Jump to content

Palababele


Recommended Posts

palasport

Presentata la relazione sul futuro della piramide di corso Europa

- Il Giorno -

Costerebbe due milioni di euro in meno abbattere il Palababele e ricostruire un nuovo palasport. Si spenderebbero cioè 16 milioni di euro per un impianto da 6.000 posti e polifunzionale, cioè non utilizzabile soltanto per il basket. Invece per completare lo scheletro del palazzetto attuale di corso Europa servirebbero 18 milioni di euro perché i danni causati dall’usura del tempo, dall’incuria e dai raid vandalici sono irreparabili.

È questa, in sintesi, la relazione sullo stato di salute del Palababele, fatta da Luca Claudio Colombo, l’ingegnere di Milano al quale il sindaco Tiziana Sala ha affidato lo scorso dicembre l’incarico di quantificare la spesa per scrivere la parola fine sullo scandalo palasport mangiasoldi. Un’opera pubblica già costata al portafoglio dei contribuenti canturini 20 miliardi di vecchie lire e il cui cantiere è fermo dal giugno del 1996.

Dopo una radiografia del Palababele, l’ingegnere Colombo per la prima volta rende nota la sua diagnosi e propone la prima delle due terapie studiate per salvare la piramide di corso Europa. C’è l’opzione più dolorosa per le casse municipali: ultimare il palazzetto odierno, secondo il progetto dell’architetto Vittorio Gregotti, richiederebbe una serie di interventi supplementari. In primo luogo, la demolizione di grosse porzioni ormai divorate dal degrado, così come la sostituzione totale degli impianti (riscaldamento, elettrico e idrico) fatti nella prima metà degli anni Novanta. In secondo luogo, negli ultimi dieci anni le normative di sicurezza per gli impianti sportivi sono cambiate e il progetto andrebbe modificato. In terzo luogo, l’opera richiederebbe dei lavori aggiuntivi per dotarla di una polivalenza che ridurrebbe la spesa di gestione. Per Colombo se il Comune decidesse di imboccare questo sentiero dovrebbe tirare fuori dalla tasche 15 milioni e 420 mila euro. Ma non solo: perché bisognerebbe sommare i cosiddetti «costi accessori», cioè le spese di progettazione, di direzione dei lavori, di collaudo, di allacciamento alle reti urbane di acqua, elettricità, gas e telefono pari ad altri 3 milioni e 26 mila euro.

In totale 18 milioni e 446 mila euro. La seconda opzione all’esame del Comune prevede un nuovo palasport con i seguenti esborsi: un milione e 824 mila euro per radere al suolo l’attuale edificio e smaltirne le macerie, 11 milioni e 621 mila euro per costruire ex novo la struttura, 2 milioni e 954 mila euro per i «costi accessori». Totale: 16 milioni e 399 mila euro. Colombo fa notare che un palazzetto nuovo farebbe risparmiare anche una cifra oscillante fra il 30-40% delle spese di gestione, che sono quantificabili attorno ai 400 mila euro all’anno. Sulla scrivania del sindaco Sala ci sono le due ipotesi. Proposte che nelle prossime settimane saranno discusse nelle commissioni urbanistica, lavori pubblici e sport. Poi arriveranno all’esame del Consiglio comunale che dovrà prendere una decisione definitiva

Link to comment
Share on other sites

Domanda: il progetto relativo al nuovo stadio calciofilo varesino da 9900 posti, potrebbe contenere anche Basket e Hockey su ghiaccio...? In caso negativo, si potrebbe modificare il progetto all'uopo...? Aumenterebbe di molto il budget?

Mi sembrerebbe ovvia una valutazione al riguardo...

Edited by Silver Surfer
Link to comment
Share on other sites

Domanda: il progetto relativo al nuovo stadio calciofilo varesino da 9900 posti, potrebbe contenere anche Basket e Hockey su ghiaccio...? In caso negativo, si potrebbe modificare il progetto all'uopo...? Aumenterebbe di molto il budget?

Mi sembrerebbe ovvia una valutazione al riguardo...

3 sport nello stesso palazzo è follia...IMHO

Link to comment
Share on other sites

3 sport nello stesso palazzo è follia...IMHO

di per se non lo sarebbe: negli USA questo accade frequentemente. peccato pero' che in italia calcio e basket giochino pressochè in contemporanea e quindi rendo l'idea inutilizzabile

Link to comment
Share on other sites

Domanda: il progetto relativo al nuovo stadio calciofilo varesino da 9900 posti, potrebbe contenere anche Basket e Hockey su ghiaccio...? In caso negativo, si potrebbe modificare il progetto all'uopo...? Aumenterebbe di molto il budget?

Mi sembrerebbe ovvia una valutazione al riguardo...

eventi sportivi solo per il calcio ..

modificare il progetto .... in che senso silver ?.... affiancare una nuova struttura a quella già in progetto ...

e quindi buttare giù il lino oldrini per un bel palazzo nuovo da 8000 mila posti ...?

:rolleyes:^_^

Link to comment
Share on other sites

Mah...succederebbe raramente, solo in caso di posticipi. Il calcio finisce di norma prima.

Comunque i migliori impianti all'estero sono polifunzionali anche dal punto di vista sportivo...

P.S.: Parish, leggo solo ora il Tuo msg...no, intendevo parlare del progetto che dovrebbe concretizzarsi dalle "ceneri" del Franco Ossola.

Edited by Silver Surfer
Link to comment
Share on other sites

palasport

Presentata la relazione sul futuro della piramide di corso Europa

- Il Giorno -

Costerebbe due milioni di euro in meno abbattere il Palababele e ricostruire un nuovo palasport. Si spenderebbero cioè 16 milioni di euro per un impianto da 6.000 posti e polifunzionale, cioè non utilizzabile soltanto per il basket. Invece per completare lo scheletro del palazzetto attuale di corso Europa servirebbero 18 milioni di euro perché i danni causati dall’usura del tempo, dall’incuria e dai raid vandalici sono irreparabili.

È questa, in sintesi, la relazione sullo stato di salute del Palababele, fatta da Luca Claudio Colombo, l’ingegnere di Milano al quale il sindaco Tiziana Sala ha affidato lo scorso dicembre l’incarico di quantificare la spesa per scrivere la parola fine sullo scandalo palasport mangiasoldi. Un’opera pubblica già costata al portafoglio dei contribuenti canturini 20 miliardi di vecchie lire e il cui cantiere è fermo dal giugno del 1996.

Dopo una radiografia del Palababele, l’ingegnere Colombo per la prima volta rende nota la sua diagnosi e propone la prima delle due terapie studiate per salvare la piramide di corso Europa. C’è l’opzione più dolorosa per le casse municipali: ultimare il palazzetto odierno, secondo il progetto dell’architetto Vittorio Gregotti, richiederebbe una serie di interventi supplementari. In primo luogo, la demolizione di grosse porzioni ormai divorate dal degrado, così come la sostituzione totale degli impianti (riscaldamento, elettrico e idrico) fatti nella prima metà degli anni Novanta. In secondo luogo, negli ultimi dieci anni le normative di sicurezza per gli impianti sportivi sono cambiate e il progetto andrebbe modificato. In terzo luogo, l’opera richiederebbe dei lavori aggiuntivi per dotarla di una polivalenza che ridurrebbe la spesa di gestione. Per Colombo se il Comune decidesse di imboccare questo sentiero dovrebbe tirare fuori dalla tasche 15 milioni e 420 mila euro. Ma non solo: perché bisognerebbe sommare i cosiddetti «costi accessori», cioè le spese di progettazione, di direzione dei lavori, di collaudo, di allacciamento alle reti urbane di acqua, elettricità, gas e telefono pari ad altri 3 milioni e 26 mila euro.

In totale 18 milioni e 446 mila euro. La seconda opzione all’esame del Comune prevede un nuovo palasport con i seguenti esborsi: un milione e 824 mila euro per radere al suolo l’attuale edificio e smaltirne le macerie, 11 milioni e 621 mila euro per costruire ex novo la struttura, 2 milioni e 954 mila euro per i «costi accessori». Totale: 16 milioni e 399 mila euro. Colombo fa notare che un palazzetto nuovo farebbe risparmiare anche una cifra oscillante fra il 30-40% delle spese di gestione, che sono quantificabili attorno ai 400 mila euro all’anno. Sulla scrivania del sindaco Sala ci sono le due ipotesi. Proposte che nelle prossime settimane saranno discusse nelle commissioni urbanistica, lavori pubblici e sport. Poi arriveranno all’esame del Consiglio comunale che dovrà prendere una decisione definitiva

A Varese non siamo messi meglio... da una ricerca fatta qualche anno fa completare e sistemare il palaoldrini verrebbe a costare di più che a costruire un nuovo impianto... :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

se non ricordo male il BPA palas costò non più di 10 miliardi (ho in mente 8..ma posso sbagliarmi)... senza sprechi le cose si riescono a fare con costi ragionevoli..

...il che mi pare meno del "lifting" fatto al palaoldrini 15 anni fa....

Link to comment
Share on other sites

Palasport nuovo , almeno con 10000 posti , viste le nuove regole Eurolega .

Adattare il nuovo stadio anche per il basket potrebbe sicuramente essere una soluzione interessante , almeno per le partite diciamo più interessanti, e poi nascerebbe una simbiosi calcio-basket che a molti varesini farebbe piacere.

Potrebbe essere l'orogenesi della famosa "polisportiva" (modello Barcellona o Real )

Per l'hockey il discorso si fa sicuramnete più complicato , almeno dal punto di vista impiantistico.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...