Jump to content

Patron Castiglioni:"Vi aspetto tutti venerdì a Masnago"


Lucaweb

Recommended Posts

di Francesco Caielli

VARESE Da tempo non si respirava un'aria così. Una squadra che finalmente fa ben sperare, tanti segnali positivi, un esordio sul parquet del Pala Whirlpool (venerdì contro il Khimky di Pozzecco, Podkolzine e Gorenc) atteso come non mai. Le bellissime cose fatte vedere al torneo di Busto Arsizio hanno convinto gli indecisi che hanno affollato i botteghini per fare l'abbonamento: 2600 tessere sottoscritte a più di dieci giorni dall'inizio della stagione sono un dato che deve rendere felici ma che deve fare anche riflettere. Il popolo biancorosso, ancora una volta, ha dimostrato di essere unico e specialissimo. Non ci ha pensato su due volte, ha dimenticato tutte le recenti delusioni e ha ascoltato il cuore e messo mano al portafoglio per l'ennesimo atto d'amore di una città verso questa realtà. Venerdì sera ci saranno tutti, affolleranno le gradinate del Pala Whirlpool come si fa in occasione delle partite più importanti. Ci saranno tutti, a vedere finalmente dal vivo questa squadra della quale si parla un gran bene, e a riabbracciare un po' di vecchi amici.

Farà effetto vedere sul parquet di Masnago - di nuovo tutti insieme - De Pol, Galanda, Pozzecco, Chiapparo, Meneghin e Vescovi (che saranno premiati prima della partita): non accadeva dall'll maggio 1999. Ci saranno tutti, per primo il patron Gianfranco Castiglioni, che non mancherà all'appuntamento: per vedere "i suoi ragazzi", ma anche e soprattutto per ricordare uri grande amico scomparso: «II torneo - dice il patron - è un'occasione per ricordare una persona come Cesare Fermi, che fino all'ultimo è stato vicino a me e soprattutto ai miei ragazzi. Sarò felice di vedere il palazzo pieno di gente nelle serate che a lui sono

dedicate».

Un Gianfranco Castiglioni che è sempre interessato alle vicissitudini della squadra, che segue con occhio paterno: «Avete visto sabato e domenica - chiede divertito -? Devo fare i complimenti a tutti quanti: a Claudio, che sta seguendo tutto in prima persona, ma anche a Chiapparo e Oioli. Abbiamo messo su un bel "team", e loro sono stati bravissimi a costruire una squadra che piacerà».

Ora il testimone passa in mano a loro - ai giocatori e a Magnano - che dovranno meritarsi l'amore di una città e di un presidente: ma sono pronti a farlo. Capitan De Pol è il primo a suonare la carica: «Venerdì sera sarà bello incontrare tanti vecchi amici, ma soprattutto sarà importantissimo vincere. Dovremo entrare in campo con la concentrazione per portare a casa la partita, perché sarebbe un delitto steccare alla prima uscita casalinga, davanti ai nostri. tifosi».

I primi segnali positivi sono arrivati .dalle ultime amichevoli. Ora è il momento di fare sul serio: «Le vittorie di Busto Arsizio ci hanno fatto molto bene. Certo, non dobbiamo lasciarci andare a entusiasmi eccessivi, ma è anche giusto sottolineare le cose che già vanno bene. Parlo dell'atteggiamento di tutti, che è quello giusto. Si è già visto che questa squadra non mollerà mai, e uscirà dal campo soltanto dopo aver sputato l'ultima goccia di sangue».

Ottimismo galoppante nello spogliatoio biancorosso. «Ma anche consapevolezza del tanto lavoro che abbiamo davanti. Sappiamo di dover migliorare in molti aspetti, in particolare nel gioco di squadra e nell'inserimento dei nuovi arrivati. Ma la voglia e la disponibilità ci sono, da parte di tutti».

Francesco Caielli

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...