Jump to content

edilizia sportiva


Recommended Posts

... ma tu leggi la provincia di como?

:blink:

Detto questo, per realizzare un impianto occorrono un sito in cui farlo, i denari, e la volontà politica (non necessariamente in quest'ordine)... cosa c'è e cosa manca a Varese?

manca sicuro la seconda che hai detto. senza parlare delle risorse inutilmente dirottate sullo sport della pedata, aggiungo io, attirandomi gli strali di chiunque...

Link to comment
Share on other sites

... ma tu leggi la provincia di como?

:blink:

Detto questo, per realizzare un impianto occorrono un sito in cui farlo, i denari, e la volontà politica (non necessariamente in quest'ordine)... cosa c'è e cosa manca a Varese?

la questione sta tutta nel numero di persone interessate in uno sport.....

piu persone interessate= piu denari= piu impianti sportivi = piu visibillita politica= piu probabili voti alle elezioni= piu sonde rettali per tutti....

è un cane che si morde la coda...

anche se sotituirei "morde" e "coda" con un verbo e un sostantivo meno signorili....

Link to comment
Share on other sites

Quindi dici che...la politica non c'entra granchè? Ne a Cantù ne a VA...? :blink:

di cantù non so niente, quindi non dico niente.

di varese so poco, tranne che non ho sentito nessuno disposto ad investire su un palazzo dello sport. poi, magari, mi sono perso qualche cosa: in tal caso, aggiornatemi.

ah, se pensate ad investimenti da parte del comune... lasciate perdere.

Link to comment
Share on other sites

Sono fortemente contrario alla spesa di denaro pubblico per strutture destinati a sport professionistico.

A Varese ci sono molte strutture pubbliche, molte scuole fuori norma: si parta da li'.

E chi fa sport a fini di lucro, paghi.

Link to comment
Share on other sites

Sono fortemente contrario alla spesa di denaro pubblico per strutture destinati a sport professionistico.

A Varese ci sono molte strutture pubbliche, molte scuole fuori norma: si parta da li'.

E chi fa sport a fini di lucro, paghi.

QCQ

Epperò-cit.- tutto ciò deve valere ovunque in italia ...

Link to comment
Share on other sites

... ma tu leggi la provincia di como?

:o

Detto questo, per realizzare un impianto occorrono un sito in cui farlo, i denari, e la volontà politica (non necessariamente in quest'ordine)... cosa c'è e cosa manca a Varese?

Solo la volontà...il resto si trova!!!

Link to comment
Share on other sites

Sono fortemente contrario alla spesa di denaro pubblico per strutture destinati a sport professionistico.

A Varese ci sono molte strutture pubbliche, molte scuole fuori norma: si parta da li'.

E chi fa sport a fini di lucro, paghi.

Di massima sono d'accordo, ma pur non mettendoci soldi per la costruzione le Istituzioni devono almeno cercare di aiutare prevedendo luoghi idonei nei Piani Regolatori ad esempio...non è che un palazzetto o uno Stadio NON facciano parte della vita di una città...

Link to comment
Share on other sites

Sono fortemente contrario alla spesa di denaro pubblico per strutture destinati a sport professionistico.

A Varese ci sono molte strutture pubbliche, molte scuole fuori norma: si parta da li'.

E chi fa sport a fini di lucro, paghi.

Anche nel calcio italiano si sta iniziando a parlare con insistenza di stadi di proprietà dei club come nel modello inglese... solo che con la squadra con il budget più basso della serie A, penso che in questo momento le priorità siano altre...

Link to comment
Share on other sites

Sono fortemente contrario alla spesa di denaro pubblico per strutture destinati a sport professionistico.

A Varese ci sono molte strutture pubbliche, molte scuole fuori norma: si parta da li'.

E chi fa sport a fini di lucro, paghi.

Quoto appieno.

Link to comment
Share on other sites

Di massima sono d'accordo, ma pur non mettendoci soldi per la costruzione le Istituzioni devono almeno cercare di aiutare prevedendo luoghi idonei nei Piani Regolatori ad esempio...non è che un palazzetto o uno Stadio NON facciano parte della vita di una città...

Vero anche questo. La soluzione migliore è, secondo me, quella USA, dove i palasport sono spesso dentro a strutture più grandi e garantiscono un ricavo con diverse tipologie di eventi. In questo modo il privato paga, ma ha anche la possibilità di guadagnare.

Il grosso problema in Italia è l'approccio molto diverso dei tifosi.

Link to comment
Share on other sites

Solo la volontà...il resto si trova!!!

E poi penso che se a Varese ci fossero 8-10 milioni di € per un nuovo palazzetto, forse non saremmo qui a discutere su Thomas si, Thomas no, Ranniko si, Ranniko no...

Link to comment
Share on other sites

Vero anche questo. La soluzione migliore è, secondo me, quella USA, dove i palasport sono spesso dentro a strutture più grandi e garantiscono un ricavo con diverse tipologie di eventi. In questo modo il privato paga, ma ha anche la possibilità di guadagnare.

Il grosso problema in Italia è l'approccio molto diverso dei tifosi.

Il grosso problema in Italia è l'approccio che vogliamo dare...diciamo di copiare gli USA oppure la Premier League ma poi ci tiriamo indietro, mi spiego i 2 modelli citati sono tra quelli cui tutti si sciacquano la bocca...lo stato italiano vara una legge dove autorizza i privati ad investire e fare stadi ecc. con attività commerciali correlate e poi il singolo comunello non concede lo spazio o per viabilità o altro (non certo per i tifosi...).

Il privato i soldi li mette ma deve poi averne un ricavo, allora stadi o palazzetti con attività commerciali ok...il Comune dia lo spazio (poi si vedrà se gratuito a pagamento ecc.) e non si tiri indietro al primo Comitato di quartiere che reclama...

Tutto si può...basta volerlo...senza soldi pubblici...con soldi privati e magari anche con utilizzo pubblico...come nel lavoro bisogna sedersi, pensare, progettare, realizzare...il resto è demagogia!!!

Link to comment
Share on other sites

voi parlate di premier league come se fosse un modello 1) vincente, ma sta per essere sepolta dai debiti, 2) esportabile, senza le condizioni che ne hanno permesso l'istituzione.

l'impianto di proprietà mi sembra un discorso totalmente avulso dalla realtà. più sensato l'impianto nuovo, pensato per il gioco, non come il forum che fa cagare, ma con tutta una serie di accessori come, più e meglio del forum, costruito da qualcuno che lo sappia far rendere a prescindere dall'utilizzo come campo da basket.

se fossi palazzinaro sarebbe un investimento che valuterei attentamente... :o

Link to comment
Share on other sites

E poi penso che se a Varese ci fossero 8-10 milioni di € per un nuovo palazzetto, forse non saremmo qui a discutere su Thomas si, Thomas no, Ranniko si, Ranniko no...

Ellamaddonna, hai chiamato a lavorare gli ex dipendenti di Lehman brothers? Cala, cala....

Link to comment
Share on other sites

voi parlate di premier league come se fosse un modello 1) vincente, ma sta per essere sepolta dai debiti, 2) esportabile, senza le condizioni che ne hanno permesso l'istituzione.

l'impianto di proprietà mi sembra un discorso totalmente avulso dalla realtà. più sensato l'impianto nuovo, pensato per il gioco, non come il forum che fa cagare, ma con tutta una serie di accessori come, più e meglio del forum, costruito da qualcuno che lo sappia far rendere a prescindere dall'utilizzo come campo da basket.

se fossi palazzinaro sarebbe un investimento che valuterei attentamente... :o

Mi dai del Voi ? :o intanto i debiti della Premier League non sono per gli stadi (spesso pagati da investitori privati...) ma forse per gli stipendi dei giocatori e per i soldi spesi per acquistarli a tutti i costi...in ogni caso io ci sono stato negli stadi Inglesi e sono molto belli, molto funzionali per il gioco del Calcio, si vede bene in ogni zona, sono comodi, non hanno barriere, si entra e si esce in pochi minuti...!

Detto questo perchè lo stadio/palazzetto privato è avulso dalla realtà ? Quindi ci deve pensare il Comune ?

Link to comment
Share on other sites

Ellamaddonna, hai chiamato a lavorare gli ex dipendenti di Lehman brothers? Cala, cala....

Da quello che mi risulta, quello di Biella (che non è poi un grande opera d'arte) è costato più di 7,5 milioni...

Link to comment
Share on other sites

Il grosso problema in Italia è l'approccio che vogliamo dare...diciamo di copiare gli USA oppure la Premier League ma poi ci tiriamo indietro, mi spiego i 2 modelli citati sono tra quelli cui tutti si sciacquano la bocca...lo stato italiano vara una legge dove autorizza i privati ad investire e fare stadi ecc. con attività commerciali correlate e poi il singolo comunello non concede lo spazio o per viabilità o altro (non certo per i tifosi...).

Il privato i soldi li mette ma deve poi averne un ricavo, allora stadi o palazzetti con attività commerciali ok...il Comune dia lo spazio (poi si vedrà se gratuito a pagamento ecc.) e non si tiri indietro al primo Comitato di quartiere che reclama...

Tutto si può...basta volerlo...senza soldi pubblici...con soldi privati e magari anche con utilizzo pubblico...come nel lavoro bisogna sedersi, pensare, progettare, realizzare...il resto è demagogia!!!

Il problema è anche l'aspetto tifo. Lo stadio o il palazzetto sono visti come problemi. C'è casino il giorno della partita, polizia etc.

Negli USA il palazzetto genera utile nella zona circostante perchè la gente prima o dopo la partita va a fare shopping, a pranzo/cena etc. Calcolavano che le attività della zona di Cleveland vicino al palazzo perderanno diverse decine di milioni di dollari se il flusso di pubblico alle partite dei Cavs tornerà quello pre-LeBron.

Da noi vicino agli stadi al massimo c'è il furgone delle salamelle!

Link to comment
Share on other sites

Sono fortemente contrario alla spesa di denaro pubblico per strutture destinati a sport professionistico.

"Volontà politica" non significa necessariamente "soldi pubblici", come effettivamente ha già fatto notare Mangusta: significa disponibilità verso i progetti (che devono in ogni caso essere approvati ed inseriti nel piano regolatore) e magari verso il project financing (un privato che costruisce un nuovo impianto deve poterci guadagnare, altrimenti non lo farà mai: il pubblico può venire incontro con le concessioni sui parcheggi, per fare un esempio stupido, o con le licenze commerciali, con la destinazione d'uso delle nuove strutture... e via di questo passo!).

I soldi pubblici devono essere spesi meglio, in questo momento, che non per l'intrattenimento (meglio il "panem" dei "circenses"!), ma al privato che realizza strutture di interesse pubblico deve essere dato modo di lucrare il giusto...

Link to comment
Share on other sites

Da quello che mi risulta, quello di Biella (che non è poi un grande opera d'arte) è costato più di 7,5 milioni...

Non so quanto fosse la quota parte destinata al palasport, ma il progetto di riqualificazione dell'area, trasformata in un gigantesco centro commerciale, ha comportato un investimento di 105 (centocinque!) milioni di euro...

http://www.sonaesierra.it/uploadfiles/pres...7a67e26d78b.pdf

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...