Jump to content

Cappellari su Bagnoli


Recommended Posts

Mi scusi Presidente

non è per colpa mia

ma questa nostra Patria

non so che cosa sia.

Può darsi che mi sbagli

che sia una bella idea

ma temo che diventi

una brutta poesia.

(...)

Mi scusi Presidente

se arrivo all'impudenza

di dire che non sento

alcuna appartenenza.

E tranne Garibaldi

e altri eroi gloriosi

non vedo alcun motivo

per essere orgogliosi.

(...)

E' anche troppo chiaro

agli occhi della gente

che tutto è calcolato

e non funziona niente.

Sarà che gli italiani

per lunga tradizione

son troppo appassionati

di ogni discussione.

Link to comment
Share on other sites

Dall'articolo di Cappellari su www.basketnet.it; sta parlado di Legadue:

"Giovani italiani molto interessanti: Sacchetti, Bagnoli (già acquistato dalla Fortitudo) Vitali, Devecchi e Cinciarini (e lascio perdere Gallinari);"

Accidenti !!! Ma la Fortitudo arriva su tutti.

Peccato

Saluti

Little John

46225[/snapback]

Stewe, almeno questo!!!! ^_^

(Detto con mimica e cadenza da moderatore....) ;)

Link to comment
Share on other sites

Dall'articolo di Cappellari su www.basketnet.it; sta parlado di Legadue:

"Giovani italiani molto interessanti: Sacchetti, Bagnoli (già acquistato dalla Fortitudo) Vitali, Devecchi e Cinciarini (e lascio perdere Gallinari);"

Accidenti !!! Ma la Fortitudo arriva su tutti.

Peccato

Saluti

Little John

46225[/snapback]

beh...c'è chi prende Bagnoli e Lovatti....e chi fa spese in Svizzera, Bulgaria, Serbia, Croazia....!!!

Peccato davvero.....

Edited by fuli
Link to comment
Share on other sites

A Sè, che mi dici di questi giovani virgulti:

• Andrea Vitale: 1981 199cm Ruolo: ala (Gorizia) (ormai un po' stagionato)

• Mauro Pinton: 1984 185cm Ruolo: guardia Virtus Imola (piccolino, però)

• Luca Passaglia 1984 207cm Ruolo:centro Forze Armate Roma

• Matteo Daviddi 1985 210cm Ruolo:centro Forze Armate Roma

Mi sembra che il quarto sia di Siena, ma non ricordo a quale delle due Società appartenga (tra cui c'è una stima e un rapporto pari a quelli che ci sono tra Berlusconi e Follini e che già hanno causato il passaggio di Bruttini alla f-bo...).

(Ps: Le squadre son quelle dell'anno scorso, quest'anno non ho ancora avuto modo di informarmi bene sui campionati minori...).

Link to comment
Share on other sites

A Sè, che mi dici di questi giovani virgulti:

• Andrea Vitale:  1981 199cm Ruolo: ala (Gorizia) (ormai un po' stagionato)

• Mauro Pinton:  1984 185cm Ruolo: guardia  Virtus Imola (piccolino, però)

• Luca Passaglia  1984 207cm Ruolo:centro Forze Armate Roma

• Matteo Daviddi  1985 210cm  Ruolo:centro Forze Armate Roma

Mi sembra che il quarto sia di Siena, ma non ricordo a quale delle due Società appartenga (tra cui c'è una stima e un rapporto pari a quelli che ci sono tra Berlusconi e Follini e che già hanno causato il passaggio di Bruttini alla f-bo...).

(Ps: Le squadre son quelle dell'anno scorso, quest'anno non ho ancora avuto modo di informarmi bene sui campionati minori...).

46259[/snapback]

...dunque Pinton l'ho visto un anno ad Aprilia mi sembra un giocatore di categoria...Passaglia (è di Livorno) e Daviddi (Virtus Siena) nn giocano più a Roma, sono però nel giro delle nazionali ma nn li ho mai visto giocare per dare un giudizio preciso..

Il più interessante di tutti è Giuseppe Poeta di Veroli classe 85, 51 punti contro Forlì 3 sett. fa, chi lo conosce me lo descrive in prospettiva un giocatore alla Spinelli, un vero crack ...provò 2 estati fa con noi insieme a Genovese e Verri e ancora mi chiedo perchè. Torno a casa va...

Link to comment
Share on other sites

Il più interessante di tutti è Giuseppe Poeta di Veroli classe 85, 51 punti contro Forlì 3 sett. fa, chi lo conosce me lo descrive in prospettiva un giocatore alla Spinelli, un vero crack ...

46263[/snapback]

Sti gran c..... :lol:^_^;)

Veroli, la grande serata di Giuseppe Poeta

07.11.2005. 10:22

VEROLI - La vittoria della Prima sulla capolista ha un'unica, strepitosa, incredibile, clamorosa ragione: Giuseppe Poeta. Sta tutta nel talento stellare del play verolano la caduta dell'imbattibilità della Vemsistemi Forlì, schiantata da uno show personale che forse non solo non s'era mai visto a Veroli, ma nemmeno in tutta Italia, almeno a livello di B1: 51 punti con 8/11 da 3, 19/21 ai liberi, 12 falli subiti e 7 recuperi per un mostruoso 62 di valutazione. Il tutto ad appena vent'anni e alla sesta gara assoluta in B1: forse non esageriamo nel dire che da ieri il basket italiano ha una nuova stella.

Così come non se la prenderà nessuno, se non eventualmente l'ottimo Plateo, nel dire che la gara l'ha vinta praticamente da solo. Del resto, a Salieri serviva davvero qualcosa di miracoloso per salvarsi contro una Forlì che ha fatto capire bene, pure senza Pierich, perchè sia la vera favorita del girone. Anche perchè, in un pacchetto lunghi che già al completo fatica, figurarsi cosa può provocare l'assenza di Cessel (fuoricausa per un'infezione al gomito), una serata sottotono di Dordei e il grave infortunio subito dal già convalescente Mariani, tra i migliori prima di spaccarsi la rotula nel periodo finale per una ginocchiata: verrà operato già stamattina, tempi di recupero previsti tre mesi. Auguri.

Davvero una brutta notizia quella di Mariani, che però, almeno per il momento, viene "accecata" dalla prova magica di Poeta. Che, anche in questa cronaca, è riuscita a far passare in secondo piano l'evento atteso da quest'estate dalla tifoseria verolana, ovvero il ritorno dell'odiato Bernardi. Il "comitato d'accoglienza" per l'ex-coach di casa non ha certo tradito le attese: fischi assordanti al suo ingresso sul parquet e pesanti striscioni, insulti e cori di scherno personalizzati per tutta la gara, il tutto in mezzo a coreografie e pubblico da big-match, come in effetti era per la sesta giornata questa Veroli-Forlì.

Il resto della gara? Semplicemente magnifica per chi è un amante delle emozioni e dell'attacco: canestri a tutto spiano e in tutte le salse in perfetto stile NBA, con la complicità di difese che hanno fatto disperare entrambi i tecnici. Salieri con maggior anticipo, a dire il vero, perchè nel 30-18 con cui Forlì sembrava voler ammazzare la sfida già al 10', c'è stata parecchia responsabilità delle maglie larghe della difesa giallorossa. Fortuna per lui che in cabina di regia c'era "quello lì", stoico nel secondo quarto nel volersi caricare l'intera squadra sulle spalle ed eroico nel riuscirci (21 punti per lui all'intervallo).

Ed era sempre Poeta, tra tiri da 3, rubate, viaggi in lunetta e penetrazioni, a far cacciare la freccia ai suoi in apertura di ripresa, quando il suo 32esimo punto fissava addirittura il +9, dilatato poi a +11 dall'efficace Mariani (77-66 al 29'). E quando si poteva ipotizzare che gli attacchi avessero finalmente un cedimento, ci hanno pensato Guarino (una sentenza: 16 punti in 16') e Cardinali da una parte e Plateo e il solito Poeta dall'altra, a far capire che non sarebbe stato così nemmeno nell'ultimo quarto. Il 45esimo gioiello di Poeta e una tripla di Plateo fissavano infatti il 104-97 tra il tripudio assordante della bolgia del PalaCoccia a 2' dalla sirena, ma la tripla di Davolio prima e il canestro da sotto di Compagni poi, la azzittivano: 104-103 a -90".

Niente paura, però, sennò "quello lì" che ci stava a fare? Il suo quattro su quattro ai liberi dopo due tentativi di penetrazione metteva infatti a -25" il +4, con Carrizo che completava l'opera con un recupero grandioso, contestato dai romagnoli, nella successiva azione difensiva; Guarino, a quel punto, decideva allora di farsi portatore delle proteste forlivesi anti-arbitri per una serie di fischi avversi: espulsione per lui e primo dispiacere della stagione per i suoi.

Immenso invece il piacere del pubblico verolano: imponente coro di sbeffeggio finale contro Bernardi e ovazioni da stadio per quel piccolo grande uomo chiamato Poeta. Signori, niente forse: è davvero nata una stella.

Paolo De Persis

Il mio amico Maurizio, che oggi allena Como in B2, diceva che si capisce se un giovane è forte se ne mette 50/60 a partita, nelle giovanili...

Questo in B1 ne rifila 51 a Forlì del caro Davolio....

Edited by Ale Div.
Link to comment
Share on other sites

Passaglia (è di Livorno) e Daviddi (Virtus Siena) nn giocano più a Roma, sono però nel giro delle nazionali ma nn li ho mai visto giocare per dare un giudizio preciso..

46263[/snapback]

Beh, io questi due qui li terrei d'occhio, soprattutto Daviddi, anche perchè se appartiene alla Virtus Siena, difficilmente andrà mai alla Mens Sana...

Link to comment
Share on other sites

Sacchetti con Devecchi(non credo sia più di Milano) Matteo Formenti di Casale Monferrato e Pietro Aradori di Casalpusterlengo sono esempi di esterni interessanti a basso costo da inserire nelle rotazioni senza svenarsi in aste con la fortitudo e altre big che si accaparrano i migliori under 20 in circolazione!

Ci metto anche Ghiacci Canavesi Conti Rinaldi(rimini)e ANDREA CROSARIOL che gioca in america al collegge e si sta comportando egregiamente.215 cm e 21 anni!

Link to comment
Share on other sites

Sacchetti con Devecchi(non credo sia più di Milano) Matteo Formenti di Casale Monferrato e Pietro Aradori di Casalpusterlengo sono esempi di esterni interessanti a basso costo da inserire nelle rotazioni senza svenarsi in aste con la fortitudo e altre big che si accaparrano i migliori under 20 in circolazione!

Ci metto anche Ghiacci Canavesi Conti Rinaldi(rimini)e ANDREA CROSARIOL che gioca in america al collegge e si sta comportando egregiamente.215 cm e 21 anni!

46274[/snapback]

Aggiungici Marusic della Robur, classe 89.... paura!

Link to comment
Share on other sites

Aggiungici Marusic della Robur, classe 89.... paura!

46277[/snapback]

Azz me l erao scordato!!!

Per me quello da inserire subito sarebbe CROSARIOL che ha una gran tecnica(ricordate che Ress che è forse il lungo puro più tecnico in italia tra gli under 23,è stato anche lui in america 3 anni!)ed è un grosso intimidatore.

Ha iniziato con 18p 11 r e 3 st con 8/10 da 2 e 2/4 ai liberi nella vittoria del suo college!

SE qualcuno ha preso superbologna legga l articoletto su di lui!!

Per me è perfetto.Howell e un lungo veloce di 2.06 molto leggero.Il suo alter-ego deve essere uno grosso che gli puo' giocare a fianco!Completo il pacchetto lunghi con Fernandez e Garri e Depol quinto lungo di lusso!Niente male per me! ^_^

COLLINS GARNETT HAFNAR GARRI HOWELL

BOLZONELLA MENEGHIN BOSCAGIN FERNANDEZ CROSARIOL GUTIERREZ(DEPOL) GHIACCI

Edited by RIKO
Link to comment
Share on other sites

A Sè, che mi dici di questi giovani virgulti:

• Andrea Vitale:  1981 199cm Ruolo: ala (Gorizia) (ormai un po' stagionato)

• Mauro Pinton:  1984 185cm Ruolo: guardia  Virtus Imola (piccolino, però)

• Luca Passaglia  1984 207cm Ruolo:centro Forze Armate Roma

• Matteo Daviddi  1985 210cm  Ruolo:centro Forze Armate Roma

Mi sembra che il quarto sia di Siena, ma non ricordo a quale delle due Società appartenga (tra cui c'è una stima e un rapporto pari a quelli che ci sono tra Berlusconi e Follini e che già hanno causato il passaggio di Bruttini alla f-bo...).

(Ps: Le squadre son quelle dell'anno scorso, quest'anno non ho ancora avuto modo di informarmi bene sui campionati minori...).

46259[/snapback]

Vitale: un 4 di B1, peraltro riminese e con testa da riminese.

Pinton: grossi problemi fisici, possibile che non giocherà più.

Passaglia: soprannominato "Lerch", e tanto basta. Gioca ad Ozzano.

Daviddi: mano docile su un corpo pessimo, zero mobilità e stabili problemi di falli.

Non so se li prenderei alla Robur.

De Vecchi sotto contratto con Montegranaro, al di là delle giovanili giocate a Milano (peraltro è cugino di Gallinari, non c'entra ma mi piaceva dirlo).

Aradori, date retta a un pirla, in serie A non c'entra niente, al di là dei trentelli che continua a segnare a livello Juniores facendo valere il fisico già sviluppato.

Crosariol è interessante, a patto che stia lontano dai McDonald's, ma Farleigh Dickinson non è esattamente una potenza a livello di NCAA...Comunque miglioratissimo rispetto al ciccione mannaro visto due anni fa a Verbania agli Europei Under 20 (dove tale Ohmerodzic, oggi Markota, che ha massacrato oggi Milano, fece tanto tanto male ai nostri azzurri).

Rinaldi e Conti sono giocatori di LegAdue e nulla di più, il riminese solo interno nonostante una statura non superiore ai 202 centimetri, Franz talentuoso ma con bagaglio troppo "sparso". Formenti ha atletismo da serie A1, ma non ha sufficienti letture per fare il gran salto, tira solo da fuori nonostante un passo di penetrazione notevole.

Poeta: provato nella scorsa estate dalla Pallacanestro Varese nel corso degli allenamenti di luglio.

Ghiacci è effettivamente interessante, anche se la mano sinistra la usa solo per cambiare le marce, ma lì ci sarà sicuramente l'asta.

Infine Sacchetti: da prendere, tutta la vita. E con lui anche Padova, ma soprattutto Martinoni e Marusic.

Link to comment
Share on other sites

(taglio perchè era lungo...)

46290[/snapback]

Mamma mia, quando fai così mi spaventi!!

Complimenti per la preparazione, dei tuoi giudizi mi fido sempre, grazie per la risposta esauriente.

E grazie per avermi salvato almeno Marusic, stavo cadendo in depressione! :lol:;)

Edited by Ale Div.
Link to comment
Share on other sites

Ghiacci è effettivamente interessante, anche se la mano sinistra la usa solo per cambiare le marce, ma lì ci sarà sicuramente l'asta.

Guida all'inglese? :lol:

Frecciata dovuta per vendicare il pupillo Aradori. Probabilmente hai ragione tu (io l'ho visto 2 volte...), però ormai è eletto a mio idolo, quindi non si tocca! ;)

f.

Link to comment
Share on other sites

La memoria spesso mi tradisce però mi pareva di aver sentito dire che Crosariol fosse di Treviso e che in accordo con i genitori fosse stato mandato a giocare nella

Ncaa...inoltre anch'io penso che su Aradori si è stati un pò duri, parliamo di un 88 con cmq margini di crescita.

Link to comment
Share on other sites

Crosariol è di Piove di Sacco, ed è andato in America ai tempi dell'High School per lite feroce tra la famiglia e la società di appartenenza (che nel frattempo si è sciolta) che voleva "lucrare" sul cartellino.

Aradori è un attaccante di razza, ma tutto quel che fa lo costruisce dal palleggio. Non ha una lettura che sia una in uscita dai blocchi. Un solo giocatore italiano palleggia così tanto per costruirsi un tiro, e si chiama Carlton Myers.

Link to comment
Share on other sites

Vitale: un 4 di B1, peraltro riminese e con testa da riminese.

Pinton: grossi problemi fisici, possibile che non giocherà più.

Passaglia: soprannominato "Lerch", e tanto basta. Gioca ad Ozzano.

Daviddi: mano docile su un corpo pessimo, zero mobilità e stabili problemi di falli.

Non so se li prenderei alla Robur.

De Vecchi sotto contratto con Montegranaro, al di là delle giovanili giocate a Milano (peraltro è cugino di Gallinari, non c'entra ma mi piaceva dirlo).

Aradori, date retta a un pirla, in serie A non c'entra niente, al di là dei trentelli che continua a segnare a livello Juniores facendo valere il fisico già sviluppato.

Crosariol è interessante, a patto che stia lontano dai McDonald's, ma Farleigh Dickinson non è esattamente una potenza a livello di NCAA...Comunque miglioratissimo rispetto al ciccione mannaro visto due anni fa a Verbania agli Europei Under 20 (dove tale Ohmerodzic, oggi Markota, che ha massacrato oggi Milano, fece tanto tanto male ai nostri azzurri).

Rinaldi e Conti sono giocatori di LegAdue e nulla di più, il riminese solo interno nonostante una statura non superiore ai 202 centimetri, Franz talentuoso ma con bagaglio troppo "sparso". Formenti ha atletismo da serie A1, ma non ha sufficienti letture per fare il gran salto, tira solo da fuori nonostante un passo di penetrazione notevole.

Poeta: provato nella scorsa estate dalla Pallacanestro Varese nel corso degli allenamenti di luglio.

Ghiacci è effettivamente interessante, anche se la mano sinistra la usa solo per cambiare le marce, ma lì ci sarà sicuramente l'asta.

Infine Sacchetti: da prendere, tutta la vita. E con lui anche Padova, ma soprattutto Martinoni e Marusic.

46290[/snapback]

e di Rosignoli cosa dici?

Link to comment
Share on other sites

Ghiacci è effettivamente interessante, anche se la mano sinistra la usa solo per cambiare le marce, ma lì ci sarà sicuramente l'asta.

Infine Sacchetti: da prendere, tutta la vita. E con lui anche Padova, ma soprattutto Martinoni e Marusic.

46290[/snapback]

Magari in Inghilterra...

Su Sacchetti, dipende: per quel che l'ho visto io, mi è parso faticare anche a livello di Legadue, non mi è sembrato nè un atleta nè uno che eccelle in qualcosa (dal tiro alla difesa) per cui gli si possa ritagliare un ruolo da speciliasta, "tutta la vita" - adesso come adesso - non è troppo?

Link to comment
Share on other sites

E' italiano, è di Varese, ha talento offensivo, ha gran fiuto del canestro, specialista del tiro...Lo buttiamo via?

46383[/snapback]

Scusa se mi permetto una domanda ma i tre giovani stranieri giunti a Varese ad inizio stagione come li giudichi ?

Altra domanda facendo parte del settore giovanile di Varese come potrebbe cambiare il loro status visto che sono tutti extra ?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...