Jump to content

TUTTI CON REGUZZONI


Recommended Posts

Varese - I dieci centesimi in più da inizio anno per superare la barriera di Milano mandano su tutte le furie il presidente della Provincia, che promette di coinvolgere anche le due provincie confinanti

Autostrada più cara, Reguzzoni: «Faremo di Lainate la nostra Val Susa»

--------------------------------------------------------------------------------

Dieci centesimi. Sembra un nulla, ma è quanto si deve pagare in più dall’inizio dell’anno per raggiungere Milano lungo la A-8. Un pedaggio che si somma all’euro e 10 che già si deve pagare per passare il primo casello, quello di Gallarate. L’aumento, che è stato imposto dalla Società Autostrade a partire dal primo di gennaio, non è però andato giù al presidente della Provincia di Varese Marco Reguzzoni, che promette battaglia.

Ma la protesta non si fermerà alle parole: il primo inquilino di Villa Recalcati ha fatto sapere che organizzerà settimana prossima una singolare protesta: con tanto di fascia azzurra, che indica la carica di Presidente di Provincia, Reguzzoni si recherà al casello di Lainate per protestare e sottoporre il problema all’opinione pubblica. «Faremo di Lainate la nostra Val Susa - ha tuonato il Presidente della Provincia - siamo stufi di mandare nelle casse della Società Autostrade centinaia di migliaia di euro al giorno e avere in cambio code e disagi sempre più frequenti».

E non solo: l’intento di Reguzzoni è quello di coinvolgere anche le altre Provincie confinanti con Varese, “servite” dal collegamento autostradale: Milano e Como. «Ho già chiamato a riunione i presidenti delle due provincie - ha concluso Reguzzoni - per organizzarci e dare vita alla nostra protesta».

A tale proposito il presidente della provincia di Como Leonardo Carioni si è detto perfettamente in linea con la proposta di Reguzzoni: «Aumentare del 10 per cento il pedaggio al casello di Lainate – ha affermato - è una vera e propria violenza nei confronti degli automobilisti»

Oggi, per raggiungere Milano da Varese è necessario spendere, solo di pedaggio autostradale 2 euro e 30: l’aumento di 10 centesimi imposto da Società Autostrade ricade solo sul casello di Lainate: una sorta di tassa per entrare a Milano.

Attualmente si calcola che in ingresso alla barriera nord di Milano, quella, per intenderci, dove avverrà la protesta, transitino una media di 200 mila auto al giorno. Il che si traduce, dopo l'aumento, in un incasso di circa 240 mila euro al giorno per la Società Autostrade nel solo casello di Milano.

Link to comment
Share on other sites

va bene contentissimo....

MA SOLO ORA SE NE ACCORGE?

e cmq tanto per la cronaca i centesimi in più per andare a Milano sono 20 visto che sono 10 per barriera!

52341[/snapback]

no Gallarate non aumenta da quanto ho capito, almeno questo!

e poi megliotardi che mai e soprattutto era ora che qualcuno "in alto" si incazzasse un po' x sta storia!!!!

Link to comment
Share on other sites

Siamo ormai un Paese in cui la rendita domina e l'investimento latita, nulla si crea, tutto si munge...

52345[/snapback]

il problema è che non si munge ovunque in modo equo! quante autostrade si pagano da Roma in giù? anzi, son più furbi, hanno strade a 4 corsie ma le chiamano Statali pur andandoci a 130 all'ora, così non possono mettere il pedaggio!

Invece io devo arrivare a Cavaria e versare un obolo a che pro?????

Link to comment
Share on other sites

il problema è che non si munge ovunque in modo equo! quante autostrade si pagano da Roma in giù? anzi, son più furbi, hanno strade a 4 corsie ma le chiamano Statali pur andandoci a 130 all'ora, così non possono mettere il pedaggio!

Invece io devo arrivare a Cavaria e versare un obolo a che pro?????

52346[/snapback]

Il problema non sono le autostrade. Sono gli automobilisti ed i casellanti.

Una volta ho viaggiato in un giorno di festa con autostrada vuota e sciopero al casello e mi sono trovato benissimo.

Link to comment
Share on other sites

Il problema non sono le autostrade. Sono gli automobilisti ed i casellanti.

Una volta ho viaggiato in un giorno di festa con autostrada vuota e sciopero al casello e mi sono trovato benissimo.

52348[/snapback]

:P;):(

sei un genio!

Link to comment
Share on other sites

il problema è che non si munge ovunque in modo equo!

52346[/snapback]

Il mio discorso aveva un raggio più ampio: il capitalismo (si fa per dire) italiano, quello grosso prima, poi anche la piccola e media impresa, delocalizza la produzione (ma non solo) che è il vero investimento, quello che crea occupazione e benessere, e nel Bel Paese s'accontenta (sempre si fa per dire) della rendita, mettendo soldi in una holding, che controlla un'altra holding, che controlla le autostrade (o i telefonini, o il petrolio, o il metano, o la grande distribuzione, ecc.).

Questo è essere imprenditori?

La miopia (folle miopia) sta nel fatto che "succhiando" liquidità con le rendite si drenano anche i soldi che poi il solito consumatore - figura mitilogico-giuridica - non può mettere altrove, cioè in quei mercati le cui merci vengono dalla produzione delocalizzata. Se non, ovviamente, azzerando la propensione al risparmio e centuplicando quella all'indebitamento (micro o macro che sia).

Mala tempora (pre)currunt

Edited by Giulio
Link to comment
Share on other sites

Il mio discorso aveva un raggio più ampio: il capitalismo (si fa per dire) italiano, quello grosso prima, poi anche la piccola e media impresa, delocalizza la produzione (ma non solo) che è il vero investimento, quello che crea occupazione e benessere, e nel Bel Paese s'accontenta (sempre si fa per dire) della rendita, mettendo soldi in una holding, che controlla un'altra holding, che controlla le autostrade (o i telefonini, o il petrolio, o il metano, o la grande distribuzione, ecc.).

Questo è essere imprenditori?

La miopia (folle miopia) sta nel fatto che "succhiando" liquidità con le rendite si drenano anche i soldi che poi il solito consumatore - figura mitilogico-giuridica - non può mettere altrove, cioè in quei mercati le cui merci vengono dalla produzione delocalizzata. Se non, ovviamente, azzerando la propensione al risparmio e centuplicando quella all'indebitamento (micro o macro che sia).

Mala tempora (pre)currunt

52361[/snapback]

E' per questo che alla fine non abbiamo i soldi per un 4 comunitario di alto livello?

Link to comment
Share on other sites

In parole poverissime: le grosse imprese italiane *non* generano ricchezza per i lavoratori italiani

52362[/snapback]

io la modificherei così:

In parole poverissime: le grosse imprese italiane *non* generano ricchezza.

Generano solo una montagna di debiti da restituire alle banche.

E da omino Tim-Telecom, ultimamente ho un po' d'ansia anch'io.... :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

senza considerare, poi, che appena la temperatura scende sotto lo zero, l'autostrada si ghiaccia e allora si chiude, come il tratto milano-parma (MILANO-PARMA!!) qualche notte fa. sicuramente + comodo e conveniente che mandare fuori i mezzi per spargere il sale....

Edited by davide
Link to comment
Share on other sites

senza considerare, poi, che appena la temperatura scende sotto lo zero, l'autostrada si ghiaccia e allora si chiude, come il tratto milano-parma (MILANO-PARMA!!) qualche notte fa. sicuramente + comodo e conveniente che mandare fuori i mezzi per spargere il sale....

52410[/snapback]

Come ho letto sul Corriere, con la gente che si mette in autostrada a 180-200 all'ora appena gli danno il via libera, meglio le polemiche per l'autostrada chiusa, che quelle per i morti...

Link to comment
Share on other sites

Come ho letto sul Corriere, con la gente che si mette in autostrada a 180-200 all'ora appena gli danno il via libera, meglio le polemiche per l'autostrada chiusa, che quelle per i morti...

52421[/snapback]

gia' allora chiudiamo tutte le strade dove capita un incidente grave e andiamo tutti a piedi :blink:

ma per favore quelli hanno chiuso 150km di A1 la notte di capodanno perche' non avevamo voglia di spargere il sale prima oppure hanno fatto 4 conti e hanno visto quanto che i pedaggi pagati in quella mezza giornata sarebbero stati inferiori al costo dell'operazione anti-ghiaccio e percio' hanno detto "chiudiamo"

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo questa è la logica conseguenza delle privatizzazioni scriteriate degli anni 90.

Che senso ha un'Autostrade SPA privatizzata se non ha concorrenza??

Che senso ha un Trenitalia SPA privatizzata se non ha concorrenza??

Alla fine si rimane con i soliti noti che hanno tra le mani una gallina dalle uova d'oro che gestiscono con logica aziendale (entrate-uscite-costi-ricavi) senza temere di perdere clienti.

Perchè uno no fa il Sempione per andare a milano e se non abita a Varese o Busto, non si fa decine di KM per andare a prendere e Nord piuttosto che Trenitalia!!

Dico solo che quando anni fa Autostrade e Ferrovie dell Stato non erano in mano ai privati, gli spala-neve e spargi-sale uscivano anche di notte e anche a Capodanno e sui treni la pulizia era migliore.

Se si voleva migliorare l'efficienza, bastava giudicare i manager secondo obiettivi di qualità e servizio senza creare dei mostri che se ne fregano di chi utilizza autostrde e treni........

Lo stesso discorso si può applicare alle Aziende Ospedaliere (ORRORE!!!) e alle Scuole che devono essere gestite con logica manageriale... E potremmo andare avanti con l'ecologia e il protocollo di Kyoto.....

Link to comment
Share on other sites

Sono con Ale Div.

I servizi pubblici essenziali e/o strategici possono essere sub-appaltati a terzi se e solo se esistano reali leve contrattuali che consentano allo Stato di applicare sanzioni proporzionate ai ricavi (quindi milioni di Euro) fino alla revoca della licenza con conseguente ri-emissione della gara di appalto.

Altrimenti l'utenza non potrá mai essere adeguatamente rappresentata.

Pur essendo liberista non posso immaginare le nostre infrastrutture in mano a manager valutati esclusivamente con il metro dei profitti.

Link to comment
Share on other sites

Come ho letto sul Corriere, con la gente che si mette in autostrada a 180-200 all'ora appena gli danno il via libera, meglio le polemiche per l'autostrada chiusa, che quelle per i morti...

52421[/snapback]

onestamente dubito che l'autostrada sia stata chiusa per questo motivo, altrimenti sarebbero anche molto preoccupati per lo stato del fondo stradale, e invece non mi sembra siano molto angosciati...

Link to comment
Share on other sites

...

Che senso ha un'Autostrade SPA privatizzata se non ha concorrenza??

Che senso ha un Trenitalia SPA privatizzata se non ha concorrenza??

....

52433[/snapback]

Me lo sto chiedendo da tempo e non trovo una giusta risposta...ma non ha un minimo senso tutto questo anche perchè parlando seriamente o si da la possibilità ad altri di entrare nel mercato oppure privatizzare è una cazzata e nei due campi sopra citati è impossibile aprire il mercato visto che costruire strade e ferrovie non è certo la cosa più facile di sto mondo!

Mi sorge il dubbio che tutte queste privatizzazioni siano state solo fatte per fare entrare un po' di soldini nelle casse dello stato e poi quello che viene viene!

Io non saprei più nemmeno cosa pensare della Milano Torino...ma che cosa stanno combinando? Un casino che nemmeno per il canale della manica...chissà che cosa verrà fuori!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...