Jump to content

Intervista a luca Vitali della Sutor Montegranaro


Recommended Posts

Ecco un giovane interessante da tenere sott'occhio in questa stagione.

Lui come altri giocatori di Montegranaro (Canavesi, Amoroso, Steffel).

Luca Vitali - Guardia - nato nel 1986 - 201cm - 85Kg.

Luca Vitali: 'Ci sono anch’io. E datemi pure Bodiroga'

10/10/2006 16:18

- Corriere Adriatico -

Quelli che tornano in serie A. Questa volta non per portare gli asciugamani ma per provare a infilare i panni del protagonista. Luca Vitali è di nuovo lì in mezzo al basket che conta. Non con la casacca di una della tante metropoli ricche di denari e giocatori dallo stipendio da nababbi, ma con addosso i colori giallo e blu della Premiata. E se Vitali è al piano superiore, non è certo per caso: come dimenticare le prestazioni extra-large dell’esterno bolognese nella stagione scorsa, quella del trionfo della Sutor in Legadue? Un ritorno meritato, dunque, dopo aver assaggiato la massima serie tre anni fa a Siena, con l’orgoglio di aver fatto parte di una Montepaschi fantastica, quella di Charlie Recalcati, che si laureò campione d’Italia. E ora eccolo di nuovo, magari senza ambizioni di spaccare in quattro il mondo, ma convinto di fare ancora bene con Montegranaro, “in una squadra giovane – dice lui – che ha voglia di conquistare la salvezza quanto prima”.

Innanzitutto come sta? Il precampionato non è stato per niente tranquillo…

“Ora sto bene. Certo, ho trenta giorni di preparazione in meno rispetto ai miei compagni di squadra, ma ho avuto maggiori possibilità di curare l’aspetto atletico, parlo soprattutto del lavoro seguito per il potenziamento delle gambe. Per domani sarò pronto, anche se sarà il parquet a dire cosa riuscirò a combinare”.

Conosce già la serie massima serie, sa quali trappole incontrerete per strada. Secodo lei, che campionato sarà quello che è appena partito?

“Già, ho assaggiato la serie A, ma mi limitavo a portare gli asciugamani… Scherzi a parte, scommetto che sarà una stagione che vedrà protagonisti i giovani italiani. Sono stati in molti a partire per i campionati esteri in questi ultimi anni, penso a Basile, Pozzecco, Marconato…. Credo che sarà la volta buona per vedere sbocciare qualche volto nuovo”.

Tra i giovani interessanti che potrebbero emergere possiamo aggiungere anche Luca Vitali?

“Io? Io sono giovane e basta!”.

Che sensazioni avete all’interno dello spogliatoio? Credete nella possibilità di disputare un torneo tranquillo?

“La Premiata è composta da giocatori giovani, che hanno voglia di emergere: già, possiamo dirlo, siamo pieni di noi! E credo che se riuscissimo ad amalgamare le nostre ambizioni e ad applicare il nostro basket continuando ad aiutarci, potremmo essere belli da vedere. A Bologna si dice “rumba e correre” per indicare una squadra capace di lottare e divertire. Raggiungere una certa alchimia ci potrebbe consentire di dare fastidio alle grandi, di prenderci qualche soddisfazione. Certo, siamo solo all’inizio e forse avremo bisogno di tempo…”

A proposito di grandi, della Lottomatica Roma cosa ne pensa?

“Credo sia un’ottima squadra, una di quelle che potrebbero laurearsi campione d’Italia. Poi hanno un grande allenatore, Jasmin Repesa: ha dimostrato il suo valore con la sua carriera. E non solo: la Lottomatica può contare anche su un giocatore super come Bodiroga. Non hanno nuovi arrivi di peso, anche se il lungo greco Mavrokefalidis è temibile, ma la vecchia guardia è notevole: oltre a Bodiroga ci sono Hawkins, Ilievski, Tonolli, ma è indubbio che potranno fare il grande salto proprio grazie a Repesa”.

In che modo la Premiata affronterà la Lottomatica?

“Innanzitutto non prendendola sottogamba. Io spero che dopo aver incontrato venerdì scorso i Phoenix Suns, siano loro a prendere sottogamba noi”.

Sa che poteresti marcare proprio Bodiroga?

“Guarda, Pillastrini non ci fornisce mai indicazioni del genere alla vigilia, ma potrebbe accadere. Sarebbe senza dubbio molto stimolante, e altrettanto interessante sarebbe riuscire e metterlo in difficoltà…”

Sul sito web della Sutor un tifoso ha proposto di esporre uno striscione con su scritto “Vitalissimo”. L’avresti mai pensata una cosa del genere?

“Mi fa molto piacere. Cercherò di ricambiare le manifestazioni d’affetto dei tifosi della Sutor con il cuore e con gli attributi”.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...