Jump to content

La giornata dei caduti


pxg14
 Share

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Che tenesse a chiudere un conto aperto sul suo valore, dopo l'addio ricevuto qui, che dovette mandar giù pur accettandolo con stile, lo si è capito molto chiaramente a fine gara quando, vittoria in pugno, è stato "assalito" festosamente dai suoi giocatori. Una scena del genere, probabilmente, Recalcati l'ha vissuta solo quando ha vinto un titolo e non una gara come tante altre, pure contro una Cimberio priva di un fromboliere come Banks, quindi ad handicap in partenza. [/size][/size][/font][/color]
[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Momenti di gloria, effimeri però. L'assenza di Banks non può legittimare un alibi, dovendo essere necessariamente più forti di eventuali avversità e imponderabili ma, tant'è, resta la constatazione di un apporto non pervenuto. [/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Non avevamo alcun dubbio sull'impiego di più "zonette" da parte di Recalcati con il quale, spesso, sull'argomento, s'è discusso di tanta riluttanza dei tecnici a tale uso, ritenuto forse uno sbrigativo arrangiamento tattico, da rifuggire per propria reputazione e non invece una mossa ben studiata, come arte strategica. Così ha pensato, e bene, Recalcati per non vedere stecchita la sua Montegranaro su ogni fronte del campo per mano di una Cimberio che, si sa, possiede una comprovata varietà di soluzioni vincenti tra gioco interno ed esterno. Soprattutto il tecnico milanese ha puntato sulla zona nel finale, punto a punto, per proteggersi sotto i tabelloni lasciando aperta la frontiera esterna, non sfruttata, negli ultimi istanti, proprio da un fromboliere come Ere (nella foto red. alle prese con Campani), peraltro in una serata no, visto il suo 5/20 complessivo al tiro. [/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Dato il margine finale, la sconfitta, un po' semplicisticamente e pretestuosamente, sta un po' in questa percentuale di imprecisione da parte di uno dei leader consolidati di Varese, il che fa tutt'al più pensare a una stanchezza che fiacca quei "pistoleri" di lunga militanza. Dunque, una sconfitta del genere ci sta, da prendere con relative istruzioni e senza paure per il futuro al di là di un Burns, come un'ira di Dio, per una difesa biancorossa parsa senza contromisure. [/size][/size][/font][/color]
[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Morale, gli uomini di Vitucci non sono sembrati molto diversi nel rendimento rispetto a Reggio Emilia, tuttavia, stavolta, per armonia corale, hanno meno impressionato nei loro momenti migliori e nonostante una panchina che ha onorato ogni chiamata, con un Talts ancora super e non certo da mettere con altri lunghi in circolazione, infine con un Polonara temprato dall'aria di casa, dunque un dominatore, almeno sino all'intervallo. [/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]E se la perfezione viene dall'osservazione, v'è allora del materiale utile per riconsiderare qualche insufficienza attorno al prezioso asse Green-Dunston che, sin qui, ha trascinato Varese verso le sue fortune che, ovviamente, restano da completare... Il play avrà anche commesso errori al tiro ma, ancora una volta, grazie alla sua classe, ha indicato le vie più giuste attraverso una vagonata di assistenze ai compagni, deliziose come telefonate all'amata. "Non disturbare il manovratore", l'invito e per quei tifosi che, pur apprezzandolo, trovano da ridire sul suo lungo possesso di palla. [/size][/size][/font][/color]
[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]E' stato un turno molto curioso per le grandi, quasi tutte sconfitte, roba da "giornata dei caduti". Stranieri in cerca di nuovi contratti, allenatori e giocatori senza stress da risultato sono fattori che rianimano le formazioni attardate e meno attese, a discapito delle migliori che tirano il fiato dopo una stagione allo scoperto. Nel mal comune, mezzo gaudio, fa eccezione l'Armani, l'unica imbattuta e travolgente. I colleghi di Milano dicono che stia cominciando a fare sul serio; sapremo qualche cosa di più nel prossimo turno, proprio a Masnago, dove si terranno prove tecniche per lo scudetto. [/size][/size][/font][/color]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...