Jump to content

Ricorde lo scudetto di carta?


Recommended Posts

Non solo dal mercato arrivano problemi per l'Inter, ma la chiusura dell'indagine sul falso in bilancio dei club milanesi ha portato la Covisoc alla conclusione che l'equilibrio finanziario dei nerazzurri sarebbe stato compromesso "se la società avesse evidenziato le perdite connesse alle plusvalenze fittizie, l'Inter non avrebbe superato i parametri richiesti per l'iscrizione al campionato 2005-2006".

Ma guarda che caso.... proprio lo scudetto dell'onestà.... :D

Peraltro se c'è chi crede agli UFO o alla Madonna di Fatima (in arrivo in Elicottero a Morazzone :D ), perchè sorprendersi se gli interisti credono di aver vinto 15 scudetti :thumbsup:

Link to comment
Share on other sites

qualche dettaglio in più sulla squadra più onesta che ci sia........

20/6/2007

"Inter fuori parametri per 2005/06"

Covisoc: "Senza plusvalenze fittizie"

Non solo dal mercato arrivano problemi per l'Inter, ma la chiusura dell'indagine sul falso in bilancio dei club milanesi ha portato la Covisoc alla conclusione che l'equilibrio finanziario dei nerazzurri sarebbe stato compromesso "se la società avesse evidenziato le perdite connesse alle plusvalenze fittizie. L'Inter non avrebbe superato i parametri richiesti per l'iscrizione al campionato 2005-2006".

Brutte notizie per il club di Via Durini, arrivano dalla magistratura e dalla Covisoc. Si è conclusa, infatti, l'indagine sul falso in bilancio che coinvolge le due società milanesi e la commissione per la vigilanza sulle società calcistiche tra una conclusione che non farà certamente piacere a Massimo Moratti.

"Se la società avesse evidenziato le perdite connesse alle plusvalenze fittizie - si legge - l'Inter non avrebbe superato i parametri richiesti per l'iscrizione al campionato 2005-2006", è quando viene riferito nella relazione consegnata al pm Carlo Nocerino. I fatti risalgono al periodo tra il 2003 e il 2005 e sono relativi a scambi di calciatori non di prima fila tra i due club, il cui valore sarebbe stato gonfiato per ottenere delle plusvalenze.

L'inchiesta era nata da un esposto presentato dall'ex presidente del Bologna, Giuseppe Gazzoni Frascara, alla magistratura di Roma e poi trasmesso alla Procura di Milano per quanto riguarda Milan e Inter. Nell'indagine sono iscritti nel registro degli indagati il presidente dell'Inter Massimo Moratti, il vicepresidente Rinaldo Ghelfi, e l'ex dirigente Mauro Gambaro, e l'amministratore delegato e vicepresidente vicario del Milan Adriano Galliani.

Link to comment
Share on other sites

Peraltro se c'è chi crede agli UFO o alla Madonna di Fatima (in arrivo in Elicottero a Morazzone :clap[1]: )

E' inutile, ormai non abbocco più ai tuoi ami e rimango freddo e impassibile come un lord britannico :D

(razza di lurida carogna che non sei altro!!!) :D:thumbsup::clap[1]:

Edited by spiff
Link to comment
Share on other sites

Spiff, giá che la Madonna é in Italia...potresti portarla a cena no...quando ti ricapita.

E' una donna piena di segreti...peró tutta di un pezzo.

Guarda, io posso anche provare a chiederglielo....ma l'ultima volta che hanno portato a cena suo figlio non è andata a finire molto bene ed è arrivata addirittura la polizia!!

Link to comment
Share on other sites

21/6/2007

Inter, un'estate piena di nuvole

Inchiesta di Milano è l'ultimo capitolo

Un'altra grana, l'ennesima di un'estate buia, in controtendenza con la 'norma' che vuole Moratti e l'Inter sulla cresta dell'onda. Dopo lo smacco Suazo, infatti, l'inchiesta milanese sui bilanci e le plusvalenze tappabuchi minaccia di pesare sul futuro prossimo del club. E' probabile che in via Durini arrivino una sanzione pecuniaria e qualche inibizione per i dirigenti coinvolti, ma anche le penalizzazioni non sono escluse.

Un fulmine a ciel sereno, alla vigilia del primo giorno dell'estate. La chiusura dell'inchiesta meneghina sui bilanci 'maneggiati' dai due club del capoluogo lombardo, ha prodotto una dichiarazione della Covisoc che ha avuto l'effetto di un terremoto in via Durini. La società nerazzurra, unico top team del pallone nostrano rimasto ai margini di Calciopoli, si scopre al centro di uno scandalo. Il doping amministrativo, oggetto delle indagini del pool di Milano, è un reato particolarmente delicato, specie nell'ottica di una situazione di dissesto finanziario evidenziata a più riprese dai vertici del nostro calcio. Massimo Moratti si è affrettato a tranquillizzare tifosi e partner commerciali, ma l'epilogo dell'indagine non è così scontato e, norme alla mano, potrebbe costare caro al club nerazzurro.

L'articolo 7 del Codice di Giustizia sportiva, parla di "ammenda con diffida" per la società colpevole di irregolarità iscritte a bilancio, ma nel caso in cui eventuali falsificazioni abbiano avuto come scopo l'iscrizione a un torneo al quale il club non avrebbe avuto diritto di partecipare, subentrano le sanzioni previste dall'articolo 13, alle lettere f), g), h) e i). "f) penalizzazione di uno o più punti inclassifica...può essere fatta scontare nella stagione seguente; g)retrocessione all'ultimo posto in classifica; h) esclusione dal campionato di competenza, con assegnazione da parte del Consiglio Federale ad uno dei campionati di categoria inferiore; i) non assegnazione o revoca del titolo di campione d'Italia". Scenari da sciagura, ma che non si invereranno necessariamente. Il rischio di prescrizione del reato è ancora concreto e, soprattutto, la soluzione più probabile parla di deferimenti ad personam per i dirigenti coinvolti e di una maxi multa per il club. Anche se c'è chi punta più su una blanda penalizzazione, anche in considerazione di casi passati di doping amministrativo.

Comunque, quella arrivata dal palazzo di Giustizia di Milano è un'ulteriore spina fuori stagione. Infatti, l'estate e il periodo dedicato al calciomercato è sempre stato il regno di Moratti e compagnia, anche in annate avare di soddisfazioni. Stavolta, dopo la chiacchierata di Ibrahimovic con un cronista di 'Libero' divenuta un caso scottante, lo scippo subito dai cugini nella trattativa per arrivare a David Suazo e le ripetute incomprensioni di mercato con il tecnico Roberto Mancini, il cielo sopra via Durini si arricchisce di un'altra nuvolal.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...