Jump to content

"Varese parla, parla..."


Lucaweb

Recommended Posts

Scritto da Francesco Caielli

In Pallacanestro Varese non si è mai smesso di lavorare. Anche se ai

piani alti, fino all´ultimo, si è effettivamente pensato

all´eventualità di passare la mano, nessuno è rimasto con le mani in

mano. Per lasciare una società solida ad un eventuale compratore o -

e questo è il caso - per farsi trovare pronti nella costruzione della

squadra che verrà. Coach Magnano e Oioli hanno visionato centinaia di

cassette, e individuato una serie di giocatori che potrebbero servire

a Varese. Ora si tratterà di concludere le trattative già avviate.

Claudio Castiglioni, nel suo ruolo di vicepresidente operativo,

traccia le linee guida sul futuro immediato.

<Continuiamo, anche se con un ridimensionamento del budget. Purtroppo

ormai conosciamo Varese, e sappiamo che c´è sempre tanta gente pronta

a dare consigli, ma sono pochi quelli che poi danno una mano>.

Siete stati lasciati da soli?

No. Sono felice del fatto che tutti gli amici, gli sponsor che ci

hanno aiutato lo scorso anno abbiano deciso di restare con noi. E non

solo, abbiamo trovato altre realtà che hanno scelto di affiancarci.

Quali obiettivi vi ponete per il prossimo anno?

No, non parliamo di obiettivi. E´ già una grande vittoria il fatto

che ci sarà una squadra di pallacanestro da andare a vedere la

domenica. La sopravvivenza, che non è una cosa da poco, e che

garantiremo. Non parliamo di playoff, di Eurolega, di scudetto. Ci

siamo, e siamo contenti di esserci. Ecco, posso dire che l´obiettivo

principale è quello di creare una squadra in grado di fare un

campionato dignitoso, e che faccia divertire la gente. Poi prenderemo

tutto quello che arriverà.

Dall´esterno è parso che nelle ultime settimane il lavoro negli

uffici di via Sanvito abbia un po´ rallentato. Invece?

Invece non è andata così, ci mancherebbe. Non abbiamo mai smesso di

lavorare, saremmo stati dei pazzi scatenati se lo avessimo fatto. Del

resto avremmo dovuto lavorare anche in caso di cessione della

società, perché è nostra abitudine lasciare sempre tutte le cose a

posto, quando scegliamo di passare la mano, anche in ambito

aziendale. E´ questione di responsabilità.

Quali sono le prossime mosse?

Abbiamo una serie di nomi che ci interessano, ora incominceremo a

sfoltire la lista e a individuare una rosa di giocatori sui quali

punteremo con decisione.

E per quanto riguarda l´ingresso di Gianni Chiapparo in società?

E´ solo questione di giorni. Tutti i dettagli sono stati definitti, e

ufficializzeremo la notizia in settimana.

Francesco Caielli

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...