Jump to content

Venezia-Teramo


Guest Paul The Rock

Recommended Posts

Guest Paul The Rock

A quanto pare sabato dovranno iniziare a decidere qualcosa...

Articolo tratto da www.basketnet.net (che ha "copiato" la Prealpa :rolleyes: )

Settimana "rovente" sul fronte istituzionale per un basket italiano ancora alle prese con una estate di carte bollate. Domani la Corte Federale si esprimerà sul ricorso di Teramo contro la decisione della Giudicante che ha dato ragione a Venezia nella querelle sulle tempistiche del pagamento della Wild-Card: le motivazioni del primo grado di giudizio Fip sono inoppugnabili nel dare ragione alla Reyer (se la delibera parla di "pagamento 10 giorni dopo l'attivazione" comunicata il 23 maggio il termine ultimo era il 3 e non certo il 10 giugno...), il secondo "step" dell'iter della giustizia sportiva sarà comunque solo il preludio al "D-Day" del Consiglio Federale di sabato. Qui e solo qui la Fip delibererà sul da farsi: tra il possibile preolimpico azzurro del luglio 2012 e l'attività internazionale che preme alle "big" di Eurolega (Siena su tutte) la volontà di tutte le componenti è quella di rimanere a 16 squadre, e allo stato attuale delle cose l'ultimo posto in serie A sembra molto più di Venezia che di Teramo. Ma se il "parlamento" federale dovesse dar torto agli abruzzesi sarebbe scontato il ricorso al Tar del Coni con tempistiche dilatate a settembre e calendari bloccati in attesa di sapere se il campionato sarà a 16 o 17 squadre; lo stesso Consiglio potrebbe votare "politicamente" per un campionato dispari (non previsto però dalla Convenzione Fip-Lega, con Reggio Emilia pronta a far valere le sue ragioni per arrivare a 18). Ma la sensazione è che la Fip voglia usare la "linea dura"...

Edited by Paul The Rock
Link to comment
Share on other sites

A quanto pare sabato dovranno iniziare a decidere qualcosa...

Articolo tratto da www.basketnet.net

Settimana "rovente" sul fronte istituzionale per un basket italiano ancora alle prese con una estate di carte bollate. Domani la Corte Federale si esprimerà sul ricorso di Teramo contro la decisione della Giudicante che ha dato ragione a Venezia nella querelle sulle tempistiche del pagamento della Wild-Card: le motivazioni del primo grado di giudizio Fip sono inoppugnabili nel dare ragione alla Reyer (se la delibera parla di "pagamento 10 giorni dopo l'attivazione" comunicata il 23 maggio il termine ultimo era il 3 e non certo il 10 giugno...), il secondo "step" dell'iter della giustizia sportiva sarà comunque solo il preludio al "D-Day" del Consiglio Federale di sabato. Qui e solo qui la Fip delibererà sul da farsi: tra il possibile preolimpico azzurro del luglio 2012 e l'attività internazionale che preme alle "big" di Eurolega (Siena su tutte) la volontà di tutte le componenti è quella di rimanere a 16 squadre, e allo stato attuale delle cose l'ultimo posto in serie A sembra molto più di Venezia che di Teramo. Ma se il "parlamento" federale dovesse dar torto agli abruzzesi sarebbe scontato il ricorso al Tar del Coni con tempistiche dilatate a settembre e calendari bloccati in attesa di sapere se il campionato sarà a 16 o 17 squadre; lo stesso Consiglio potrebbe votare "politicamente" per un campionato dispari (non previsto però dalla Convenzione Fip-Lega, con Reggio Emilia pronta a far valere le sue ragioni per arrivare a 18). Ma la sensazione è che la Fip voglia usare la "linea dura"...

...alla fine per evitare ricorsi al tar, consiglio di stato, tas, tribunale dei diritti dell'uomo, scioperi della fame, della sede, pellegrinaggi a lourdes etc. si deciderà per il campionato a 18 squadre (... anche perchè l'anno prox non faremo le olimpiadi e nemmeno il torneo preolimpico quindi ci sarà tutto lo spazio...)

Link to comment
Share on other sites

Il campionato a 18 mai nella vita

Comunque è un basketnet ripreso dalla Prealpina

(nema problema ma solo per la precisione, Massimo Giuseppe Maria)

Link to comment
Share on other sites

Certo che citare come motivazioni contro l'allargamento la partecipazione della nazionale alle olimpiadi è come far giocare il prossimo campionato a porte vuote per paura che un meteorite cada su masnago...

Per non parlare delle nostre "big" di eurolega :rolleyes:

L'MVP dello scorso campionato aveva il passaporto falso, una squadra paga una penale per non retrocedere e non si capiscono i termini entro cui doveva pagare... non avrei mai pensato di essere un inguaribile ottimista quando pensavo che il basket italiano avesse toccato il fondo con la farsa di naporieti...

Link to comment
Share on other sites

Certo che citare come motivazioni contro l'allargamento la partecipazione della nazionale alle olimpiadi è come far giocare il prossimo campionato a porte vuote per paura che un meteorite cada su masnago...

Per non parlare delle nostre "big" di eurolega :rolleyes:

L'MVP dello scorso campionato aveva il passaporto falso, una squadra paga una penale per non retrocedere e non si capiscono i termini entro cui doveva pagare... non avrei mai pensato di essere un inguaribile ottimista quando pensavo che il basket italiano avesse toccato il fondo con la farsa di naporieti...

Ma i termini sono chiarissimi

La delibera diceva "pagamento 10 giorni dopo l'attivazione della Wild-Card"

Fatta scattare il 23

Ora, se tanto mi da tanto, va bene non aver pagato il 2 giugno che è festa nazionale, ma il 3 dovevi mettere la fresca

Chi ha ciurlato nel manico è la Teramata, impegolata nelle sue vicende di passaggio di proprietà, che ha sfruttato la doppia versione della delibera (originalmente la data per l'attivazione era il 31, poi la L2 ha chiesto anticipo al 23 per i suoi playoff) per allungare proditoriamente i termini al 10, quando aveva provvista (ci sarebbe querelle anche su chi ha realmente pagato ma questo non è lo stesso campo di gioco), cosa che al 3 non aveva assolutamente.

Link to comment
Share on other sites

Concordo anch'io sul fatto che piuttosto che un campionato a 17 squadre.....allora meglio allargarlo a 18.

A proposito di questo eventuale allargamento,nei giorni scorsi,veniva sempre fuori il nome di Reggio Emilia,come mai ?essendosi salvata sul campo all'ultima giornata? si tratterebbe di una wild card per meriti sportivi....di almeno un decennio fa ????

Allora perchè non ripescare Barcellona P.D.G. come terza classificata di L2 ?

Link to comment
Share on other sites

Ma i termini sono chiarissimi

La delibera diceva "pagamento 10 giorni dopo l'attivazione della Wild-Card"

Fatta scattare il 23

Ora, se tanto mi da tanto, va bene non aver pagato il 2 giugno che è festa nazionale, ma il 3 dovevi mettere la fresca

Chi ha ciurlato nel manico è la Teramata, impegolata nelle sue vicende di passaggio di proprietà, che ha sfruttato la doppia versione della delibera (originalmente la data per l'attivazione era il 31, poi la L2 ha chiesto anticipo al 23 per i suoi playoff) per allungare proditoriamente i termini al 10, quando aveva provvista (ci sarebbe querelle anche su chi ha realmente pagato ma questo non è lo stesso campo di gioco), cosa che al 3 non aveva assolutamente.

Appunto!

Com'è possibile che nessuno della federazione abbia accettato il pagamento in ritardo? Non bastava dire, al 4 mattina, che Teramo non aveva pagato e che quindi dalla lega2 sarebbero salite in due (rendendo la finale del campionato la cosa più inutile mai vista sulla faccia della terra... e magari facendo incazzare un po' la prima della RS che sarebbe potuta salire di diritto senza rischiare i playoff)?

Che Teramo abbia fatto un tentativo disperato lo posso pure capire. Quello che non capisco è come sia possibile che qualcuno abbia incassato (si fa per dire) il gruzzolo senza sapere che si era ormai fuori tempo massimo. E adesso se Venezia sale chi li tiene i cinquecentomila?

Link to comment
Share on other sites

da www.reyer.it

13/07/2011 - COMUNICATO UFFICIALE DELLA SOCIETA' REYER VENEZIA

La S.S.P. Reyer Venezia Mestre esprime tutto il proprio stupore e disappunto per il provvedimento emesso dalla Corte Federale della F.i.p.

Una decisione sorprendente, che ribalta quella di primo grado, dove nel merito veniva dichiarata la decadenza di Teramo dal diritto a disputare la Lega A, poiché il pagamento del "premio di risultato" era avvenuto a termini ampiamente scaduti.

Un provvedimento non condivisibile, a prescindere dalle motivazioni sulle quali la Corte riterrà di fondarlo, per cui verrà senz'altro impugnato.

La società orogranata tiene a ribadire che le azioni già intraprese e tutte quelle che verranno promosse a partire da oggi stesso nell'ambito della giustizia sportiva sono animate esclusivamente dalla volontà di far riconoscere un diritto acquisito dalla Reyer. Preme sottolineare che non vi è intenzione di agire contro qualcuno, ma esclusivamente a favore di legittimamente maturato.

Per difendere il diritto a disputare la Lega A, che spetta alla Reyer e a tutta la città di Venezia, la società fa presente che impugnerà tutti gli atti nell'ambito della Giustizia sportiva a se pregiudizievoli e, di fronte a decisioni che trascendano la sfera del diritto domestico, preannuncia che adirà anche la Giustizia ordinaria, dove potranno trovare ingresso anche evenutali domande risarcitorie, poiché ritiene le proprie posizioni illegittimamente lese.

Federico Casarin, che ha rappresentato la società orogranata in questa battaglia per la giustizia, ribadisce:

“Francamente stentiamo a capire come la Corte Federale possa aver ribaltato il provvedimento della Commissione Giudicante Nazionale, netta e stentorea. A ciò si aggiungano le non condivisibili dichiarazioni dei vertici della F.i.p. alla vigilia dell'udienza ed il fatto che ieri, poco prima della decisione della Corte Federale, il Presidente della Lega di Serie A ha respinto per la seconda volta, senza nemmeno sottoporre la valutazione alla competente assemblea, la nostra legittima domanda di iscrizione, non tenendo in alcun conto la decisione del giudice di primo grado sportivo e senza attendere l'imminente verdetto del Giudice d'appello. Per questo siamo francamente molto amareggiati, ma non certo rassegnati. Anzi, siamo ancora più determinati ad agire per far ristabilire la verità, e ciò in tutte le sedi.

Personalmente auspico che la saggezza del Consiglio Federale e del Presidente Dino Meneghin suggerisca una soluzione idonea ad evitare ricorsi ai tribunali ordinari, con tutte le conseguenze negative sullo svolgimento dei prossimi campionati. Speriamo che prevalga il buon senso nel capire che la nostra posizione è giuridicamente ineccepibile. Quello che ribadiamo con forza è che il nostro diritto lo difenderemo in ogni modo, per rispetto della legalità, ma anche dei tifosi e dell’intera città che si verrebbe privata di un campionato di Lega A conquistato sul campo."

Link to comment
Share on other sites

Personalmente auspico che la saggezza del Consiglio Federale e del Presidente Dino Meneghin suggerisca una soluzione idonea ad evitare ricorsi ai tribunali ordinari, con tutte le conseguenze negative sullo svolgimento dei prossimi campionati. Speriamo che prevalga il buon senso nel capire che la nostra posizione è giuridicamente ineccepibile. Quello che ribadiamo con forza è che il nostro diritto lo difenderemo in ogni modo, per rispetto della legalità, ma anche dei tifosi e dell’intera città che si verrebbe privata di un campionato di Lega A conquistato sul campo."

:D

Hanno trattato le date di scadenza come il passaporto di pietraroccia. Non si può dire che manchino di coerenza.

Link to comment
Share on other sites

Si vabbeh, però menarla con il "diritto conquistato sul campo" e "non andiamo contro altri ma solo per difendere ciò che abbiamo conquistato" è una cazzata.

Sul campo ti sei guadagnato i 500K che Teramo ti deve dare.

Non ha pagato in tempo? Hai ragione a chiedere di fare la LegaA, anche di appellarti all'ONU se possibile e necessario, ma non menarla con la conquista sul campo, perchè sul campo, dopo gara 5 sapevi di rimanere in Lega2.

Link to comment
Share on other sites

Non ha pagato in tempo? Hai ragione a chiedere di fare la LegaA, anche di appellarti all'ONU se possibile e necessario, ma non menarla con la conquista sul campo, perchè sul campo, dopo gara 5 sapevi di rimanere in Lega2.

Amen

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...