Jump to content

I PLAYOFF NON SONO FINITI


Recommended Posts

  • Replies 145
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

credo che i ragazzi possano dire la loro anche martedì..in particolare se rientrasse kyes..milano cmq più forte di noi..sicuramente più profonda e per questo più lucida nei momenti decisivi..varese per 2 quarti superiore..poi calo fisico..peccato..abbiamo tratto molti insegnamenti da queste 2 gare..abbiamo difeso bene soprattutto ieri a varese..grandissimo pubblico e grandissima atmofera! FORZA VARESE! nulla è ancora perso..FORZA,FORZA!

Link to comment
Share on other sites

bisogna essere obiettivi...ieri sera i ragazzi hanno dato tutto, e forse anche di più, ma contro questa Milano rognosa e bastarda, e con una panchina corta come la nostra, sarà durissima vincere martedì.

Iera sera Milano ha vinto meritatamente, contrariamente a quanto fatto mercoledì scorso.

Faccio solo fatica a digerire la extra-tutele che il Sig.Watson ha da parte degli arbitri, per lui i 3 secondi non esistono, campeggia in area fin quando ne ha bisogno. Ieri sera ha fatto il pagliaccio x irritare il pubblico varesino, roba che poteva scatenare un pandemonio, e gli omini in grigio gliele hanno fatte passare praticamente tutte.

Da parte nostra, Holland irritante come non mai, non mi stancherò mai di dirlo, non va bene x una squadra come la nostra!

Palla a lui e chi la vede più?!? O segna o si spalma sulla difesa avversaria, non c'è verso che la ridia a un compagno! Quando capirà che il basket è un gioco di squadra sarà sempre troppo tardi.

Link to comment
Share on other sites

bisogna essere obiettivi...ieri sera i ragazzi hanno dato tutto, e forse anche di più, ma contro questa Milano rognosa e bastarda, e con una panchina corta come la nostra, sarà durissima vincere martedì.

Iera sera Milano ha vinto meritatamente, contrariamente a quanto fatto mercoledì scorso.

Faccio solo fatica a digerire la extra-tutele che il Sig.Watson ha da parte degli arbitri, per lui i 3 secondi non esistono, campeggia in area fin quando ne ha bisogno. Ieri sera ha fatto il pagliaccio x irritare il pubblico varesino, roba che poteva scatenare un pandemonio, e gli omini in grigio gliele hanno fatte passare praticamente tutte.

Da parte nostra, Holland irritante come non mai, non mi stancherò mai di dirlo, non va bene x una squadra come la nostra!

Palla a lui e chi la vede più?!? O segna o si spalma sulla difesa avversaria, non c'è verso che la ridia a un compagno! Quando capirà che il basket è un gioco di squadra sarà sempre troppo tardi.

L'isolamento di Holland fa parte dei giochi previsti da Magnano ed Holland ed ha risolto parecchie partite (certo che non può fare sempre 25 punti ) inoltre le palle sono ben bilanciate tra i nostri terminali offensivi Carter, Holland, Galanda e Capin ultimamente ed anche ieri quando era in campo ci ha tolto il loro miglior giocatore Gallinari (solo 5 punti !) che si è sorbito una partita difensiva a due facce o su Galanda o su Holland ma è risultato provato sul fronte offensivo.

Il basket è un gioco di squadra ma ringrazio la società di aver portato un tal fenomeno a Varese

Avresti detto così anche di M.J. o Kobe Bryant ? Per te era gioco di squadra anche le forzature di green con tiri da 3 all'ultimo secondo entrati di tabella ? In tutte le squadre compresa Siena ci sono giocatori in cui è previsto il gioco in isolamento ...perchè il calcio è un gioco di squadra mentre il basket è un gioco di squadra ma individualista il 20% del quintetto ti può cambiar la storia.

PS Ieri Holland si è sbattuto molto anche in difesa forse non ti sei accorta nella tua irritazione

Quanto all'incapacità nostra o di Galanda di smarcarsi per buoni tiri è la pecca maggiore di questa serie e delle partite passate.

O gli arbitri o la difesa di Milano ci hanno sempre tolto dal campo Galanda.

Link to comment
Share on other sites

Da parte nostra, Holland irritante come non mai, non mi stancherò mai di dirlo, non va bene x una squadra come la nostra!

Palla a lui e chi la vede più?!? O segna o si spalma sulla difesa avversaria, non c'è verso che la ridia a un compagno! Quando capirà che il basket è un gioco di squadra sarà sempre troppo tardi.

quoto ma ti ricordo che senza delonte a quest ora non saresti qui a parlare della serie con milano,ieri sera ha tentato di risolverla e ha sbagliato ma è ben noto che quando nessuno ce la fa piu lapalla viene data al miglior giocatore sperando inventi qualcosa,di solito riesceieri flop

Link to comment
Share on other sites

Il basket è un gioco di squadra ma ringrazio la società di aver portato un tal fenomeno a Varese

Avresti detto così anche di M.J. o Kobe Bryant ?

Al di là del paragone a livello assoluto che è blasfemo, anche rapportato alla realtà in cui questi giocano/hanno giocato tutto sommato qualcosina hanno vinto, specialmente sua ariosità... Delonte anche a livello europeo o semplicemente nazionale al lato pratico non mi sembra che abbia dimostrato molto a parte di AVERE del talento offensivo e delle movenze innate...

Ovviamente avrà tutto il tempo di dimostrare di essere determinante, un campione, ma la tua domanda mi sembra davvero insensata...

Link to comment
Share on other sites

quanti tiri decisivi ha segnato delonte in 36 partite? includiamo anche il precampionato?

alla voce campione nel mio modo di vedere risulta esserci per esempio bodiroga che fa schifo per 38 minuti, poi ti fa 8 punti in un minuto e spicci ridicolizzando la tua difesa e facendo vincere la sua squadra. holland perfetto se teniamo il vantaggio che crea. se la partita è indecisa fino all'ultimo...

Link to comment
Share on other sites

il grosso limite di Delonte sono le letture offensive.

molto spesso non è in grado di creare basket per i suoi compagni dai suoi isolamenti, così come non è in grado di interpretare quale sia il momento di giocare un 1 contro 1 (...contro 5?) invece che giocare negli schemi.

ieri nel terzo quarto ho visto il Ruben visibilmente arrabbiato quando Delonte ha cercato di attaccare la zona avversaria dal palleggio anzichè muovere la palla assieme ai compagni.

Link to comment
Share on other sites

L'isolamento di Holland fa parte dei giochi previsti da Magnano ed Holland ed ha risolto parecchie partite

Un conto è l'isolamento (che ti viene anche concesso/favorito dalla posizione dei compagni) ed un altro è l'1vs5 dal palleggio come ieri sera, penso che Long Leg si riferisse a quella situazione.

Link to comment
Share on other sites

Vincere a Milano non e' impossibile, ma di certo dopo la gara di sabato usciamo decisamente ridimensionati.

Fra l'altro, nonostante la buona prova di Capin, abbiamo potuto apprezzare l'utilita'nelle rotazioni di Keys.

Entrami i coach dovranno misurarsi sul tema: come posso far giocare alla mia squadra due tempi come: il primo per Varese, il secondo per Milano.

Per il baffo il tema sara' complicato dal fattore tenuta fisica che e' una della cause del brusco rallentamento subito sabato.

Link to comment
Share on other sites

io ho ancora una trentina di € da spendere x il 25!!!

vediamo cosa possiamo fare...non sono un risparmiatore!!!

C'entra una cippa ma ricambio i saluti (me li hanno portati ieri a pranzo :clap[1]: )

Anzi qualcosa c'entra. Spero di ricambiarli venerdì :P

Link to comment
Share on other sites

Guest Paul The Rock

...

Quanto all'incapacità nostra o di Galanda di smarcarsi per buoni tiri è la pecca maggiore di questa serie e delle partite passate.

O gli arbitri o la difesa di Milano ci hanno sempre tolto dal campo Galanda.

Galanda va spesso fuori giri in attacco soprattutto quando deve sbattersi a difendere su giocatori che spesso lo massacrano per velocità o fisicità (leggasi Gallinari/Watson) che lo sfiancano non poco rendendolo poco lucido nell'altra metà del campo. Purtroppo contro Milano che ha dei lunghi per noi molto (troppo) indigesti la resa di Galanda sarà in generale bassa.

il grosso limite di Delonte sono le letture offensive.

molto spesso non è in grado di creare basket per i suoi compagni dai suoi isolamenti, così come non è in grado di interpretare quale sia il momento di giocare un 1 contro 1 (...contro 5?) invece che giocare negli schemi.

ieri nel terzo quarto ho visto il Ruben visibilmente arrabbiato quando Delonte ha cercato di attaccare la zona avversaria dal palleggio anzichè muovere la palla assieme ai compagni.

Concordo in toto con il buon Claudio, Il limite di Holland è quello di non capire le situazioni e spesso fare la scelta sbagliata. Poi è vero che senza di lui probabilmente non saremmo ai play-off, certo è che in molte situazioni alcune sue decisioni in attacco sono completamente errate. Ovvio che se così non fosse parleremmo di un giocatore fenomenale e non solo di un giocatore tecnico che ha bnisogno di crescere (sperando che ci riesca).

Link to comment
Share on other sites

Tutti a dire senza Holland non saremmo ai PO.

Questo è sicuro se pensiamo ad una squadra con Allegretti al posto di Holland.

Con un altro americano............dipende dall'americano.

Sbaglierò, ma oltre a non vedere Holland servire i compagni ricordo ancora meno frequente il caso di Holland che riceve in taglio o smarcatosi sotto canestro. Colpa sua o dell'allenatore on lo so, ma la palla se la va a prendere sempre ben oltre l'arco diventando anche abbastanza ripetitivo (e quindi studiabile/prevedibile)

Link to comment
Share on other sites

ma la palla se la va a prendere sempre ben oltre l'arco diventando anche abbastanza ripetitivo (e quindi studiabile/prevedibile)

Solo "ripetitivo"? A me sembra che ultimamente faccia solo quello, e che al 90% tiri da fuori (senza prenderci tra l'altro :clap[1]: ). Uno con il suo talento non può sprecarlo così. Chi sia il responsabile di ciò, coach o giocatore, è difficile dirlo.

Edited by spiff
Link to comment
Share on other sites

Guest Paul The Rock

Tutti a dire senza Holland non saremmo ai PO.

Questo è sicuro se pensiamo ad una squadra con Allegretti al posto di Holland.

Con un altro americano............dipende dall'americano.

Sbaglierò, ma oltre a non vedere Holland servire i compagni ricordo ancora meno frequente il caso di Holland che riceve in taglio o smarcatosi sotto canestro. Colpa sua o dell'allenatore on lo so, ma la palla se la va a prendere sempre ben oltre l'arco diventando anche abbastanza ripetitivo (e quindi studiabile/prevedibile)

Concordo, quello che intendevo che Holland in talune partite è stato devastante e decisivo per la vittoria, solo che spesso si trasforma in un peso per l'attacco.

Sul fatto che non riceva mai in taglio o sotto canestro sono dell'idea che sia il suo modo di giocare che non lo porterà mai a fare ciò: è il tipico giocatore da "palla in mano", in pratica l'esatto contrario di Carter.

Link to comment
Share on other sites

Concordo, quello che intendevo che Holland in talune partite è stato devastante e decisivo per la vittoria, solo che spesso si trasforma in un peso per l'attacco.

Sul fatto che non riceva mai in taglio o sotto canestro sono dell'idea che sia il suo modo di giocare che non lo porterà mai a fare ciò: è il tipico giocatore da "palla in mano", in pratica l'esatto contrario di Carter.

con quel fisico e quei mezzi atletici DEVE portare il suo avversario in post basso ad ogni possesso!

Link to comment
Share on other sites

Guest Paul The Rock

con quel fisico e quei mezzi atletici DEVE portare il suo avversario in post basso ad ogni possesso!

Questo sarebbe, come dici tu, quello che dovrebbe fare ma mi sa che di testa lui la pensa in tutt'altra maniera... :clap[1]:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...