Jump to content

Caccia aperta all'alona per completare l'OJM


simon89
 Share

Caccia all’alona realizzatrice per una Openjobmetis che scandaglia il mercato a 360 gradi in cerca dell’uomo giusto in grado di far collimare qualità tecniche e costi nell’incastro dell’ultimo tassello dell’estate 2016.

Si cerca un'ala fisicata con punti nelle mani, che apra il campo in palleggio creando per sé e per gli altri, e possa giostrare per qualche minuto anche da “4 tattico”, oltre a possedere un bagaglio di esperienza garantito in Italia o almeno in Europa. In pratica la silhouette di James White, che però ha preferito passare la mano in attesa di offerte più lucrose (nella scorsa annata al Cedevita viaggiava a 325mila dollari...). Ma fra i free agent disponibili sono relativamente pochi i giocatori con le specifiche richieste, e ad oggi non sembrano esserci firme imminenti nel profilo desiderato.

Dubbi fisici sul 31enne Gary Forbes (visto a Cremona nel 2009-10 e poi in NBA per un paio di stagioni), riattivato a dicembre 2015 dopo quasi due anni di inattività tra Portorico e D-League, mentre il potente realizzatore Patrick Christopher (28enne con trascorsi in Francia e Turchia), fermo per oltre un anno per un problema ad un ginocchio nel gennaio 2015, non ha dimostrato un completo recupero alla Summer League di Las Vegas giocata con la D-League Select (in Nevada c’era anche il fuciliere ex Siena Dionte Christmas che però è un’ala piccola pura e nel 2015/’16 ha cambiato tre squadre facendo bene solo all’ultima tappa). Un profilo interessante potrebbe essere quello di J.P. Prince, 29enne ala campione di Polonia e Belgio con Turow e Ostenda (capocannoniere nel 2013/’14 in Polonia e in Eurocup nel 2014/’15), reduce da un 2015/’16 non brillantissimo tra Cholet e Trabzonspor, mentre l’esplosivo Garlon Green (re delle schiacciate in Germania) ha solo un anno di esperienza europea e il massiccio Josh Bostic (visto in Francia, Belgio e Lettonia) è un giocatore più di quantità che di qualità.

Però il desiderio di avere la squadra al completo nel più breve tempo possibile, alla luce della necessità di rodarsi al meglio in vista del fondamentale doppio impegno nei preliminari di Champions League, potrebbe indurre la società a spostare il target verso un profilo tecnicamente diverso rispetto a quello preferito da coach Moretti.

Scartati comunque i profili di giocatori che hanno qualità principalmente balistiche con poca capacità di mettere palla per terra, come Ojars Silins o lo statunitense di passaporto lituano John Shurna. Ma l’ipotesi dell’ex trentino Trent Lockett, sul quale si stava riflettendo nell’ottica di spostare il tiro verso un’ala piccola di ruolo comunque già dimostratasi affidabile in campionato e in Eurocup (11.4 punti e 3.6 rimbalzi in serie A; 11.2 e 3.5 nella cavalcata della Dolomiti Energia fino alle semifinali della seconda coppa ECA), potrebbe uscire rapidamente di scena visto che l’atleta del 1990 pare a un passo dalla firma di un accordo biennale con Siviglia. Sembra comunque escluso il ritorno di Christian Eyenga, che potrebbe invece finire nella sua alma mater giovanile Joventud Badalona.

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...