Jump to content

pozzecco a bologna?!!!


EmaZ
 Share

Recommended Posts

Belinelli lascia il posto a Pozzecco

12/12/2006 18:23

«Gli abbiamo proposto di rimanere per amore solo per amore, ma lui ha chiesto tempo per decidere»

-Resto del Carlino -

Taglio tecnico con mille sorprese alla Fortitudo, Marco Belinelli lascia il posto all'ex GianMarco Pozzecco. L'avvicendamento era nell'aria già dal ritorno a Bologna per sbrigare alcuni affari personali e ieri, spazzando gli ultimi indugi, la società ha riconsegnato le chiavi della squadra al play.

«E' stata una scelta dolorosa - ammette Ataman - perchè non è questa la nostra filosofia: in quattro anni di lavoro col ragazzo, infatti, abbiamo sostituito giocatori soltanto causa infortuni. L'uomo Belinelli, poi, non si meritava questo tipo di soluzione. Ma, una volta capito che il processo di rinnovamento avrebbe richiesto più tempo del previsto, siamo andati alla ricerca di un trapianto di esperienza: e appena c'è stata la possibilità di riprendere Gianmarco, non abbiamo indugiato un attimo».

- E' mai esistita l'idea di procedere ad un altro tipo di sacrificio?

«Questro gruppo è stato costruito con due ali e mezzo, quasi tre: se avessimo tolto qualche altra pedina, ci saremmo ritrovati con tre playmaker. Allora abbiamo optato per la soluzione tecnicamente più comprensibile».

- Ciò non toglie che abbiate convocato in sede anche un'altro giocatore...

«Belinelli ci ha mostrato un gran linguaggio del corpo, ma poco da regista puro. Il nuovo giocatore, non più tardi di martedi, ha invece fatto vedere di poter recitare da guardia. Ma bisogna si dia una mossa».

- La rinuncia è definitiva?

«Avevamo proposto al giocatore di darci una mano almeno per l'Eurolega , ma Marco è un ragazzo orgoglioso e ha preferito prendere tempo: ci farà sapere attraverso il suo agente . Credo che ci stiamo dirigendo verso una risoluzione di contratto».

- Con "il Pozz" la minestra dovrebbe risultare più saporita.

«Il pozz faceva già parte del progetto originario e, solo determinate offerte, lo avevano allontanato da Bologna. Per questo ci sentiamo in dovere di ringraziare i nostri tifosi che ha fatto un altro grande sacrificio».

- Dopo due mesi, il processo di maturazione del branco sembra ancora troppo lento...

«Se ne sono già andate nove partite di campionato e il girone di andata di Coppa e, bene o male, il roster costruito in estate qualcuna l'ha vinta. Ora, però, dobbiamo "aggredire" il tempo, senza pensare che Pozzecco sia il salvatore della patria».

- Pare che Belinelli non rimanga nemmeno per la Coppa.

«Faremo con le risorse interne: i nostri giocatori dovranno si dovranno assistere a vicenda.

Link to comment
Share on other sites

Guest Paul The Rock

Mi sembra una bella bufala:

1) Bologna F ha 4 play in rosa al momento (Edney, Cavaliero, Fultz e Hamann)

2) Belinelli è un'uomo importante (anzi quasi fondamentale) su cui la società ha deciso di puntare

3) sovrannumero di ali non ce ne è (se Digbeu ingrana Shumper viene rilasciato)

4) se le dichiarazioni di Ataman fossero reali qualcosa sarebbe riportato sul sito dei bolognesi

5) che senso ha la coppia Edney-Pozzecco? (anche in chiave futura)

Comunque vi riporto le parole di oggi di Ataman su Belinelli:

...ora bisogna recuperare al meglio Belinelli. "Non credo stia attraversando un momento difficile, poco più di una settimana fa a Cantù era stato il migliore in campo, e con Roma magari avrà sbagliato qualche tiro, ma ha dato il suo contributo, giocato sia in attacco che in difesa, cercando i passaggi giusti. Non mi aspetto che debba giocare sempre da fenomeno, realizzare sempre oltre 20 punti a partita, ma prima di tutto che giochi per la squadra ed è esattamente quello che ha fatto contro Roma, sono assolutamente contento di quello che mi sta dando..."

Edited by Paul The Rock
Link to comment
Share on other sites

Belinelli lascia il posto a Pozzecco

12/12/2006 18:23

«Gli abbiamo proposto di rimanere per amore solo per amore, ma lui ha chiesto tempo per decidere»

-Resto del Carlino -

Taglio tecnico con mille sorprese alla Fortitudo, Marco Belinelli lascia il posto all'ex GianMarco Pozzecco. L'avvicendamento era nell'aria già dal ritorno a Bologna per sbrigare alcuni affari personali e ieri, spazzando gli ultimi indugi, la società ha riconsegnato le chiavi della squadra al play.

«E' stata una scelta dolorosa - ammette Ataman - perchè non è questa la nostra filosofia: in quattro anni di lavoro col ragazzo, infatti, abbiamo sostituito giocatori soltanto causa infortuni. L'uomo Belinelli, poi, non si meritava questo tipo di soluzione. Ma, una volta capito che il processo di rinnovamento avrebbe richiesto più tempo del previsto, siamo andati alla ricerca di un trapianto di esperienza: e appena c'è stata la possibilità di riprendere Gianmarco, non abbiamo indugiato un attimo».

- E' mai esistita l'idea di procedere ad un altro tipo di sacrificio?

«Questro gruppo è stato costruito con due ali e mezzo, quasi tre: se avessimo tolto qualche altra pedina, ci saremmo ritrovati con tre playmaker. Allora abbiamo optato per la soluzione tecnicamente più comprensibile».

- Ciò non toglie che abbiate convocato in sede anche un'altro giocatore...

«Belinelli ci ha mostrato un gran linguaggio del corpo, ma poco da regista puro. Il nuovo giocatore, non più tardi di martedi, ha invece fatto vedere di poter recitare da guardia. Ma bisogna si dia una mossa».

- La rinuncia è definitiva?

«Avevamo proposto al giocatore di darci una mano almeno per l'Eurolega , ma Marco è un ragazzo orgoglioso e ha preferito prendere tempo: ci farà sapere attraverso il suo agente . Credo che ci stiamo dirigendo verso una risoluzione di contratto».

- Con "il Pozz" la minestra dovrebbe risultare più saporita.

«Il pozz faceva già parte del progetto originario e, solo determinate offerte, lo avevano allontanato da Bologna. Per questo ci sentiamo in dovere di ringraziare i nostri tifosi che ha fatto un altro grande sacrificio».

- Dopo due mesi, il processo di maturazione del branco sembra ancora troppo lento...

«Se ne sono già andate nove partite di campionato e il girone di andata di Coppa e, bene o male, il roster costruito in estate qualcuna l'ha vinta. Ora, però, dobbiamo "aggredire" il tempo, senza pensare che Pozzecco sia il salvatore della patria».

- Pare che Belinelli non rimanga nemmeno per la Coppa.

«Faremo con le risorse interne: i nostri giocatori dovranno si dovranno assistere a vicenda.

:blink: Detto in buon bosino: ma va a da via i ciapp!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...