Jump to content

THE ANSWER


Recommended Posts

  • Replies 57
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Long Leg hai cambiato lavoro, o adesso che sei diventata "potente" lasci tutto il lavoro agli sciacquini sotto di te?

58171[/snapback]

Gli sciacquini sotto di me sono peggio della Divisione, tentano l'insubordinazione! Mi toccherà sopprimerli... :mellow:

Edited by Long Leg
Link to comment
Share on other sites

Sono lusingato, un 3d tutto per me  :mellow: , un po' letteralmente infuriato, sciaquino a chi?  :lol: , e come al solito completamente svanito, a che pro questo 3d, fattucchiera illuminami...

58177[/snapback]

hai scritto in un altro thread:

In ogni caso io so con assoluta certezza che per entrare in Svizzera bisogna avere con sè un certo quantitativo di denaro, altrimenti, se vogliono romperle si resta fuori, successe anche questo... ma non solo... Ovviamente mi fermo qui, non vorrei che questo 3d diventasse la mia autobiografia, troppo tempo speso a cavallo di vari stati...

eccoti lo spazio necessario per la tua autobiografia :angry:

Link to comment
Share on other sites

hai scritto in un altro thread:

In ogni caso io so con assoluta certezza che per entrare in Svizzera bisogna avere con sè un certo quantitativo di denaro per comperare cocaina e erba in quantitativo esaustivo,diciamo così, altrimenti, se vogliono romperle si resta fuori, successe anche questo... ma non solo... Ovviamente mi fermo qui, non vorrei che questo 3d diventasse la mia autobiografia, troppo tempo speso a cavallo di vari stati scappando da uno sbirro all'altro... 

58181[/snapback]

:angry::mellow::lol:

Link to comment
Share on other sites

hai scritto in un altro thread:

In ogni caso io so con assoluta certezza che per entrare in Svizzera bisogna avere con sè un certo quantitativo di denaro, altrimenti, se vogliono romperle si resta fuori, successe anche questo... ma non solo... Ovviamente mi fermo qui, non vorrei che questo 3d diventasse la mia autobiografia, troppo tempo speso a cavallo di vari stati... 

eccoti lo spazio necessario per la tua autobiografia  :mellow:

58181[/snapback]

Bene, bene, bene, allora il tempo di riorganizzare i miei pensieri bruciati e poi inizierò il capitolo primo, a seguire, una puntata al giorno, cercando di essere il meno prolisso possibile... grazie per l'opportunità, ve ne pentirete molto presto!!! :lol::angry::P

Link to comment
Share on other sites

Bene, bene, bene, allora il tempo di riorganizzare i miei pensieri bruciati e poi inizierò il capitolo primo, a seguire, una puntata al giorno, cercando di essere il meno prolisso possibile...  grazie per l'opportunità, ve ne pentirete molto presto!!!  :angry:  :mellow:  :lol:

58183[/snapback]

Le mie ferie capitano a fagiolo.

Scrivi "The Answer", scrivi tutto quello che vuoi ma fallo entro una settimana. :P

Link to comment
Share on other sites

Il cerebroilleso.

Il puppo nasce il 10 ottobre 1981 in quel di Milano, all’ospedale Macedonio Melloni alle ore 6 e qualcosa, giusto per iniziare a rompere fin da subito. Secondo di due, viene concepito nel grandioso Regno Unito e per sua sfortuna i parents si trasferiscono poco prima della sua nascita. Il padre, inglese DOCG, la madre terrona. Lui, ovviamente si sente inglese perché è più cool e poi, come ama ripetere, la madre è un forno dove il padre ha inserito i semi per lievitare e quindi se si mette una pasta italiana a cuocere in un forno russo questa mica diventa russa o no? Il bocia cresce con le speranze più alte, genio incompreso, il primo della classe, disturbato alla grande, ma bastano i risultati. Già dalle elementari il discolo picchia i compagni e viene costantemente minacciato di andare dal preside (l’ultimo sindaco di Varese, che ritroverà anche più avanti nel suo percorso scolastico n.d.r.). Perla delle elementari: lancio della penna in un occhio alla maestra e conseguente fuga da scuola, verrà ritrovato qualche ora dopo. La sua infanzia trascorre rapida e dolorosa, passando tutte le estati in Inghilterra, dove alla tenera età di 12 anni (!!!) viene fatto spogliare quasi completamente, con la sola eccezione delle mutande, all’aeroporto di Gatwick, forse gli sbirri cercavano una bomba, ma come faceva un così tenero bambino a possederla? La prima di una lunga serie di perquisizioni di un ragazzo sempre ai margini della legge, il border line della law. Alle medie il nostro eroe si perde via e inizia il suo costante declino, è sempre il leader acclamato della classe, ma i risultati iniziano a scarseggiare, senza studio non basta la mera intelligenza.

Intanto ha già visitato un sacco di dogane, USA, Germania, Austria, Francia, Olanda (Amsterdam a 11 anni con i genitori che non fumano e non lo iniziano ai piaceri dell’oblio). Finiscono le medie e inizia la sua carriera al margine, la Festa degli Alpini è la miccia, prima sigaretta, MS rubata al nonno di un amico e subito la prima gianda, ovviamente arriva anche la prima sboccata. Sotto la minaccia dei genitori, che intolleranti verso la sua dedizione all’alcolismo, non ancora scoperta, è nuovamente costretto ad abbandonare la casa di sua spontanea volontà. Seconda e ultima fuga, durata una notte e condita dalla movida a base di ciubanga (si scriverà così?)…

Lunedì seconda puntata con tante altre perquisizioni…

Link to comment
Share on other sites

Il cerebroilleso.

Il puppo nasce il 10 ottobre 1981 in quel di Milano, all’ospedale Macedonio Melloni alle ore 6 e qualcosa, giusto per iniziare a rompere fin da subito. Secondo di due, viene concepito nel grandioso Regno Unito e per sua sfortuna i parents si trasferiscono poco prima della sua nascita. Il padre, inglese DOCG, la madre terrona. Lui, ovviamente si sente inglese perché è più cool e poi, come ama ripetere, la madre è un forno dove il padre ha inserito i semi per lievitare e quindi se si mette una pasta italiana a cuocere in un forno russo questa mica diventa russa o no? Il bocia cresce con le speranze più alte, genio incompreso, il primo della classe, disturbato alla grande, ma bastano i risultati. Già dalle elementari il discolo picchia i compagni e viene costantemente minacciato di andare dal preside (l’ultimo sindaco di Varese, che ritroverà anche più avanti nel suo percorso scolastico n.d.r.). Perla delle elementari: lancio della penna in un occhio alla maestra e conseguente fuga da scuola, verrà ritrovato qualche ora dopo. La sua infanzia trascorre rapida e dolorosa, passando tutte le estati in Inghilterra, dove alla tenera età di 12 anni (!!!) viene fatto spogliare quasi completamente, con la sola eccezione delle mutande, all’aeroporto di Gatwick, forse gli sbirri cercavano una bomba, ma come faceva un così tenero bambino a possederla? La prima di una lunga serie di perquisizioni di un ragazzo sempre ai margini della legge, il border line della law. Alle medie il nostro eroe si perde via e inizia il suo costante declino, è sempre il leader acclamato della classe, ma i risultati iniziano a scarseggiare, senza studio non basta la mera intelligenza.

Intanto ha già visitato un sacco di dogane, USA, Germania, Austria, Francia, Olanda (Amsterdam a 11 anni con i genitori che non fumano e non lo iniziano ai piaceri dell’oblio). Finiscono le medie e inizia la sua carriera al margine, la Festa degli Alpini è la miccia, prima sigaretta, MS rubata al nonno di un amico e subito la prima gianda, ovviamente arriva anche la prima sboccata. Sotto la minaccia dei genitori, che intolleranti verso la sua dedizione all’alcolismo, non ancora scoperta, è nuovamente costretto ad abbandonare la casa di sua spontanea volontà. Seconda e ultima fuga, durata una notte e condita dalla movida a base di ciubanga (si scriverà così?)…

Lunedì seconda puntata con tante altre perquisizioni…

58195[/snapback]

commovente, ho finito i fazzoletti :lol:

ma che cazzo è la gianda? :angry: la ciuca? ma come cazzo parli??? :P

vedo che non nomini mai presenze femminili nella tua vita, a parte mammà...dobbiamo preoccuparci? :mellow:

Link to comment
Share on other sites

commovente, ho finito i fazzoletti  :P

ma che cazzo è la gianda? :o  la ciuca? ma come cazzo parli??? :lol:

vedo che non nomini mai presenze femminili nella tua vita, a parte mammà...dobbiamo preoccuparci?  :o

58201[/snapback]

Caso mai siamo noi maschietti che ci dovremm preoccupare....

E COMUNQUE LE PAROLACCE NON MI SEMBRANO ADATTE AL LINGUAGGIO PUBBLICO DI UN FORUM!!!! MODERATI!!!

:lol:

Link to comment
Share on other sites

Che culo...sei proprio FORTUNELLO

58192[/snapback]

Allora caro, ti racconto questa.... ieri perdo il 17.30 da Garibaldi e prendo il Luino delle 17.46.... gentile come solo noi nobili aristocratici gentlemen sappiamo essere, Le mando un sms dicendo "sono sul 17.46 quarta carrozza, ti ho tenuto il posto". Lei mi risponde: "vieni nella seconda!" (............). Da nobile aristocratico gentleman mi sono alzato e mi sono mosso verso la seconda carrozza, contando dall'inizio del binario..... dopo aver aperto e chiuso diecimila porte di quel cazzo di treno, mi arriva un secondo sms: "sono sulla seconda partendo dalla locomotiva, allora ti sbrighi o no?!".

(Acida anche via sms........).

Le ho risposto: "glielo dico a Emaz" ..... so che mi capisci........

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...