Jump to content

La Cimberio rilancia per Polonara


pxg14
 Share

[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]Varese rilancia la posta sul futuro di Achille Polonara. La società di piazza Monte Grappa ha fatto la sua mossa per provare a trattenere l'ala di Ancona, coniugando il valore tecnico di un giocatore che nei due anni sotto le Prealpi ha mostrato un indiscusso potenziale con le sue attuali possibilità economiche. E se l'anno di contratto residuo ha un costo non in linea con le risorse che il club biancorosso potrà investire sul mercato, l'idea della dirigenza è stata quella di proporre all'atleta del 1991 un nuovo accordo triennale con scatti salariali a salire, che risulti però maggiormente compatibile con la costruzione di un roster equilibrato nella spalmatura delle risorse disponibili su almeno 9 giocatori. [/size][/font][/color]

[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]In caso di fumata bianca l'atleta di Ancona, che lunedì prossimo inizierà il percorso con la Nazionale A di Simone Pianigiani, potrebbe diventare il simbolo della Varese dell'era-Pozzecco e l'unico elemento di continuità con la stagione 2013/2014 appena archiviata. Ma al momento non ci sono riscontri circa l'offerta formulata da Varese: logico che Polonara si stia guardando intorno per capire se il mercato propone alternative più allettanti sia sul piano economico che delle prospettive di classifica, e le clausole d'uscita dal contratto attuale hanno tempi più lunghi del previsto (15 luglio per la società di piazza Monte Grappa, addirittura al 30 per il giocatore). Radio-mercato non segnala comunque piste calde di vertice per l'ala in un ruolo che propone un veterano plurititolato come Tomas Ress (attualmente sarebbe offerto su cifre appena inferiori al salario 2014/2015 di Polonara, ma col vincolo di un triennale). Lo snodo sulla posizione dell'ala di Polonara  è comunque determinante per indirizzare tutte le altre scelte sugli stranieri, sia per gli importi da investire sulle singole posizioni che sui ruoli dove incastrare i 3 extracomunitari. La sensazione è che Varese aspetterà al massimo una quindicina di giorni la risposta del mancino del 1991, poi farà altre valutazioni non potendo permettersi di trattenerlo al salario attuale. 
Intanto dal radar del mercato biancorosso esce di scena Davide Pascolo: il lungo friulano ha accettato l'offerta di rinnovo biennale da parte di Trento, ossia la società con cui aveva conquistato la serie A sul campo battendo proprio il Capo d'Orlando di Gianmarco Pozzecco. Decisiva la possibilità di giocare in quintetto (mentre a Varese sarebbe stato il primo cambio dei lunghi) in una squadra che manterrà l'ossatura di tutti gli italiani della promozione. 
A questo punto, esclusa l'operazione Polonara, il mercato tricolore della società di piazza Monte Grappa si sposterà interamente dopo la scelta dei 7 stranieri, inserendo elementi di complemento sia per costi che per ruoli . Dunque il prossimo annuncio ufficiale sarà quello di Ugo Ducarello, l'assistant coach scelto da Gianmarco Pozzecco che dovrebbe firmare la settimana prossima; per quanto riguarda la campagna acqusti, visto che la vendita delle tessere stagionali aprirà il 3 luglio, è praticamente scontato che il nome del primo abbonato precederà quello del primo giocatore della Varese 2014/2015. 
Giuseppe Sciascia [/size][/font][/color]
 

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...