Jump to content

Voci da Capo d'Orlando


Recommended Posts

Orlandina, i numeri non temono il blasone

20/01/2007 08:43

Con Varese sarà una sfida equilibrata

- La Gazzetta del Sud -

Dieci scudetti, 5 Coppe dei Campioni, 2 Coppe delle Coppe. Questo il palmarés che la Pallacanestro Varese presenta domani sera al "PalaFantozzi" (ore 18,15, arbitri Lamonica, Corrias, Seghetti) per la penultima giornata di andata. Partita molto male (0-3), la Whirpool si è ripresa alla grande ed oggi è una delle squadre più in forma del torneo, con due punti in più dell'Upea (18 a 16) e la voglia di tornare ad emergere almeno centrando i playoff in questa stagione.

Al progetto di rilancio lavora da tre campionati Ruben Magnano, il tecnico che ha portato l'Argentina alla conquista della medaglia d'oro alle Olimpiadi di Atene 2004, giunto a Varese nel novembre successivo. La semina sino al maggio scorso non ha dato il raccolto sperato, ma le premesse adesso sono diverse. Magnano affida tutto alla pericolosità degli esterni: il play è Keys (9.3 punti) che può essere cambiato dall'ex Viola Reggio Calabria, lo sloveno Capin (8.2 punti). Le due guardie sono l'atteso ex Keith Carter (12.9 punti) e la prima opzione in attacco, il pericoloso Delonte Holland, un anno fa a Teramo, che viaggia con questi numeri: 17.7 punti, 47.6% da due, 37% dall'arco, 79.7% dalla lunetta, 4.5 rimbalzi, 1.3 assist, 14.2 di valutazione ed è reduce dai 34 punti stampati a Cantù nel derby.

Sotto le plance, Magnano opta per diverse soluzioni prediligendo, comunque, la coppia Galanda-Howell. "Jack" è tornato a Varese dopo il suo viaggio lungo la Penisola che dura da oltre dieci anni e nel quale ha vinto tre scudetti (Varese 1999, Fortitudo Bologna 2001, Siena 2003) oltre alle medaglie con l'Italia (oro e bronzo europeo a Parigi '99 e Stoccolma 2003, argento olimpico ad Atene 2004) e sta disputando la stagione del riscatto dopo gli alti e bassi di Milano: 13.6 punti (54.4% da due, 45.9% da tre, 79.1% dalla lunetta), 5 rimbalzi, 15 di valutazione le sue cifre. Howell, altro illustre ex, aiuta in difesa (6.7 punti, 5.8 rimbalzi, 11.4 di valutazione).

Dalla panchina, frecce interessanti quelle a disposizione di Magnano oltre a Capin. Ci sono utili gregari come lo sloveno Hafnar o rincalzi di qualità come i lunghi Fernandez e De Pol, già nazionali dei loro Paesi e vincitori di medaglie.

Varese si presenta con il migliore attacco del torneo (83.8 punti) anche se la difesa subisce troppo (80.3) mentre l'Orlandina segna 77.2 punti e ne subisce 78.8. Non molto diverse le posizioni delle due rivali nei tiri. Nel totale Varese seconda (48.4%), Orlandina quarta (48.1%); da due Varese 52.8%, Orlandina subito dietro con il 52.3%; dall'arco Varese è la prima (41.2%) grazie ai fucilieri Carter, Holland e Galanda ma Capo d'Orlando è quarta (37.1%); dalla lunetta la Whirpool si fa preferire (73.4%) contro il 66.8% dell'Orlandina.

Tra le altre voci, ai rimbalzi avanti nettamente l'Orlandina (35.4 contro 32.9), negli assist 11.1 per Capo d'Orlando, 10.2 per Varese, nei recuperi Whirpool con 15.9, Orlandina ultima con 14.5.

Detto degli unici due ex del match, non resta che ricordare l'unico precedente a Capo d'Orlando, che risale alla scorsa stagione di serie A con bella vittoria dell'Orlandina per 83-67 con Carter, Levin e Ramelli trascinatori mentre Varese non ebbe nulla da un emozionato Howell.

Giuseppe Lazzaro

Link to comment
Share on other sites

Carter pienamente recuperato

- Sito Uff. Pall. Varese -

LE ULTIME DAL CAMPO: Keith Carter ha recuperato dall'infortunio patito nel derby contro Cantù. La Guardia statunitense aveva subito una distorsione alla caviglia, ma nei momenti decisivi del match, stoicamente, aveva comunque deciso di tornare in campo. Un paio di giorni di riposo in settimana hanno permesso a Carter di tornare in piena forma. Coach Magnano potrà quindi contare su tutti gli effettivi per la trasferta in Sicilia. Questi i 12 giocatori che scenderanno in campo nel posticipo domenicale: KEYS, CAPIN, CARTER, HAFNAR, HOLLAND, DE POL, GALANDA, HOWELL, FERNANDEZ, GENOVESE, GERGATI, ANTONELLI.

Anche nelle file di Capo d'Orlando non si segnalano assenze: solo un leggero infortunio per Mokongo che non preclude il suo impiego nella gara di domenica. In settimana diverse squadre italiane ed europee hanno chiesto informazioni sull'Ala francese Herve Tourè, ma per il momento i dirigenti siciliani non sono affatto interessati alla sua cessione.

GLI ARBITRI: Lamonica - Corrias - Seghetti

I PRECEDENTI: 2 - Vittorie Capo d'Orlando: 1 - Vittorie Varese: 1

GLI EX: Keith Carter, Rolando Howell.

I TIFOSI: i supporter biancorossi seguiranno la squadra anche in Sicilia! Un gruppo di 20 tifosi raggiungerà domenica Capo d'Orlando per sostenere la Whirlpool.

I MEDIA:

Diretta radiofonica su RADIO NEWS (Fm 98.3)

Differita tv s u LA 6 (lun. 21.00) e RETE 55 (mar. 20.00)

Aggiornamenti Live sul sito wap biancorosso: http://pallva.mob-sol.it

NEWS:

PALAWHIRLPOOL: FIRMATA LA CONVENZIONE CON IL COMUNE

In data odierna le società Pallacanestro Varese Spa, Associazione Amici della Pallacanestro Varese Onlus e il Comune di Varese hanno siglato il contratto per la gestione del PalaWhirlpool.

La nuova convenzione rimarrà in vigore sino alla stagione 2009/2010 e prevede la gestione del Palasport di Piazzale Gramsci da parte della società biancorossa.

Link to comment
Share on other sites

Allenamento di rifinitura stamane per l’Upea che cerca di curare gli ultimi dettagli in vista dello spareggio final eight di Coppa Italia di domani contro la Whirlpool Varese. Palla a due alle ore 18.15 al PalaFantozzi e diretta su Radio Italia anni ’60 anche via streaming, arbitri Luigi Laconica, Silvio Corrias e Dino Seghetti. Una vigilia tranquilla per i paladini con il playmaker Mike Mokongo sulla via del completo recupero dopo la botta alla caviglia rimediata nell’allenamento di martedì scorso, e l’ala Danilo Fevola pronto al rientro ed al debutto nel 2007 dopo aver saltato per una distorsione le prime due gare del nuovo anno. Per la supersfida contro gli ex Carter e Howell ed uno dei club che hanno fatto la storia del basket italiano, si annuncia il quasi tutto esaurito con richieste di biglietti da tutta la provincia. “Non saremo ai livelli fatti registrare in occasione del record contro Milano ma credo che saremo vicini ai 3500 spettatori”, spiega il direttore generale Ciccio Venza. Il veterano della scrivania scalpita nell’ennesima vigilia rilassante grazie agli straordinari risultati ottenuti finora che hanno consentito all’Upea, a due turni dal giro di boa, di conquistare il doppio dei punti dell’intero girone d’andata della scorsa stagione. “Siamo a quota 16, stiamo vivendo una favola ma non svegliateci – continua il dg – almeno prima di raggiungere i 24 punti che dovrebbero essere sufficienti per la salvezza. Per le finali di Coppa Italia invece vincendo le due gare che restano andiamo a + 2 in media inglese e siamo sicuri, ma anche battendo Varese potremmo farcela se i risultati di altre squadre in lotta con noi ci aiuteranno. Avremmo avuto una piccola chances in più se i lombardi avessero perso il derby di Cantù, ma spero che, visto il campanile esistente, abbiano esaurito domenica scorsa la loro verve. In tv ho visto una buona squadra, con Holland motivato e con dentro una carica particolare dopo la sanzione comminatagli dal suo club, Carter in grado di essere sempre decisivo con la tripla che li ha portati al primo supplementare. Ma se noi giocheremo ai nostri livelli possiamo farcela perché credo che, psicologicamente, il match più difficile era quello contro Udine. E’ vero che ce lo siamo aggiudicati quasi in volata ma se non avessimo gettato al vento la palla del + 16 in un contropiede due contro uno avremmo vinto senza patemi”.

Ovviamente Keith Carter proverà a rovinare la festa ai suoi vecchi tifosi nella sua prima uscita da ex, ed al PalaFantozzi, che un anno fa costò all’altra vecchia conoscenza Howell una pessima figura. Carter nel retour match di Varese fece inutilmente la parte del leone scrivendo 28 con un incredibile 7/10 da tre punti che, probabilmente, convinse definitivamente il coach varesino Magnano a puntare su di lui per il campionato del rilancio. Per Howell 18 punti e 12 rimbalzi dopo il flop del primo round per l’emozione dell’applaudito ritorno al PalaFantozzi da avversario. Gli omaggi saranno certamente bissati domani per Carter che poi sul parquet dovrà misurarsi con chi l’ha più che degnamente sostituito nel ruolo e nei gradi di capitano, ovvero Alvin Young, oggi idolo dei tifosi orlandini.

Claudio Argiri

Link to comment
Share on other sites

qui in sicilia tempo a dir poco primaverile; dormito poco e male per cui cerco di riprendermi prima di affrontare i duecento km circa che mi separano da capo d'orlando.

La sciarpa è pronta, per la voce mi ci vorrebbe l'idraulico liquido.

Vedrò di provvedere.

I due soci qui al mio fianco sembrano leggermente più in forma.

Vietato però, da qui alle sei di stasera, sfondarsi di pane e panelle e pane ca meusa; la digestione ne risulterebbe irrimediabilmente compromessa.

Spero che i nostri siano in condizioni più decorose del sottoscritto.

Forza Varese!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...