Jump to content

Bologna-Montegranaro


Recommended Posts

Partita intensa e molto bella, vinta dalla F.

Sarà anche un fuoco di paglia, ma intanto Bologna è 2-0 in A1 dopo l'arrivo del coach straniero.

Dirò di più: ha capito in pochissimo tempo di chi fidarsi (ho notato una gran fiducia in 3 desaparecidos dell'era precedente, ovvero Lamma/Cittadini/Janicenoaks...) ed evidentemente anche a chi dare in mano le chiavi dello spogliatoio, vista l'aria e l'atmosfera di apparente entusiasmo che si respirava oggi al PalaDozza.

Ed a chi sorrideva al mio nominare coach stranieri x Varese in tempi non sospetti (in particolare proprio Sakota e Yannakis...), aggiungerei anche la rinascita di Treviso con Mahmuti...forse che quindi l'italianità-a-tutti-i-costi ricercata nei coaches si riveli dannosa come la varesinità-a-tutti-i-costi ricercata nei giocatori...? :g[1]::angel::o:yes:

Anzi, no.

Visto la situazione di Varese con Wally Whities&Co. ... :(:D:o:bye:

Link to comment
Share on other sites

Partita intensa e molto bella, vinta dalla F.

Sarà anche un fuoco di paglia, ma intanto Bologna è 2-0 in A1 dopo l'arrivo del coach straniero.

Dirò di più: ha capito in pochissimo tempo di chi fidarsi (ho notato una gran fiducia in 3 desaparecidos dell'era precedente, ovvero Lamma/Cittadini/Janicenoaks...) ed evidentemente anche a chi dare in mano le chiavi dello spogliatoio, vista l'aria e l'atmosfera di apparente entusiasmo che si respirava oggi al PalaDozza.

Ed a chi sorrideva al mio nominare coach stranieri x Varese in tempi non sospetti (in particolare proprio Sakota e Yannakis...), aggiungerei anche la rinascita di Treviso con Mahmuti...forse che quindi l'italianità-a-tutti-i-costi ricercata nei coaches si riveli dannosa come la varesinità-a-tutti-i-costi ricercata nei giocatori...? :g[1]::angel::o:yes:

Anzi, no.

Visto la situazione di Varese con Wally Whities&Co. ... :(:D:o:bye:

Sarà l'effetto coach ma è anche l'effetto Jenkins...sono cattivo,lo so ma a me non piace, condiziona troppo una squadra e non ha la costanza di rendimento che servirebbe per un giocatore così condizionante.

Link to comment
Share on other sites

Punti di media 17,6, bravo

poi...

46,3% da 2, maluccio

33,1% da 3, male

3,3 perse, tante

2,0 recuperate, poche

2,0 assist, molto pochi

13,2 valutazione, bassina in rapporto ai minuti

In conclusione tira molto e con basse percentuali, fa tanti punti, non coinvolge la squadra ma coinvolge solo stesso (2 assist per uno che ha sempre in mano la palla sono pochi pochi). Quando gioca bene la squadra vince, quando gioca suff.o male la squadra perde. Un play che non prenderei neanche sottotortura soprattutto se sei la fortitudo.

PS: manca la statistica più importante, quante ne ha vinte la sua squadra?

Ps2: ho visto Valencia-TAU, tutt'altro livello e a proposito di play, un Prigioni delizioso

PS3: Silver su Jenkins non mi potrai mai convincere, l'ho visto tante volte, Novara, Roma, Hapoel, ora Effe, non mi hai convinto, magari sarò prevenuto...

Edited by wizard
Link to comment
Share on other sites

Per completezza ti posto i dati di un giocatore di una squadra con poche ambizioni ma di altra classifica.

Giocatori simili, ma di caratura differente.

Punti, 15,6

50,7% da 2

37,3% da 3

88% ai liberi

3.5 rimb

6,5 perse (ahi)

1,8 rec

7.9 assist (oh caz..)

17.8 di valutazione

Link to comment
Share on other sites

Partita intensa e molto bella, vinta dalla F.

Sarà anche un fuoco di paglia, ma intanto Bologna è 2-0 in A1 dopo l'arrivo del coach straniero.

Dirò di più: ha capito in pochissimo tempo di chi fidarsi (ho notato una gran fiducia in 3 desaparecidos dell'era precedente, ovvero Lamma/Cittadini/Janicenoaks...) ed evidentemente anche a chi dare in mano le chiavi dello spogliatoio, vista l'aria e l'atmosfera di apparente entusiasmo che si respirava oggi al PalaDozza.

Ed a chi sorrideva al mio nominare coach stranieri x Varese in tempi non sospetti (in particolare proprio Sakota e Yannakis...), aggiungerei anche la rinascita di Treviso con Mahmuti...forse che quindi l'italianità-a-tutti-i-costi ricercata nei coaches si riveli dannosa come la varesinità-a-tutti-i-costi ricercata nei giocatori...? :g[1]::angel::o:yes:

Anzi, no.

Visto la situazione di Varese con Wally Whities&Co. ... :(:D:o:bye:

Si vabbè ma magari e dico magari Sakota e Mahmuti vanno dove fanno le Coppe Europee e ci sono progetti per farne di più importanti in corso d'opera, prendendo anche il triplo (Sakota) o il sestuplo (Mahmuti) dei soldi spesi per Wally Whites.

Poi si può eccepire, e sono il primo io a dirlo, che Bianchini - in quanto motivatore/istruttore e non coach da "pronto soccorso" - non è la persona adatta per la missione-salvezza. Serviva probabilmente un Dado Lombardi dei vecchi tempi, o un Frates quando era disponibile (dopo Milano, senza perdere tempo sull'avvitamento coach-USA, senza prendere nè uno nè l'altro).

Ma quelle degli strangers, oggettivamente, sono prospettive irrealistiche.

E tutto sommato - leggi Beugnot e Magnano - non si può certo dare dell'italianofila alla Pall.Varese...

Ma su ciò, nel senso di separare il grano di cio che è fattibile dal loglio dei sogni irrealizzabili, ho ho perso le speranze...

Edited by Guest
Link to comment
Share on other sites

Punti di media 17,6, bravo

poi...

46,3% da 2, maluccio

33,1% da 3, male

3,3 perse, tante

2,0 recuperate, poche

2,0 assist, molto pochi

13,2 valutazione, bassina in rapporto ai minuti

In conclusione tira molto e con basse percentuali, fa tanti punti, non coinvolge la squadra ma coinvolge solo stesso (2 assist per uno che ha sempre in mano la palla sono pochi pochi). Quando gioca bene la squadra vince, quando gioca suff.o male la squadra perde. Un play che non prenderei neanche sottotortura soprattutto se sei la fortitudo.

PS: manca la statistica più importante, quante ne ha vinte la sua squadra?

Ps2: ho visto Valencia-TAU, tutt'altro livello e a proposito di play, un Prigioni delizioso

PS3: Silver su Jenkins non mi potrai mai convincere, l'ho visto tante volte, Novara, Roma, Hapoel, ora Effe, non mi hai convinto, magari sarò prevenuto...

Alt.

Guarda che NON leggerai MAI da parte mia un apprezzamento nei confronti dell'Orazio.

Il mio commento un po' veloce e lapidario si riferiva al Tuo assegnare la Vittoria della F più alla mancanza forzata di Jenkins che non al lavoro effettuato dall'allenatore.

Ed allora ho postato la partita precedente, ove la vittoria è stata ottenuta con HJ in campo, e pure in modo piuttosto "invadente"... :g[1]:

Link to comment
Share on other sites

Per completezza ti posto i dati di un giocatore di una squadra con poche ambizioni ma di altra classifica.

Giocatori simili, ma di caratura differente.

Punti, 15,6

50,7% da 2

37,3% da 3

88% ai liberi

3.5 rimb

6,5 perse (ahi)

1,8 rec

7.9 assist (oh caz..)

17.8 di valutazione

Il Poz. :g[1]:

Link to comment
Share on other sites

Si vabbè ma magari e dico magari Sakota e Mahmuti vanno dove fanno le Coppe Europee e ci sono progetti per farne di più importanti in corso d'opera, prendendo anche il triplo (Sakota) o il sestuplo (Mahmuti) dei soldi spesi per Wally Whites.

Poi si può eccepire, e sono il primo io a dirlo, che Bianchini - in quanto motivatore/istruttore e non coach da "pronto soccorso" - non è la persona adatta per la missione-salvezza. Serviva probabilmente un Dado Lombardi dei vecchi tempi, o un Frates quando era disponibile (dopo Milano, senza perdere tempo sull'avvitamento coach-USA, senza prendere nè uno nè l'altro).

Ma quelle degli strangers, oggettivamente, sono prospettive irrealistiche.

E tutto sommato - leggi Beugnot e Magnano - non si può certo dare dell'italianofila alla Pall.Varese...

Ma su ciò, nel senso di separare il grano di cio che è fattibile dal loglio dei sogni irrealizzabili, ho ho perso le speranze...

Permettimi, GS: posso dire che tra Gregor e Sakota ne passa sia a livello di carisma, sia di sapere cestistico, sia di risultati ottenuti...?

Ok, appurato ed ammesso qs., ora Ti chiederei: quanto abbiamo speso noi tra 3+1+1 allenatori, correzioni più o meno buttate al vento (non ho più neanche la Forza di reiterarne i tristi nomi...che forse forse con un Allenatore non sarebbero successe -o in modo diverso-, e che forse avrebbe fatto girare l'andazzo del ns. Campionato), rispetto alla sola scelta di un Sakota...? Mi pare che fosse ultimamente caduto un poco in disgrazia, ma potrebbero essere solo voci. Chi me lo riferì ad ottobre mi fece notare come non fosse stato ancora (stranamente!) scelto dalle squadre della Europa dell'Est.

Se poi invece mi dici che non sarebbe MAI venuto a Varese, beh, allora Ti chiedo: ma Qlc. della Ns. Società, ha almeno provato a chiederglielo...?

Non pensi che dopo il -36 contro Cantù di qualche anno or sono, sarebbe stato moooolto difficile pensare che un trainer Campione Olimpico avrebbe potuto allenare Varese? Perchè un Sakota in (solo apparente?) declino non avrebbe dovuto accettare la proposta della Ns. Società, soprattutto se giunta ben prima delle altre e congrua economicamente? Non venirmi a dire che le ultime 6/7 manovre sono state/saranno nel budget preventivato...e, quel che è peggio, probabilmente NON serviranno/saranno servite. :g[1]:

Comunque non vorrei tediare ripetendo tutto quanto era stato già qui sviscerato...

http://www.varesefansbasket.it/vfbforum/in...mp;#entry162958

Comunque, la cosa che, a parte lo sfogo, volevo soprattutto far notare, era riferita all'essere intervenuto subito sulle gerarchie e sul recupero psicologico della F. Punto.

Bon nuit.

Edited by Silver Surfer
Link to comment
Share on other sites

Permettimi, GS: posso dire che tra Gregor e Sakota ne passa sia a livello di carisma, sia di sapere cestistico, sia di risultati ottenuti...?

Ok, appurato ed ammesso qs., ora Ti chiederei: quanto abbiamo speso noi tra 3+1+1 allenatori, correzioni più o meno buttate al vento (non ho più neanche la Forza di reiterarne i tristi nomi...) che forse forse con un Allenatore non sarebbero successe (o in modo diverso...), e che forse avrebbe fatto girare l'andazzo del ns. Campionato, rispetto alla sola scelta di un Sakota...? Mi pare che fosse ultiamente caduto un poco in disgrazia, ma potrebbero essere solo voci. Chi me lo riferì ad ottobre mi fece notare come non fosse stato ancora (stranamente!) scelto dalle squadre della Europa dell'Est.

Se poi invece mi dici che non sarebbe MAI venuto a Varese, beh, allora Ti chiedo: ma Qlc. della Ns. Società, ha almeno provato a chiederglielo...?

Non pensi che dopo il -36 contro Cantù di qualche anno or sono, sarebbe stato moooolto difficile pensare che un trainer Campione Olimpico avrebbe potuto allenare Varese? Perchè un Sakota in (solo apparente?) declino non avrebbe dovuto accettare la proposta della Ns. Società, soprattutto se giunta ben prima delle altre e congrua economicamente? Non venirmi a dire che le ultime 6/7 manovre sono state/saranno nel budget preventivato...e, quel che è peggio, probabilmente NON serviranno/saranno servite. :g[1]:

Domandare è lecito, e rispondere e cortesia.

MA un conto è quando domandi con tanta pilla (leggi Magnano, tanta pilla), altro invece in corso d'opera al momento attuale (Bianchini poca roba, molto meno di Frates per intenderci, che tra l'altro a Caserta hanno letteralmente coperto d'oro).

Poi si può eccepire che Sakota ha accettato un 1+1 con uscita a favore soltanto della F (donde traghettatore in attesa di Crippa e un altro a giugno. Tenendo conto che l'italico mercato proponeva nulla e anche nullissima). E che l'anno scorso alla Stella Rossa da fonti quasi certe prendeva 30mila miseri eurelli. Sull'apparente declino di Draganone potrei esserti più preciso la prossima volta vis-a-vis, comunque apparente anche no.

MA il totale generale e probabilmente anche generalissimo di tutto ciò è questo: cosa sarebbe cambiato NON prendere un motivatore/istruttore come Bianchini ed affidarsi ad un motivatore/istruttore come il papà di Dusan? Posto che in ogni caso, visti i disastri in fase di costruzione dell'organico, acuiti dagli infortuni e dalle correzioni in corsa, l'allenatore era UN problema e non IL problema. E tra l'altro UN problema non dei maggiori...

Link to comment
Share on other sites

Comunque, la cosa che, a parte lo sfogo, volevo soprattutto far notare, era riferita all'essere intervenuto subito sulle gerarchie e sul recupero psicologico della F. Punto.

Bon nuit.

Sulle gerarchie è intervenuto un infortunio, poi n° di tiri e minutaggi sono in linea con le gare precedenti; non ho visto questa partita, quindi non saprei dire sulla qualità delle scelte.

Al recupero psicologico non credo mai dopo solo 2 partite, un gruppo che giocava contro l'allenatore ci mette poco a dare quell'impressione (discorso differente dalla nostra squadra, dove non si è mai giocato contro Mrsic).

Link to comment
Share on other sites

Prima di tutto, grazie x la cortese risposta chiarificatrice.

Poi: forse hai ragionissima, ma mi rimangono dei dubbi. E' vero, nella sostanza e nella filosofia cestistica Il Drago ed il Vate non sembrerebbero così lontani; ma, IMHO, in realtà la distanza si acuisce con il fatto che Sakota non ha smesso di allenare da 4/7 anni (concedo, parzialmente, il periodo-Virtus a WallyW. ...). E non è poco.

Invece concordo al 100% che Varese avesse ben altri problemi. Vero. Ma...forse il Drago avrebbe potuto risolverli intervenendo sul mercato con ben altra lucidità...?

Ecco.

Questi 2 dubbi, che certamente rimarranno, mi infastidiscono.

Soprattutto dopo il Tuo ammettere, fra le righe, che comunque il papà dell'ottimo Dusan non godesse più di così tanta fiducia persino all'Est, e quindi non avrebbe forse chiesto la luna a Varese.

Domandare è lecito, e rispondere e cortesia.

MA un conto è quando domandi con tanta pilla (leggi Magnano, tanta pilla), altro invece in corso d'opera al momento attuale (Bianchini poca roba, molto meno di Frates per intenderci, che tra l'altro a Caserta hanno letteralmente coperto d'oro).

Poi si può eccepire che Sakota ha accettato un 1+1 con uscita a favore soltanto della F (donde traghettatore in attesa di Crippa e un altro a giugno. Tenendo conto che l'italico mercato proponeva nulla e anche nullissima). E che l'anno scorso alla Stella Rossa da fonti quasi certe prendeva 30mila miseri eurelli. Sull'apparente declino di Draganone potrei esserti più preciso la prossima volta vis-a-vis, comunque apparente anche no.

MA il totale generale e probabilmente anche generalissimo di tutto ciò è questo: cosa sarebbe cambiato NON prendere un motivatore/istruttore come Bianchini ed affidarsi ad un motivatore/istruttore come il papà di Dusan? Posto che in ogni caso, visti i disastri in fase di costruzione dell'organico, acuiti dagli infortuni e dalle correzioni in corsa, l'allenatore era UN problema e non IL problema. E tra l'altro UN problema non dei maggiori...

Link to comment
Share on other sites

Sulle gerarchie è intervenuto un infortunio, poi n° di tiri e minutaggi sono in linea con le gare precedenti; non ho visto questa partita, quindi non saprei dire sulla qualità delle scelte.

Al recupero psicologico non credo mai dopo solo 2 partite, un gruppo che giocava contro l'allenatore ci mette poco a dare quell'impressione (discorso differente dalla nostra squadra, dove non si è mai giocato contro Mrsic).

Perfetto.

Può essere.

Ma se avessi visto la partita, penso che avresti tratto, forse, le mie stesse conclusioni.

Cittadini ha ricominciato a giocare dall'arrivo di Sakota. E difende pure bene!

Lamma chiavi in mano forzatamente x l'infortunio di Orazio? Ma anche no: poteva anche decidere diversamente, e cercare la solita girandola di modifiche in modo machiavellico. E invece no, ha deciso di puntare su di lui; e, a giudicare dalla partita di ieri, ha fatto bene. E Montegranaro, vorrei sottolinearlo, ha giocato BENE.

Anyway, Time will Tell.

Link to comment
Share on other sites

Quaestio scelte di mercato, head-to-head Bianchini-Sakota.

L'uno è fuori dal giro da quel po' ("Holland? Mah, francamente non lo conosco benissimo...". Poi ci sono sempre i dvd e si ovvia, ovvio). L'altro non conosce minimamente il campionato italiano ("Mancinelli? Ah, ottimo giocatore, assomiglia molto a mio figlio". Sì, come una pera assomiglia ad un arancio). Così ad occhio, l'uno e l'altro pari sono...

MA sotto questo profilo (alias conoscenza giocatori) anche il buon Rubens non era propriamente "affereto"...Donde l'allenatore conta sì e conta no, anzi meglio se conta no, specie se non conosce.

Link to comment
Share on other sites

Invece concordo al 100% che Varese avesse ben altri problemi. Vero. Ma...forse il Drago avrebbe potuto risolverli intervenendo sul mercato con ben altra lucidità...?

Ecco.

Sul discorso gioco, possiamo imbastire una discussione leziosa su cosa poteva essere e non è stato.

Sakota ok, caduto in disgrazia, superato?.... ma era ancora un uomo di campo e non pantofolato come il Vate...

Sul discorso correzioni di mercato, invece, penso di poterti dare ragione al 100%, anche perchè peggio di quello che è stato fatto con Bianchini, è difficile farlo... tu hai detto lucidità, io direi conflitto di interessi....

Edited by Ale Div.
Link to comment
Share on other sites

Sul discorso gioco, possiamo imbastire una discussione leziosa su cosa poteva essere e non è stato.

Sakota ok, caduto in disgrazia, superato?.... ma era ancora un uomo di campo e non pantofolato come il Vate...

Sul discorso correzioni di mercato, invece, penso di poterti dare ragione al 100%, anche perchè peggio di quello che è stato fatto con Bianchini, è difficile farlo... tu hai detto lucidità, io direi conflitto di interessi....

Quoto, con però un distinguo: non parlerei di conflitto-di-interessi; propenderei di più per un senti, non conosco più il mercato, Tu sei il mio procuratore e so che ne hai in mano tanti, quindi non rifilarmi sole. Mi fido di Te. Vorrei uno così ed uno cosà. Presto che è tardi.

Link to comment
Share on other sites

Quoto, con però un distinguo: non parlerei di conflitto-di-interessi; propenderei di più per un senti, non conosco più il mercato, Tu sei il mio procuratore e so che ne hai in mano tanti, quindi non rifilarmi sole. Mi fido di Te. Vorrei uno così ed uno cosà. Presto che è tardi.

Col cappero... imho

Quoto Giesse

Link to comment
Share on other sites

Quoto, con però un distinguo: non parlerei di conflitto-di-interessi; propenderei di più per un senti, non conosco più il mercato, Tu sei il mio procuratore e so che ne hai in mano tanti, quindi non rifilarmi sole. Mi fido di Te. Vorrei uno così ed uno cosà. Presto che è tardi.

Concordo pienamente a metà con il mister (cit.), nel senso che Bianchini può aver detto una cosa così... allo stesso tempo dall'altra parte c'era chi si è fatto i suoi propri interessi..

Vate: senti, non conosco più il mercato, Tu sei il mio procuratore e so che ne hai in mano tanti, quindi non rifilarmi sole. Mi fido di Te. Vorrei uno così ed uno cosà. Presto che è tardi. Servirebbero un play d'ordine, un pivot rimbalzista fisicato e atletico e un'ala, che sappiano difendere, io magari sono fuori dal giro, non ne capisco più come una volta, ma lo dicono anche Flavio Tranquillo e Silver Surfer...

Double B: Dunque vediamo... ho esattamente quello che cerchi.... devo far rientrare nel giro Thierry Brown, un vero play d'ordine e difensore, se no se lo dimenticano qui... tu gli fai fare quello che vuole, così l'anno prossimo riusciamo a rivenderlo bene... poi ho Lloreda, anche sua mamma dice che è come Skelin, solo un po' più atletico...poi provo a convincere quel ciula di Holland che ormai non se lo fila più nemmeno la fidanzata, tu intanto fai fuori Beck con un pretesto qualsiasi, magari dicendo che lo vedi più come guardia (questa prende la nomination per la "Cagata dell'anno Award" .... Nota di Ale Div.)...

Vate: mi hai letto nel pensiero...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...