Jump to content

L’empasse sul mercato sta per finire: Ross caldo, poi guardia e centro. Vene lontano


simon89
 Share

Il mercato della Pallacanestro Varese sta per decollare. Dopo i primi annunci di coach Matt Brase e del suo assistente Paolo Galbiati, questa settimana dovrebbero iniziare a riempirsi anche le 4 caselle mancanti del roster, ovvero tutto il pacchetto stranieri della prossima stagione, a cui va aggiunto il già arruolato Justin Reyes.

Così, dopo giorni di silenzi e tanto lavoro per Scola e Arcieri negli Stati Uniti, passando da una sede all’altra della Summer League, con snodo principale a Las Vegas, l’AD e il GM biancorossi sono pronti per dare forma e sostanza allo studio e alle ricerche di queste ultime due settimane.

Il ritorno dagli USA, previsto tra oggi e domani dei due uomini forti biancorossi, aprirà così il mercato in entrata di Varese che dovrebbe partire dalla regia, con il nome di Colbey Ross caldissimo, sia per caratteristiche tecniche che per affinità con Matt Brase, visto che il prodotto di Pepperdine University ha giocato l’ultima Summer League con i Portland Trail Blazers, da dove proviene il neo allenatore biancorosso.

Ross arriverebbe a Varese dopo una buona prima stagione in Europa, giocata in Repubblica Ceca a Nymburk e chiusa con 9 punti e 6 assist di media.
Dopo Ross, le mire biancorosse si concentreranno sulla guardia, la scelta ad oggi più difficile da compiere. La OJM è infatti a caccia di un giocatore versatile, capace di ricoprire sia il ruolo di 2 che di 3, per cui sono richieste determinate peculiarità: buona attitudine difensiva e ottimo senso del canestro. Un mix perfetto insomma, non facile da trovare sul mercato, a maggior ragione se non si hanno capacità economiche stratosferiche.

Sistemato il pacchetto esterni, Varese dovrà chiudere il cerchio con un centro dinamico e verticale, capace di pendolare tra attacco e difesa con grande agilità ed un’ala grande, tenuto conto che con Vene in un mese e mezzo la situazione non è cambiata e la parti sono ancora molto distanti.

Un quadro che ha dunque ancora bisogno di diverse pennellate per potersi completare, con l’idea di avere una Pallacanestro Varese giovane, veloce, affamata che vivrà molto sull’entusiasmo e le qualità dei giovani provenienti dall’America.

Alessandro Burin

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...