Jump to content

intervista a marlon garnett


Recommended Posts

INTERVISTA A MARLON GARNETT

Marlon, nelle ultime partite ti abbiamo visto più aggressivo e determinato. E’ cambiato qualcosa più nella tua testa o più nelle soluzioni tattiche che adottate?

Nelle ultime due partite (più i primi 10` a Reggio Emilia prima del mio piccolo infortunio) mi sono sentito più in ritmo e sono stato in grado di prendere più tiri. Abbiamo alternato bene le serie di blocchi a situazioni di isolamento a pick and roll per mettermi nelle condizioni migliori per tirare. Io cerco sempre di sfruttare le opportunità e nelle ultime partite ci sono state le soluzioni tattiche per averne di più. E’ normale che più passa il tempo, più conosco i miei compagni e l’allenatore, più siamo in grado di capire come ottenere il meglio da ognuno di noi. Domenica si è verificata una situazione paradossale.

Nonostante la sconfitta la gente non solo ha apprezzato la partita ma si è riaccesa anche qualche speranza playoff…

In questa stagione si è parlato molto di playoff sembrava quasi un’ossessione a un certo punto… Due settimane fa sembrava tutto finito, ma sapevamo che non era così. Siamo quattro punti sotto Biella e Virtus, sappiamo che non dipende tutto solo da noi. Speriamo di poterci giocare le nostre possibilità a Bologna. Arrivare a 40 punti con Biella e la Vidivici significherebbe una nostra qualificazione. Anche se Biella in questo momento sta giocando molto bene, hanno lo scontro diretto favorevole contro di noi e devono ritenersi i favoriti per la qualificazione.

Marlon, non ci possiamo nascondere. Fuoricasa abbiamo fatto veramente fatica quest’anno ed è lì che dobbiamo crescere. Cosa ci è mancato fino ad oggi?

Ci è mancata soprattutto la fiducia. A inizio dell`anno, quando si costruisce una squadra nuova, il primo desiderio è quello di fare bene in casa. Noi ci siamo riusciti. Fuoricasa abbiamo sofferto. Non credo che abbiamo giocato sempre male. Ci sono state partite in cui non abbiamo giocato male, che siamo arrivati a giocarci punto a punto ma che abbiamo perso, anche in situazioni strane. Una-due vittorie così a inizio dell`anno possono fare la differenza fra una buona stagione e un`ottima stagione. Ora non possiamo più sbagliare, lo sappiamo e non abbiamo paura di questo.

Sembri arrabbiato ora… Il tuo rapporto con Varese si è incrinato?

Sai… La città mi piace. In società ho trovato ottime persone e lo dico sinceramente, devi credermi. La famiglia Castiglioni è splendida, così come tutti i ragazzi dell`organizzazione, l`allenatore, Sandro Galleani, ci sono veramente grandi persone qui. So che ho ricevuto molte critiche dai giornali e da qualche tifoso. E questo mi sta dando fastidio. Perchè bisognerebbe analizzare la situazione nel suo complesso e pensare di più alla squadra, non solamente al mio rendimento singolo. L`altro giorno guardavo le mie statistiche e notavo questa cosa. Quando ho segnato fra gli 8 e 15 punti abbiamo avuto 10 vittorie e 3 sconfitte. Quando ho segnato più di 15 punti abbiamo avuto 3 vittorie e 5 sconfitte. Questa squadra vive di equilibri e io ho cercato di fare di tutto per rispettarli. So che ho bucato delle partite e so che avrei potuto fare di più. Ma non segnando 20-25 punti a partita come pensa qualcuno. Ma magari facendo un passaggio in più, prendendo il tiro giusto al momento giusto. Non 10 tiri in più. Non si può guardare solo il tabellino per valutare una stagione.

Mi sono sempre impegnato al massimo per dare alla squadra ciò di cui aveva bisogno. Chi mi ha criticato quest`anno lo ha fatto solo guardando ai punti che segnavo senza pensare al quadro complessivo. E` stato un anno difficile, ma questo non mi ferma. Sono un uomo forte, so che posso superare questa situazione. Ora non interessa far ricredere nessuno. Cerco di non pensare solo a me, ma alla mia squadra. Io lavoro per la Pallacanestro Varese e cerco di dare il massimo per la Pallacanestro Varese. Io sono critico con me stesso, so che ho avrei potuto giocare certe partite meglio, specialmente fuoricasa. Sono umano. Non sono dio, ma ho molta fiducia in Lui. E so di certo che mi aiuterà a superare questo momento.

Link to comment
Share on other sites

"Caro Ciccio Garnett, nessuno a Varese può imputarti alcunchè sul piano dell'impegno e della professionalità.

Però, salvo errori, tu sei qui per farci vincere delle partite, cosa che non mi pare sia successa con grossa frequenza.

Quindi, Crapapelada, cerca di entrare nell'ordine di idee di essere quello che fa la differenza OLTRE che essere un buon teamplayer, perchè di gregarioni di lusso sinceramente non ce ne mancano, e magari quelli che già abbiamo costano meno del tuo contrattone.

Con immutato affetto, ma con un po' di scoglionamento,

tuo Leasir"

Link to comment
Share on other sites

Anch perchè non ci possiamo permettere un gregario da 250mila dollari e 11p di media.Tiratore?? Ah si?? 37% da3......

Caro marlon aiutaci ad andare ai playoff e poi prendi altre strade...

Link to comment
Share on other sites

Anch perchè non ci possiamo permettere un gregario da 250mila dollari e 11p di media.Tiratore?? Ah si?? 37% da3......

Caro marlon aiutaci ad andare ai playoff e poi prendi altre strade...

Poi peró aggiujngiamo: "Caro Ciccio Oioli, la prossima volta che compri un giocatore per una squadra di un allenatore con un sistema di gioco MOLTO preciso, assicurati che sia umanamente possibile per il giocatore adattarvisi nell'ambito del girone di andata.

Certo Garnett é stato inutile, ma che la cosa fosse imprevedibile solo chi, come me, non capisce di basket poteva pensarlo.

Link to comment
Share on other sites

Poi peró aggiujngiamo: "Caro Ciccio Oioli, la prossima volta che compri un giocatore per una squadra di un allenatore con un sistema di gioco MOLTO preciso, assicurati che sia umanamente possibile per il giocatore adattarvisi nell'ambito del girone di andata.

Certo Garnett é stato inutile, ma che la cosa fosse imprevedibile solo chi, come me, non capisce di basket poteva pensarlo.

Vabbè dai Ponch, mi pare che tu, seppur ironicamente, infierisca un po'troppo..

E' vero che Marlon non è mai stato un difensore e che il Ruben è un grande difensivista, però chi si aspettava che Garnett avrebbe sbagliato così tanto o che si sarebbe del tutto snaturato?

Secondo me sulla carta, l'acquisto è stato buono: ci serviva un tiratore ed uno che si prendesse tanti tiri, soprattutto da fuori, ed è stato scelto Garnett.

Putroppo ha bucato, ora è proprio ufficiale (a meno di miracoli nelle ultime partite), ma non per questo mi sento di imputare colpe ad Ololi.

Link to comment
Share on other sites

Poi peró aggiujngiamo: "Caro Ciccio Oioli, la prossima volta che compri un giocatore per una squadra di un allenatore con un sistema di gioco MOLTO preciso, assicurati che sia umanamente possibile per il giocatore adattarvisi nell'ambito del girone di andata.

Io prima direi:"Caro pubblico di Varese, viziato e con la puzza al naso, se l'anno prossimo portiamo a casa John Peppe McPecons dal campionato venezuelano che è un'ira d'Iddio scesa in terra, non menartela dicendo che quella maglietta era di Morse, Komazec, Meneghin etc etc.... Primo perchè Edwards e Torres provenivano da quel campionato lì, secondo perchè a volte non serve il gran nome per fare i risultati.... il gran nome (spesso) serve solo alla campagna abbonamenti...."

Link to comment
Share on other sites

INTERVISTA A MARLON GARNETT

Ci è mancata soprattutto la fiducia. A inizio dell`anno, quando si costruisce una squadra nuova, il primo desiderio è quello di fare bene in casa. Noi ci siamo riusciti. Fuoricasa abbiamo sofferto. Non credo che abbiamo giocato sempre male. Ci sono state partite in cui non abbiamo giocato male, che siamo arrivati a giocarci punto a punto ma che abbiamo perso, anche in situazioni strane. Una-due vittorie così a inizio dell`anno possono fare la differenza fra una buona stagione e un`ottima stagione. Ora non possiamo più sbagliare, lo sappiamo e non abbiamo paura di questo.

Sembri arrabbiato ora… Il tuo rapporto con Varese si è incrinato?

So che ho ricevuto molte critiche dai giornali e da qualche tifoso. E questo mi sta dando fastidio. Perchè bisognerebbe analizzare la situazione nel suo complesso e pensare di più alla squadra, non solamente al mio rendimento singolo. L`altro giorno guardavo le mie statistiche e notavo questa cosa. Quando ho segnato fra gli 8 e 15 punti abbiamo avuto 10 vittorie e 3 sconfitte. Quando ho segnato più di 15 punti abbiamo avuto 3 vittorie e 5 sconfitte. Questa squadra vive di equilibri e io ho cercato di fare di tutto per rispettarli. So che ho bucato delle partite e so che avrei potuto fare di più. Ma non segnando 20-25 punti a partita come pensa qualcuno. Ma magari facendo un passaggio in più, prendendo il tiro giusto al momento giusto. Non 10 tiri in più. Non si può guardare solo il tabellino per valutare una stagione.

Mi sono sempre impegnato al massimo per dare alla squadra ciò di cui aveva bisogno. Chi mi ha criticato quest`anno lo ha fatto solo guardando ai punti che segnavo senza pensare al quadro complessivo.

Più che Garnett mi sembra che a parlare sia Stewe..... :lol:

Link to comment
Share on other sites

Io prima direi:"Caro pubblico di Varese, viziato e con la puzza al naso, se l'anno prossimo portiamo a casa John Peppe McPecons dal campionato venezuelano che è un'ira d'Iddio scesa in terra, non menartela dicendo che quella maglietta era di Morse, Komazec, Meneghin etc etc.... Primo perchè Edwards e Torres provenivano da quel campionato lì, secondo perchè a volte non serve il gran nome per fare i risultati.... il gran nome (spesso) serve solo alla campagna abbonamenti...."

Ma negli ultimi anni, quante volte abbiamo fatto scommesse, anzi direi azzardi e ci siamo trovati con dei bidoni? Io penso che non è questione di menarsela ma che ci siamo scottati troppo nel recente passato. Per questo, anche a stagione finita, complimenti ad Oioli, almeno ci ha dato un gruppo di giocatori veri su cui si può discutere e non i soliti 2/3 orrori che puntualmente arrivavano condizionando le stagioni. L'anno prossimo però si può e si deve fare ancora meglio

Edited by Eddy Lee Wilkins
Link to comment
Share on other sites

Poi peró aggiujngiamo: "Caro Ciccio Oioli, la prossima volta che compri un giocatore per una squadra di un allenatore con un sistema di gioco MOLTO preciso, assicurati che sia umanamente possibile per il giocatore adattarvisi nell'ambito del girone di andata.

Certo Garnett é stato inutile, ma che la cosa fosse imprevedibile solo chi, come me, non capisce di basket poteva pensarlo.

Il sistema non sarà stato l'ideale per Garnett, se però si mette a sbagliare tiri libero con l'uomo a 2 metri, e ne ha sbagliati, il sistema c'entra fava.

Ciao MC

Link to comment
Share on other sites

Il sistema non sarà stato l'ideale per Garnett, se però si mette a sbagliare tiri libero con l'uomo a 2 metri, e ne ha sbagliati, il sistema c'entra fava.

Ciao MC

Ha sbagliato tiri libero e Tiri Liberi.

Più ci penso e più mi convinco che abbia giocato meglio con CDO, dove ha infilato la tripla che ci ha rimesso in partita quando eravamo in chiaro affanno, che con TV dove ha sbagliato 2 liberi e una tripla solo soletto nel momento cruciale.

Link to comment
Share on other sites

Ha sbagliato tiri libero e Tiri Liberi.

Più ci penso e più mi convinco che abbia giocato meglio con CDO, dove ha infilato la tripla che ci ha rimesso in partita quando eravamo in chiaro affanno, che con TV dove ha sbagliato 2 liberi e una tripla solo soletto nel momento cruciale.

Infatti secondo me, l'errore su Garnett non è tanto un discorso di adattamento al sistema. Più che altro si è preso un giocatore a cui si voleva fare il "go to guy", ma lui "go to guy" non lo è...

Ciao MC

Link to comment
Share on other sites

"Caro Ciccio Garnett, nessuno a Varese può imputarti alcunchè sul piano dell'impegno e della professionalità.

Però, salvo errori, tu sei qui per farci vincere delle partite, cosa che non mi pare sia successa con grossa frequenza.

Quindi, Crapapelada, cerca di entrare nell'ordine di idee di essere quello che fa la differenza OLTRE che essere un buon teamplayer, perchè di gregarioni di lusso sinceramente non ce ne mancano, e magari quelli che già abbiamo costano meno del tuo contrattone.

Con immutato affetto, ma con un po' di scoglionamento,

tuo Leasir"

Acido, as usual, :rolleyes: .... ma estremamente efficace !! Quoto !!

Poi peró aggiujngiamo: "Caro Ciccio Oioli, la prossima volta che compri un giocatore per una squadra di un allenatore con un sistema di gioco MOLTO preciso, assicurati che sia umanamente possibile per il giocatore adattarvisi nell'ambito del girone di andata.

Certo Garnett é stato inutile, ma che la cosa fosse imprevedibile solo chi, come me, non capisce di basket poteva pensarlo.

Mi associo e quoto anche qui !!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...