Jump to content

VareseFansBasketNews


  • pxg14

    «Abbonati, che risposta!»

    By pxg14, in News,

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Abbonamenti a gonfie vele per la Pallacanestro Varese che ha visto concretizzarsi l'entusiasmo dei tifosi attorno alla squadra di Fabrizio Frates. I 2.580 fedelissimi al termine della prima fase sono già più dei 2.533 con cui si era chiusa la campagna 2012/'13. Da giovedì si riaprono i battenti per la seconda fase a prezzi maggiorati ma il passaggio intermedio con quasi il 30 per cento in più delle tessere rispetto alla prima fase dello scorso anno soddisfa il presidente di “Varese nel Cuore” Michele Lo Nero: «Un buon risultato, il cui merito va condiviso tra chi ha progettato la campagna e chi ha costruito la squadra, consentendo di mantenere accesa la fiamma dell'entusiasmo. Abbiamo voluto dare un messaggio chiaro mettendo le basi per un nuovo progetto triennale e la risposta dei tifosi è stata estremamente positiva. Ora sta a noi dimostrare che questa fiducia è stata ben riposta».[/size][/font][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Il massimo dirigente del consorzio plaude al costante trend positivo fatto registrare dal 2010 a oggi: dai 2.159 abbonati del primo anno di “Varese nel Cuore” si è passati a 2.311, poi 2.533 e ora si punta a quota 2.900.[/font][/size]
    [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]«Un incremento ottenuto riducendo progressivamente gli omaggi e aumentando le presenze di giovani e famiglie. Il trend positivo ci gratifica e rispecchia le nostre politiche ma non siamo arrivati a compimento della nostra opera. Il richiamo dei risultati sportivi la fa da padrone, però la società deve programmare al di là dei verdetti del campo e costruire per crescere non solo per quanto riguarda la prima squadra ma in tanti altri ambiti legati a organizzazione interna, settore giovanile e politiche sociali».[/font][/size][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Il dato parziale della campagna abbonamenti è estremamente positivo soprattutto per quanto riguarda il pacchetto “Italia più Europa”: oltre l'80 per cento degli abbonati ha scelto infatti la tessera comprensiva anche della competizione continentale. «Mancavamo dalle competizioni europee da nove anni ed è bello sapere che anche nelle partite infrasettimanali che ci aspettano ci sarà un pubblico caldo e numeroso. La consapevolezza della vicinanza dei tifosi darà fiducia alla squadra. L'Europa è la dimensione naturale per questa società e per noi sarà un anno importante per fare esperienza: ci piacerebbe che possa diventare un'abitudine, anche per promuovere il territorio attraverso lo sport come dimostra l'esempio dei Mondiali di canottaggio».[/font][/size][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Più abbonamenti uguale più entusiasmo, ma anche più soldoni che entrano nelle casse del club: come accaduto lo scorso anno con un incasso totale superiore al milione di euro, anche quest'anno le entrate alla voce pubblico daranno un supporto vitale per far quadrare il bilancio della società. «Le entrate dagli abbonamenti rappresentano un aiuto di rilievo e il loro aumento in una stagione nella quale il budget è stato ridotto del 10-15 per cento danno entusiasmo per proseguire a lavorare. Sul fronte sponsor ci sono trattative aperte: alcuni sono rimasti, alcuni no e altri hanno rinnovato diminuendo l'impegno. Il ricavato delle tessere ci avvicina al traguardo della copertura completa del budget previsto ma ci sono ancora liberi spazi sulla maglia».[/font][/size]
    [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Giuseppe Sciascia[/font][/size][/size][/font][/color]

  • pxg14

    Cimberio, subito bollicine

    By pxg14, in News,

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]SONDRIO - La nuova Cimberio inaugura la stagione 2013/2014 con un acuto di prestigio. Nella prima uscita dell'era Frates i biancorossi superano un impegnativo test di livello internazionale piegando all'overtime i campioni di Turchia del Galatasaray, squadra che parteciperà all'Eurolega. [/size][/font][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Una dimostrazione concreta che la Varese “riveduta e corretta” durante l'estate è in grado di regalare ancora emozioni importanti alla città dopo l'esaltante ma sfortunata cavalcata degli “Indimenticabili”. Certo la squadra di Ataman era senza 4 nazionali sul perimetro e la coppia Jawai-Dudley sotto canestro, ma anche la Cimberio ha tenuto a riposo precauzionale capitan Ere e nel reparto esterni ha dovuto “inventarsi” rotazioni precarie senza Rush e con De Nicolao out per infortunio nel quarto periodo. Ma dopo un inizio incerto (8-14 al 5', 19-26 al 10') subendo l'urto fisico dei possenti lunghi turchi, Varese ha mostrato la mentalità “sfidante” e la capacità di nascondere i suoi limiti di stazza che erano stati alla base dei successi dello scorso anno. Ed anche se le gambe non sono ancora brillantissime per accendere il motore del contropiede, sono piaciute la coralità di un gruppo che ha saputo sfruttare al meglio le qualità tecniche variegate dei suoi effettivi e la disponibilità dei singoli a mettersi a disposizione dei compagni. [/font][/size][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Sugli scudi Aubrey Coleman, già protagonista assoluto con le sue esplosive incursioni al ferro (10/16 ai liberi, 4 recuperi e 4 assist); notevole anche la forma di Dusan Sakota, mortifero dall'arco ed efficace anche dentro l'area nei giochi a due con Keydren Clark, alterno da fuori ma bravo nel gestire la squadra con tanta lucidità e pochi personalismi (4 assist) prendendosi comunque le responsabilità nei momenti chiave dell'overtime. Ottimo il rendimento di Achille Polonara, utilizzato principalmente da ala piccola viste le assenze di Ere e Rush e in grado di sciorinare un repertorio da esterno (4/10 al tiro e 4 assist) che potrebbe farne una interessante arma tattica nel corso della stagione. [/font][/size][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Ma la cartina di tornasole del rendimento della Cimberio è stato l'impatto interno di Frank Hassell, che dopo aver sofferto nel primo quarto i muscoli dei pariruolo rivali è prepotentemente cresciuto alla distanza confermando la solidità del suo repertorio sotto entrambi i tabelloni (9/13 da 2 e 10 rimbalzi). E dopo il primo riaggancio nel secondo quarto (32-32 al 15') i biancorossi sono saliti di tono alla distanza, mettendo la freccia nel finale della terza frazione (58-57 al 28' dopo il 43-51 del 23'). Due triple di Clark e Sakota hanno propiziato il 69-63 del 35', poi l'infortunio di De Nicolao (lieve distorsione alla caviglia destra) ha tolto un pizzico di lucidità all'azione offensiva della Cimberio, sorpassata nel finale dai guizzi di Domercant (70-71 al 38') e di nuovo raggiunta da due liberi di Akyol a meno 24”. [/font][/size][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Nel supplementare una schiacciata in campo aperto della guardia di Houston e una tripla di Clark hanno siglato il successo di Varese, che ora attende buone notizie sulle condizioni di De Nicolao in vista dell'impegno di domenica (ore 17,30 a Sondrio) contro Siena. [/font][/size]
    [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Giuseppe Sciascia [/font][/size][/size][/font][/color]

  • pxg14

    La Cimberio si svela a Sondrio

    By pxg14, in News,

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Pronta a togliersi il velo la Cimberio 2013/2014. La formazione di Fabrizio Frates inaugurerà oggi a Sondrio (ore 18, palasport di via Scieghi, posto unico a 10 euro) il cammino delle amichevoli di preparazione sfidando il Galatasaray Istanbul campione di Turchia. Subito un test impegnativo contro una squadra di Eurolega per i biancorossi che hanno predisposto un precampionato ricco di sfide di alto livello per abituarsi in fretta al livello di fisicità richiesto dalle competizioni internazionali in vista del Qualifying Round di Vilnius che aprirà gli impegni ufficiali della stagione varesina.[/size][/font][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]•PRIMI RISCONTRI - Più del risultato in sé, il tecnico milanese attende i primi riscontri relativi allo stato di avanzamento dei lavori del “cantiere Cimberio”: tra i primi dieci giorni in città e il ritiro a Chiesa Valmalenco carichi e ritmi di lavoro in palestra sono stati elevatissimi, confermando che tra Vitucci e Frates esiste una differenza sostanziale di filosofie e metodi. In ogni caso, dovendo preparare una stagione che da ottobre a dicembre prevederà due partite a settimana e allenamenti diradati dai viaggi infrasettimanali per gli impegni di coppa, è logico che il nuovo allenatore biancorosso voglia mettere tanta benzina nel motore durante la preparazione. Dunque, la Cimberio si presenta all'appuntamento della prima amichevole con le gambe dure e una traccia di gioco d'insieme ancora embrionale. Difficile, pertanto, ripetere il percorso netto della scorsa annata, quando il precampionato si chiuse con undici successi in altrettante partite. D'altra parte, è interessante capire sin dalla prima uscita stagionale se la nuova Varese avrà mantenuto nel suo Dna la coesione e la durezza mentale che sono state alla base dei successi del 2012/2013.[/font][/size][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]•COLEMAN SÌ, ERE FORSE - Buone notizie dall'infermeria per Aubrey Coleman: la guardia statunitense si è allenata regolarmente ieri, dimostrando di aver completamente recuperato dal piccolo infortunio di venerdì scorso. Oggi, quindi, la guardia di Houston sarà in campo contro i turchi, mentre è in dubbio l'utilizzo di Ebi Ere: il capitano biancorosso ha accusato un piccolo fastidio muscolare a una coscia e ieri ha lavorato a parte. Stamane le condizioni del giocatore con passaporto nigeriano saranno rivalutate per capire se e quanto potrà scendere in campo.[/font][/size][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]•LO SPESSORE FISICO DEI TURCHI - Il Galatasaray guidato da Ergin Ataman (visto in Italia alla guida di Siena) schiera una front-line di valore assoluto dal punto di vista fisico e tecnico, con il mastodontico Jawai (ex Barcellona) e i serbi Macvan ed Erceg. Decisamente un bel battesimo del fuoco per Frank Hassell, unico neoacquisto varesino mai visto in Italia, atteso con particolare curiosità alla prima uscita in maglia biancorossa. I turchi saranno in versione incompleta senza i nazionali Arroyo, Arslan, Guler né Markoishvili, ma sul perimetro vantano comunque vecchie conoscenze italiane come l'ex fortitudino Gordon e l'ex senese Domercant.[/font][/size][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]•PROSSIMI IMPEGNI - Dopo il test odierno contro il Galatasaray, la Cimberio proseguirà la routine di lavoro a Chiesa Valmalenco in vista della seconda amichevole ufficiale in programma domenica a Sondrio: di fronte ai biancorossi ci sarà la Montepaschi Siena in un ghiotto anticipo del campionato prossimo venturo.[/font][/size][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]•NUOVA ENTRATA NEL CONSORZIO - Sale a quota 77 il numero dei soci di “Varese nel Cuore” con l'ingresso di Very Fast People, azienda varesina di Andrea Veneziano, Michele Facco e Francesco Paini che si occupa di consulenza condominiale, gestione eventi e immagine aziendale.[/font][/size][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]•BIGLIETTI PER LA SUPERCOPPA - In vendita da oggi i biglietti per la Supercoppa tra Siena e Varese: gli interessati a seguire la Cimberio in occasione della sfida dell'8 ottobre al PalaSclavo potranno acquistare i tagliandi online sul circuito Ticketone.[/font][/size][/size][/font][/color]
    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Giuseppe Sciascia[/font][/size][/size][/font][/color]

  • pxg14
    [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Spostato da Varese a Chiesa Valmalenco il quartier generale della Cimberio. La formazione del coach Fabrizio Frates ha svolto ieri sera il primo allenamento nell'impianto della località montana che fino all'8 settembre ospiterà il ritiro precampionato della compagine biancorossa. [/size][/font][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Con il PalaWhirlpool lasciato libero in vista dell'apertura della campagna abbonamenti (domani pomeriggio il semaforo verde presso l'area hospitality di Masnago), Ere e soci lavoreranno nell'impianto del comune in provincia di Sondrio, già sede nella seconda metà degli anni '80 dei ritiri di Varese che è tornata in Valmalenco nell'ambito di una “partnership” ad ampio respiro. [/font][/size]
    [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]La scelta della “location” è infatti frutto di un accordo tra la società di piazza Monte Grappa e la locale comunità montana, mentre la copertura economica dell'inizativa è stata garantita da una serie di sponsor privati. I sedici giocatori a disposizione di coach Frates - compreso l'azzurrino Testa e l'ultimo arrivato Raffa che si sono uniti al gruppo per il ritiro - entreranno nel vivo del lavoro di “montaggio” dell'assetto tecnico impostato dal nuovo allenatore in vista degli importanti impegni in programma già ai primi di ottobre. E nel programma del ritiro sono previste le prime due uscite ufficiali: il 4 settembre la Cimberio sfiderà a Sondrio il Galatasaray campione in carica della Turchia, mentre domenica 8 - prima di fare ritorno in città - Varese sfiderà la Montepaschi Siena. [/font][/size]
    [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]•TIFOSI AL SEGUITO - Per favorire la promozione turistica “indotta” dalla presenza della Cimberio sono previsti pacchetti riservati ai tifosi che vorranno seguire la formazione di Frates nel corso del ritiro a Chiesa Valmalenco. Già una trentina i supporters varesini che hanno prenotato presso il consorzio turistico di Sondrio e della Valmalenco, usufruendo della tariffa ridotta (45 euro a notte con prima colazione compresa in strutture a due o a tre stelle; si scende a 40 per gruppi superiori a 6 persone) ideata per l'occasione. Chi aderirà all'iniziativa (prenotazioni ancora aperte fino all'8 settembre; info line 0342.451150 oppure oppure via mail all'indirizzo info@sondrioevalmalenco.it) otterrà in omaggio gli occhiali “griffati” Pallacanestro Varese: un gadget attraverso il quale sarà possibile ottenere sconti in una serie di ristoranti e rifugi della zona, ed entrare col 50% di sconto al PalaScieghi di Sondrio in occasione delle due amichevoli ufficiali contro Galatasaray e Montepaschi Siena (posto unico a 10 euro). [/font][/size]
    [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]•INIZIATIVE COLLATERALI - Nel periodo del ritiro in Valmalenco sono state organizzate numerose iniziative promozionali: la squadra sarà ospite sabato alla manifestazione “Grappolo d'Oro”, mentre domenica pomeriggio sarà svolta una presentazione presso l'area verde del parco “Vassallini” di Chiesa Valmalenco. Anche i locali della zona proporranno diverse iniziative riservate ai supporters biancorossi al seguito (già domani sera “festa del tifoso” presso il pub Offline di Chiesa Valmalenco). Il legame tra la Pallacanestro Varese e la comunità montana proseguirà anche durante la stagione 2013/2014: previsti infatti degli appuntamenti al PalaWhirlpool con stand promozionali e presenze nell'area Hospitality. Il tutto nell'ottica di cercare di dare continuità al rapporto tra il club di piazza Monte Grappa e la località della Valmalenco, che ha un'opzione entro il 30 novembre per prolungare ulteriormente il rapporto e proporsi come sede del ritiro anche per il prossimo anno.[/font][/size]
    [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Magari coinvolgendo anche il settore giovanile per quanto riguarda i camp estivi. Insomma la squadra di Frates fungerà da “veicolo promozionale” per la Pallacanestro Varese in una sorta di antipasto di quello che accadrà a settembre: come lo scorso anno sono infatti previsti diversi eventi pubblici - dall'aperitivo in centro al “Basket Bus” - che porteranno giocatori vecchi e nuovi a contatto diretto con i tifosi.[/font][/size]
    [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Giuseppe Sciascia[/font][/size][/size][/font][/color]

  • pxg14

    Hassell accende l'entusiasmo

    By pxg14, in News,

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Curiosità alle stelle per i tifosi varesini alla scoperta di Frank Hassell. Oltre 300 i presenti al PalaWhirlpool per vedere all'opera il nuovo pivot della Cimberio alla sua prima uscita sul parquet di Masnago. Un altro segnale dell'entusiasmo che circonda la nuova squadra di Frates alla vigilia del lancio della campagna abbonamenti (vendite aperte da venerdì, già allestite le postazioni nell'area della sala stampa del “Lino Oldrini”). D'altra parte il centro del 1988 è l'unica novità assoluta del mercato estivo biancorosso: se il ricordo di Clark era freschissimo (leggi quarti playoff contro Venezia), così come quello di Scekic e Coleman che avevano già “assaggiato” da avversari il clima di Masnago, Hassell proviene dal campionato israeliano e non aveva mai giocato in Italia. La sua prima giornata a Varese è stata comunque ricca di spunti: sbarcato alla Malpensa alle 6.50 di mattina dopo il viaggio dalla Virginia a New York e la successiva trasvolata oceanica, il pivot statunitense ha sostenuto le visite mediche di rito e nonostante stanchezza e fuso orario si è messo di buona lena a disposizione del coach biancorosso nelle due sedute di allenamento tra mattina e pomeriggio. Il primo impatto fuori dal campo è stato sicuramente positivo: «Sembra un ragazzo educato, attento, disponibile e interessato a scoprire in fretta la realtà dove è capitato: prima di tutto ha fatto domande sulla squadra e sulla storia del club ed è parso curioso su tanti aspetti dentro e fuori dal campo», racconta il team manager Massimo Ferraiuolo. Sul parquet spicca sicuramente la sua fisicità a dispetto di una statura “normale” per un pivot: il soprannome “Tank” (carro armato, uno dei numerosi tatuaggi che ricoprono interamente entrambe le braccia) col quale è giunto a Varese è sicuramente azzeccato. Rispetto a Bryant Dunston, suo predecessore sia ad Holon in Israele che a Varese, ha certamente un livello meno elevato di esplosività ma per un giocatore della sua stazza è comunque agile e dinamico. E gli applausi più frequenti da parte dei numerosi tifosi giunti a Masnago per vederlo all'opera dal vivo sono arrivati per l'efficacia del suo semigancio mancino, vero e proprio marchio di fabbrica del suo bagaglio offensivo che Hassell utilizza con grande assiduità. In assoluto il nuovo centro biancorosso sembra un elemento più sostanzioso che appariscente per balzi e giocate acrobatiche; l'attenzione, la predisposizione al lavoro e la volontà di inserirsi in fretta nel gruppo (oltre alla disponibilità nei confronti dei tifosi che a fine allenamento lo hanno già “assediato” per foto ed autografi) ne faranno certamente un elemento benvoluto nel gruppo e nell'ambiente varesino. Poi è logico che bisognerà vederlo all'opera in un contesto agonisticamente probante. Ora il gruppo è finalmente è al completo: oggi ultima giornata a Varese (mattina al Campus e pomeriggio al PalaWhirlpool) prima della partenza per Chiesa Valmalenco, sede fino all'8 settembre del ritiro della squadra di Frates. Della comitiva non farà parte Darren Moore: la guardia americana ospite agli allenamenti biancorossi ha infatti trovato squadra a Bari in LegAdue Silver.[/size][/font][/size][/font][/color]

    [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Giuseppe Sciascia [/font][/size][/size][/font][/color]

  • pxg14
    Dentro un'identità definita trovano cittadinanza le prime sensazioni che suscita la nuova squadra, di là da valutare in competitività attraverso un raffronto con tutti gli organici in circolazione, quando saranno completi. Nel frattempo questa Cimberio, nelle sue prime apparizioni di lavoro, sta ipnotizzando molti tifosi i quali testimoniano il proprio gradimento per le scelte operate dalla società, con le palanche che si ritrova, attraverso un'apprezzabile architettura di mercato.

    Dunque, nessuna temuta spending review dell'entusiasmo dopo una stagione a dir poco gloriosa, segno che la "piazza" - soppesando referenze e trascorsi dei nuovi biancorossi - ritiene assai intrigante la prossima avventura al di là di obiettive differenze fra questa e quella Cimberio.
    La barra è dritta, certi azzardi - tipo scommesse perse in partenza - appartengono ormai a un passato che sembra irripetibile. Adesso resta solo da capire, volendo affilare la lama delle proprie ambizioni, quanto possa pesare in eredità quell'asse Green-Dunston, così finemente talentuoso nonché moltiplicatore d'un gioco di armonia che fece diventare la Cimberio delle meraviglie un pezzo unico attraverso prodezze individuali.

    Clark (foto Blitz) e Hassel, a frugare nella loro carriera, posseggono fior di virtù offensive: il play è capace d'esser decisivo in proprio, tuttavia non sempre sa fa girare in profondità la squadra come il suo predecessore, complice anche una discontinuità che fa il paio con le sue devastanti impennate; del centro, sulle vie di Varese dall'Hapoel Halon, dobbiamo fidarci sulla scorta delle statistiche israeliane che lo annunciano con la grancassa per efficacia atletica. Sicuramente l'ingaggio di Scekic, uomo d'area che vanta un'illuminata istruzione cestistica, arricchisce la dimensione della squadra tra i "lunghi coltelli" del campionato, al di là del rammarico per la partenza del tanto utile quanto silenzioso Talts.

    Due anni fa Coleman era un bomber del nostro campionato, il fiuto del canestro l'ha nel sangue se riesce ad assaltarlo con accelerazioni profonde, non essendo un fenomeno nelle soluzioni dall'arco. Varese ha ben altro organico rispetto a Biella, nelle cui file Coleman era una stella, pertanto un'individualità del genere va "lanciata" con arguzia e gestita con criterio ai fini di un equilibrio virtuoso che, con una rotazione in meno a disposizione rispetto alla scorsa stagione, resta l'unico interrogativo per la squadra di Frates, soprattutto fra attacco e difesa, dovendole spuntare quei possibili limiti su cui lavorare mentre fa intravedere una propria temibilità offensiva per punti e caratteristiche dei suoi uomini.

    Un quadretto va dedicato a Cerella che non merita alcun rimpianto e che, semmai, fa pensare all'ironia del caso per il suo disinvolto - ancorché legittimo - addio alla Pallacanestro Varese che gli ha fatto, e a lungo, da premurosa infermiera e da affettuosa mamma, per ritrovarlo poi a Milano.
    Festeggeremo Varese in una nuova semifinale scudetto? È presto per credervi, mancando ancora compiuti riferimenti della concorrenza, sicuramente ci aspetta un autunno caldo, innanzitutto di passioni, per un inizio di stagione martellante fra qualificazione di Eurolega, Supercoppa e prime giornate di campionato lontano da Masnago, pure con la forzosa rinuncia a Sakota (appiedato in campionato dal giudice sportivo). In ottobre la Cimberio, rivelando il suo volto, farà un po' più capire quale sarà il suo destino, di cui è padrona.

  • pxg14
    Riparte all'insegna dell'entusiasmo l'avventura della Cimberio. Circa 600 tifosi al PalaWhirlpool per vedere all'opera la nuova formazione biancorossa in occasione del primo allenamento della stagione 2013/2014. Un'ulteriore e concreta testimonianza del rinnovato clima di grande attenzione che la Pallacanestro Varese è riuscita a catalizzare attorno a sé dopo l'esaltante annata scorsa.
    Se al raduno 2012/2013 erano stati in 200 a salutare Mike Green e compagni, stavolta con due soli volti nuovi dei quattro acquisti estivi (Clark sbarcherà stamane a Malpensa, qualche giorno in più per l'atteso Frank Hassell) la "febbre biancorossa" ha fatto registrare il triplo dei curiosi per la tappa inaugurale di una stagione in cui la Cimberio vuol provare a confermarsi al vertice.

    «Sappiamo che ripetere un'annata nella quale siamo stati per 9 mesi al comando sarà difficilissimo, ma confidiamo d'aver creato le condizioni per provare a essere nuovamente competitivi per il vertice», commenta Cecco Vescovi nei nuovi panni di responsabile dell'area tecnica in attesa che l'assemblea di fine settembre nomini il presidente suo erede.
    Nonostante le perdite fisiologiche di Green e Dunston, i tifosi hanno comunque apprezzato l'opera sul mercato della società e il bagno di folla del raduno fa ben sperare in vista della campagna abbonamenti al via dal 28 agosto: «Ma chi ci darà fiducia lo farà perché ha imparato ad apprezzare la serietà con cui operiamo e la credibilità del lavoro svolto negli scorsi anni», afferma il g.m. varesino.

    Primo allenamento a ritmi subito sostenuti, con la prima ora di lavoro affidata al preparatore atletico Marco Armenise e la seconda parte "assaggiando" già il pallone pur senza difesa: tanti applausi per capitanEre e Sakota, apprezzati i balzi dell'esplosivo Coleman, mentre Polonara non sembra risentire del problema alla caviglia che lo ha escluso dal giro della Nazionale.

    La truppa biancorossa lavorerà oggi pomeriggio tra Campus e PalaWhirlpool e domattina a Masnago, poi inizierà il regime di lavoro più sostenuto con doppio allenamento fino a domenica. Da mercoledì prossimo all'8 settembre il quartier generale si sposterà a Chiesa Valmalenco, dove la formazione di Frates cercherà di affinare l'unità dentro e fuori del campo. Nel programma previste anche le prime due uscite: il 4 settembre a Bormio contro l'Efes e l'8 settembre a Sondrio contro il Galatasaray. In tutto saranno nove le amichevoli di preparazione: la Cimberio giocherà l'11 settembre a Gorla Maggiore contro Brescia, il 13 e 14 sarà a Jesolo per il quadrangolare con Venezia, Bologna e Cibona Zagabria, il 18 a Cremona contro la Vanoli, il 21 e 22 a Olbia nel torneo con Siena, Sassari e Galatasaray, infine si presenterà mercoledì 25 a Masnago ma è ancora da fissare l'avversaria dell'ultimo test prima della partenza per Vilnius.
    Giuseppe Sciascia

  • pxg14
    Primo sguardo sui rapporti di forza della serie A 2013/'14 alla vigilia del raduno della Cimberio e ormai a un passo dalla conclusione del mercato con quattro squadre - tra cui Varese - che hanno completato il roster e non più di una quindicina di "X" ancora da individuare. In linea generale s'annuncia un campionato livellato verso l'alto rispetto al 2012/'13, nel quale la squadra di Frates parte sicuramente nel plotone delle otto favorite per l'accesso ai playoff ma dovrà comunque sudare per mantenersi al vertice.
    • LE FAVORITE - Come nella scorsa annata resta Milano la regina del mercato: rispetto all'era Scariolo la squadra messa a disposizione di Luca Banchi ha meno stelle e più sostanza, a partire dal "pretoriano" David Moss che il coach di Grosseto s'è portato in dote da Siena. Il nuovo asse play-pivot Jerrells-Samuels e il combattivoCJ Wallace saranno l'ossatura di una squadra che riparte dal talento diLangford e Alessandro Gentile. Nonostante il ridimensionamento annunciato, comunque Siena s'annuncia ancora competitiva per il vertice con la conferma dell'Mvp delle ultime finali Daniel Hackett. Con lui sono rimasti Ortner, Kangur e Ress, ancora in sospeso la situazione di Carraretto ma gli arrivi di Green, English, Carter eHunter (e c'è ancora uno spot libero per uno straniero: non saràHairston ma un play-guardia comunitario) rendono la MPS dell'eraCrespi un cocktail comunque intrigante.
    • LE OUTSIDER - Dietro le due big annunciate prenota un ruolo di vertice Sassari che ha confermato i cugini Diener ed aggiunto il mix di talento e atletismo del trio ex avellinese Green-Thomas-Johnson. Sulla carta ci sono tanti galli nel pollaio ma chi meglio di Meo Sacchetti è in grado di gestire una squadra così votata all'attacco? Proverà a confermarsi al vertice anche la Cimberio che, pur avendo perso i pilastri Green e Dunston, ha cambiato volto ma non filosofia affidando a Fabrizio Frates il bastone del comando e puntando sulla voglia di riscatto di Clark e Coleman e sull'esplosione del poderosoHassell per reggere l'urto del doppio impegno campionato-coppe europee. L'Acea Roma finalista a sorpresa del 2012/'13 ha perso la superstar Datome (quarto italiano in NBA con Detroit) ma riparte dall'asse Taylor-Goss-Jones ed ha aggiunto l'esplosività di Hosley eMbakwe (sogno mancato di Varese che ha comunque preso di meglio con Hassell) in attesa dell'ultimo tassello americano. Ancora ambiziosa Cantù che inaugura una nuova era Sacripanti con le conferme di Ragland, Leunen e degli azzurri Aradori e Cusin e le aggiunte di Jenkins, Uter e Stefano Gentile; in ascesa anche le ambizioni di Venezia che ha scelto giocatori agili e sostanziosi comeLinhart, Smith ed Easley a supporto del re dei bomber Taylor ed auspica che la trazione posteriore tricolore Giachetti-Vitali sia in grado di supportare lo spessore del reparto ali e pivot. E poi c'è l'incognita Avellino: l'ambizioso progetto, che Frank Vitucci ha preferito a Varese, per il momento ha lavorato sulle conferme, sia pur lussuose come quelle di Lakovic, Dean, Richardson, Ivanov eDragovic, aggiungendo il solo Cavaliero. Però si aspettano ancora un paio di colpi di spessore sotto canestro (piace soprattutto l'ex romanoVarnado) e nello spot di ala piccola.
    • SOGNO PLAYOFF - Numerose le squadre pronte a sfruttare defaillances delle otto favorite per la post season: Reggio Emilia ha confermato Cinciarini, Bell e Brunner e cerca ancora il sostituto di Taylor (sogno proibito il milanese Hairston ma sembra difficile che la trattativa si concretizzi). La Virtus Bologna dell'era Villalta-Arrigoniha costruito un quintetto ricco di talento con la coppia Ware-Hardysul perimetro e l'esperto tiratore Walsh, ora attende le ultime firme (con ogni probabilità Akindele e l'ex varesino Fajardo) per puntellare il settore lunghi. Brindisi si è rifatta completamente il look con un organico intrigante (su tutti il bomber Lewis e il pivot nigerianoAkingbala) in attesa di trovare il play americano che darà la misura effettiva delle ambizioni pugliesi. Ambizioni in ascesa anche per Cremona con il ritorno dell'esterno Rich, il recupero del massiccio pivot Watson e l'aggiunta del creativo play Woodside a supporto delle conferme di Chase e Jackson che dovrebbero consentire alla Vanoli (cui manca ancora l'ala forte del quintetto) di contare su un tasso tecnico superiore a quello della scorsa annata. Caserta è ripartita dalle conferme dei veterani Mordente e Michelori, ha aggiunto i giovani Tommasini e Vitali e dipende dallo spessore dei 5 nuovi americani (da individuare l'ala forte) per il progetto affidato a Lele Molin.
    • OBIETTIVO SALVEZZA - Partenza "di rincalzo" per le marchigiane e la matricola Pistoia: col budget più basso della A, Pesaro ha ripescato i veterani Pecile e Alvin Young come chiocce di un gruppo ricco di rookies (i lunghi Trasolini e Anosike e la guardiaTurner) e giovani locali emergenti. Montegranaro ha pescato gli interessanti Mayo e Skeen e il lungo slavo Sakic ma ora deve sbrogliare la matassa Di Bella (con la sua conferma arriverebbe un'ala piccola potente; senza di lui un esterno in grado di dare una mano in regia), mentre la neopromossa Giorgio Tesi Group ha inserito tre americani di sostanza come Wanamaker, Washington e Johnson ma deve scegliere "fuciliere" e pivot.
    Giuseppe Sciascia

  • pxg14

    Supercoppa a Siena

    By pxg14, in News,

    La Supercoppa 2013 si giocherà a Siena. La Lega Basket non ha ancora emesso comunicazioni ufficiali ma la fonte è affidabile: ad annunciare la sede della sfida tra i campioni in carica della Montepaschi e la Cimberio Varese è stato il dirigente biancoverdeFerdinando Minucci nel corso di un'intervista esclusiva all'emittente tv Canale 3 Toscana. La notizia era nell'aria già da qualche tempo, ora la conferma da parte del g.m. della Mens Sana («La Supercoppa si giocherà a Siena e ci teniamo ad iniziare con una vittoria») che esclude l'ipotesi di utilizzare il PalaWhirlpool come sede dell'evento.
    La richiesta della società biancorossa relativa alle eventuali modalità per aggiudicarsi l'organizzazione della partita non è stata presa in considerazione per motivi regolamentari. Ad una più attenta lettura è infatti emerso che una delibera della stessa la Lega Basket prevede l'assegnazione del fattore-campo alla squadra campione in carica: solo in caso di rinuncia al diritto di giocare in casa, come è accaduto nelle ultime due edizioni della Supercoppa organizzate da Rcs Sport a Forlì e Rimini, la sede della sfida più essere diversa da quella prevista "nero su bianco".
    E in questa circostanza, non essendo stato reperito un campo neutro interessato a organizzare la sfida tra Siena e Varese, chi godeva della possibilità di ospitare la partita ha esercitato una sua legittima prerogativa.
    Dunque, per la 14esima volta su 19 edizioni dell'evento che inaugurerà ufficialmente la stagione 2013/'14 i vincitori del titolo italiano nell'annata precedente potranno contare sul vantaggio del fattore campo. Era capitato anche ai Roosters dopo lo scudetto della Stella che con Cedro Galli in panchina sconfissero per 69-61 la Virtus Bologna nell'edizione 1999 disputata a Masnago: è stato l'ultimo stendardo appeso alle volte del PalaWhirlpool.
    Di certo il fattore-campo avverso non aiuterà la Cimberio nel suo secondo appuntamento clou del precampionato: la sfida contro Siena, originalmente prevista per sabato 5 ottobre, si giocherà martedì 8 per consentire ai biancorossi di esaurire gli impegni nel Qualifying Round di Eurolega in programma dall'1 al 4 ottobre a Vilnius.
    Al momento non sono ancora in vendita i biglietti per l'evento, anche se è chiaro che non saranno numerosissimi i tifosi varesini in grado di affrontare una trasferta infrasettimanale e serale al PalaSclavo (foto Blitz). Auspicando che si cancellino rapidamente i veleni delle semifinali dei playoff e che si possa assistere ad una sfida combattutissima sul piano sportivo ma accompagnata da un clima sereno in tribuna. Cosa che non era accaduta in occasione delle sfide conclusive della serie che ha proiettato Siena verso la conquista del settimo scudetto consecutivo...
    Giuseppe Sciascia

  • Member Statistics

    1,364
    Total Members
    1,155
    Most Online
    Typhoon
    Newest Member
    Typhoon
    Joined
×