Jump to content

News da Teramo


Recommended Posts

Da ieri intanto è in prova con la squadra di Luca Dalmonte l’ala statunitense (con passaporto italiano) Danny Miller. L’atleta, 2,04 uscito dall’università di Notre Dame con la fama di buon tiratore, era stato sul punto di firmare proprio con Varese nella stagione 2003. Ora è reduce da un lungo infortunio e proverà a dimostrare alla Siviglia le proprie qualità.

Link to comment
Share on other sites

Da ieri intanto è in prova con la squadra di Luca Dalmonte l’ala statunitense (con passaporto italiano) Danny Miller. L’atleta, 2,04 uscito dall’università di Notre Dame con la fama di buon tiratore, era stato sul punto di firmare proprio con Varese nella stagione 2003. Ora è reduce da un lungo infortunio e proverà a dimostrare alla Siviglia le proprie qualità.

Oddio... più che "sul punto di firmare" sarebbe meglio dire "ha svolto qualche allenamento e un'amichevole di prova".

Se non sbaglio a Omegna, il giorno della trasferta in traghetto nella quale si festeggiava il ritorno del Menego

jao

f.

Link to comment
Share on other sites

Oddio... più che "sul punto di firmare" sarebbe meglio dire "ha svolto qualche allenamento e un'amichevole di prova".

Se non sbaglio a Omegna, il giorno della trasferta in traghetto nella quale si festeggiava il ritorno del Menego

jao

f.

Era Casale Monferrato, amichevole con l'Ulker. Lo scorso anno ha giocato in Francia, abbastanza discretamente... mi chiedo però cosa se ne faccia Teramo di tutti questi esterni :lol:

Si vede che in Abruzzo gira la pecunia... :ph34r:

Link to comment
Share on other sites

Era Casale Monferrato, amichevole con l'Ulker. Lo scorso anno ha giocato in Francia, abbastanza discretamente... mi chiedo però cosa se ne faccia Teramo di tutti questi esterni :lol:

Si vede che in Abruzzo gira la pecunia... :ph34r:

ripeto che secondo me teramo è attrezzata per i playoff, ad oggi molto più di biella e udine..

vediamo di bastonarli domenica!

Link to comment
Share on other sites

Woodward tiene in ansia il Siviglia Teramo

10/11/2006 09:02

Problema a una caviglia, non si allena. Iannilli ceduto al Veroli (B d’Eccellenza)

- Il Centro -

Il Siviglia Teramo è in pieno fermento. Dopo l’ingaggio, benedetto dalla dea bendata, della guardia Janicenoks, ha portato a termine un’altra operazione e... mezza. Per un Iannilli che va, infatti, dovrebbe esserci in arrivo un Miller. Andiamo per gradi. Da ieri è ufficiale il passaggio, in prestito, dell’ala-centro Andrea Iannilli al Veroli, ambizioso club di serie B d’Eccellenza. Nella formazione laziale, il 23enne ex biancorosso dovrebbe avere quello spazio che in serie A1 non è riuscito a ritagliarsi. Di certo, l’esperienza fatta, a partire dal 23 agosto, con la truppa di Dalmonte gli tornerà utile. Danny Miller, ala statunitense uscita da Notre Dame, è in prova al Teramo. Bisogna verificare se ha superato i postumi di un brutto infortunio che l’ha tenuto fermo a lungo. Miller, tra l’altro, nel 2003 è stato sul punto di firmare con il Varese, prossimo avversario del Siviglia (arbitri: Fabio Facchini, Sergio Borroni e Roberto Meterdomini).

Sulla strada che porta in Lombardia, Dalmonte ha incontrato un ostacolo che avrebbe evitato volentieri. Le condizioni di Duane Woodward sono tutt’altro che rassicuranti. Ieri non si è allenato a causa di un problema a una caviglia. L’ex del Siena finora non ha disputato una sola partita al meglio delle possibilità. E anche per questo, risulta difficile capire quale sia la vera forza della squadra teramana. Di certo, le ultime due partite, vinte contro il Biella e la Benetton Treviso, lasciano ben sperare.

Il Siviglia, a conferma del momento d’oro, resta oggetto di interessi particolari. Per rendersene conto, basta leggere il titolo della tesi di laurea discussa da Marco De Antoniis: “Le sponsorizzazioni sportive: il caso Teramo basket”. De Antoniis, che aveva svolto uno stage nel club di Antonetti, è stato tra i migliori del corso di laurea in Management dello sport e delle imprese sportive, presso l’università degli studi di Teramo, con sede ad Atri. In casa Siviglia ci hanno tenuto a sottolineare che «si tratta della seconda tesi di laurea che, nell’arco di due anni, studia il Teramo. Il caso precedente riguardava una comparazione dei modelli di comunicazione commerciale tra Teramo basket e Milan calcio».

Bipop, via Pasquali. La Bipop Reggiana ha esonerato l’allenatore Renato Pasquali. La squadra è stata affidata al suo vice Massimiliano Menetti. La decisione era nell’aria dopo la sconfitta casalinga contro la Whirlpool Varese di domenica scorsa, ma sembrava che a Pasquali potesse essere concessa una prova d’appello ad Avellino. Così non è stato. Pasquali, che era legato alla Reggiana da un contratto annuale, lascia la panchina dopo 2 vittorie, contro Napoli e Biella, e 4 sconfitte.

Eurolega, Climamio ko. La Climamio Bologna di Michele Martinelli rinvia ancora l’appuntamento con la prima vittoria in Eurolega. Dopo i ko contro Le Mans e Olympiacos, la Climamio incassa l’ennesima sconfitta battuta dalla Dinamo Mosca 78-73 (20-18, 35-36, 57-60).

MARCO CAMPLONE

Link to comment
Share on other sites

WHIRLPOOL - SIVIGLIA WEAR - L`ANALISI DI DANIEL BELTRAMO

Squadra molto in forma, reduce di 2 vittorie, a Biella contro l’Angellico e in casa contro i campioni in carica della Benetton Treviso. Anche noi siamo in forma dopo le ultime 3 gare vinte che ci hanno messo in discussione, perciò sarà una partita di grande lotta dove chi vincerà avrà una ottima posizione in classifica.

Teramo è molto pericolosa quando riesce a esprimere il gioco collettivo che ha fatto vedere contro Treviso, ha tante bocche di fuoco, basta pensare e tanti giocatori con punti nelle mani. Loro hanno giochi specifici per i P/R in cui di solito fanno bloccare i loro centri e rimangono con i numero 4 aperti per aspettare una possibile scarico o per costruire i triangoli di passaggi dentro l’area. Sono pericolosi anche quando chiamano giochi per innescare i loro esterni, molto bravi a tirare uscendo dei blocchi oppure in campo aperto. Teramo è riuscita a costruire una squadra molto equilibrata, che non dipende da un giocatore, anzi, loro possono avere diverse risposte per approfittare delle loro qualità. Ora che hanno acquisito Kristpas Janicenoks (Ex Capo d’Orlando e Fortitudo), tiratore micidiale che ha esordito molto bene contro Treviso domenica scorsa. Per continuare, facciamo vedere un gioco che loro utilizzano molto bene per mettere palla a Nolan in Post Basso. E’ una situazione difficile da difendere, visto che loro schierano agli altri 4 giocatori e che fanno agli aiuti difficile di arrivare.

Loro iniziano la partita con Duane Woodward come play (Ex Roseto e Siena), gran tiratore con tanti punti nelle mani. Come guardia, l’esordiente Anthony Grundy, giocatore leggero ma con un micidiale tiro da 3, maggiore realizzatore della squadra e di buona difesa. Come ala entra Walter Santarossa, specialista difensivo ma anche lui con un buon tiro da 3 punti piazzato. Come pivots, 2 ala-pivot, Leroy Hurd molto versatile e aggressivo che gioca abbastanza aperto, e il nostro conosciuto Norman Nolan, un 4 che gioca come centro e con un buon gioco di poste basso e una mano educata da 4 o 5 metri. Il play sostituto e Giuseppe Poeta che l’anno scorso giocava in B1 a Veroli dove l’anno scorso ha segnato 51 punti in una singola gara. Per continuare, ci sono l’ultimo arrivato Krispas Janicenoks e Marko Pesic. e Gianluca Lulli, che può giocare in 2 ruoli, sia come 3 oppure come 4, molto aggressivo e di gran rendimento. Per finire, come ricambio del centro, l’inglese Mike Bernard, molto forte fisicamente e giocatore di post basso.

Bella partita di giocare perché di sicuro loro ci costringeranno a tirare fuori il meglio di noi per riuscire a vincere, per cui speriamo di continuare a migliorare il nostro movimento di palla in attacco ed essere ancora più attenti in difesa perché di fronte avremo una squadra con tanti giocatori di talento.

Link to comment
Share on other sites

ripeto che secondo me teramo è attrezzata per i playoff, ad oggi molto più di biella e udine..

vediamo di bastonarli domenica!

Questa è una squadra da rispettare, pericolosissima anche se non sa cosa sia la parola difendere...

Ma se gli concedi un cm di troppo, questi son capaci di fare 80 punti a partita contro chiunque...

4 D'Amore Doug Playmaker 1980 193 93 ITA

5 Valentino Gennaro Playmaker 1989 186 77 ITA

6 Bernard Mike Centro 1978 206 110 ING

7 Pesic Marko Guardia 1976 198 80 GER

8 Poeta Giuseppe Playmaker 1985 190 78 ITA

10 Woodward Duane Guardia 1976 190 92 USA

11 Hurd LeRoy Ala 1980 202 107 USA

12 Santarossa Walter Ala 1978 200 100 ITA

13 Lulli Gianluca Ala 1972 196 101 ITA

15 Nolan Norman Centro 1976 202 120 USA

16 Grundy Anthony Playmaker 1979 189 84 USA

17 Iannilli Andrea Centro 1984 207 108 ITA

Pinzari Giovanni Ala 1989 197 85 ITA

Kabunda Kurt Chanel Guardia/Ala 1989 195 84 ITA

Marzoli Riccardo Play/Guardia 1989 187 80 ITA

Di Loreto Rino Ala 1989 193 84 ITA

Janicenoks Kristaps

(dal 03/11/2006)

dalla Climamio Bologna Guardia/Ala 1983 195 90 LET

Link to comment
Share on other sites

gia,teramo ci ha sempre fatto faticare negli ultimi anni,ricordo ancora una stangata presa a masnago quando wheeler la metteva pure dalla curva degli ospiti.... :nono[1]::flowers:

Beh....non esageriamo....mi pare che Teramo abbia vinto solo quella volta contro di noi (contro 5 vittorie nostre !) e la stagione scorsa è stato uno dei pochissimi campi che abbiamo conquistato in trasferta....

Rispetto per tutti gli avversari, ma contro Teramo l' imperativo è VINCERE !!

FORZA VARESE !

Link to comment
Share on other sites

Duane Woodward ci sarà. Anche se non al meglio della condizione, l’ex rosetano sarà a disposizione di coach Dalmonte per la trasferta di Varese. L’atleta statunitense ieri si è allenato da solo, insieme al preparatore Claudio Mazzaufo, nella prima parte e ha disputato la partitella con i compagni senza forzare. L’infortunio alla caviglia procura ancora fastidi a Woodward.

Morale alto in casa Siviglia Wear Teramo dopo la strepitosa affermazione contro i campioni d’Italia della Benetton. Alle porte c’è la gara di Varese.

Tre gli ex del confronto: due tra i varesini; Holland e Carter; uno in casa biancorossa, Norman Nolan. 203 cm, 118 kg. una faccia che sembra da duro ma che nasconde, una volta dismessi i panni dell’atleta, un ragazzo simpatico e disponibile.

Nato a Baltimora il 20 gennaio 1976 Norman Nolan è una delle chiavi di volta di questo importante inizio di stagione del Siviglia Wear Teramo. 6 partite in biancorosso, 90 punti con percentuali significative: 56% da due, 74% nei tiri liberi. Il tiro da tre non è la sua specialità (appena 12%) ma l’unica tripla segnata sino a oggi è arrivata proprio contro la Benetton Treviso e ha dato il là al successo. Per lui la partita di domani a Varese è una delle più speciali. Come quella di Biella ma, forse, ancor di più. «E’ stato un anno difficile», sottolinea Nolan, «non ci siamo espressi bene. Ho grande rispetto per la società e per i tifosi. I ricordi sono comunque importanti e positivi. Proprio per questo motivo torno con molto piacere a Varese. Adesso, però, gioco per Teramo e spero che la squadra possa continuare a vincere. Arriviamo da due vittorie consecutive e non ci vogliamo fermare. La squadra è forte e ultimamente, con l’arrivo di Janicenoks, è stata anche rinforzata». Cinque sino a oggi l’esperienze nel nostro campionato per Nolan. Biella, Avellino, Roseto, Varese e Teramo. L’anno in Lombardia, per il totem biancorosso si chiuse con cifre ragguardevoli: 623 punti in 34 partite, 58& da due, 33% da tre, 73% ai liberi. La gara del “PalaWhirpool”, comunque, sarà importante anche per un altro atleta del Siviglia Wear Teramo. Walter Santarossa, infatti, domani taglierà il traguardo prestigioso delle 350 partite in serie A. 2.315 i punti segnati sino ad oggi dall’ex biellese che ha disputato 7 stagioni a Livorno (5 in A2, due nella massima serie), una a Reggio Calabria e due a Biella conquistando, in Piemonte, i gradi di capitano e una storica qualificazione ai play-off. «E’ un bel traguardo, comincio a essere vecchio», ci scherza su Santarossa, «a parte gli scherzi siamo concentrati sulla prossima gara. Affrontiamo Varese, un’ottima squadra che gioca una buona pallacanestro soprattutto in casa. Noi siamo con il morale alto dopo gli ultimi risultati e abbiamo gran voglia di continuare a vincere. Non sarà facile ma ce la giocheremo».

Matteo Falzon

Link to comment
Share on other sites

Varese-Teramo, le ultime dall'Abruzzo

10.11.2006. 17:26

I biancorossi a Varese per confermarsi

Domenica, alle ore 18.15, al PalaWhirlpool di Masnago (Va), la Siviglia Wear Teramo incontrerà i la Whirlpool Varese, per la settima giornata della Serie A Tim 2006/07.

Dopo la splendida impresa realizzata nell’ultimo turno, contro i Campioni d’Italia della Benetton Treviso, per i ragazzi di Coach Dalmonte si prospetta un altro duro impegno, contro una formazione dal palmares prestigioso e dal sicuro valore, pronta a recitare un ruolo di primo piano nel presente Campionato.

La Whirlpool può infatti contare, tra gli altri, sull’apporto di due indimenticati ex biancorossi, Delonte Holland e Keith Carter. Senza dimenticare la presenza di giocatori importanti come l’ex capitano della nazionale Giacomo Galanda e di elementi esperti e talentuosi come Hafnar, Fernandez, Keys e Capin. Sulla panchina varesina siede, per il terzo anno consecutivo, il coach argentino ( oro olimpico ad Atene 2004) Ruben Magnano.

L’impegno sarà molto duro, e richiederà tutto la voglia e la determinazione dei ragazzi biancorossi.

Il Presidente Antonetti sulla gara: «Varese è una tappa fondamentale del cammino di quest’anno. L’emozione per la vittoria di domenica scorsa è ancora forte, ma dobbiamo scendere in campo consapevoli che ci aspetterà una squadra ostica, talentuosa, che vorrà vincere ad ogni costo . Spetta quindi a noi essere più bravi di loro. Mi auguro che la squadra mostri ancora la compattezza evidenziata a Biella e contro la Benetton».

Il coach della Siviglia Wear, Luca Dalmonte, propone questa disamina dell’impegno che attende la squadra: «Abbiamo avuto un’altra settimana tormentata, dal punto di vista del lavoro, con piccoli ma diffusi e insistenti problemi. Su tutti, ma non unico, Woodward, che ha già saltato due giorni di allenamenti e ha una condizione decisamente problematica. Varese è per noi un test significativo e indicativo per la nostra crescita. È un parquet prestigioso, con un significativo fattore-campo a vantaggio dei padroni di casa. Il team varesino è di spessore, ha perso gare solo sul filo e viene da tre vittorie consecutive. Basterebbe questo per dire il valore e i pericoli della partita. Per noi è un test probante, sia sotto il profilo tecnico che mentale: dovremo eseguire i nostri giochi, ma conterà molto anche la capacità di attenzione, la prontezza a non subire e a reagire prontamente nei frangenti in cui, inevitabilmente, emergerà il valore tecnico-agonistico dei nostri avversari. Lì dovremo essere bravi a rimanere attaccati alla gara. Loro hanno un quintetto e una panchina con quantità e qualità in abbondanza. Noi ce la giocheremo fino in fondo se sapremo rispettare e valorizzare le nostre caratteristiche».

La partita si prospetta altamente impegnativa, come tutte le gare, fin dalle prime giornate di questo Campionato, più che mai equilibrato.

Il bilancio in serie A, tra le due formazioni, è di cinque vittorie ad uno in favore di Varese, con Teramo che si è imposta l’unica volta nel gennaio 2005, proprio a Varese.

Arbitri dell’incontro saranno i signori: Fabio Facchini, Sergio Borroni, Roberto Materdomini

Link to comment
Share on other sites

- Sito Uff. Teramo Basket -

La Siviglia Wear Teramo, in data odierna, ha sottoscritto un accordo biennale con l’atleta statunitense, di passaporto italiano, Danny Miller, già da qualche giorno aggregato al gruppo di coach Dalmonte. Il neo biancorosso è nato a Holly (New Jersey) nel 1980 ed è un prodotto cestistico del prestigioso college di Notre Dame.

• Nell’ultimo campionato universitario, nel 2002-03, Danny Miller ha difeso i colori della sua Università giocando 34 gare e realizzando13,9 punti per gara, con 5,7 rimbalzi e 2,4 assist.

• Nel corso del 2003-04 ha partecipato a camp e sostenuto periodi di prova con l’allora Metis Varese ( settembre 2003) e la Benetton Treviso (aprile 2004).

• Nella stagione 2004-05 ha avuto due importanti esperienze europee:

- ADECCO ASVEL VILLEURBANNE:

Serie A francese: 18 gare; 7,6 punti, 2,1 rimbalzi e 1 assist di media/gara

Euroleague: 13 gare; 5,2 punti, 1,6 rimbalzi, 39,2% nel tiro da 2; 66,6% nel tiro da tre.

- MANRESA

Serie A spagnola: 14 gare; 5,4 punti, 2 rimbalzi di media/gara. 38% nel tiro da 2, 35% nel tiro da 3

• Ha giocato la prima parte della stagione 2005-06 nel Roanoke (NBDL).

La descrizione delle caratteristiche dell’ultimo giocatore giunto a rafforzare la Siviglia Wear è affidata alle parole del DS Marruganti: «Si tratta di un giocatore che può ricoprire due ruoli, sia in posizione di 3 che di 4. Ha un buon tiro frontale, anche dalla lunga distanza, ed è dotato di una discreta elevazione. Sono certo che, non appena avrà recuperato una piena condizione fisico-atletica potrà darci un contributo importante».

DANNY MILLER verrà presentato a stampa e tifosi MERCOLEDI’ 15 novembre alle ore 16,00 presso la sede della Teramo Basket, in via De albentiis, 12/A.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...