Jump to content

Andrea Meneghin


Recommended Posts

  • Replies 52
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Molto bene. Sono stracontento per lui.

Però ricordiamoci che molto difficilmente potrà ritornare ad essere un atleta al 100% in grado di tenere la A1, per lo meno come titolare. Spero che il pubblico varesino non cerchi di condizionare ora le future scelte anche qui...

Hai ragione al 100%, soprattutto sul condizionare le scelte del pubblico varesino.

Link to comment
Share on other sites

"Ora lasciatemi lavorare, quando sarò pronto mi farò sentire io, promesso". Così ci aveva lasciato - era novembre - Andrea Meneghin. Con una promessa buttata lì, un ideale salvagente al quale tutti quanti ci siamo aggrappati. E il Menego, dall’alto della sua onestà spicciola, le promesse le ha sempre mantenute: eccolo qua. Ci aveva detto che avrebbe fatto di tutto per tornare, che nulla sarebbe stato lasciato intentato. Ci aveva detto che gli mancavano, da morire, lo stridere delle scarpe sul parquet, le legnate sotto canestro, le urla e l’odore degli spogliatoi. Ci aveva detto “Arrivederci in campo”. In questi mesi il Menego ha lavorato e sofferto come una bestia. In silenzio e lontano dalle luci della ribalta alle quali è sempre stato un po’ allergico, cullato e coccolato dalla semplicità degli amici di sempre. Si è allenato. Da solo, in palestra e in piscina. Con i ragazzi della Polisportiva Daverio che lo hanno accolto e lo stanno portando per mano verso il sogno di un rientro in grande stile, ai quali va l’ideale ringraziamento di tutti quelli che amano la pallacanestro e sentono la mancanza di Andrea. E da qualche giorno è rientrato nel gruppo, con i suoi compagni di sempre, nel suo palazzetto. Al suo posto. E’ ancora presto per parlare di rientri, dobbiamo avere ancora un po’ di pazienza. Ma siamo autorizzati fin d’ora a immaginare come sarà bello. Quando lo speaker del PalaWhirlpool chiamerà il suo nome, e tutti quanti ci alzeremo in piedi per fare festa. Per il momento crogioliamoci nelle sue parole. "Sono rientrato nel gruppo, e questa è una grande notizia. Certo, non sono ancora pronto per sostenere un allenamento completo, ma intanto ci sono. La mia condizione fisica migliora, e se continua così... Devo ringraziare tutti quelli che ci hanno creduto e mi sono stati vicino. Su tutti i ragazzi della Polisportiva Daverio, dal presidente Valter Carravieri fino a coach Racco e tutti i giocatori e i dirigenti. Mi hanno accolto con loro, si sono presi cura di me e mi hanno aiutato a raggiungere quello stato di forma che ora mi permette di allenarmi con il gruppo della serie A". Parole e musica di Andrea Meneghin: uomo, amico, giocatore. Capitano.

:(:unsure:^_^

Link to comment
Share on other sites

"Ora lasciatemi lavorare, quando sarò pronto mi farò sentire io, promesso". Così ci aveva lasciato - era novembre - Andrea Meneghin. Con una promessa buttata lì, un ideale salvagente al quale tutti quanti ci siamo aggrappati. E il Menego, dall’alto della sua onestà spicciola, le promesse le ha sempre mantenute: eccolo qua. Ci aveva detto che avrebbe fatto di tutto per tornare, che nulla sarebbe stato lasciato intentato. Ci aveva detto che gli mancavano, da morire, lo stridere delle scarpe sul parquet, le legnate sotto canestro, le urla e l’odore degli spogliatoi. Ci aveva detto “Arrivederci in campo”. In questi mesi il Menego ha lavorato e sofferto come una bestia. In silenzio e lontano dalle luci della ribalta alle quali è sempre stato un po’ allergico, cullato e coccolato dalla semplicità degli amici di sempre. Si è allenato. Da solo, in palestra e in piscina. Con i ragazzi della Polisportiva Daverio che lo hanno accolto e lo stanno portando per mano verso il sogno di un rientro in grande stile, ai quali va l’ideale ringraziamento di tutti quelli che amano la pallacanestro e sentono la mancanza di Andrea. E da qualche giorno è rientrato nel gruppo, con i suoi compagni di sempre, nel suo palazzetto. Al suo posto. E’ ancora presto per parlare di rientri, dobbiamo avere ancora un po’ di pazienza. Ma siamo autorizzati fin d’ora a immaginare come sarà bello. Quando lo speaker del PalaWhirlpool chiamerà il suo nome, e tutti quanti ci alzeremo in piedi per fare festa. Per il momento crogioliamoci nelle sue parole. "Sono rientrato nel gruppo, e questa è una grande notizia. Certo, non sono ancora pronto per sostenere un allenamento completo, ma intanto ci sono. La mia condizione fisica migliora, e se continua così... Devo ringraziare tutti quelli che ci hanno creduto e mi sono stati vicino. Su tutti i ragazzi della Polisportiva Daverio, dal presidente Valter Carravieri fino a coach Racco e tutti i giocatori e i dirigenti. Mi hanno accolto con loro, si sono presi cura di me e mi hanno aiutato a raggiungere quello stato di forma che ora mi permette di allenarmi con il gruppo della serie A". Parole e musica di Andrea Meneghin: uomo, amico, giocatore. Capitano.

:(:unsure:^_^

La migliore notizia dell'anno!

Link to comment
Share on other sites

"Ora lasciatemi lavorare, quando sarò pronto mi farò sentire io, promesso". Così ci aveva lasciato - era novembre - Andrea Meneghin. Con una promessa buttata lì, un ideale salvagente al quale tutti quanti ci siamo aggrappati. E il Menego, dall’alto della sua onestà spicciola, le promesse le ha sempre mantenute: eccolo qua. Ci aveva detto che avrebbe fatto di tutto per tornare, che nulla sarebbe stato lasciato intentato. Ci aveva detto che gli mancavano, da morire, lo stridere delle scarpe sul parquet, le legnate sotto canestro, le urla e l’odore degli spogliatoi. Ci aveva detto “Arrivederci in campo”. In questi mesi il Menego ha lavorato e sofferto come una bestia. In silenzio e lontano dalle luci della ribalta alle quali è sempre stato un po’ allergico, cullato e coccolato dalla semplicità degli amici di sempre. Si è allenato. Da solo, in palestra e in piscina. Con i ragazzi della Polisportiva Daverio che lo hanno accolto e lo stanno portando per mano verso il sogno di un rientro in grande stile, ai quali va l’ideale ringraziamento di tutti quelli che amano la pallacanestro e sentono la mancanza di Andrea. E da qualche giorno è rientrato nel gruppo, con i suoi compagni di sempre, nel suo palazzetto. Al suo posto. E’ ancora presto per parlare di rientri, dobbiamo avere ancora un po’ di pazienza. Ma siamo autorizzati fin d’ora a immaginare come sarà bello. Quando lo speaker del PalaWhirlpool chiamerà il suo nome, e tutti quanti ci alzeremo in piedi per fare festa. Per il momento crogioliamoci nelle sue parole. "Sono rientrato nel gruppo, e questa è una grande notizia. Certo, non sono ancora pronto per sostenere un allenamento completo, ma intanto ci sono. La mia condizione fisica migliora, e se continua così... Devo ringraziare tutti quelli che ci hanno creduto e mi sono stati vicino. Su tutti i ragazzi della Polisportiva Daverio, dal presidente Valter Carravieri fino a coach Racco e tutti i giocatori e i dirigenti. Mi hanno accolto con loro, si sono presi cura di me e mi hanno aiutato a raggiungere quello stato di forma che ora mi permette di allenarmi con il gruppo della serie A". Parole e musica di Andrea Meneghin: uomo, amico, giocatore. Capitano.

^_^^_^^_^

ho i brividi solo a leggere queste parole, non vedo l'ora di vivere questo momento!

grande Andrea!! ^_^

Link to comment
Share on other sites

???????????

perchè' ^_^

... perché il guaio fisico che ha avuto e per cui sta lottando da un po' per il recupero totale è un guaio serio-serio...

poi, che il capitano abbia palle e cuore è da tenere presente e sicuramente non lascerà nulla d'intentato...

vedremo. nessuna agitazione. no alla fretta...

Link to comment
Share on other sites

... perché il guaio fisico che ha avuto e per cui sta lottando da un po' per il recupero totale è un guaio serio-serio...

poi, che il capitano abbia palle e cuore è da tenere presente e sicuramente non lascerà nulla d'intentato...

vedremo. nessuna agitazione. no alla fretta...

Ti posso assicurare che lo vedo davvero in crescita. Fisica e atletica. 2 mesi fa anch'io pensavo che non potesse rientrare.

Ora sono sicuro che ce la possa fare!

Edited by Ottimo Massimo
Link to comment
Share on other sites

Guest Stewe

io vorrei anche ringraziare il buon Caielli che ci ha dato questa bella notizia! :lol:

se fondassi il 3° quotidiano a varese mi prenderei caielli +sciascia + cappero nasale del forum e farei chiudere provincia e prealpina in 2 mesi...

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...