Jump to content

Il pericoloso Asterix minaccia l'infanzia francese...


Recommended Posts

Sono pazzi questi francesi

Asterix viene contestato perchè non in linea con il paradigma políticamente corretto francese di oggi.

Asterix, personaggio che nei fumetti resiste agli «invasori», non può rappresenta abbastanza la società francese interculturale di oggi, al punto che non è adatto come testimonial della «felice e pacifica convivenza tra popoli e culture diverse», né tanto meno può aspirare a diventare testimonial della difesa dei diritti dei bambini. È quanto denuncia il Comitato internazionale per la difesa dei diritti dei bambini, che tuttavia non arrivano mai ad usare la parola «razzista». Asterix, che nelle strisce a fumetti ha l’abitudine di provocare bagarre, sta suscitando in Francia una controversia inattesa sulla convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia promulgata nel 1989.

Per promuovere questo documento sui diritti universali dei bambini in uno spirito «giocoso e pedagogico», il Difensore nazionale dell’infanzia del governo francese, Dominique Versini, ha deciso, all’inizio della primavera, di utilizzare l’immagine dell’irriducibile Gallo. Ma l’idea di ricorrere ai fumetti che mostrano gli antichi Galli Asterix e Obelix fronteggiare gli antichi Romani per illustrare un libretto sulla Convenzione Onu del 1989 non è piaciuta ai rappresentanti di alcune associazioni internazionali impegnate nella difesa dell’infanzia. «Una delle mie missioni consiste nel far conoscere la convenzione internazionale del 1989. In occasione dei suoi 80 anni, Albert Uderzo, disegnatore e sceneggiatore di Asterix, ci ha proposto un lavoro comune sui diritti dei bambini. E noi abbiamo pensato che le avventure di Asterix avrebbero potuto permettere di parlare del tema con humour e leggerezza», ha detto Versini al, quotidiano «Le Monde».

Questa iniziativa non è stata gradita, ad esempio, da Jean-Pierre Rozenczveig, direttore della sezione francese della Difesa internazionale dei bambini, una Ong creata nel 1979 al fine di contribuire alla scrittura della convenzione delle Nazioni Unite. A suo giudizio, l’immagine di Asterix offrirebbe «una visione gallica dei diritti dell’infanzia che ignora la realtà interculturale della società francese». Per Dominique Versini, questa controversia è tuttavia «solo una tempesta in un bicchiere d’acqua».

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...