Jump to content

Un po' di statistiche


Recommended Posts

Un po' di statistiche, dopo 15 giornate di campionato:

- Varese è prima per punti segnati, 83,8 a partita (seconda per i punti segnati al minuto);

- è la squadra che tira in assoluto meglio da 3, con un bel 41,18% su 340 tentativi; da 2 è decima, con un comunque positivo 52,75% su 563 tentativi (la fu-virtus da 2 è micidiale, con oltre il 58,6% su 527 tentativi); questo porta Varese al terzo posto (dopo le due Bologna) nella percentuale complessiva;

- è la squadra che subisce più falli dopo Milano (a loro subirli piace, si sa...), 23,67 a partita, ed è comunque 6° come percentuale ai liberi (73,41% su 331 tentativi);

- E' la squadra che perde meno palloni in assoluto (14,2 a partita, meglio di CdO che ha un comunque ottimo 14,3)

- stanti le percentuali al tiro, i falli subiti ed i conseguenti tiri liberi tirati con buone percentuali, le poche palle perse, Varese, udite udite, ha il miglior OER del campionato: 0,981, contro lo 0,958 della fu-virtus

- è ottava per tiri presi e settima per incidenza dei tiri da 3 (il 37,7% delle conclusioni sono dall'arco... per Montegranaro è il 45%...); solo 4 squadre (Montegranaro, Napoli, Cantù e Udine) tirano più di Varese da 3.

Mi pare che queste cifre dicano che, da un punto di vista oggettivo (data l'oggettività delle statistiche...), fino a qui il nostro attacco è sicuramente più produttivo di quello di tutte le altre squadre della lega: l'alta percentuale da 3 è frutto di buoni tiratori, ma anche di tanti tiri piedi per terra, le poche palle perse sono frutto di qualità individuali, ma anche di buoni meccanismi.

Proprio vero che tante volte guardare le cose con l'occhio del tifoso porta a distorcere la realtà secondo i propri pregiudizi...

Veniamo ora a qualche nota dolente:

- ultimi nei rimbalzi al minuto (penultima è però la fu-virtus), dato che risente molto dell'ultimo posto a rimbalzo offensivo (questo può essere frutto di una scelta difensiva, se si va molto a rimbalzo d'attacco si rischia più contropiede... oltre che dal fatto che, comunque, Varese tira bene: sul sito della Lega non ho trovato dati relativi alla percentuale dei rimbalzi)

- solo dodicesimi nelle palle recuperate e quattordicesimi negli assist

- subiamo 80,3 punti a partita, concedendo molto nel tiro da sotto (55,8%), ma poco da fuori (33,9%); in questo la fu-virtus è pazzesca: concede il 47,5% da 2 ed il 32,3% da 3, per soli 69,4 punti (segnandone comunque 80...)

- prendiamo 32,9 rimbalzi di media a partita, e ne lasciamo 34,1; a paragone, la fu-virtus ne prende 32,7 e ne lascia 34,6...

Per quanto riguarda le statistiche individuali, Holland è il sesto realizzatore del campionato con 17,67 (ottavo per punti al minuto), Galanda diciannovesimo (13,6); stessa posizione per Jack nella classifica della valutazione.

Nessuno dei nostri tra i primi 20 nel tiro da 2, ma Galanda è quinto e Keys sesto in quello da 3: entrambi oltre il 45%, Jack con 4 tiri a partita, Keys con circa 3... Galanda è ottavo e Carter 13° nella percentuale complessiva...

Holland e Galanda sono anche nella classifica dei liberi, rispettivamente numero 15 e numero 20, entrambi intorno all'80%. Carter è 15° nelle palle recuperate (2,33 a partita). Nessun Varesino tra i primi venti nelle classifiche di assist, rimbalzi, falli subiti. Per curiosità, Galanda è il giocatore che ha commesso più falli in assoluto!

Quindi, pur essendo ben messi in molte statistiche di squdra, non abbiamo giocatori leader nelle rispettive classifiche individuali: si direbbe quasi che Varese sia una squadra!

Notevole poi come Galanda compaia in un sacco di voci... la leadership non sta in nessuna classifica, ma guardandole tutte forse un pochino emerge!

Spero di non avervi annoiato troppo.

Ciao

JB

Edited by Jukebox
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 57
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

....

Quindi, pur essendo ben messi in molte statistiche di squdra, non abbiamo giocatori leader nelle rispettive classifiche individuali: si direbbe quasi che Varese sia una squadra!Notevole poi come Galanda compaia in un sacco di voci... la leadership non sta in nessuna classifica, ma guardandole tutte forse un pochino emerge!

Spero di non avervi annoiato troppo.

Ciao

JB

esatto, siamo una squadra che ha una certa pericolosità diffusa, nonostante un go-to-guy come delonte. questo fa sì che nelle nostre statistiche individuali non ci sia nessuno che primeggia, ma stica, dico io :boxing[1]:

Link to comment
Share on other sites

Un po' di statistiche, dopo 15 giornate di campionato:

(...)

Quindi, pur essendo ben messi in molte statistiche di squdra, non abbiamo giocatori leader nelle rispettive classifiche individuali

Cose che di solito succedono solo alle grandi squadre ..................

si direbbe quasi che Varese sia una squadra!

Ciao

JB

Finalmente!!!

Da quanto non succedeva?!

Link to comment
Share on other sites

Non c'è che dire... questi dati sono molto interessanti. :boxing[1]: Ancora più interessante sarebbe dividere ulteriormente le statistiche tra le partite giocate in casa e quelle in trasferta, visto che le maggiori delusioni (togliendo la partita con Milano) sono arrivate proprio lontano da Masnago :boxing[1]:

Ciao!

Effettivamente piacerebbe anche a me fare un po' di "masticazione dei numeri", per dirla all'americana: il mio lavoro mi ha insegnato che i numeri, se letti con il giusto spirito, spiegano molto (non tutto, per fortuna: la presenza in spogliatoio di un De Pol o la capacità di migliorare i compagni di un Galanda non sono in nessuna statistica!). Vedrò di trovare il tempo di farlo, se può interessare a qualcuno...

Ciao

JB

Link to comment
Share on other sites

Bravo JB.

Segnalo però che le statistiche della Lega hanno delle mancanze che non riesco a spiegarmi, come per esempio la mancanza di Capin nella classifica dei liberi (94 e rotti % se ben ricordo).

Anche Carter, Fernandez e Hafnar tirano i liberi meglio dei due in classifica.

Non mi sembra legato al numero minimo di liberi tirati (compare ancora Wisniewski) ma forse al numero di liberi a partita. Boh.

Howell ammazza la medi adella squadra, ed anche Keys si disimpegna male in questo fondamentale.

Link to comment
Share on other sites

Le statistiche ci dicono che Varese è una squadra solida e ben bilanciata in attacco, questo anche ad occhio si vede in campo, tanti elementi che possono dire la loro e un leader offensivo (holland) che non predica nel vuoto, quindi le difese avversarie non possono concentrarsi tutte su di lui e questo gioca solo a nostro vantaggio.

La statistiche difensive credo che siano un pò bugiarde, perchè ci direbbero di una squadra poco disposta al lavoro sporco, ma abbiamo tutti presente che quando Magnano ordina difesa, nessuno demorde.

L'anno scorso il nostro attacco era molto sterile e quindi o la difesa era sempre invalicabile o la partita era presa, quest'anno possiamo vincere la partita sia con la difesa e sia con l'attacco.

Dobbiamo continuare così perchè con una classifica così corta si rischia di passare dalla zona eurolega alla lotta salvezza in un amen.

Ciao

Alegg

Link to comment
Share on other sites

Bel thread.

Da scettico (ricordo infatti che il 77.2% delle statistiche é creato alla bisogna) vi dico perché mi sono abbonato e perché mi piace sempre vedere le partite piuttosto che tentare di capirle dai numeri.

Keith Carter contro Cantú TIRI da 3: 1/4 (25%), una vera mammola...o no?

Link to comment
Share on other sites

Bel thread.

Da scettico (ricordo infatti che il 77.2% delle statistiche é creato alla bisogna) vi dico perché mi sono abbonato e perché mi piace sempre vedere le partite piuttosto che tentare di capirle dai numeri.

Keith Carter contro Cantú TIRI da 3: 1/4 (25%), una vera mammola...o no?

Una vera sega.

Avesse fatto 2/4 l'avremmo chiusa prima.

Al fatto che il 77.2% (ma secondo il 33.4% degli analisti questo valore andrebbe ridotto di circa il 17%) delle statistiche è fatto alla bisogna dovresti aggiungere che ogni statistica che si rispetti è ottenuta eliminando i valori che, essendo completamente fuori range, sono da considerarsi falsi.

Questo fa sì che sia possibile applicare il teorema della stacazzistica che dice:

"Dato un numero sufficientemente alto di campioni, esiste una tecnica di scarto dei valori falsi che consente di dimostrare statisticamente qualsiasi tesi".

Pare inoltre che l'infausto esito delle forbici stocastiche sugli exit poll delle ultime 27 elezioni e degli ultimi 19 referendum abbia aumentato del 43% il numero di persone che si dice scettico in più del 75% delle statistiche.

Fatto sta che sia nelle statistiche che dal vivo i liberi di Howell non entrano. Sarà che, come dici tu, una retta è semplicemente una parabola con a=0, ma a me la curva descritta dal pallone quando lui tira mi sembra una cagata. Indipendentepende dalla percentuale di volte in cui prendiamo noi il rimbalzo (comunque inferiore al 10% in più del 76% delle partite).

Link to comment
Share on other sites

a me la curva descritta dal pallone quando lui tira mi sembra una cagata

Già il fatto che tu veda una curva e non una retta (burinamente, "sassata") è un passo avanti statisticamente rilevante, che incrementa del 100% i soggetti-campione convinti del fatto che quel tiro abbia una pur minima parabola.

Link to comment
Share on other sites

Una vera sega.

Avesse fatto 2/4 l'avremmo chiusa prima.

Al fatto che il 77.2% (ma secondo il 33.4% degli analisti questo valore andrebbe ridotto di circa il 17%) delle statistiche è fatto alla bisogna dovresti aggiungere che ogni statistica che si rispetti è ottenuta eliminando i valori che, essendo completamente fuori range, sono da considerarsi falsi.

Questo fa sì che sia possibile applicare il teorema della stacazzistica che dice:

"Dato un numero sufficientemente alto di campioni, esiste una tecnica di scarto dei valori falsi che consente di dimostrare statisticamente qualsiasi tesi".

Pare inoltre che l'infausto esito delle forbici stocastiche sugli exit poll delle ultime 27 elezioni e degli ultimi 19 referendum abbia aumentato del 43% il numero di persone che si dice scettico in più del 75% delle statistiche.

Fatto sta che sia nelle statistiche che dal vivo i liberi di Howell non entrano. Sarà che, come dici tu, una retta è semplicemente una parabola con a=0, ma a me la curva descritta dal pallone quando lui tira mi sembra una cagata. Indipendentepende dalla percentuale di volte in cui prendiamo noi il rimbalzo (comunque inferiore al 10% in più del 76% delle partite).

'Sto castico!!!

E pure 'sta tistica, anzi, 'sta gran tistica!!!

Link to comment
Share on other sites

Una vera sega.

Avesse fatto 2/4 l'avremmo chiusa prima.

Al fatto che il 77.2% (ma secondo il 33.4% degli analisti questo valore andrebbe ridotto di circa il 17%) delle statistiche è fatto alla bisogna dovresti aggiungere che ogni statistica che si rispetti è ottenuta eliminando i valori che, essendo completamente fuori range, sono da considerarsi falsi.

Questo fa sì che sia possibile applicare il teorema della stacazzistica che dice:

"Dato un numero sufficientemente alto di campioni, esiste una tecnica di scarto dei valori falsi che consente di dimostrare statisticamente qualsiasi tesi".

Pare inoltre che l'infausto esito delle forbici stocastiche sugli exit poll delle ultime 27 elezioni e degli ultimi 19 referendum abbia aumentato del 43% il numero di persone che si dice scettico in più del 75% delle statistiche.

Fatto sta che sia nelle statistiche che dal vivo i liberi di Howell non entrano. Sarà che, come dici tu, una retta è semplicemente una parabola con a=0, ma a me la curva descritta dal pallone quando lui tira mi sembra una cagata. Indipendentepende dalla percentuale di volte in cui prendiamo noi il rimbalzo (comunque inferiore al 10% in più del 76% delle partite).

Il 74.3% del mio cervello non ha capito il 90.6% di quello che hai scritto :P:hyper::hyper:

Ma non importa............ :yes::lol::hyper:

Link to comment
Share on other sites

Già il fatto che tu veda una curva e non una retta (burinamente, "sassata") è un passo avanti statisticamente rilevante, che incrementa del 100% i soggetti-campione convinti del fatto che quel tiro abbia una pur minima parabola.

Come scritto, la retta è un caso limite di parabola.

Così come Howell è un caso limite di pivot. In pratica un pivot con alcuni parametri a zero.

Link to comment
Share on other sites

Come scritto, la retta è un caso limite di parabola.

Così come Howell è un caso limite di pivot. In pratica un pivot con alcuni parametri a zero.

:hyper::hyper: ..... Bravo Tat, ottima definizione del nostro centro; mi sai scrivere anche la sua equazione ?? :hyper::yes::P:lol:

Ponch, quotone !!!

Comunque, Jb aveva aperto un 3d serio................

Edited by ROOSTERS99
Link to comment
Share on other sites

Per noi laureati in materie umanistiche, la retta è quella che si paga alla mensa della scuola, mentre la parabola è lo strumento per vedere live un derby vinto dopo due supplementari.

Purtroppo però a volte per usare la parabola devi anche pagare la retta.... :hyper::hyper:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...