Jump to content

E bravo il poz!


rob
 Share

Recommended Posts

Due punti all'intervallo, 23 alla fine (in 23'49" sul campo, aggiungendo 5 rimbalzi, 3 assist, ma noi ne abbiamo contati almeno il doppio, e 2 recuperi). Gianmarco Pozzecco, maglia numero 10, chiama l'applauso del pubblico e l'ottiene, perche` e` l'uomo che ha girato la partita, la prima in casa dopo il 3-0 in Superlega russa che pero` il Khimki ha ottenuto tutto in trasferta. A lungo il Nymburk ha comandato la gara, giocando una bella pallacanestro, usando bene gli spazi, micidiale da 3 (48%) e presente al rimbalzo d'attacco. Quando poi e` calato, anche perche` le rotazioni sono corte, ha trovato dall'altra parte il Poz carico, dopo un secondo quarto difficile. E la partita si e` decisa li`, ma con lui merita un posto in copertina un Oscar Torres clamoroso (26 e 12 rimbalzi, in 30').

Si gioca per la Fiba Eurocup (la stessa cui partecipa Cant), i rivali sono i campioni della Repubblica Ceca del Nymburk, in tribuna saranno circa duemila e l'impianto, davvero bellino, tutto gialloblu e che sa ancora di vernice fresca (inaugurato un mese fa) e` pieno per meta`. L'evento-partita non ha nulla di meno di quello del CSKA: video sulla squadra, occhio di bue alla presentazione degli idoli di casa (e qui gli avversari si applaudono), cheerleaders, musica. Il quintetto e` Booker, Fridzon, Gorenc, Petrenko, Wolkowyski, visto che qui i soldi ci sono e non si negano neanche un campione olimpico. Arrivato subito dopo l'oro di Atene, stasera pero` l'argentino-polacco mostra la grinta di un bradipo stanco. Il Khimki inizia molle e distratto, va sotto, paga il prodotto di casa Fridzon (gia` nazionale a 20 anni) ed entra Torres. Ed un attimo dopo, verso il 5', ecco il Poz al posto di un Booker letargico. Grandi applausi ma non sono per lui: semplicemente nello stesso momento entra Boris Romanovsky, ministro del locale Governo e che qui e` anche il padrone della baracca BC Khimki. E quindi benefattore.

Dal Poz subito una buona palla per un canestro facile di Gorenc, poi sbaglia la tripla in transizione, ma con lui si corre e Torres ne beneficia. Ha davanti Maurice Whitfield, spinge ed ancora trova Torres per il contropiede. Entrato sotto di due, col Poz Khimki a piu` tre, e` la solita storia della scossa, ed immediato timeout dei cechi. Il Poz chiama il pick-and-roll, ma con lui adesso c'e` il perticone di 2.20 Ershov, ed i risultati sono pessimi. Il Poz si perde su un blocco Whitfield che mette la tripla e poi gli ruba il passo in uno contro uno. Da` un assist a Ershov che riesce a farsi stoppare e per un 2.20 e` sempre una vergogna. Alla prima sirena i cechi sono avanti di quattro, nell'intervallo il Poz fa due righe sulla lavagnetta di coach Elevich, per non perdere il vizio. Mentre Adam Hess, che Fabriano provo` nell'estate del 2004, dopo 13' viaggia ad un punto al minuto. Poz sbaglia la seconda tripla, sempre lunga, Whitfield gliene mette un'altra in faccia ed Elevich chiama Booker al posto del nostro. Un attimo prima il Poz se non altro si toglie lo sfizio di trovare i primi punti dalla lunetta (2/2). Esce col Khimki sotto di sette.

Mentre le musichette in stile NHL proseguono senza sosta, il Khimki riesce nell'impresa di subire contropiede da tiro liberi, sempre rimarchevole. Come Booker, ancora a zero punti a meta` secondo quarto. Fortuntamente Torres e` pervaso dal furore dell'agonista, recupera palloni e rimbalzi e tiene in vita i russi. E quando pesca il gioco da 4 (3+1) lui sale a 16 ed il Khimki torna a -2. Booker si degna dopo 16'30" (due liberi), Radoslav Rancik, fratello di Martin, combina davvero buone cose, tripla di Booker che pero` non evita il -3 all'intervallo, anche perche` Nymburk segna 55 punti in trasferta e non si puo` essere sotto...

Subito uno 0-7 in avvio di secondo tempo, rientra il Poz al 23', sotto di 10, col Khimki che passa a zona. E lui in contropiede trova il primo canestro, poi lancia Gorenc, Khimki in un amen a -5, timeout ceco. Dall'alto della sua umanita` il Poz continua a dar la palla a Ershov (persa), ed allora Pozzecco inizia il suo spettacolo: due liberi per il -4 (66-70 al 27', lui arriva a 6), la tripla del sorpasso (71-70), canestro in penetrazione (73-72), di seguito altra prodezza ancora battendo l'uomo con un canestro da sotto in controtempo. Fine terzo quarto, Khimki avanti di 3, e per il titolo di uomo della partita il Poz (13) e` ora in piena corsa.

Ultimo quarto, finalmente Elevich lo mette assieme a Booker, Khimki sempre a zona. Il Nymburk impatta con i suoi tre uomini a 18 (Hess, Whitfield e Rancik), ma Poz non ha ancora finito. La tripla conferma che ormai e` in partita (16), subito dopo lascia Whitfield sul blocco e segna, altra tripla (21), siparietto con l'arbitro, e` gia` idolo. Lucra ancora due liberi a fil di sirena (percentuali: 4/4 da 2, 3/5 da 3, 6/7 ai liberi), poi i 26 di un grande Torres, 15 di Petrenko, 11 di Wolkowyski, 10 di Gorenc (a guardare per questi tutto l'ultimo quarto) e 4 di Booker.

Se continua cosi` c'e` il rischio che facciano sentire il Poz a casa sua pure quassu`...

Stefano Valenti

Link to comment
Share on other sites

Due punti all'intervallo, 23 alla fine (in 23'49" sul campo, aggiungendo 5 rimbalzi, 3 assist, ma noi ne abbiamo contati almeno il doppio, e 2 recuperi). Gianmarco Pozzecco, maglia numero 10, chiama l'applauso del pubblico e l'ottiene, perche` e` l'uomo che ha girato la partita, la prima in casa dopo il 3-0 in Superlega russa che pero` il Khimki ha ottenuto tutto in trasferta. A lungo il Nymburk ha comandato la gara, giocando una bella pallacanestro, usando bene gli spazi, micidiale da 3 (48%) e presente al rimbalzo d'attacco. Quando poi e` calato, anche perche` le rotazioni sono corte, ha trovato dall'altra parte il Poz carico, dopo un secondo quarto difficile. E la partita si e` decisa li`, ma con lui merita un posto in copertina un Oscar Torres clamoroso (26 e 12 rimbalzi, in 30').

Si gioca per la Fiba Eurocup (la stessa cui partecipa Cant), i rivali sono i campioni della Repubblica Ceca del Nymburk, in tribuna saranno circa duemila e l'impianto, davvero bellino, tutto gialloblu e che sa ancora di vernice fresca (inaugurato un mese fa) e` pieno per meta`. L'evento-partita non ha nulla di meno di quello del CSKA: video sulla squadra, occhio di bue alla presentazione degli idoli di casa (e qui gli avversari si applaudono), cheerleaders, musica. Il quintetto e` Booker, Fridzon, Gorenc, Petrenko, Wolkowyski, visto che qui i soldi ci sono e non si negano neanche un campione olimpico. Arrivato subito dopo l'oro di Atene, stasera pero` l'argentino-polacco mostra la grinta di un bradipo stanco. Il Khimki inizia molle e distratto, va sotto, paga il prodotto di casa Fridzon (gia` nazionale a 20 anni) ed entra Torres. Ed un attimo dopo, verso il 5', ecco il Poz al posto di un Booker letargico. Grandi applausi ma non sono per lui: semplicemente nello stesso momento entra Boris Romanovsky, ministro del locale Governo e che qui e` anche il padrone della baracca BC Khimki. E quindi benefattore.

Dal Poz subito una buona palla per un canestro facile di Gorenc, poi sbaglia la tripla in transizione, ma con lui si corre e Torres ne beneficia. Ha davanti Maurice Whitfield, spinge ed ancora trova Torres per il contropiede. Entrato sotto di due, col Poz Khimki a piu` tre, e` la solita storia della scossa, ed immediato timeout dei cechi. Il Poz chiama il pick-and-roll, ma con lui adesso c'e` il perticone di 2.20 Ershov, ed i risultati sono pessimi. Il Poz si perde su un blocco Whitfield che mette la tripla e poi gli ruba il passo in uno contro uno. Da` un assist a Ershov che riesce a farsi stoppare e per un 2.20 e` sempre una vergogna. Alla prima sirena i cechi sono avanti di quattro, nell'intervallo il Poz fa due righe sulla lavagnetta di coach Elevich, per non perdere il vizio. Mentre Adam Hess, che Fabriano provo` nell'estate del 2004, dopo 13' viaggia ad un punto al minuto. Poz sbaglia la seconda tripla, sempre lunga, Whitfield gliene mette un'altra in faccia ed Elevich chiama Booker al posto del nostro. Un attimo prima il Poz se non altro si toglie lo sfizio di trovare i primi punti dalla lunetta (2/2). Esce col Khimki sotto di sette.

Mentre le musichette in stile NHL proseguono senza sosta, il Khimki riesce nell'impresa di subire contropiede da tiro liberi, sempre rimarchevole. Come Booker, ancora a zero punti a meta` secondo quarto. Fortuntamente Torres e` pervaso dal furore dell'agonista, recupera palloni e rimbalzi e tiene in vita i russi. E quando pesca il gioco da 4 (3+1) lui sale a 16 ed il Khimki torna a -2. Booker si degna dopo 16'30" (due liberi), Radoslav Rancik, fratello di Martin, combina davvero buone cose, tripla di Booker che pero` non evita il -3 all'intervallo, anche perche` Nymburk segna 55 punti in trasferta e non si puo` essere sotto...

Subito uno 0-7 in avvio di secondo tempo, rientra il Poz al 23', sotto di 10, col Khimki che passa a zona. E lui in contropiede trova il primo canestro, poi lancia Gorenc, Khimki in un amen a -5, timeout ceco. Dall'alto della sua umanita` il Poz continua a dar la palla a Ershov (persa), ed allora Pozzecco inizia il suo spettacolo: due liberi per il -4 (66-70 al 27', lui arriva a 6), la tripla del sorpasso (71-70), canestro in penetrazione (73-72), di seguito altra prodezza ancora battendo l'uomo con un canestro da sotto in controtempo. Fine terzo quarto, Khimki avanti di 3, e per il titolo di uomo della partita il Poz (13) e` ora in piena corsa.

Ultimo quarto, finalmente Elevich lo mette assieme a Booker, Khimki sempre a zona. Il Nymburk impatta con i suoi tre uomini a 18 (Hess, Whitfield e Rancik), ma Poz non ha ancora finito. La tripla conferma che ormai e` in partita (16), subito dopo lascia Whitfield sul blocco e segna, altra tripla (21), siparietto con l'arbitro, e` gia` idolo. Lucra ancora due liberi a fil di sirena (percentuali: 4/4 da 2, 3/5 da 3, 6/7 ai liberi), poi i 26 di un grande Torres, 15 di Petrenko, 11 di Wolkowyski, 10 di Gorenc (a guardare per questi tutto l'ultimo quarto) e 4 di Booker.

Se continua cosi` c'e` il rischio che facciano sentire il Poz a casa sua pure quassu`...

Stefano Valenti

40067[/snapback]

Ma chi è Stefano Valenti ?

Link to comment
Share on other sites

La domanda è:

con pon pon o senza?

40101[/snapback]

Mi sembra ovvio che se il cronista ha utilizzato il termine cheerleader avrá voluto indicare espressamente l'assenza degli odiati e mercificanti attrezzi da baraccone che per anni hanno segnato gli albori di una delle future discipline olimpiche.

Il fatto che tu ancora non lo capisca non depone certo a tuo favore.

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra ovvio che se il cronista ha utilizzato il termine cheerleader avrá voluto indicare espressamente l'assenza degli odiati e mercificanti attrezzi da baraccone che per anni hanno segnato gli albori di una delle future discipline olimpiche.

Il fatto che tu ancora non lo capisca non depone certo a tuo favore.

40108[/snapback]

Chiedo venia. :wub:

Vado a fustigarmi con tutti i pon pon che ho in cantina.

Link to comment
Share on other sites

Con il POZ ed i suoi assist Howell sarebbe già cercato da mezza NBA per le continue schiacciate che potrebbe fare (altro che imparare a giocare spalle a canestro  :rolleyes: )

40814[/snapback]

Per giocare nel'NBA come ala grande temo che Howell debba imparare a far ben altro che schiacciare cosa che peraltro fa gia benissimo.

Link to comment
Share on other sites

Per giocare nel'NBA come ala grande temo che Howell debba imparare a far ben altro che schiacciare cosa che peraltro fa gia benissimo.

40865[/snapback]

è un centro e non credo proprio che possa andare in NBA .... se pensa a costruirsi una carriera quì in europa può tranquillamente diventare uno tra i migliori nel ruolo ....

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...