Jump to content

DEDICATO A CHI NON CREDE IN RUBEN


Recommended Posts

Sergio Hernandez: 'Ruben? Un eroe con il fuego nelle vene'

27/02/2006 15:37

- La Provincia di Varese -

L’INTERVISTA all'attuale responsabile della nazionale argentina, è anche in vena di consigli per gli acquisti

VARESE Valigia, check-in e decollo. Taxi, partita e albergo. Sergio Hernandez: una vita in volo sul mondo, per la sua Argentina. Impossibile, per l’allenatore della selecciòn blanco-celeste, fare diversamente. «E’ faticoso – spiega Hernandez – ma mi dà anche una gioia incredibile. Vengo dalla Spagna dove ho assistito alle finali di Coppa del Re. Ora sono qui dal mio amico Ruben, poi via, ancora in giro per l’Europa dai miei giocatori. Così è e così devo fare».

Fuor di metafora, l’immagine trasmessa da questo giovane (classe 1963) commissario tecnico si cuce piuttosto bene alla sua vita da gabbiano. Giubbotto di pelle, abbronzatissimo (“Hombre, fa caldo da te?”), pizzetto curato e modi affabili ma molto decisi, diretti, come il suo sguardo. Ha l’aria di uno che sa cosa vuole. Meglio così perché il compito che lo aspetta è, per un allenatore di basket, uno dei più dannatamente complicati: sostituire Ruben Magnano nei cuori di un’intera nazione. «Lo conosco bene, ovvio. E’ un grande professionista che però necessita del giusto tempo per fare le cose come si deve: è un perfezionista con una passione straordinaria. Ha il fuego nelle vene». Appare evidente anche a queste fredde latitudini. Gli occhi lucidi dopo la gara di Roma, da soli, spiegano che razza di tesoro sia avere un “Rubens” in panchina. Peccato che a volte molti sembrino non comprendere, non avvertire il sentimento. Come invece accade in Argentina.

«Ruben – continua Sergio Hernandez - è giovane ma fa già parte della storia del nostro paese. Le sue imprese hanno un significato profondissimo: lui è riuscito a dare allegria a una nazione intera, ha regalato una ragione per continuare a credere nel futuro. Dopo i mondiali del 2002 a Indianapolis (prima sconfitta agli Stati Uniti da quando, anno 1992, schierano solo atleti Nba) la sua figura è entrata nelle case di tutti gli appassionati e non solo: questi eventi, come la medaglia d’oro di Atene, sono indelebili».

Salta, Sergio Hernandez, sull’onda delle emozioni mentre parla del suo paese. «Ora la situazione da noi non è facile, tutt’altro. La crisi economica c’è e si sente, parecchia gente ha problemi. In questi momenti tutte le attività ne risentono e lo sport non può ovviamente restarne fuori. Questo, per fortuna, ha dato problemi solo in relazione al potere economico che i club possono spendere sul mercato internazionale». In poche parole, è impossibile trattenere i campioni in patria. «E non sarebbe nemmeno giusto tentare di farlo, per loro e la loro crescita professionale, umana. Posso dire comunque che la fame di affermarsi dei nostri giovani non è venuta meno. No problema: la cantera (il vivaio, ndr) sforna sempre nuovi talenti». Buon segno. Piuttosto, un nome? «Matias Sandes, è un ala di due metri del 1985. Un all around come si dice in gergo: sa fare un po’ di tutto. E’ di Baires, del Boca Junior precisamente. Per me farà strada». E’ schietto l’entrenador Hernandez, pensa quello che dice e – soprattutto – dice quello che pensa. E’ bello parlare con lui: un po’ in italiano, un po’ in spagnolo e un po’ in inglese avvisa di essere de la ciudad de Bahia Blanca (ecco spiegata l’abbronzatura, ieri i termometri “facevano” 26 gradi). Un sussulto. Bahia Blanca, tradotto in gergo cestistico, significa una cosa sola: Emanuel David Ginobili. “Campeon Nba 2003 e 2005 & medalla de oro Atenas 2004”, come si legge cubitale sulla home del suo sito. «Ehi, ero io che allenavo Manu da ragazzino. Lo sapete che da piccolo piangeva sempre perché diceva “io non cresco mai”. Anche suo papà era preoccupato». Belle preoccupazioni, viene da pensare: «dai 15 anni Gino è esploso fisicamente e dopo… beh, dopo non ce n’è stato più per nessuno». Hombre, un piccolo merito è anche nostro: senza gli anni a Reggio Calabria e Bologna non sarebbe diventato uno che, pensiero di coach innamorato, «ha avuto tanto dalla Nba ma non ha dovuto cambiare se stesso e il suo modo di giocare per affermarsi. Anzi, forse ha dato più di quanto ha avuto: anche agli americani».

A pensarci con calma, il coach innamorato forse non ha del tutto esagerato. Un pizzico di ragione ce l’ha. Come la sua Argentina, almeno finchè continuerà a fare godere tutti gli appassionati con la sua pallacanestro fatta di garra, corazòn y talento. Buena sorte, coach Hernandez.

Samuele Giardina

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 67
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Debbo essere sincero, non perdo la fiducia solo perchè ritengo (da quando è arrivato) Magnano un GRANDE allenatore e credo nel progetto da Lui improntato (ovviamente con la società).

Varese ha dei giocatori mediamente mediocri ed il Ruben li sta facendo rendere oltremisura se al suo posto ci fosse il "Lardo" o altri saremmo insieme a Cantù...!!!

Link to comment
Share on other sites

Io credo in magnano da novembre 2004 quando è arrivato. E' il miglior coach che abbiamo avuto dai tempi di recalcati e sono contento che creda nel nostro progetto a lungo termine. E qui arriva il dubbio amletico:ma ha il contratto per l anno prossimo??? O ce lo facciamo sfuggire e addio progetto??? Sarebbe fondamentale avere Ruben con noi per i prossimi 2/3 anni per provare a vincere qualcosa o perlomeno per cercare di arrivare ai piani alti!

Questo è possibile solo se ruben lavorerà sul gruppo per un altro anno aggiungendo magari qualche player di livello!

Qualcuno sa se ruben ha il contratto per il 2006/2007 ????

Link to comment
Share on other sites

Piuttosto, un nome? «Matias Sandes, è un ala di due metri del 1985. Un all around come si dice in gergo: sa fare un po’ di tutto. E’ di Baires, del Boca Junior precisamente. Per me farà strada».

62969[/snapback]

Ecco, bravo, mandacelo qui che come hai detto tu c'è un grande allenatore con il quale crescere!!!!!!!!!! :lol:

Io credo che il mercato argentino riservi tante sorprese (e qualche bufala, vedi alla voce Marin e Osella).

Però è una scuola dove si insegna ancora a giocare a basket e dove c'è fame di arrivare in alto.

In fin dei conti, a parte i nostri due di cui sopra, non ricordo tanti argentini che abbiano fallito in Italia, se non altro per impegno, grinta e carattere.

Spero che con Magnano e l'esempio di Farabello + Fernandez qualche altro argentino abbia voglia e fame di venire qui, tipo Gabriel Mikoulas................ :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Io credo in magnano da novembre 2004 quando è arrivato. E' il miglior coach che abbiamo avuto dai tempi di recalcati e sono contento che creda nel nostro progetto a lungo termine. E qui arriva il dubbio amletico:ma ha il contratto per l anno prossimo??? O ce lo facciamo sfuggire e addio progetto??? Sarebbe fondamentale avere Ruben con noi per i prossimi 2/3 anni per provare a vincere qualcosa o perlomeno per cercare di arrivare ai piani alti!

Questo è possibile solo se ruben lavorerà sul gruppo per un altro anno aggiungendo magari qualche player di livello!

Qualcuno sa se ruben ha il contratto per il 2006/2007 ????

63082[/snapback]

Non mi risulta abbia un altro anno di contratto.

Dovrebbe essere l'ultimo,e(per la gioia di qualcuno)quest'estate ce lo poreranno via a suon di €uro,come solito!!! :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Pare sia vicino a firmare un TRIENNALE con VARESE !!

Poi scusate che cosa deve dire un connazionale, ospitato a Varese, che siede sulla panchina di un eroe argentino (così considerato Magnano), L&L secondo te questo dichiarava....<< Magnano legge le partite sempre in ritardo, ha delle gerarchie e non le scardina, gioca un passing game poco adatto agli uomini che ha..o gioca un basket scolastico che va bene quando alleni GINOBILI ?? secondo te poteva dire ciò ?? >> Inoltre la Provincia inizierò a chiamre Pro-Magnano ma liberi di insultare ALLEGRETTI & C....e sì perchè l'articolo di ANTONIO FRANZI contro Ganrett & C. io non l'ho ancora digerito.

E questo post doveva iniziare GArnett & Albano 45 punti in due dedicato alla PROVINCIA .

Io mi ripeto qui non c'è in ballo MAGNANO ALBANO ALLEGRETTI ma VARESE...qui non si tifa MAGNANO o contro MAGNANO ma VARESE io sono abituato così da TRENTA ANNI..se qualcuno allora non c'era NON E' COLPA MIA

Link to comment
Share on other sites

Io mi ripeto qui non c'è in ballo MAGNANO ALBANO ALLEGRETTI ma VARESE...qui non si tifa MAGNANO o contro MAGNANO ma VARESE io sono abituato così da TRENTA ANNI..se qualcuno allora non c'era NON E' COLPA MIA

63094[/snapback]

Neanche mia

Se vuoi possiam dar la colpa ai miei che si son "svegliati" 25 anni fa..... :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Fai come vuoi EMAZ dalla a chi vuoi basta che non la dai a me..e poi a 25 anni cosa fai ancora sveglio ??

La mamma mi permette di star sveglio sino alle 22.00

Non dirmi che ti sei perso pure il GOAL di TARDELLI 11 Luglio 1982...e cazzo EMAZ..scusa non prendertela MA SEI SFIGATO...generazione di perdenti :lol:  :rolleyes:

63100[/snapback]

Questo vienimelo a ridire quando avrò conquistato il mondo......

Link to comment
Share on other sites

Poi scusate che cosa deve dire un connazionale, ospitato a Varese, che siede sulla panchina di un eroe argentino (così considerato Magnano), L&L secondo te questo dichiarava....<< Magnano legge le partite sempre in ritardo, ha delle gerarchie e non le scardina, gioca un passing game poco adatto agli uomini che ha..o gioca un basket scolastico che va bene quando alleni GINOBILI ?? secondo te poteva dire ciò ?? >>

63094[/snapback]

non credi che possa esistere la possibilità che qualcuno stimi Magnano e il suo gioco?

Io mi chiedo quanta supponenza bisogna avere in corpo x fare le pulci in questo modo, e con questo livore, a un allenatore serio e capace come Magnano, un allenatore che sta restituendo speranze a questa città: eh si, caro Hannibal, l'errore + grosso del Ruben è stato quello di creare un gruppo su cui tutti abbiamo riposto + aspettative del dovuto, xchè finalmente quest'anno non abbiamo la Lega2 che ci gratta il popò x tutta la stagione, perchè fino a 3 gg fa in casa si insegnava il basket a tutti (udine esclusa), xchè nel rster non ci sono pagliaccioni che sventolano asciugamani ma professionisti seri.

Ci siamo già dimenticati il -35 con cantù, i ventelli a ripetizione dell'ultimo quinquennio, i Kerr, i Shabazz, i ciliegioni...Dio mio, è il primo anno in cui abbiamo in campo una Squadra degna di tale nome, con i suoi pregi e i suoi limiti, e non ci accontentiamo mai, vogliamo di più, di più, di più!!!

Pecchiamo di lussuria, e invece dovremmo farci un bel bagno di umiltà, smettere di fare tutti quanti i coach e lasciar lavorare in serenità uno che il Coach lo fa x mestiere e non deve dare spiegazioni nè a te nè a me di quello che fa.

Comodo star seduti in tribuna a dire: io farei così. mi piacerebbe lasciarti una sera sulla panchina di Varese, magari quando giochiamo in casa con treviso, almeno avremmo la garanzia di vincere, almeno a quanto dici tu e tanti altri qua dentro.

Sono stufa dei Soloni, sono stufa delle contestazioni, sono stufa dei fischi...Meneghin, Morse e Ossola appartengono al passato. Svegliamoci tutti che è ora.

Link to comment
Share on other sites

Va bene tutto Silvia, ma capisci che l'alternativa tutto quanto da te ottimamente descritto sarebbe....LAVORARE!?!?!?

63125[/snapback]

:lol::lol::o

lo so, lo so, in realtà il Sig. Whirlpool ti ha beccato a cazzeggiare nel forum e ha pregato la Moder-attrice di intervenire.

basta discussioni inutili, LAVORARE!!!! :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

non credi che possa esistere la possibilità che qualcuno stimi Magnano e il suo gioco?

Io mi chiedo quanta supponenza bisogna avere in corpo x fare le pulci in questo modo, e con questo livore, a un allenatore serio e capace come Magnano, un allenatore che sta restituendo speranze a questa città: eh si, caro Hannibal, l'errore + grosso del Ruben è stato quello di creare un gruppo su cui tutti abbiamo riposto + aspettative del dovuto, xchè finalmente quest'anno non abbiamo la Lega2 che ci gratta il popò x tutta la stagione, perchè fino a 3 gg fa in casa si insegnava il basket a tutti (udine esclusa), xchè nel rster non ci sono pagliaccioni che sventolano asciugamani ma professionisti seri.

Ci siamo già dimenticati il -35 con cantù, i ventelli a ripetizione dell'ultimo quinquennio, i Kerr, i Shabazz, i ciliegioni...Dio mio, è il primo anno in cui abbiamo in campo una Squadra degna di tale nome, con i suoi pregi e i suoi limiti, e non ci accontentiamo mai, vogliamo di più, di più, di più!!!

Pecchiamo di lussuria, e invece dovremmo farci un bel bagno di umiltà, smettere di fare tutti quanti i coach e lasciar lavorare in serenità uno che il Coach lo fa x mestiere e non deve dare spiegazioni nè a te nè a me di quello che fa.

Comodo star seduti in tribuna a dire: io farei così. mi piacerebbe lasciarti una sera sulla panchina di Varese, magari quando giochiamo in casa con treviso, almeno avremmo la garanzia di vincere, almeno a quanto dici tu e tanti altri qua dentro.

Sono stufa dei Soloni, sono stufa delle contestazioni, sono stufa dei fischi...Meneghin, Morse e Ossola appartengono al passato. Svegliamoci tutti che è ora.

63124[/snapback]

mi hai tolto le parole di bocca...e ti fotocopio

Link to comment
Share on other sites

non credi che possa esistere la possibilità che qualcuno stimi Magnano e il suo gioco?

Io mi chiedo quanta supponenza bisogna avere in corpo x fare le pulci in questo modo, e con questo livore, a un allenatore serio e capace come Magnano, un allenatore che sta restituendo speranze a questa città: eh si, caro Hannibal, l'errore + grosso del Ruben è stato quello di creare un gruppo su cui tutti abbiamo riposto + aspettative del dovuto, xchè finalmente quest'anno non abbiamo la Lega2 che ci gratta il popò x tutta la stagione, perchè fino a 3 gg fa in casa si insegnava il basket a tutti (udine esclusa), xchè nel rster non ci sono pagliaccioni che sventolano asciugamani ma professionisti seri.

Ci siamo già dimenticati il -35 con cantù, i ventelli a ripetizione dell'ultimo quinquennio, i Kerr, i Shabazz, i ciliegioni...Dio mio, è il primo anno in cui abbiamo in campo una Squadra degna di tale nome, con i suoi pregi e i suoi limiti, e non ci accontentiamo mai, vogliamo di più, di più, di più!!!

Pecchiamo di lussuria, e invece dovremmo farci un bel bagno di umiltà, smettere di fare tutti quanti i coach e lasciar lavorare in serenità uno che il Coach lo fa x mestiere e non deve dare spiegazioni nè a te nè a me di quello che fa.

Comodo star seduti in tribuna a dire: io farei così. mi piacerebbe lasciarti una sera sulla panchina di Varese, magari quando giochiamo in casa con treviso, almeno avremmo la garanzia di vincere, almeno a quanto dici tu e tanti altri qua dentro.

Sono stufa dei Soloni, sono stufa delle contestazioni, sono stufa dei fischi...Meneghin, Morse e Ossola appartengono al passato. Svegliamoci tutti che è ora.

63124[/snapback]

grande Silvia!

hai sintetizzato come meglio non si poteva, il pensiero di gran parte dei tifosi varesini, anche se riguardo ai Soloni....beh....sembri Franco Ferraro!! ;):lol:

Link to comment
Share on other sites

Tra i vantaggi di avere più di 30 anni, questo mi sa che è il più quotato.  :lol:

63101[/snapback]

Mah non so!?

Ci sono anche altri ricordi televisivi dei trentenni .. esempio aver visto in smagliante forma la signora Montezemolo, Gloria Guidi o Carmen Russo senza scomodare altre "signore", potremmo ricordare le serie TV: Hazzard o A-Team. Passonado per i vari Goldreak o Mazinga ... mica fuffa!? ;)

Ciao MC

Edited by Theus
Link to comment
Share on other sites

Mah non so!?

Ci sono anche altri ricordi televisivi dei trentenni .. esempio aver visto in smagliante forma la signora Montezemolo, Gloria Guidi o Carmen Russo senza scomodare altre "signore", potremmo ricordare le serie TV: Hazzard o A-Team. Passonado per i vari Goldreak o Mazinga ... mica fuffa!?  :lol:

Ciao MC

63143[/snapback]

Allora...non generalizziamo

io che ho 25 anni

ho visto i vari Mazinga Hazzard A-Team Ralphsupermaxieroe Capitan power etc etc etc....Colpo grosso, drive-in, i paninari, e ho perfino il primo giri di faletti intitolato "disperato ma non serio"

Edited by EmaZ
Link to comment
Share on other sites

Allora...non generalizziamo

io che ho  anni

ho visto i vari Mazinga Hazzard A-Team Ralphsupermaxieroe Capitan power etc etc etc....Colpo grosso, drive-in, i paninari, e ho perfino il primo giri  di faletti intitolato "disperato ma non serio"

63144[/snapback]

Infatti mica rispondevo a te, ma a Cinghiale che dice che il ricordo più quotato dei 30enni potrebbe essere Tardelli ... :lol:

Ciao MC

Link to comment
Share on other sites

(...)

Ci siamo già dimenticati il -35 con cantù, i ventelli a ripetizione dell'ultimo quinquennio, i Kerr, i Shabazz, i ciliegioni...Dio mio, è il primo anno in cui abbiamo in campo una Squadra degna di tale nome, con i suoi pregi e i suoi limiti, e non ci accontentiamo mai, vogliamo di più, di più, di più!!!

Pecchiamo di lussuria, e invece dovremmo farci un bel bagno di umiltà, smettere di fare tutti quanti i coach e lasciar lavorare in serenità uno che il Coach lo fa x mestiere e non deve dare spiegazioni nè a te nè a me di quello che fa.

(...)

Sono stufa dei Soloni, sono stufa delle contestazioni, sono stufa dei fischi...Meneghin, Morse e Ossola appartengono al passato. Svegliamoci tutti che è ora.

63124[/snapback]

QUOTE ROSA! L3L IN PARLAMENTO!!!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...