Jump to content

SHARKS-WHIRLPOOL 64-62:cronaca...


RIKO
 Share

Recommended Posts

ROSETO - WHIRLPOOL 64-62

Armstrong e Diamantopoulos le spine; Busca, Malaventura, Martinez, Casoli e Payne le rose del Roseto. Tifosi fortitudini in missione speciale portafortuna.

(23/10/2005 23.10.29)

ROSETO SHARKS: Grillo, Busca 12, La Selva, Malaventura 15, Diamantopoulos 6, Casoli 7, Babalola, Chiavazzo n.e., Payne 3, Martinez 13, Armstrong 8. – Coach: Martelossi.

WHIRLPOOL VARESE: Garnett 13, Farabello 3, Hafnar 10, Howell 7, Albano 9, De Pol 4, Allegretti, Collins 10, Fernandez 6, Genovese n.e.. – Coach: Magnano.

Arbitri: Facchini, Paternicò, Crescenti.

Parziali: 18-23; 19-14 (37-37); 16-19 (53-56); 11-6 (64-62).

Spettatori e incasso non comunicati.

Usciti per 5 falli: Casoli del Roseto.

Tiri da 2 punti: Roseto 16/37 (43%); Varese 19/30 (63%).

Tiri da 3 punti: Roseto 8/26 (31%), Varese 5/27 (19%).

Tiri liberi: Roseto 7/13 (54%), Varese 9/11 (82%).

Rimbalzi: Roseto 40 (27+13), Varese 37 (30+7).

Valutazione complessiva: Roseto 71, Varese 78.

Roseto torna operaia e tutto cuore e gli Squali si mangiano, all’ultimo boccone, una Varese sciupona e imprecisa (19% da 3 punti), che ha sbagliato con De Pol la tripla della vittoria.

Dove nulla ha potuto il talento degli evanescenti Diamantopoulos e Armstrong (14 punti e 5 di valutazione in due!) sono arrivati l’immenso cuore e i grandi attributi della parte operaia della squadra. Busca, Malaventura, Martinez, Casoli e persino Payne, che ha dimostrato di poter essere utile una volta smammato giamburrasca Collins: questi i 5 metalmeccanici della palla a spicchi che, per non avere rimorsi, hanno morso fino all’ultimo, fino a quando Roseto non ha portato a casa 2 importantissimi punti.

In attesa del fioretto, una solida scimitarra vale dunque la vittoria.

Alla palla contesa, gli Sharks partono con Busca, Armstrong, Diamantopoulos, Casoli e Martinez. Varese risponde con Collins, Garnett, Hafnar, Albano e Howell.

Nel primo quarto, Varese prende in mano le redini della gara e manda 6 giocatori a referto, Roseto è tutta nella determinazione di Busca, Casoli e Martinez. Al 10° minuto, gli ospiti conducono 18-23.

Nella seconda frazione, Malaventura aggiusta la mira, Busca è chirurgico con due triple e Payne dimostra di non essere poi tanto scarso. Roseto, dopo essere scivolata sul 22-30 del 15° minuto, va a bere il tè del riposo sul 37-37, firmando un break di 12-2 e coprendosi con una zona che Varese attacca con la mira sbilenca.

Al rientro dagli spogliatoi, Varese continua ad avere l’iniziativa e Roseto ad inseguire. Gli ospiti strappano con un 7-0 prima e con un 8-0 poi, ma Roseto ricuce pazientemente con Malaventura, Martinez e l’unico piccolo sussulto di Armstrong. Al 30° minuto Roseto insegue 53-56.

L’ultimo quarto si apre con una tripla di Malaventura che impatta. Roseto difende a zona 3-2 e Varese continua a sparacchiare da oltre l’arco virile (0/6 nell’ultimo quarto). Buon per i padroni di casa, che trovano il pareggio a 4,51 (59-59) con una tripla impossibile di Martinez da oltre 7 metri. Casoli esce per falli sul 61-59, ma gli Sharks tengono durissimo e, nel bel mezzo della sagra degli errori da ambo le parti, riescono a conservare quel pizzico di lucidità in più in grado di decidere l’incontro. Sul 63-62 per Roseto, De Pol ha il tempo di prendere la mira, ma la sua tripla va fuori bersaglio e Busca, che arpiona il rimbalzo difensivo, chiude dalla lunetta (1/2) sul 64-62 a tempo scaduto.

Il PalaMaggetti è in festa ed esultano due portafortuna speciali: Giovanni, nonno rosetano, accorso a sostenere la squadra carico delle sue 84 primavere e i 6 ultras della Fossa della Fortitudo Bologna che, risalendo da Napoli, hanno voluto dare una mano tifando Roseto in Curva Nord, insieme ai loro amici gemellati rosetani.

Luca Maggitti

Fonte: Roseto.com

Edited by RIKO
Link to comment
Share on other sites

Hanno portato la sfiga da perdenti che si ritrovano fino in abruzzo!

(...)

39532[/snapback]

Magari l'avessero fatto: così almeno avrebbe vinto Varese :D

Invece sono venuti con uno scopo e l'hanno raggiunto.

Bye,

Mau

PS XCmq Va ha perso di 2 giocando da schifo: se Magnano è quell'allenatore che sembra farà tesoro di queste situazioni.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...