Jump to content

La cooperativa di Moretti non tradisce


Nicolò Cavalli
 Share

[b]BRANDON DAVIES [/b](8 punti; 3/9 2p; 0/1 3p; 2/4 tl) [b]VOTO: 5. [/b]Nel temutissimo confronto contro la batteria di lunghi biancoblù la fortuna risiede tutta nella serata svogliata di Johnson, bello solo per le statistiche. Davies prende le scelte sbagliate nei momenti più pericolanti e obbliga spesso Moretti ad optare per il quintetto piccolo.
 
[b]MOUHAMMAD FAYE [/b](8 punti; 1/5 2p; 2/3 3p; 0/0 tl) [b]VOTO: 5,5. [/b]Il buongiorno mattutino, questa volta, è solo una fugace impressione. Iniziata la contesa mandando a bersaglio due tiri pesanti, ritorna nel momento psicologico apatico: qualche protesta, qualche giro di difesa saltato, qualche palla sbucciata.
 
[b]MAALIK WAYNS [/b](19 punti; 3/8 2p; 3/8 3p; 4/4 tl) [b]VOTO: 6,5. [/b]Il Giano Bifronte della regia prealpina sciorina la consueta prestazione di picchi ed errori. Sbaglia nella prima parte il [i]timing [/i]nell'orchestrare i compagni, tanto da lasciare il posto al furetto Varanauskas. Nel finale respira aria da derby a pieni polmoni e scala con successo la vetta.
 
[b]OVIDIJUS VARANAUSKAS [/b](5 punti; 1/2 2p; 1/2 3p; 0/0 tl) [b]VOTO: 6,5. [/b]I numeri non bastano a descrivere una prova gagliarda e sfacciata, condita da un canestro in entrata somigliante a una sfida di basket tre contro tre (di cui il lituano è nell'élite mondiale). Perde un pallone sanguinoso ma dinnanzi all'Abass di stasera sarebbe stata dura per chiunque.
 
[b]DANIELE CAVALIERO [/b](3 punti; 0/2 2p; 0/1 3p; 3/3 tl)[b] VOTO: 6.[/b] Abbandona la sfida ad inizio ripresa quando una palla vagante gli costa una botta alla mano e soprattutto una presunta lussazione alla spalla (voci da post gara). Nel primo tempo inciampa qualche volta per poi prendere una rincorsa assieme a tutti i compagni.
 
[b]LUCA CAMPANI[/b] (5 punti; 1/3 2p; 0/0 3p; 3/4 tl) [b]VOTO: 6. [/b]Si è trascinato stoicamente fino al termine del girone di andata nonostante un ginocchio dolente. Assesta diverse giocate di esperienza (i rimbalzi offensivi del quarto periodo ricordano pepite d'oro nella corsa al [i]far west[/i]) ma manca della spinta fisica.
 
[b]GIANCARLO FERRERO [/b](10 punti; 3/4 2p; 0/2 3p; 4/5 tl) [b]VOTO: 7. [/b]Se l'anno scorso la palma d'oro di sorpresa della “classicissima” finì nelle mani di Balanzoni, questa volta è l'ala piccola piemontese ad esaltare la platea con un terzo quarto da capogiro: canestri roboanti e falli subiti con malizia, difesa tenace, urla rivolte ai compagni.
 
[b]RIHARD KUKSIKS [/b](12 punti; 2/4 2p; 2/10 3p; 2/4 tl) [b]VOTO: 6,5. [/b]Comincia il derby con il sangue negli occhi, prendendo tiri ogniqualvolta la difesa canturina gli lascia mezzo centimetro. Nella seconda metà prova a recitare lo stesso canovaccio, ma la [i]verve[/i] scema.
 
[b]KRISTJAN KANGUR [/b](9 punti; 3/5 2p; 1/2 3p; 0/0 tl) [b]VOTO: 6,5. [/b]Sei rimbalzi, frutto di posizionamento, e quattro assist, figli di sapienza cestistica, dimostrano il suo pedigree da veterano. Mezzo palazzetto trascorre la partita esclamando “tira!” quando le praterie della difesa ospite lo consentirebbero. Si accontenta di ciuffi sporchi o docili, lasciando il punto esclamativo per la sirena. Buon 2016!

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...