Jump to content

Cambio del play


Recommended Posts

'sto turco è libero.

Arslan And Efes Part Ways - Aug. 17, 2006 - by Serdar Ortakuyu

Efes Pilsen point guard Ender Arslan (190-G-83) declared his request to leave the club due to number of playmakers (4) in the roster and the Turkish contenders made him available only for Europe not TBL. Union Olimpija of Slovenia was the only team to make an official offer and Efes Pilsen side will let Arslan go if he agrees terms with Sloveinan powerhouse, looking for a replacement for Yotam Halperin who is expected to be back to Maccabi Tel-Aviv. Arslan who is still under contract will be back to Efes side at the end of 2006/07 season if the coaching staff wants him back.

Regular season

29 gare, 20.2 minuti, 7.6 punti, 44% da 2, 37% da 3, 68% ai liberi, 1.2 rimbalzi, 2.9 assist

Playoff

9 gare, 23.1 minuti, 5.1 punti, 44% da 2, 21% da 3, 56% ai liberi, 1.9 rimbalzi, 2.2 assist

Coppa nazionale

6 gare, 12.2 minuti, 4.5 punti, 58% da 2, 21% da 3, 100% ai liberi, 0.5 rimbalzi, 1 assist

Eurolega

22 gare, 20.5 minuti, 5.7 punti, 37% da 2, 29% da 3, 65% ai liberi, 1.3 rimbalzi, 2 assist

Link to comment
Share on other sites

Oggi pomeriggio il volo Tallin-Praga è avvenuto insieme alla squadra Nazionale estone di Basket. Parlando, è saltato fuori il nome di Tanel Sokk, giovane dell'85 di 181 cm. Viene dato come giocatore di piglio e destrezza molto in crescita... :rolleyes: ...e penso che verrebbe in Italia veramente x due lirette...

Edited by Silver Surfer
Link to comment
Share on other sites

Oggi pomeriggio il volo Tallin-Praga è avvenuto insieme alla squadra Nazionale estone di Basket. Parlando, è saltato fuori il nome di Tanel Sokk, giovane dell'85 di 181 cm. Viene dato come giocatore di piglio e destrezza molto in crescita... :rolleyes: ...e penso che verrebbe in Italia veramente x due lirette...

Silver, sei grandioso..............la Nazionale Estone.....vorrei proprio sapere come hai "attaccato bottone"...... <_<:o:blink::o:lol:

Link to comment
Share on other sites

giovane dell'85 di 181 cm

Ieri guardavo (con audio a zero perchè l'Ellisse è insopportabile) la replica di un Varese-Roseto dell'anno scorso.

Riviste con calma certe situazioni, tecniche e tattiche, l'impressione è stata (fortissima) di una squadra che in certi ruoli schierava dei giocatori davvero scarsi e impresentabili a certi livelli: Albano titolare, ragazzi, ed ora Galanda, è già un passo avanti stratosferico.

E variare da Allegretti ad Hafnar nel cambio degli esterni è un ulteriore miglioramento...

Peraltro, Hafnar può portare palla, e così anche Holland (e in quell'attacco, si sa, spesso serve solo arrivare di là, perchè quando iniziano certo movimenti, il play può finire anche in post basso, o uscire nell'angolo per il tiro, ecc.): sicuri sicuri che serva un play puro e non piuttosto un play-guardia, comunque farabellesco, cioè anche confusionario ma in grado di sferzare la partita tatticamente, soprattutto se Keys è uomo di molto ordine?

Tatticamente, dicevo, certi movimento dell'attacco-ruben (penso, per esempio, all'entrata dritto per dritto che l'esterno si può prendere dopo i due blocchi che riceve sul fondo e poi in ala) sembrano fatti apposta per esaltare gente dalle gambe potenti come Carter e Holland.

E poi, il tiro da tre: quanti buoni tiri abbiamo creato quest'anno, spadellandoli? Spesso non era un problema di qualità della conclusione, ma del fare "semplicemente" canestro!

Il p&r: con Howell+Collins era un movimento inutile perchè Ro ra pericoloso solo andando a sud mentre spesso si apriva a fare semplicemente da sponda, ma se quel blocco lo porta Galanda... insomma, diciamo la verità, Collins non era certo il giocatore giusto per dare qualità a tutto l'attacco, bastava un Farabello "qualsiasi" per alzare il livello di efficacia dei passaggi.

Ecco, su Farabello mi si è generata una qualche nostalgia: non per il giocatore in sè, ma per le caratteristiche. Non vorrei che alla lunga si sentisse la mancanza di uno così, capace di avere impatto (anche negativo, intendiamoci) dalla panchina: soprattutto ora che il suo ruolo, con due attaccanti di professione in quintetto, poteva essere meglio delineato.

Edited by Dragonheart
Link to comment
Share on other sites

Oggi pomeriggio il volo Tallin-Praga è avvenuto insieme alla squadra Nazionale estone di Basket. Parlando, è saltato fuori il nome di Tanel Sokk, giovane dell'85 di 181 cm. Viene dato come giocatore di piglio e destrezza molto in crescita... <_< ...e penso che verrebbe in Italia veramente x due lirette...

Avrebbe già firmato con il Kalev Tallinn.

Peraltro ampiamente figlio d'arte di Tiit, medaglia d'oro con l'ultima nazionale URSS alle olimpiadi 1988 di Seoul.

Link to comment
Share on other sites

Ieri guardavo (con audio a zero perchè l'Ellisse è insopportabile) la replica di un Varese-Roseto dell'anno scorso.

Riviste con calma certe situazioni, tecniche e tattiche, l'impressione è stata (fortissima) di una squadra che in certi ruoli schierava dei giocatori davvero scarsi e impresentabili a certi livelli: Albano titolare, ragazzi, ed ora Galanda, è già un passo avanti stratosferico.

E variare da Allegretti ad Hafnar nel cambio degli esterni è un ulteriore miglioramento...

Peraltro, Hafnar può portare palla, e così anche Holland (e in quell'attacco, si sa, spesso serve solo arrivare di là, perchè quando iniziano certo movimenti, il play può finire anche in post basso, o uscire nell'angolo per il tiro, ecc.): sicuri sicuri che serva un play puro e non piuttosto un play-guardia, comunque farabellesco, cioè anche confusionario ma in grado di sferzare la partita tatticamente, soprattutto se Keys è uomo di molto ordine?

Tatticamente, dicevo, certi movimento dell'attacco-ruben (penso, per esempio, all'entrata dritto per dritto che l'esterno si può prendere dopo i due blocchi che riceve sul fondo e poi in ala) sembrano fatti apposta per esaltare gente dalle gambe potenti come Carter e Holland.

E poi, il tiro da tre: quanti buoni tiri abbiamo creato quest'anno, spadellandoli? Spesso non era un problema di qualità della conclusione, ma del fare "semplicemente" canestro!

Il p&r: con Howell+Collins era un movimento inutile perchè Ro ra pericoloso solo andando a sud mentre spesso si apriva a fare semplicemente da sponda, ma se quel blocco lo porta Galanda... insomma, diciamo la verità, Collins non era certo il giocatore giusto per dare qualità a tutto l'attacco, bastava un Farabello "qualsiasi" per alzare il livello di efficacia dei passaggi.

Ecco, su Farabello mi si è generata una qualche nostalgia: non per il giocatore in sè, ma per le caratteristiche. Non vorrei che alla lunga si sentisse la mancanza di uno così, capace di avere impatto (anche negativo, intendiamoci) dalla panchina: soprattutto ora che il suo ruolo, con due attaccanti di professione in quintetto, poteva essere meglio delineato.

Bella analisi dragone, che condivido pienamente...........pur non piangendo affatto per la partenza di Farabello........ <_<<_<:blink:

Link to comment
Share on other sites

Il p&r: con Howell+Collins era un movimento inutile perchè Ro ra pericoloso solo andando a sud mentre spesso si apriva a fare semplicemente da sponda, ma se quel blocco lo porta Galanda... insomma, diciamo la verità, Collins non era certo il giocatore giusto per dare qualità a tutto l'attacco, bastava un Farabello "qualsiasi" per alzare il livello di efficacia dei passaggi.

Ecco, su Farabello mi si è generata una qualche nostalgia: non per il giocatore in sè, ma per le caratteristiche. Non vorrei che alla lunga si sentisse la mancanza di uno così, capace di avere impatto (anche negativo, intendiamoci) dalla panchina: soprattutto ora che il suo ruolo, con due attaccanti di professione in quintetto, poteva essere meglio delineato.

Io invece faccio un quotone al dragone.... sentiremo la mancanza di un Farabello...

Rivedendo la partita dopo qualche mese invece, la cosa che mi è saltata all'occhio è che ero convinto che lo scorso anno avessimo un play scadente.... ma non fino a quel punto :blink:<_<<_<

Link to comment
Share on other sites

Io invece non ne voglio più sapere di queste odiosissime combo-guard...

Sono inutili, fastidiose, nè carne nè pesce, mancati play geneticamente modificati a guardie perchè senza visione di gioco, o guardie trasformate contro natura in play per mancanza di centimetri... praticamente come quelli che vanno a fare i vigili urbani perchè non riescono ad entrare nella Polizia di Stato..... basta, non se ne può più!!!

Farabello.

Farabello non è un play. E' una guardia, come ne esistevano nel secolo scorso, con tiro da 3 e passaggio, con il pregio però rispetto alle normali e vecchie guardie europee/statunitensi, di avere il più classico estro sudamericano.

Le forzature da 3, i passaggi no look ci mancheranno, nel bene e nel male... che poi all'occorrenza e in una squadra corta come la nostra, avrebbe potuto coprire le spalle discretamente al play con qualche minuto in regia, è vero, ma non è e non sarà mai un play. A meno di non trovarne uno così, Dio ci scampi dalle Combo-Guard!!!

Link to comment
Share on other sites

Silver, sei grandioso..............la Nazionale Estone.....vorrei proprio sapere come hai "attaccato bottone"...... <_<:o:blink::blink::lol:

:D:D ...semplice <_< ...ti vedi in coda al boarding dei lungagnoni tutti con camicia sportiva azzurra targata and1 ed "eesti", una domanda doverosa, la ovvia risposta, le chiacchere continuano, gli faccio vedere il quaderno delle firme della Nazionale Lituana appena prese nel volo di 11 giorni prima e le foto, mi presento come tifoso di Varese italiano che scrive (male e spesso a vanvera) di Basket nel web in ITA ed all'estero, ridono, e...via di firme e foto! A quel punto quattro chiacchere su di loro e sulla loro Nazionale (mi hanno parlato bene anche di altri elementi oltre a Sokk...uno dei quali forse era...Dorbek, gli altri forse...Makke e Kangur), mi dicono che solo tre di loro non giocano in Estonia, e che stanno andando a giocare a Budapest contro l'Ungheria, ed a Praga contro una squadra ceka; e che erano reduci qualche giorno or sono da una vittoria importante contro...Israele!

Tutto qui. Niente di che. :D

Edited by Silver Surfer
Link to comment
Share on other sites

sostieni allora che tale Sergio Hernandez (che l'ha convocato come terzo playmaker) non ci capisca molto di pallacanestro? :lol:

Quello lo vedremo, comunque è convocato come terzo play, se davanti hai Sanchez e Prigioni, Farabello o non gioca,o gioca da guardia, o entra in situazioni specialistiche.

In ogni caso sostengo che da Collins a Lynn Greer, da Iuzzolino (l'antesignano) a Penberthy, le combo guard sono più un danno che un beneficio. Anche se alcuni dei suddetti hanno permesso alle proprie squadre di ottenere risultati egregi, alla lunga risultano rovinosi.

Un play che accentra troppo il pallone su di sè, prima o poi viene soffocato e con lui il gioco, una guardia in un corpo da play che tira tantissimo, se non c'è un piccolino che difende come un mastino, prima o poi viene marcata da uno più alto di lui ed eventualmente raddoppiata da un pari stazza.

Se poi puoi schierare Meneghin su Williams/Iuzzolino :rolleyes: o Garris su Greer o Coldebella/Gigena su Collins :rolleyes: (per volare un po' più in basso) non serve nemmeno il raddoppio...

:lol:

Link to comment
Share on other sites

continuo a non essere d'accordo su farabello eppure concordo col tuo discorso.

Due cose mi hanno sempre dato fastidio: è una guardia ma sa anche portare la palla (il 90% sanno portarla solo a casa per non passarla :rolleyes: )

E' un 4 ma sa giocare anche 5 ( stava a significare che nella maggior parte dei casi non sapeva fare nè uno nè l'altro...) :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Il ragazzo nella foto secondo me sarebbe stato l'ideale cambio per Varese!

Dalla sua ha esperienza, voglia di riscattarsi e di rilanciarsi dopo l'ultimo grave infortunio, talento (anche se mai espresso totalmente).

Ma non è più libero: dopo aver contribuito alla promozione di Pesaro si è accasato a Brindisi

Link to comment
Share on other sites

Farabello non è una combo guard così come non è un play!!

:lol:^_^^_^

E' una guardia, con un buon tiro da 3, buon passaggio, estro, sufficiente proprietà di palleggio, doti che gli permettono in situazioni particolari o di emergenza di giocare anche da play. Ma non è un play....

In questa squadra ci potrebbe anche stare, ma al giusto prezzo che per me sarebbe la metà dell'ingaggio dell'anno scorso. Non vale la pena svenarsi per un giocatore che trova motivazioni solo in casa e mai in trasferta... qualcuno ricorda una buona prestazione di Daniel lontano da Varese? Ovvio che poi non deve essere sostituito da un Maury De Sousa qualunque....

Link to comment
Share on other sites

Troppo talento tecnico in un fisico incapace di adeguarsi a cotanta bravura?

Parli di fisico in termini di atletismo o in termini di ginocchia di cristallo?

Perchè Vujke non è un culturista ma nemmeno una mezza sega...

In ogni caso, più che di talento tecnico parlerei di tiro devastante e maroni di granito.

Alla F gli imputavano più o meno le cose che dicevamo noi di DJC, ma alla fine una tripla determinante ad ogni partita tendeva a metterla anzichenò.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...