Jump to content

«Cimberio devi essere più cinica»


pxg14
 Share

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]E' moderata la soddisfazione da parte del presidente Cecco Vescovi dopo l'autorevole successo casalingo contro la Virtus Bologna: il calo del terzo quarto che ha costretto la Cimberio a vincere la partita due volte è archiviato alla voce "condizioni imperfette" di diversi effettivi. [/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]«Una vittoria conquistata con sicurezza al termine di una gara non bellissima; certo dobbiamo stare più attenti ed essere più cinici, perché con squadre di spessore diverso da Bologna c'è il rischio che certi passaggi a vuoto possano costare cari. Alla fine però va detto che non eravamo al meglio: Banks è stato preservato nel finale per consentirgli di lavorare al meglio nella preparazione del derby con Cantù, Talts era reduce dall'influenza ed Ere deve ancora recuperare il 100 per cento della condizione dopo l'infortunio del mese scorso». [/size]
[size=3]Dunque nessuna "scoria" mentale successiva alla sconfitta in Coppa Italia per un gruppo che si è rituffato di slancio nel clima-campionato: «Sinceramente non avevo paure di questo genere, anche perché non c'era alcuna delusione da assorbire: ho parlato mercoledì alla squadra ribadendo che siamo arrivati secondi e non sedicesimi e dunque si trattava di un bel traguardo raggiunto. I ragazzi hanno capito e apprezzato e lo ha capito anche il pubblico che sta cavalcando insieme a noi questo momento molto bello: noi abbiamo ambizioni e voglia di stare in alto il più a lungo possibile, continuiamo a vivere il primato con questa serenità e senza pressioni». [/size]
[size=3]E, al di là del solito fatturato sostanzioso dell'asse Green-Dunston, il presidente biancorosso spende parole di elogio per De Nicolao e Sakota: «Andrea è una conferma importante e la sua stagione super lo sta mettendo in luce anche in chiave azzurra: visto di fronte a Poeta, il nostro regista è più indicato per un ruolo da giocatore di rottura e cambio di ritmo. Dusan invece lo abbiamo atteso per tanto tempo confidando nelle sue qualità balistiche: aveva bisogno di prendere fiducia ma ora speriamo che continui così perché col suo tiro può aprire l'area e liberare spazi per Dunston». [/size]
[size=3]Ora Vescovi guarda al derby di domenica a Desio contro una Cantù in affanno dopo il cambio Markoishvili-Mancinelli (tre stop nelle ultime quattro gare per i brianzoli): «Di test ne abbiamo già superati abbastanza, ma certamente è una partita importante: affrontiamo una delle candidate ai primi quattro posti della classifica finale, se riuscissimo a batterla con un 2-0 negli scontri diretti e 10 punti di vantaggio significherebbe praticamente eliminarla dalla corsa e ridurre a tre la volata. Cercheremo di sfruttare il momento di difficoltà di una squadra che, avendo perso un elemento di valore assoluto come Markoishvili, non ha più le certezze di prima e sta attraversando un fisiologico periodo di assestamento per trovare nuovi punti di riferimento. Dunque ben venga affrontarli ora...». [/size]
[size=3]Giuseppe Sciascia [/size][/size][/font][/color]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...