Jump to content

Cecco Vescovi duro con Nikagbatse: «Per noi il giocatore è sul mercato»


Lucaweb
 Share

Recommended Posts

(G.S.) - Si tinge di giallo la posizione di Misan Nikagbatse per una Cimberio che sembra decisa ad usare le maniere forti nei confronti del giocatore tedesco. L'assenza in occasione del match di Livorno, al di là del riacutizzarsi dei problemi al piede destro accusati dal 26enne esterno ex Montegranaro sin dal suo arrivo a Varese a fine settembre, è stata comunque una scelta della società secondo quanto spiega il GM biancorosso Cecco Vescovi:

«Non essendo al 100 per cento della forma secondo noi Misan non è pronto per giocare: per questo motivo abbiamo deciso di fermarlo, perché se non è in grado di essere al meglio preferiamo fare scelte diverse. D'altra parte l'organico a disposizione di Pillastrini è molto lungo e dunque possiamo permetterci di effettuare questo tipo di scelte senza risentirne».

In pratica dirigenza e staff tecnico della Cimberio hanno deciso di fermare Nikagbatse fino a quando il tedesco non sarà pienamente recuperato, pur col rischio concreto di aspettare parecchio tempo (un mese?) prima di riattivarlo a tutti gli effetti. E lo stesso Vescovi si dice addirittura pronto a rinunciare al giocatore qualora la situazione non si sbloccasse in tempi ristretti:

«Per quanto ci riguarda al momento attuale il giocatore è sul mercato in attesa di risposte dal suo agente per chiarire la situazione attuale - è il commento lapidario del dirigente biancorosso - Se Misan non è in grado di allenarsi regolarmente in un momento della stagione nel quale a noi servono continuità e stabilità, non possiamo permetterci di tenere un giocatore in questa condizione. Sono cinque mesi, ossia sin da quando Nikagbatse è arrivato da Napoli, che la situazione si sta trascinando: a questo punto o il giocatore è in grado di garantirci di poter tenere un certo ritmo di allenamento senza fermarsi continuamente, oppure faremo le nostre valutazioni».

La sensazione è quella che la società voglia uscire definitivamente da un impasse che si trascina da parecchio tempo (già quando arrivò da Napoli l'ex nazionale tedesco era reduce da 20 giorni di stop a causa della fascite plantare); nell'ipotesi più "traumatica" Nikagbatse "scivolerebbe" in tribuna tra i due atleti costretti dal regolamento a rimanere a guardare quando la Cimberio tornerà a pieno organico; di sicuro alla luce dei suoi "perduranti" problemi fisici l’atleta tedesco-nigeriano ha reso comunque meno del previsto (7,8 punti in 23 minuti di media). Tesi avallata dallo stesso Stefano Pillastrini - che lo aveva già avuto da protagonista ai tempi di Montegranaro - a confermare questa sensazione:

«La realtà è che a causa di queste patologie sempre molto difficili da risolvere, di fatto Nikagbatse non lo abbiamo mai avuto nella sua versione più brillante - ammette il coach varesino - Nel contesto dell'intera stagione Misan ha giocato una buona partita a Casale Monferrato ed ha fatto bene domenica scorsa contro Roseto; nella restante parte del campionato non è mai stato quel giocatore atletico ed energico che poteva darci una marcia in più. Per un certo periodo dell'anno abbiamo dovuto gestirlo visti gli infortuni nel suo ruolo, ma a lungo terminegiocare senza allenarsi non funziona, specie per un atleta come Misan che ha bisogno di essere in forma per rendere al meglio : a questo punto che fosse da fermare era scontato, per quanto riguarda tutti gli altri discorsi sono valutazioni che spettano alla società».

Mentre la squadra osserverà oggi un giorno di riposo riprendendo la "cadenza" lavorativa con la seduta di pesi di domattina al Campus, oggi dovrebbe tornare a correre in palestra Marco Passera, ma le condizioni del play di Casciago sono ancora tutt’altro che rassicuranti: esclusa la presenza domenica contro Pistoia, difficile anche il rientro del 5 febbraio a Rimini, più plausibile il match casalingo di domenica 8 contro Scafati per rivedere in campo il regista del 1982. Che però visto il preoccupante calo di Childress (14,0 punti col 43% da 3 nel 9-1 iniziale; 8,0 punti col 25% da 3 e ben 6,4 perse nelle ultime 7 gare con 2 vittorie varesine) sarebbe quantomai utile per togliere responsabilità - e soprattutto minutaggio - dalle spalle del 37enne play statunitense...

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...