) posto ?

Speriamo, anche perché, di contro, Brescia espugna Bologna e fa un bel passo avanti nel discorso salvezza. 

Link to post
Share on other sites

Intanto 💩oss mette dentro il tiro del sorpasso a 3" dalla fine

poi 💩dosic ahh ehh ihh ohh uhh perde il pallone sull'ultima rimessa

 

e Brescia fa l'impresa

nemmeno tanto perche è già la sesta che Castelmaggiore perde in casa

i prossimi al Palafiera saremo noi, chissà.....

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, fabioRE dice:

poi 💩dosic ahh ehh ihh ohh uhh perde il pallone sull'ultima rimessa

io vorrei che qualcuno mi spiegasse come mai tutti i telecronisti, ma proprio tutti, quando ci sono azioni positive del Forever MVP guaiscono come se stessero avendo un rapporto sessuale con Claudia Schiffer, mentre quando fa le cazzate spaventose non dicono nulla tanto che non sembra nemmeno che siano lì a commentare la partita

questo s'è fatto dare il pallone per vincere l'incontro e l'ha scalciato come nemmeno il peggior scarpone difensore della Sambenedettese

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...