Jump to content

Masturbation


Recommended Posts

Cult, maratona di autoerotismo

A San Francisco manifestazione benefica

Agosto bollente su Cult con quattro nuovi appuntamenti dedicati al sesso, ogni sabato intorno a mezzanotte. Si parte il 4 agosto alle 23.45 con Masturbathon, una vera e propria maratona di beneficenza della masturbazione. Per molti è un tabù, per altri un gioco. Ma c’è anche chi organizza, da molti anni, una vera e propria gara di resistenza di autoerotismo per raccogliere fondi da donare in beneficenza.

Si tratta di due sessuologi americani, Carol Queen e Robert Lawrence, fondatori del Centre of Sex and Culture, che da sette anni promuovono a San Francisco questa manifestazione benefica, in cui oltre duecento tra uomini e donne si masturbano pubblicamente. E il documentario Masturbathon non solo descrive quanto avviene negli Usa, ma racconta anche la prima maratona di autoerotismo che si è svolta l’anno scorso a Londra, sempre su iniziativa di Carol Queen e Robert Lawrence.

In un edificio della città inglese sono state disposte 3 aree dedicate: una per soli uomini, una per sole donne e una mista. Ogni partecipante alla gara ha avuto a propria disposizione anche la sua area privata per masturbarsi in un ambiente accogliente, arredamento soft e musica di sottofondo, con l’obiettivo di battere il record americano di 8 ore e mezzo consecutive di masturbazione. L’iniziativa è stata realizzata per incoraggiare le persone all’autoerotismo come strategia per il sesso sicuro, per parlare di masturbazione e abbattere i tabù sull’argomento.

I partecipanti hanno chiesto ad amici, colleghi e partner di sponsorizzarli, aiutandoli a raccogliere la somma di denaro necessaria a partecipare alla gara. La vittoria è stabilita in base al numero di orgasmi raggiunti e dal relativo tempo impiegato. Il ricavato è stato devoluto ad organizzazioni no-profit che operano nel campo dell'educazione sessuale. Nelle edizioni passate sono stati ricavati oltre 25.000 dollari utilizzati per finanziare iniziative per la salute della donna e prevenzione dell’HIV.

E se anche noi lanciassimo questa iniziativa allo scopo di raccogliere fondi per la Pallacanestro Varese?

Potremmo coinvlgere nel progetto la ILOP che potrebbe regalare check alla vista in tempo reale ed eventualmente subito fornire occhiali per curare i noti effetti collaterali.

Link to comment
Share on other sites

Alfredo Binda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alfredo Binda (Cittiglio, 11 agosto 1902 – 19 luglio 1986) è stato un ciclista italiano, passista-scalatore, considerato uno dei più forti corridori di tutti i tempi.

Crebbe a Nizza, dove iniziò l'attività professionistica nel 1922; rimase in Francia fino al 1924, data alla quale aveva già conquistato 38 corse.

Vinse 5 edizioni del Giro d'Italia (1925, 1927, 1928, 1929 e 1933), record assoluto, condiviso con Fausto Coppi ed Eddy Merckx. Nell'arco della carriera conquistò complessivamente 41 tappe al Giro, record mantenuto fino al 2004, quando fu superato da Mario Cipollini. In tutto rimase in testa alla classifica generale per 60 tappe. Nel 1927 vinse 12 delle 15 tappe del Giro, e nel 1929 ben 8 tappe consecutive; entrambi record tutt'ora imbattuti.

A causa della sua manifesta superiorità, nel 1930 fu pagato dagli organizzatori per non partecipare al Giro, ottenendo 22.500 lire, una cifra corrispondente al premio per la vittoria finale e ad alcune vittorie di tappa.

:brr:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...