Jump to content

Thomas e Righetti nodi da sciogliere. La Cimberio guarda al futuro


Lucaweb

Recommended Posts

Una breve ma intensa tappa varesina quella che attende Jobey Thomas, oggi in città per sostenere un ciclo di test clinici e fisici per attestare il suo stato di salute e la sua condizione di forma in vista della decisione definitiva da parte della società biancorossa sulla eventuale prosecuzione del rapporto. Un passaggio già stabilito nel momento in cui il tiratore statunitense era tornato a casa nello scorso marzo per sostenere una operazione di pulizia del ginocchio sinistro che lo aveva costretto a chiudere anzitempo la stagione 2010/2011. L’atleta del 1980 aveva risolto il contratto che lo legava alla Cimberio fino al termine di questa annata sportiva, ma ora l’oggetto di valutazione del club di piazza Montegrappa riguarda il rapporto valido per il 2011/2012, che Varese potrà interrompere pagando entro il 30 giugno una penale.

Da domani a domenica Thomas sosterrà una visita medica “generale” ed una serie di test atletici previsti con il preparatore Armenise (ma in palestra ci sarà anche Guido Saibene per verificarne lo stato di forma nelle situazioni di gioco con la palla); un programma che servirà per capire se il tiratore ex Montegranaro ed AJ avrà recuperato completamente dall’infortunio dello scorso dicembre (in realtà comunque l’atleta del North Carolina ha ripreso a correre da sole 2 settimane) oppure non darà ancora garanzie di completo recupero: «Si tratta di un percorso che avevamo concordato con Jobey quando è tornato a casa a marzo – spiega il presidente Cecco Vescovi – Si era deciso di rivederlo dopo l’operazione valutando l’iter compiuto dopo l’intervento e le sue attuali condizioni di forma, adesso medici e preparatore valuteranno le sue condizioni e sulla base dei loro responsi faremo una valutazione complessiva sul suo conto».

Se dai sanitari non arrivasse il “via libera” Varese potrebbe ridurre l’importo dell’eventuale “buonuscita” da versare nelle tasche del giocatore; soltanto se le verifiche fisiche dessero risultati garantiti al 100 per cento la Cimberio entrerà nel merito delle valutazioni tecniche sull’opportunità di una riconferma del giocatore statunitense, che nel “piano-squadra” ideato da Recalcati sarebbe comunque alternativo a Phil Goss.

Ma al di là del valore tecnico ed umano di Thomas, pare improbabile che la società possa ridare fiducia ad un giocatore che nelle ultime due stagioni è stato condizionato da vari guai fisici (nel 2009/2010 la fascite plantare, lo scorso anno 9 partite a pieno regime – comunque di altissimo livello visti i 14,6 punti col 41% da 3 – e due mesi “sulla corda” con l’esigenza di ingaggiare Stipcevic sul mercato di riparazione).

REBUS RIGHETTI - Oltre alla vicenda Thomas il 30 giugno sarà una data decisiva anche per quanto riguarda il futuro in maglia biancorossa di Alex Righetti, legato contrattualmente a Varese con le stesse modalità dello statunitense (accordo fino al 2012 con clausola rescissoria pagando una penale - in questo caso attorno ai 10 mila euro, per Thomas “abile ed arruolabile” servirebbero 65mila dollari).

«Al momento non abbiamo verificato la situazione perché c’erano altre priorità, quel che so per certo è che non rimarrà alle cifre attuali – afferma Cecco Vescovi -. Valuteremo anche questa situazione nei tempi giusti, ma al momento col giocatore non abbiamo ancora parlato». La volontà della società biancorossa di puntare sull’emergente tiratore Reati e di rilanciare l’attenzione sull’ala Ganeto (sul conto dell’atleta del 1987 dovrà comunque decidere Milano che ha ancora due anni di contratto con il prodotto delle giovanili di Biella) sembrano ridurre decisamente le possibilità di rivedere in maglia biancorossa la 34enne ala romagnola.

Le scelte sugli italiani della panchina saranno comunque legate anche a quelli dei titolari stranieri sui quali il club biancorosso sta lavorando in fase di “sondaggi”; in realtà le uniche operazioni imminenti, al di là di quella relativa a Davide Reati, sono quelle per il prolungamento dell’accordo con Rannikko (pronto un nuovo 1+1 con uscita gratuita al termine del 2012) e per l’ingaggio della 20enne ala finlandese Vantaaja (ma non c’è ancora l’accordo con gli Honka Playboys che detengono i diritti sul “prospetto” del 1991 piaciuto a Recalcati durante il periodo di prova tra aprile e maggio).

Giuseppe Sciascia

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...